malattia ipertonica

L'ipertensione è un aumento prolungato e costante della pressione sanguigna nei vasi, che porta a disturbi emodinamici. La soglia superiore per la pressione arteriosa sistolica normale (BP) è 140 mm Hg. Art., Diastolico – 90 mm RT. Art. Questo livello può essere mantenuto con l'uso costante di farmaci antiipertensivi.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Pertinenza del problema

L'ipertensione è una delle patologie più comuni al mondo. L'incidenza è del 30% nel mondo. Ciò significa che la salute di ogni terzo abitante del pianeta soffre di ipertensione.

La metà degli ipertesi sono persone di età superiore ai 65 anni. Nel 2% dei casi si osserva ipertensione congenita.

Nel 2015 è stato pubblicato un rapporto in cui gli analisti hanno tenuto conto della storia dell'incidenza e hanno calcolato che entro il 2025 nella Federazione Russa il 29% degli uomini e il 29,5% delle donne avrebbero sofferto di ipertensione.

Cause della malattia

L'ipertensione appartiene al gruppo di patologie polietiologiche (miste). È associato a molte cause e fattori di rischio.

A seconda della causa, l'ipertensione è divisa in primaria, o essenziale, e secondaria o sintomatica. La forma primaria si sviluppa senza influenzare il corpo di altre malattie. Il secondario è caratterizzato dalla presenza di patologia di fondo.

Ipertensione primaria

La predisposizione genetica è uno sfondo frequente per lo sviluppo dell'ipertensione primaria. Il 70% dei pazienti con questa patologia aveva parenti affetti da ipertensione.

Affinché la malattia si manifesti, altri fattori devono essere sovrapposti alla predisposizione ereditaria:

  • dipendenza da alcol;
  • fumare sigarette;
  • ridotta attività motoria;
  • malattie endocrine (diabete mellito);
  • disturbo metabolico (obesità);
  • stress prolungato (ambiente avverso al lavoro, a casa), esaurimento nervoso;
  • consumo frequente di cibi salati, grassi e fritti.

Anche l'età e il genere svolgono un ruolo nello sviluppo dell'ipertensione. Gli uomini sopra i 50 anni sono a rischio.

Ipertensione secondaria

La presenza di malattia di fondo si verifica nel 5-10% dei casi di ipertensione. In medicina, l'ipertensione sintomatica è considerata come una reazione del sistema simpatico-surrenale alla patologia.

Le principali cause di ipertensione secondaria:

  • glomerulonefrite – infiammazione dei capillari dei glomeruli renali;
  • tumori renali;
  • feocromocitoma – un tumore delle ghiandole surrenali;
  • Sindrome di Itsenko-Cushing – una violazione della produzione di corticosteroidi (ormoni surrenali);
  • tireotossicosi: iperproduzione di ormoni tiroidei;
  • coartazione dell'aorta – restringimento del lume dell'arteria più grande, che lascia il cuore.

Separatamente, l'ipertensione delle donne in gravidanza è isolata. Si verifica a causa di danni all'endotelio – la parete interna della nave, che porta a un restringimento del lume. Un altro fattore è una violazione del deflusso di sangue dal cuore a causa della compressione della vena cava inferiore da parte dell'utero in gravidanza.

L'ipertensione farmacologica è un tipo di patologia che provoca farmaci incontrollati per l'ipotensione (ad esempio, ormoni corticosteroidi) o la loro improvvisa cancellazione.

I primi segni si verificano più spesso a 22 settimane di gestazione. Se la pressione non viene corretta in tempo, è possibile un aborto spontaneo.

Classificazione della malattia

Oltre a dividere il disturbo in primario e secondario, l'ipertensione arteriosa è classificata in gradi e stadi.

Gradi di ipertensione

Il grado di patologia è determinato dal valore degli indicatori della pressione arteriosa sistolica e diastolica.

Si distinguono tre gradi di ipertensione primaria e secondaria:

  • 1 grado – pressione sistolica – da 140 a 159 mm RT. Art., Diastolico – da 90 a 99 mm RT. st;
  • 2 grado – pressione sistolica – da 160 a 179 mm RT. Art., Diastolico – da 100 a 109 mm RT. st;
  • Grado 3 – pressione sistolica – superiore a 180 mm Hg. Art., Diastolico – sopra 110 mm RT. Art ..

Maggiore è l'indicatore in questa tabella, maggiore è la probabilità di sviluppare complicanze e più difficile è controllare la patologia.

Pressione sistolica da 130 a 140 mm RT. Art. chiamato preipertensione.

Grado 1

L'ipertensione di 1 ° grado è caratterizzata da un decorso stabile e da un basso rischio di complicanze a carico del sistema cardiovascolare e dei reni. Il danno alla parete delle arterie è minimo, poiché la pressione su di esse è bassa. La presenza di diabete mellito, l'obesità aumenta il rischio di complicanze.

Nanovein  Cos'è Venovizor

Un'altra caratteristica dell'ipertensione di grado 1 è che risponde bene alla correzione. Nelle fasi iniziali, i medici non prescrivono farmaci. A condizione che il paziente sia pronto ad aderire a una dieta e praticare sport, la pressione passa alla preipertensione.

Se il paziente rifiuta di adeguare lo stile di vita, i farmaci vengono prescritti secondo questo principio: in primo luogo, la dose minima. Se sono inefficaci, il dosaggio viene aumentato. Il primo grado è controllato dalla monoterapia – trattamento con un farmaco.

Grado 2

Ipertensione di 2 ° grado – la continuazione di 1 grado di patologia non trattato. La malattia non si manifesta per molto tempo. Ma il grado 2 è caratterizzato da sintomi vividi:

  • mal di testa (i pazienti lo descrivono come doloroso, sordo, restrittivo, spesso al mattino);
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • vertigini;
  • rumore nelle orecchie;
  • iperemia (arrossamento) della pelle del viso;
  • sangue dal naso;
  • gonfiore alle gambe;
  • insonnia;
  • dolore articolare;
  • debolezza muscolare;
  • affaticamento.

Se in questa fase non si regola la pressione con i farmaci, il 2 ° grado di ipertensione diventa 3. Se un farmaco non è sufficiente, viene prescritta una terapia combinata di 2 o più farmaci.

Grado 3

L'ipertensione di 3 ° grado ha la seguente proprietà: una vivida manifestazione di tutti i sintomi. Complicano la vita di una persona, non danno l'opportunità di lavorare normalmente e di fare le solite cose.

A un livello di pressione superiore a 180/110 mm RT. Art. e la progressione dei sintomi, un alto rischio di sviluppare insufficienza cardiaca e renale. Il paziente lamenta mancanza di respiro durante i movimenti e mentre è sdraiato. Ciò si riflette nella sua capacità di fare cose familiari. Il mal di testa notturno è caratteristico.

Il livello del flusso sanguigno in questi organi è disturbato, una quantità insufficiente di ossigeno raggiunge le cellule. La vista è compromessa a causa della cattiva circolazione nei vasi della retina.

Fasi di ipertensione

Le fasi dell'ipertensione primaria e secondaria sono determinate dalla presenza e dalla gravità del danno agli organi interni. Prima di tutto soffrono:

  • navi;
  • cuore;
  • retina;
  • sistema nervoso centrale – il cervello;
  • i reni.

L'ipertensione allo stadio 1 è anche chiamata non complicata. Con esso, non vi è alcun deterioramento della funzione degli organi interni.

Nella fase 2, uno degli organi bersaglio è interessato. Il paziente non avverte deterioramento. Pertanto, lo stadio 2 è anche chiamato ipertensione asintomatica o moderata.

I pazienti con ipertensione allo stadio 3 soffrono di gravi lesioni clinicamente significative degli organi interni. Si sviluppa insufficienza cardiovascolare e renale.

Appare l'encefalopatia ipertensiva – un disturbo circolatorio cronico nel cervello su uno sfondo di alta pressione. La vista diminuisce, con forti aumenti di pressione, è possibile il distacco della retina. I pazienti con ipertensione allo stadio 3 devono essere trattati in ospedale 1-2 volte l'anno.

I rischi dell'ipertensione

Il rischio di ipertensione è la probabilità di sviluppare complicanze catastrofiche dagli organi bersaglio. Ci sono 4 rischi di ipertensione. Nel calcolo, vengono presi in considerazione il grado, lo stadio dell'ipertensione e il numero di fattori di rischio.

Sono indicati dalla lettera araba e sono sempre indicati quando si forma la diagnosi.

Rischio 1

Secondo le statistiche, la prevalenza delle complicanze del rischio di ipertensione 1 è del 15%. La correzione precoce della pressione eviterà una catastrofe nel 99% dei casi. La terapia farmacologica viene utilizzata solo se la dieta è inefficace o il paziente non vuole seguirla.

Il pericolo di questo nella fase è in assenza di sintomi. Pertanto, i pazienti non cercano assistenza medica, il che porta a una trasformazione in rischio 2.

La pressione elevata si alterna a quella normale. L'ipertensione persistente non è caratteristica. Sullo sfondo dell'alta pressione, sono possibili una leggera nausea e mal di testa.

Rischio 2

I pazienti con ipertensione con un rischio di 2 soffrono di complicanze nel 15-20% dei casi. I sintomi sono più pronunciati. I pazienti lamentano vomito, acufene, dolore alla testa e alla colonna cervicale, gonfiore delle gambe.

Il rischio di ipertensione arteriosa 2 è aggiustato dal punto di vista medico.

Rischio 3

La probabilità di sviluppare un infarto o un ictus è del 20-30%. Le complicazioni si verificano entro 10 anni dall'esordio della malattia. Conseguenze catastrofiche si verificano sullo sfondo di un forte aumento della pressione. Questa condizione si chiama crisi ipertensiva.

Per evitare complicazioni, la terapia inizia con la somministrazione simultanea di 2-3 farmaci antiipertensivi.

Rischio 4

L'ipertensione al rischio 4 è la forma più pericolosa della malattia. Le complicazioni si sviluppano nel 30-40% dei casi. Cioè, ogni 2-3 pazienti con ipertensione arteriosa con 4 rischi avranno un infarto o un ictus.

Attenzione! L'infarto del miocardio può manifestarsi con dolore addominale e malattie intestinali. Pertanto, con un addome acuto, è sempre necessario eseguire un elettrocardiogramma.

Solo la nomina immediata di una terapia farmacologica complessa ridurrà il rischio di effetti avversi.

Diagnosi della malattia

Per stabilire il fatto di ipertensione, è necessario misurarlo regolarmente con un tonometro. La diagnosi viene fatta dopo il monitoraggio giornaliero della pressione arteriosa per 1 mese. Il grado di ipertensione è fissato dai valori di pressione massima per questo periodo.

Nanovein  Le vene varicose durante i suggerimenti per il trattamento della gravidanza

Il prossimo passo è determinare lo stadio della malattia. Il medico controlla il funzionamento e la struttura degli organi bersaglio. Per fare questo, condurre tali metodi di esame:

  1. L'oftalmologo esamina il fondo. I segni di ipertensione sono la congestione e la sinuosità dei vasi retinici.
  2. Esame ecografico (ultrasuoni) dei vasi sanguigni – rivela una violazione della circolazione sanguigna nei reni, una diminuzione del flusso sanguigno agli organi.
  3. Ecocardiografia: determina la dimensione del cuore, lo spessore della sua parete. Con l'ipertensione, il ventricolo sinistro si ispessisce.
  4. ECG (cardiogramma): viene visualizzata l'immagine del disturbo del ritmo e della conduzione degli impulsi lungo il muscolo cardiaco.

Il terzo stadio è scoprire la causa della malattia. Il medico determina se l'ipertensione è primaria o secondaria.

Metodi diagnostici per aiutare a trovare la causa dell'ipertensione:

  1. Ultrasuoni degli organi addominali: la ricerca di un tumore nei reni o nelle ghiandole surrenali.
  2. Analisi delle urine – determina le malattie infiammatorie dei reni.
  3. Lipidogramma: mostra il livello di colesterolo, lipoproteine. Diagnosi di aterosclerosi.
  4. Esame del sangue generale e biochimico: indica la presenza di infezione nel corpo.
  5. Test della glicemia – diagnosi di diabete.
  6. L'ecografia della ghiandola tiroidea e un esame del sangue per gli ormoni tiroidei determinano l'iperfunzione di questo organo.

Solo dopo aver effettuato una diagnosi accurata è possibile determinare le tattiche di trattamento.

Trattamento ipertensione

La terapia dell'ipertensione arteriosa consiste nella correzione dello stile di vita e nella prescrizione di farmaci. Come metodi aggiuntivi, vengono utilizzati metodi di trattamento fisioterapico e popolare.

A volte, con ipertensione secondaria, è necessario un intervento chirurgico – rimozione di tumori delle ghiandole surrenali, reni.

Correzione dello stile di vita

Lo scopo della modifica dello stile di vita è eliminare i fattori di rischio. Quando l'ipertensione è vietata:

  • fumare;
  • bere alcolici;
  • mangiare cibo troppo salato;
  • mangiare piatti grassi, fritti e affumicati;
  • dormire meno di 8 ore al giorno.

L'assunzione di sale dovrebbe essere limitata a 6 g al giorno. La dose consentita di alcol al giorno è di 30 ml di alcol etilico per le donne e 50 ml per gli uomini.

Le persone con ipertensione devono muoversi molto. Utili carichi leggeri all'aria aperta: nordic walking, jogging, esercizio fisico, yoga.

Terapia farmacologica

Si consiglia di iniziare il trattamento dell'ipertensione primaria con farmaci con un aumento costante della pressione superiore a 150/90 mm Hg. o in presenza di fattori di rischio concomitanti.

Gruppi di farmaci moderni usati per trattare la malattia:

  • inibitori dell'enzima di conversione dell'angiotensina (ACE) – Captopril, Enalapril;
  • bloccanti del recettore beta-adrenergico – Metoprolol, Propranolol;
  • diuretici – "Idroclorotiazide", "Furosemide";
  • bloccanti del recettore dell'angiotensina II – Valsartan;
  • bloccanti dei canali del calcio lenti – Nifedipina, Amlodipina.

La controindicazione all'assunzione di beta-bloccanti è l'asma bronchiale, il rallentamento del battito cardiaco, gli ACE-inibitori – tosse cronica, bloccanti dei canali del calcio – edema.

Il trattamento inizia con la monoterapia. Con inefficienza, vengono somministrati farmaci di diversi gruppi. In modo che il paziente non beva molte compresse al giorno, ci sono preparazioni combinate: "Co-amless", "Tonorma".

In età adulta, i farmaci devono essere assunti costantemente e non solo durante un attacco di ipertensione.

! importante La decisione sull'opportunità di utilizzare la terapia farmacologica, la loro dose e la durata del trattamento, è determinata dal medico curante. L'auto-somministrazione della terapia antiipertensiva può essere pericolosa.

Nel trattamento dell'ipertensione secondaria, la causa principale deve essere eliminata.

La prognosi per la vita e il lavoro con rischio di ipertensione 3 è sfavorevole. È necessario il ricovero immediato nel dipartimento di cardiologia. Se in cardiologia le condizioni del paziente peggiorano, verrà trasferito in terapia intensiva.

L'ospedale fornisce riposo completo, parallelamente alla stabilizzazione della pressione, vengono trattate le complicanze. Se l'insufficienza cardiaca e renale non viene eliminata, il paziente affronta la disabilità o la morte.

Fisioterapia e metodi alternativi di trattamento

Tra le procedure fisioterapiche, la terapia laser e l'agopuntura sono efficaci. Aiutano a rafforzare la parete vascolare. Con l'aiuto dell'ossigenazione iperbarica, viene fornito più ossigeno ai tessuti e agli organi.

Decotti e infusi di queste erbe aiuteranno a ridurre la pressione sanguigna:

Questi metodi di trattamento danno un effetto solo come ausiliario ai farmaci e alla correzione dello stile di vita.

Prevenzione della malattia

Per prevenire lo sviluppo dell'ipertensione, è necessario monitorare attentamente il contenuto di zucchero e colesterolo nel sangue. Con un aumento di questi indicatori, è necessario consultare un endocrinologo o un terapista.

Per prevenire l'ipertensione, sii efficace, segui questi consigli:

  1. Mantenere uno stile di vita attivo.
  2. Smettere di fumare e fumare.
  3. Normalizzazione del peso.
  4. Cambiamenti nella dieta: il consumo di un gran numero di frutta e verdura, la riduzione di fritti, grassi e affumicati.
  5. Sonno sano e completo.
  6. Correzione della modalità di lavoro e di riposo.

L'ipertensione è una patologia incurabile con un gran numero di fattori di rischio. Una compressa non sarà in grado di alleviare la pressione, ma un trattamento sistematico e costante in combinazione con una modifica dello stile di vita manterrà la pressione entro limiti normali e fornirà una regressione dei sintomi.

Lagranmasade Italia