Mayan Gogulan Cancer Treatment

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Dall'editor

Caro lettore, questo è un libro speciale. Solleva una domanda molto difficile: "È possibile il trattamento del cancro?" Sfortunatamente, la medicina ufficiale non può ancora dare una risposta inequivocabile alla domanda sul perché questa malattia si manifesti, né offrire un rimedio che è garantito per curare il cancro. Nel frattempo, il cancro ogni anno prende milioni di vite, non risparmia né gli anziani né i giovani.

Pertanto, l'interesse mondiale per questo argomento è enorme. Le teorie vengono avanzate, la ricerca è in corso e ci sono notizie sui media che è stata finalmente trovata una cura per il cancro. E prima o poi l'umanità troverà sicuramente la risposta alla domanda su come curare il cancro. E l'autore di questo libro, Maya Fedorovna Gogulan, può già dire cosa bisogna fare per non ammalarsi e aiutare qualcuno che ha già avuto un cancro. Il valore del suo sistema è che Maya Fedorovna stessa ha sofferto di cancro ed è stata in grado di sconfiggerlo!

Nel suo confronto con la malattia, Maya Gogulan ha seguito il sistema sanitario del professore giapponese Katsuzo Nishi. "Il cancro è curabile e prevenibile!" – Lo scienziato giapponese crede, – a condizione che tu conosca le leggi sulla salute e le segua rigorosamente. Sono state le sei regole d'oro della nicchia che hanno aiutato Maya Gogulan a sbloccare le risorse interne del corpo e lanciare la naturale capacità del corpo di "ripararsi da sé".

Oggi Maya Fedorovna da 81 anni. Vive secondo il sistema sanitario di Nicchia, allegra, energica. Tiene conferenze e seminari, scrive libri, rilascia interviste e continua la lotta … Per la salute di chi ha bisogno del suo consiglio. Questo libro è il suo aiuto, consiglio e supporto per coloro che si trovano ad affrontare un cancro e per coloro che vogliono proteggere se stessi e i loro cari da loro!

Caro lettore, questo è un libro speciale. Solleva una domanda molto difficile: "È possibile il trattamento del cancro?" Sfortunatamente, la medicina ufficiale non può ancora dare una risposta inequivocabile alla domanda sul perché questa malattia si manifesti, né offrire un rimedio che è garantito per curare il cancro. Nel frattempo, il cancro ogni anno prende milioni di vite, non risparmia né gli anziani né i giovani.

Pertanto, l'interesse mondiale per questo argomento è enorme. Le teorie vengono avanzate, la ricerca è in corso e ci sono notizie sui media che è stata finalmente trovata una cura per il cancro. E prima o poi l'umanità troverà sicuramente la risposta alla domanda su come curare il cancro. E l'autore di questo libro, Maya Fedorovna Gogulan, può già dire cosa bisogna fare per non ammalarsi e aiutare qualcuno che ha già avuto un cancro. Il valore del suo sistema è che Maya Fedorovna stessa ha sofferto di cancro ed è stata in grado di sconfiggerlo!

Nel suo confronto con la malattia, Maya Gogulan ha seguito il sistema sanitario del professore giapponese Katsuzo Nishi. "Il cancro è curabile e prevenibile!" – Lo scienziato giapponese crede, – a condizione che tu conosca le leggi sulla salute e le segua rigorosamente. Sono state le sei regole d'oro della nicchia che hanno aiutato Maya Gogulan a sbloccare le risorse interne del corpo e lanciare la naturale capacità del corpo di "ripararsi da sé".

Quanto ci vuole per godersi la vita senza malattie?

Quando la vita porta una persona a sorprendere o scoprire, non può fare a meno di condividerla con altre persone.

Non sono un dottore, non un sensitivo, non uno sciamano, non un chiaroveggente. La mia esperienza è più simile all'esperienza di una rana di una famosa fiaba. Ti ricordi? Due rane sono entrate nella krynka con il latte. Uno era spaventato, soffocato e andò in fondo, e il secondo martellò disperatamente nelle zampe e il mattino dopo colpì un pezzo di burro in un tappo di latte, si sporse su di esso e saltò fuori dalla trappola. Non è una fiaba saggia? Insegna in ogni situazione a non piegare le "zampe", non a soccombere alla paura, ma ad agire.

Nella mia vita c'erano molte di queste "ali". Scrofula, linfoadenite, malattie dell'orecchio, della gola, del naso, reumatismi, malattie cardiache, malaria, tumori, anemia – tutto questo era. Non importa quanto ci provino le mie nonne, le mie zie e i miei genitori! Non importa cosa mi hanno mostrato i luminari della medicina, con cosa mi hanno appena trattato, nulla ha aiutato.

Ma è successo che mio padre è stato trasferito al lavoro in Crimea e non appena ci siamo trasferiti lì, mi sono trasformato in un bambino sano. Tutte le malattie sembravano essere sollevate a mano. Non ho nemmeno avuto una sola malattia infantile. Ho trascorso intere giornate correndo in pantaloncini in aria, nuotando nel mare, mangiando frutta fresca, verdura, noci. Con tutto il mio essere, ho sentito la mia fusione con la natura.

Nanovein  Le vene varicose esofagee (2)

Ma scoppiò la guerra. Mio padre andò al fronte e io e mia madre fummo evacuati dalla Crimea agli Urali. È stato lì che ho preso la malaria. Non c'erano medicine. Freddo, la fame ha complicato il decorso della malattia. Il giorno dopo avevo la febbre e dopo l'attacco io, come uno straccio schiacciato, ho lentamente recuperato le forze. Questo è andato avanti per quasi un anno.

Una volta, per caso, ho sentito come, mentre discutevano delle mie condizioni, gli adulti piangevano: credevano che fosse impossibile aiutarmi e che dovevo morire. Avevo allora 9 anni. Mi ha davvero sorpreso. "Davvero adulti, persone grandi e intelligenti non sanno come aiutarmi: il bambino ?! Ho pensato. "Perché mi fido così tanto di loro?" Perché non cerco la salvezza? ”

E ho iniziato a cercare. Prima di tutto, volevo sapere come inizia questo fango.

Ho notato che l'attacco è arrivato il giorno dopo e è iniziato con il fatto che i piedi, freddi come il ghiaccio, si toccavano e all'istante ci fu un tale "tremito" che era impossibile fermarsi, non importa quanti cuscinetti di riscaldamento fossero posizionati ai miei piedi e non importa quante coperte mi vengono gettate. L'attacco si concluse solo dopo 2-3, o anche 4 ore, con sudore freddo e terribile debolezza; caddi nell'abisso nero del nulla.

“È tutto! Ho deciso da solo. "Non lo permetterò più."

Il giorno in cui il sequestro sarebbe tornato, ho deciso di provare ad avvertirlo: mi sono inginocchiato le ginocchia e, al contrario, i miei piedi si sono distanziati ai lati e mi sono unito i palmi delle mani. Ho concentrato tutta la mia attenzione nel garantire che i piedi non si toccassero mai. Quindi mi sono sdraiato tutto il giorno. E non c'è stato nessun sequestro quel giorno!

Ricordo il difficile anno del 1965, quando scoprii un enorme tumore dell'utero (le sue dimensioni corrispondevano a 17 settimane di gravidanza), e in quel momento avevo il 37% di emoglobina. Nonostante ciò, mi è stato offerto un intervento chirurgico immediato. Ma dopo un'operazione del genere, non solo non avrei mai potuto avere figli, ma avrei dovuto dimenticare che ero una donna! E ho rifiutato categoricamente.

“Se la natura mi ha creato come donna, combatterà per me! Ho deciso. – Proverò ad avere un bambino con un tumore! O un mio tumore, o io lei! ”

Il pensiero era, ovviamente, fantastico. Per la sua attuazione, era necessario un medico che avrebbe preso per monitorare una gravidanza del genere, portandola alla fine fisiologica, cioè alla nascita naturale e, se necessario, potrebbe eseguire un taglio cesareo per salvare il feto e farlo crescere (forse in incubatore) allo stato di un bambino a tutti gli effetti.

Ho iniziato a cercare un dottore del genere. Le ricerche mi hanno portato all'Istituto di ricerca di ostetricia e ginecologia al chirurgo Natalya Dmitrievna Selezneva. Ha spiegato che la mia idea è molto rischiosa, dal momento che il tumore crescerà più velocemente del feto e ne impedirà lo sviluppo, ma se sono così "coraggioso", posso rivolgermi al professor A. A.

Qual è stata l'idea del professor A. A. Vishnevsky?

Ha asportato il tumore, ma non ha cucito i bordi sani del tessuto, come era consuetudine ovunque, ma ha inserito una maglia di fili di teflon nel punto ritagliato, che ha servito da "base per rammendare". Quattro mesi dopo, un nuovo tessuto muscolare sano spuntò attraverso di esso. Di conseguenza, l'organo fu restaurato e le fibre artificiali, avendo servito al loro scopo, furono assorbite.

È stata un'idea meravigliosa che potrebbe aprire la strada alla moderna chirurgia nel campo della rigenerazione (restauro) degli organi da parte del corpo stesso.

"Sogno di fare tali operazioni sulle navi, sul cuore, sul fegato, su qualsiasi organo, ma prima devo provare a fare una tale operazione su un organo innocuo per la vita", ha detto Alexander Vishnevsky.

– Prendimi! – Ho assicurato ai suoi collaboratori – il professor T. T. Durov e il candidato di scienze mediche N. D. Grafskaya, – Posso rintracciare i sentimenti interni. Posso parlarti di tutto ciò che ti interessa. La mucca non ti dirà niente!

Nanovein  Cause di elefantiasi, trattamento

Apparentemente, le mie argomentazioni non sembravano prive di significato e siamo diventati persone affini.

Il 23 aprile 1966, per la prima volta a Mosca, una tale operazione fu eseguita su una persona, e io risultai essere questa persona. L'operazione ha superato tutte le aspettative. Mi sono ripreso rapidamente, dopo un po 'sono rimasta incinta e ho dato alla luce una figlia sana.

Ho vinto di nuovo! Passarono gli anni. Improvvisamente, un tumore fu ritrovato in me e quasi nello stesso posto. “Cosa sta succedendo? Ho pensato. – I medici eliminano le conseguenze, ma la causa principale rimane. Da dove provengono i tumori ?! Non sono nato con loro … "

Il professor A. A. Vishnevsky non era più vivo. Avevo 47 anni. Era troppo tardi per pensare al secondo figlio. Ho accettato una nuova operazione. Ma questa volta è finita quasi tragicamente. Dopo l'operazione, non mi sono alzato. Ho iniziato a diventare catastroficamente grasso. Si formarono coaguli di sangue sulle braccia e sulle gambe, i vasi sanguigni iniziarono a esplodere.

"Pensa, mi fanno male le gambe", mi rassicurò il medico curante. – Sono stato malato per 20 anni, ma vivo!

"Il suo corpo ha gridato per problemi per 20 anni, ho pensato, e lei crede che non si possa fare nulla ?! No! Non c'è nessuno da sperare. Devi cercare una via d'uscita te stesso. Da dove provengono i tumori? Dopotutto, questa è una conseguenza di qualcosa. Cosa?! ”

Ho iniziato a studiare libri di consultazione medica, libri di testo, riviste mediche, applicare vari consigli e interi sistemi di guarigione. Ha messo in servizio tutto ciò che sembrava portare sollievo dal dolore: raccomandazioni di P. Bragg, G. Shelton, N. Walker, G. Shatalova, P. Ivanov.

Le mie condizioni generali sono leggermente migliorate, ma il dolore non mi ha lasciato e praticamente sono rimasto invalido, costretto a letto. Parenti e amici si occupavano altruisticamente di me, ma la disperazione era nascosta nei loro occhi con difficoltà.

E poi un giorno mi hanno portato un articolo – una traduzione dall'inglese: “Il cancro può essere curato. Prevenzione, trattamento e cura del cancro secondo il sistema sanitario di nicchia. " Solo 28 pagine dattiloscritte, dopo aver letto ciò, mi sono reso conto: quello che stavo cercando da tanto tempo, ho trovato. Ho iniziato a realizzare tutto ciò che è stato raccomandato in questo articolo e, con mia sorpresa, si stava rapidamente riprendendo.

Due settimane dopo, il dolore iniziò a placarsi. Tre settimane dopo, sono riuscito a sedermi e ho visto il mio riflesso nel vetro della libreria – solo un accenno alla mia vecchia silhouette. Poi ho creduto di essere sulla strada giusta. In effetti, la mia perseveranza non è stata vana: è arrivato il momento in cui mi sentivo quasi in salute.

Appena mi alzai, corsi subito dai miei dottori. Quando ho aperto la porta dell'armadio, il medico ha esclamato: “Maya! Sei vivo?! ”

Si scopre che i dottori erano sicuri che non fossi più tra i vivi.

– E come ti fanno ancora male le gambe? Ho chiesto al dottore.

"Curiamolo", ho suggerito e ho parlato della mia straordinaria guarigione nel sistema sanitario di nicchia.

Le consegnai il prezioso manoscritto, ma il dottore, scettico, guardandomi e prendendo un respiro profondo, posò casualmente le mie pagine su una pila di fogli nell'angolo del tavolo.

Mi sentivo a disagio.

"Non ha nemmeno una curiosità professionale! Ho pensato. "Non è interessante capire qual è l'essenza di questo sistema unico?" Ma sono un giornalista. La mia professione è quella di raccogliere informazioni, sintetizzarle e trasmetterle alle persone. Io stesso devo capirlo. "

Sono stato fortunato Il mio amico, accompagnatore del Teatro Alla Bassargina del Bolshoi, stava andando in tournée in Giappone a quel tempo. Con il suo aiuto, speravo di ottenere risposte alle mie domande. Le ho consegnato una lettera piena di domande. A Tokyo, Alla ha contattato il Niche System Institute of Medical Science e ha portato due libri in inglese.

Mia sorella li ha tradotti. Questo mi ha dato l'opportunità di comprendere l'essenza del Sistema. Ho trascorso diversi anni cercando di adattare questo sistema alle nostre condizioni climatiche, economiche, sociali, domestiche e di altro genere che sono molto diverse dai giapponesi! E solo dopo ho considerato possibile iniziare a promuovere un sistema sanitario di talento ed efficace, ho deciso di condividere la mia esperienza pratica con tutti coloro che vorrebbero.

Personalmente, sono convinto che se una persona introduce il Sistema sanitario di nicchia nello stereotipo della sua vita (poiché l'umanità una volta aveva l'abitudine di lavarsi le mani, bollire l'acqua, lavarsi i denti e quindi salvarsi da molte malattie, comprese quelle terribili come la peste e il colera), sarà in grado di vivere una vita lunga, sana e creativa e di passare facilmente a un altro mondo a tempo debito, senza tormento e sofferenza.

Lagranmasade Italia