Lo stato funzionale del sistema cardiovascolare dei calciatori con segni di vene varicose

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Estratto di un articolo scientifico sulla medicina clinica, autore di un articolo scientifico – I. Kalinina

Si ottengono dati sullo stato funzionale dei sistemi adattivi del corpo dei calciatori con segni di vene varicose degli arti inferiori.

Argomenti simili di lavori scientifici in medicina clinica, autore del lavoro scientifico – I. Kalinina

Il testo del lavoro scientifico sull'argomento "Stato funzionale del sistema cardiovascolare dei calciatori con segni di vene varicose degli arti inferiori"

CONDIZIONE FUNZIONALE DEL SISTEMA CARDIOVASCOLARE DEI GIOCATORI DI CALCIO CON SEGNI DI VARICOSI DI ESTREMITÀ INFERIORI

IN Kalinina SibGUFK, Omsk

Si ottengono dati sullo stato funzionale dei sistemi adattivi del corpo dei calciatori con segni di vene varicose degli arti inferiori.

L'orientamento del processo di formazione è il principale fattore determinante nell'organizzazione della funzione dell'apparato circolatorio, come principio di supporto strutturale predominante per i sistemi che dominano il processo di adattamento. In presenza di disturbi e malattie vascolari, in particolare delle vene varicose degli arti inferiori (VBNK), questa struttura cambia in modo significativo, il che può influire sulle condizioni dell'intero organismo nel suo insieme e, di conseguenza, sul processo di allenamento.

La malattia varicosa degli arti inferiori si riferisce a malattie del sistema cardiovascolare, ma le caratteristiche dell'emodinamica, la regolazione autonomica della frequenza cardiaca non sono state studiate fino ad oggi. In letteratura, ci sono pochissime informazioni sui test funzionali che consentirebbero al medico di una squadra sportiva di giustificare l'orientamento del processo di allenamento degli atleti con una fase iniziale di questa patologia. Pertanto, una valutazione degli indici di variabilità della frequenza cardiaca consentirà di prevedere le capacità fisiche di un atleta, costruire più razionalmente un regime di allenamento, controllare lo stato funzionale del corpo e anche mantenere o migliorare lo stato di salute.

Lo scopo dello studio è valutare lo stato funzionale e il potenziale adattativo del sistema cardiovascolare di calciatori sani e avere segni di VBNK per determinare il complesso delle misure sanitarie.

Materiali e metodi di ricerca

Lo studio è stato condotto sulla base dell'Istituto di ricerca "Attività umane in condizioni estreme" dell'Università statale siberiana di cultura e sport fisici e del Centro flebologico cittadino MUZ GB n. 17 di Omsk in più fasi. Lo studio ha coinvolto 32 studenti di 1-2 anni del Dipartimento di Teoria e Metodi di insegnamento del calcio e dell'hockey.

È stato condotto un esame clinico per identificare la patologia delle vene degli arti inferiori insieme a un flebologo. Per studiare le caratteristiche della regolazione autonomica del ritmo cardiaco, è stato utilizzato l'apparato Poly Spectrum-12 di Neurosoft Russia.

La valutazione dei principali indicatori del cardiointervalogramma (CIG) è stata effettuata secondo il metodo di PM Baevsky et al.In uno stato di riposo relativo e con ortostasi attiva. Un indicatore integrale del cardiointervalogramma era l'indice di tensione dei meccanismi regolatori (IN, unità convenzionali). Inoltre, nel nostro lavoro, abbiamo eseguito un'analisi spettrale della struttura ondulatoria del ritmo cardiaco (HRV). Nel condurre l'analisi spettrale, ci siamo concentrati sui valori indicati nell'International Standard (1996). Sono stati utilizzati i seguenti parametri: oscillazioni ad alta frequenza (HF – alta frequenza) – fluttuazioni della frequenza cardiaca a una frequenza di 0,15-0,40 Hz, che riflettono il controllo vagale del ritmo cardiaco; oscillazioni a bassa frequenza (LF – frequenza lof) – intervallo di frequenza 0,04-0,15 Hz, che caratterizza l'effetto delle variazioni del tono delle sezioni simpatica (principalmente) e parasimpatica del sistema nervoso autonomo; e oscillazioni di frequenza molto bassa (VLF – frequenza reale) nell'intervallo di frequenza 0,003-0,04 Hz, indicando l'attività del sistema renina-angiotensina-aldosterone, la concentrazione di catecolamine nel plasma, il sistema di termoregolazione e altri fattori; la potenza totale dello spettro o l'intero spettro di frequenze che caratterizzano HRV (TP – potenza totale) è la potenza nell'intervallo di 0,003-0,40 Hz, che riflette l'attività totale degli effetti neuro-urali sul ritmo cardiaco.

Nanovein  Aglio, miele, limone per la pulizia dei recipienti, prescrizione, indicazioni e controindicazioni

Una valutazione completa della variabilità della frequenza cardiaca è stata effettuata in base all'attività dei sistemi regolatori (PARS). Il calcolo del PARS è stato effettuato secondo un algoritmo che tiene conto di cinque criteri (punti totali):

– l'effetto totale della regolamentazione in termini di frequenza cardiaca;

– l'attività totale dei meccanismi regolatori in termini di deviazione standard;

– l'attività totale del dipartimento simpatico del sistema nervoso autonomo secondo l'indice di tensione dei sistemi regolatori (IN) o dell'equilibrio autonomo;

– l'attività del centro vasomotorio che regola il tono vascolare, in base alla potenza dello spettro delle onde lente del 1 ° ordine;

– attività del centro nervoso subcorticale cardiovascolare o sovrasegmentale

Fisiologia dell'attività fisica e dello sport

livelli di regolazione in base alla potenza dello spettro delle onde lente del secondo ordine.

Risultati della ricerca e discussione

Durante lo studio clinico, sono stati formati 2 gruppi;

– il primo gruppo era composto da 15 calciatori con segni di vene varicose degli arti inferiori (insufficienza venosa cronica – 0-1 gradi);

– Il secondo gruppo comprendeva 17 giocatori in buona salute.

Un'analisi comparativa dei principali indicatori della regolazione autonomica del ritmo cardiaco ha rivelato quanto segue: in entrambi i gruppi, il tono autonomico iniziale (IWT) può essere stimato come lo stato della vagotonia (Tabella 1). L'indice di tensione dei sistemi regolatori, che determina l'IWT, è un indicatore integrale che riflette il grado di centralizzazione del controllo del ritmo cardiaco e caratterizza principalmente l'attività del dipartimento simpatico del sistema nervoso autonomo. Poiché gli atleti con questa qualifica e livello di sportività sono caratterizzati da bradicardia a riposo, questa condizione è considerata una variante della norma.

Indicatori di analisi matematica del ritmo del cuore dei calciatori (X ± o)

Tuttavia, durante l'esecuzione di un test ortostatico attivo, sono state rilevate differenze nel livello di risposta del sistema cardiovascolare al carico. I calciatori in buona salute reagiscono all'ortostasi con un moderato aumento dell'attività simpatica

Dipartimento del sistema nervoso autonomo, mentre nei calciatori con segni di VBNK tale attività è chiaramente insufficiente. Quando si analizzano le variazioni della frequenza cardiaca nell'ortostasi con il calcolo del rapporto della durata degli intervalli 11-11 al 30 ° e 15 ° colpo dall'inizio del sollevamento (Кзо: 15), è stato rivelato quanto segue: nel gruppo di calciatori con segni di VBNK, questo indicatore ha un valore patologico, e giocatori di calcio sani nella gamma delle normali distribuzioni. Tale manifestazione dell'attività funzionale del sistema nervoso centrale, a nostro avviso, indica una mancanza di attività del centro vasomotorio, con segni di una diminuzione dell'attività simpatico-surrenale negli individui con malattia varicosa degli arti inferiori.

Nanovein  Hirudoterapia, trattamento delle sanguisughe, una fonte naturale di salute

Con un'ulteriore interpretazione dei risultati, abbiamo scoperto che un'analisi spettrale della potenza dell'HRV ci consente di giudicare l'attività del centro vasomotorio anche negli individui con segni iniziali di VBNK.

L'analisi della struttura ondulatoria del ritmo cardiaco (Tabella 2) ha mostrato che per i giocatori con segni di VBNA, l'indicatore di attività dei sistemi regolatori (PARS), che riflette il grado di tensione dei sistemi regolatori del corpo, era di 4 punti, che è significativamente più alto di quello dei giocatori sani (PARS = 1 punto).

Indicatori di analisi spettrale della struttura ondulatoria del ritmo cardiaco nei calciatori (X ± Non riesci a trovare quello che ti serve? Prova il servizio di selezione della letteratura.

Indicatori Fasi della ricerca 1 gruppo (n = 15) 2 gruppo (n = 17)

e, ms2 / Hz 1 352,0 ± 1,85 650,6 ± 196,5 ′

2 1989,0 ± 233,5 3040,6 ± 632,0 *

io, p.i. 1 20,8 ± 4,9 26,1 ± 10,7

W, ms2 / Hz 1 1120,6 ± 106,6 1253,0 ± 124,0

2 753,6 ± 305,5 423,0 ± 294,0 *

HP, p.i. 1 36,9 ± 7,6 34,7 ± 14,7

ui, ms2 / Gc 1 539,0 ± 120,0 818,5 ± 397,5

2 3513,0 ± 1133,0 2037,6 ± 698,5 *

BYB, P.I. 1 42,2 ± 12,7 36,5 ± 14,0

e / sì 1 1,5 ± 1,2 2,6 ± 1,3

TP, ms 2 / Hz 1 2011,0 ± 1360,5 2723,0 ± 1830,4

2 6256,0 ± 1061,5 5501,6 ± 1624,7

Nota. 1 – livello iniziale, 2 – ortostasi attiva; * – P Non riesci a trovare quello che ti serve? Prova il servizio di selezione della letteratura.

2 45,9 ± 36,3 69,2 ± 31,80 '

IVR 1 124,9 ± 63,0 118,3 ± 64,0

2 61,7±27,3 95,2±38,3’

CDF 1 2,8 ± 1,6 2,6 ± 1,6

Travolgere 1 35,6 ± 13,9 43,0 ± 12,2

K 30:15 – 1,1 ± 0,07 1,2 ± 0,0b '

CHF,% – 41,0 ± 10,9 37,2 ± 7,8

Nota. 1 – livello iniziale, 2 – ortostasi attiva; * – P Non riesci a trovare quello che ti serve? Prova il servizio di selezione della letteratura.

E -Ї- UIIIIIIIIII:

,,,. I gruppo 2 gruppo

□ indicatori di fondo nell'ortostasi

Fig. 2. Il potere delle onde lente del primo ordine (pi) per i giocatori di calcio a riposo e con ortostasi

Nelle opere di D.I. Jemaitite et al. È dimostrato che con una diminuzione del livello di allenamento degli atleti e carichi inadeguati allo stato funzionale del loro corpo, si osserva un cambiamento nel tipo di ritmogramma con una transizione dal tipo parasimpico-ticotonico a ritmogrammi con prevalenza di onde lente. Nel nostro caso, ciò è particolarmente evidente quando si esegue l'ortostasi attiva in un gruppo di giocatori con segni di VBNK, poiché hanno un aumento della proporzione della componente a bassa frequenza dello spettro quando si esegue l'ortostasi attiva.

Pertanto, da quanto precede, si può concludere che l'analisi spettrale della struttura ondulatoria del ritmo cardiaco è un metodo adeguato per valutare l'interazione dei singoli livelli del suo controllo. Per quanto riguarda le persone con insufficiente afflusso di sangue alle estremità inferiori, questo metodo consente di valutare l'attività del centro vasomotorio, non invasivo, facilmente riproducibile e di facile interpretazione dei risultati, che è importante nel processo di gestione del processo di allenamento e riabilitazione.

Conclusioni e raccomandazioni pratiche

1. I calciatori con insufficienza venosa cronica hanno una moderata tensione funzionale dei sistemi regolatori del corpo con una bassa attività del centro vasomotorio, che può portare a una riduzione del livello di forma fisica dell'atleta.

2. I dati ottenuti durante lo studio possono essere utilizzati per correggere il processo di allenamento, monitorare lo stato funzionale dell'atleta e condurre misure di riabilitazione.

Lagranmasade Italia