Le vene varicose uterine di cosa si tratta e come trattarle

Le vene varicose uterine sono una malattia così rara che può colpire le donne di qualsiasi età, attrezzatura e salute. Molto spesso, la malattia si verifica nelle donne in età riproduttiva e durante la gravidanza.

Le vene varicose: il vero problema dell'uomo moderno. Se la malattia si manifesta nelle estremità inferiori, la sua diagnosi e il trattamento non sono difficili. Se le vene della piccola pelvi sono state sottoposte a vasi varicosi, la diagnosi della malattia nelle prime fasi è molto difficile a causa della presenza di sintomi non specifici.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Cause delle vene varicose uterine

Le ragioni dello sviluppo possono essere:

  • Predisposizione ereditaria alla malattia. Le vene varicose sono nei parenti delle donne e hanno qualsiasi localizzazione;
  • La presenza di concomitanti malattie ginecologiche e somatiche che sono associate a un cambiamento nel background ormonale del corpo femminile;
  • La presenza di lavoro statico, che implica lo sviluppo del ristagno di sangue in tutti gli organi del corpo femminile, compreso l'utero;
  • Inosservanza del regime di lavoro e di riposo quando non c'è abbastanza attività fisica;
  • Malattie del sistema cardiovascolare, che sono accompagnate da un cambiamento nelle proprietà reologiche del sangue;
  • Anomalia congenita delle valvole vascolari che non possono far fronte al flusso di sangue venoso;
  • Gravidanza.

Cause delle vene varicose uterine durante la gravidanza

I cambiamenti nel corpo di una donna durante la gravidanza riguardano tutti gli organi e i sistemi. L'utero, che è il sito riproduttivo, merita un'attenzione speciale. La gravidanza può provocare la comparsa di vene varicose dell'utero.

Nanovein  Medici per il trattamento delle vene varicose

Tra le cause che possono portare allo sviluppo della malattia, ci sono:

  • Un cambiamento nel background ormonale nel corpo femminile, che è associato ad un aumentato livello di ormone della gravidanza – progesterone. Il progesterone influenza il tono dei muscoli dell'utero, riducendolo e creando così le condizioni per il normale corso della gravidanza. In questo caso, anche lo strato muscolare delle vene subisce cambiamenti. Nel caso in cui una donna abbia una predisposizione alla malattia, possono svilupparsi vene varicose uterine;
  • Il rilassamento delle strutture muscolari del corpo di una donna porta al ristagno di sangue negli organi pelvici. C'è una maggiore pressione nei vasi, che porta alla loro ancora maggiore espansione varicosa;
  • Aumento della pressione venosa, a causa della quale si verifica una variazione della viscosità del sangue. Il sangue si trasforma in più fluido, necessario per un migliore afflusso di sangue al feto;
  • Aumento dei coaguli di sangue, necessario per una perdita di sangue minima durante il parto dopo la separazione della placenta;
  • Attività fisica ridotta, che porta al ristagno di sangue negli arti inferiori, nell'utero e in altri organi.

Sintomi delle vene varicose uterine

I sintomi delle vene varicose dell'utero non sono specifici, il che rende difficile diagnosticare la malattia nelle prime fasi. I segni della malattia sono simili ad altre malattie ginecologiche:

  1. Dolore nell'addome inferiore. Il dolore può avere intensità e durata variabili.
  2. Dolore pelvico cronico che non risponde al trattamento conservativo in una serie di malattie ginecologiche.
  3. Violazione del ciclo mestruale, che è accompagnata da allungamento e durata del sanguinamento dal tratto genitale. Le allocazioni diventano così più scarse.
  4. Disagio durante il rapporto, che non è accompagnato da sintomi aggiuntivi.

Diagnosi delle vene varicose uterine

La diagnostica si basa su quanto segue:

  • attenta presa della storia. In questo caso, è necessario prestare molta attenzione ai reclami caratteristici del paziente;
  • esame ginecologico del paziente. In questo caso, si può notare dolore durante la palpazione dell'utero e degli archi, disagio, che scompare dopo l'esame;
  • esame ecografico degli organi pelvici, che può rivelare vasi varicosi nell'utero, nelle ovaie o nella cervice;
  • Esame dopplerografico durante l'ecografia, che consente anche minime violazioni dei vasi sanguigni degli organi pelvici;
  • Esame a raggi X con l'introduzione di un mezzo di contrasto e la successiva esecuzione di una serie di immagini radiologiche, che consente di rilevare la presenza di vasi varicosi. Questo metodo di ricerca è controindicato in gravidanza.
Nanovein  Qual è il pericolo delle vene varicose durante la gravidanza e se può essere evitato

Conseguenze della malattia

Le vene varicose uterine durante la gravidanza possono portare allo sviluppo delle seguenti complicanze:

  • complicanze tromboemboliche, comprese le vene polmonari e ovariche;
  • infertilità di origine sconosciuta;
  • alterata circolazione del feto, che porta allo sviluppo dell'insufficienza uteroplacentare;
  • disturbi della gravidanza sotto forma di aborto spontaneo, minacciosi aborti spontanei o parto prematuro.

Trattamento delle vene varicose uterine

Nel caso in cui le vene varicose dell'utero non si manifestino con alcun sintomo e siano rilevate dagli ultrasuoni, la malattia non è soggetta a trattamento. È sufficiente effettuare misure preventive e controllare gli esami di uno specialista.

È severamente vietato intraprendere l'automedicazione, in quanto ciò può portare alla comparsa di gravi complicazioni nel corpo di una donna. La gestione e la terapia di una donna vengono eseguite da un flebologo e un ginecologo. In questo caso, il trattamento deve essere concordato tra specialisti.

Il trattamento delle vene varicose dell'utero può essere:

  1. conservatore;
  2. operativa;
  3. prevenzione.

Tra i metodi di trattamento conservativi, la preferenza è data a:

  • flebotonica e venotonica: Flebodia, Detralex;
  • natura non steroidea antinfiammatoria: aspirina, cardiomagnile;
  • preparazioni vascolari: pentossifillina.

Durante la gravidanza, è possibile utilizzare solo flebodia e pentossifillina, poiché questo farmaco non influisce negativamente sul feto.

In assenza dell'effetto del trattamento conservativo dell'utero o di un leggero miglioramento delle vene varicose, è indicato un trattamento chirurgico, che può essere:

  • embolizzazione delle vene ovariche secondo il tipo di scleroterapia, quando un agente sclerosante di contrasto viene introdotto nella vena ovarica durante l'angiografia;
  • rimozione delle vene iliache;
  • rimozione dell'utero, come il metodo di trattamento più radicale.

Delle misure preventive, viene prestata particolare attenzione alla prevenzione della stasi del sangue nei vasi, eseguendo esercizi ginnici e indossando calze a compressione sotto forma di collant.

Questo è interessante:

La varicosi delle labbra durante la gravidanza è un fenomeno abbastanza comune. La patologia porta un pronunciato cosmetico …

Aspettare un rifornimento in famiglia non sempre procede senza intoppi. E spesso la ragione per oscurare l'approccio di un evento felice è …

Il varicosio testicolare negli uomini, o varicocele, si verifica nel 10-15% degli uomini. La maggior parte dei pazienti ha questo problema …

Lagranmasade Italia