Le vene varicose durante la gravidanza, cosa fare in una situazione del genere per mantenere la salute

Le vene varicose durante la gravidanza sono una malattia grave che, se non trattata, può danneggiare la salute della madre e del bambino. Quando compaiono i primi sintomi, dovresti consultare immediatamente un medico, dove verrà chiesto alla donna di sottoporsi a una diagnosi e quindi viene prescritta una terapia appropriata.

Durante la gravidanza, il corpo della donna subisce molti cambiamenti volti a sviluppare e preservare la vita del feto. In tale periodo, il rischio di "catturare" qualsiasi piaga è più aumentato.

Circa il 40-60% delle donne soffre di una malattia come le vene varicose. Naturalmente, in questa situazione sorge la domanda, qual è il pericolo delle vene varicose durante la gravidanza e quali possono essere le conseguenze.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Perché le vene varicose non “risparmiano” le donne in gravidanza: cause della malattia

Con le vene varicose, inizia un processo irreversibile, in cui il "bersaglio" della lesione sono le vene. Man mano che il quadro clinico si sviluppa e peggiora, si verifica un cambiamento patologico nella loro forma, le pareti vascolari diventano più sottili, le caratteristiche funzionali sono compromesse, compaiono noduli venosi.

Sembrerebbe che le vene siano dilatate, cosa c'è che non va? Ma in realtà, la rete venosa o i vasi sporgenti non sono solo un difetto estetico, è una deformazione della struttura anatomica, a seguito della quale la funzione di throughput viene interrotta e si osserva un ristagno di sangue nei loci colpiti.

Tutto ciò porta ad un aumento della pressione nei focolai patologici e, di conseguenza, allo sviluppo di nuovi frammenti varicosi. Se compaiono vene varicose durante la gravidanza, c'è sempre una ragione.

L'eziologia dell'insorgenza della malattia più spesso include tali fattori predisponenti comuni:

  1. Cambiamenti nei livelli ormonali. In questo caso, vi è una predominanza quantitativa di alcuni ormoni rispetto ad altri, che successivamente provoca il rilassamento della parete muscolare.
  2. Debolezza. È difficile per le donne in gravidanza esercitare o muoversi frequentemente. Tuttavia, per superare la fatica e talvolta la tua pigrizia, devi eseguire la ginnastica (se non ci sono controindicazioni), oltre a fare passeggiate all'aria aperta per migliorare la circolazione sanguigna.
  3. Aumento della pressione venosa La composizione del sangue può cambiare, a seguito della quale diventa più denso. Questo fenomeno è associato a caratteristiche fisiologiche per ridurre la perdita di sangue durante il parto, ma per i vasi sanguigni non è del tutto sfavorevole sotto forma di un aumentato rischio di espansione delle vene e coaguli di sangue.
  4. Rinforzo del carico. Man mano che l'addome cresce, il carico sulle estremità inferiori aumenta, specialmente se una donna sta rapidamente ingrassando o il suo lavoro è associato al lavoro in piedi. Inoltre, l'utero in crescita inizia a spremere le vene del piccolo bacino e questo complica il flusso sanguigno e aumenta la pressione endovenosa nei vasi.
  5. Eredità avversa. La presenza di predisposizioni genetiche associate ad alterata elasticità del tessuto connettivo, debolezza della valvola venosa e altre patologie che colpiscono i vasi venosi.
  6. Aumento del volume del sangue circolante (BCC). A causa della formazione di un nuovo circolo di circolazione sanguigna che alimenta il feto e la placenta dalla madre, il volume del sangue nel corpo della donna aumenta. Un fenomeno simile è fisiologico, ma è tollerato in modo diverso, soprattutto se ci sono altri fattori aggravanti.
  7. Presenza di costipazione. Durante lo sforzo durante i movimenti intestinali, si verifica un aumento della pressione intra-addominale, che alla fine aumenta significativamente il rischio di vene varicose.
  8. Placenta previa. Con questa condizione patologica, la placenta si sovrappone completamente o parzialmente all'area della faringe interna. Successivamente, ciò può causare disturbi circolatori nel letto vascolare del bacino, nelle vene femorali, ecc.

Le ragioni negative che aumentano il rischio di vene varicose includono il sollevamento pesi, indossare abiti e scarpe scomode con tacchi alti, ceretta a caldo e frequenti trattamenti termici (bagno, sauna), obesità, attività professionali associate a una posizione prolungata o, al contrario, adynamia.

Attenzione: vale la pena notare che tali fattori possono contribuire allo sviluppo della malattia prima della gravidanza, quindi vale la pena esaminare attentamente le misure preventive, le istruzioni per l'attuazione saranno presentate di seguito.

Tipi e sintomi

Siamo spesso abituati a pensare che le vene varicose colpiscano solo gli arti inferiori. Questa opinione è errata, perché la malattia può manifestarsi con localizzazione diversa. Ora considereremo le aree più comuni delle vene varicose durante la gravidanza.

utero

Determinare l'espansione patologica dei vasi venosi dell'utero è piuttosto problematico, poiché la gravità clinica è simile ai segni di altre malattie. La patologia viene rilevata più spesso durante un esame ecografico.

Esistono 3 fasi dello sviluppo della malattia:

  1. 1a tappa. Le vene sono leggermente espanse, situate sotto, la dimensione non supera i 7 mm.
  2. 2 livelli. Con questo modulo, le navi sono già circa 8 mm e iniziano a piegarsi.
  3. 3 fasi. L'espansione delle vene raggiunge già il segno di 13 mm, esse stesse si formano in un conglomerato di nodi.

La diagnosi delle vene varicose uterine è spesso dovuta a una predisposizione ereditaria e all'aumento del lavoro delle vene iliache.

Inoltre, un tale momento può essere associato a tali motivi:

  • processi infiammatori in questo organo:
  • aborti frequenti e altri interventi chirurgici;
  • violazione del ciclo mestruale;
  • uso di contraccettivi ormonali;
  • patologie congenite dei vasi uterini, ecc.

Molto spesso, le vene varicose uterine si sviluppano contemporaneamente alle vene varicose degli arti inferiori.

Inoltre, la comparsa di vene varicose e cervice. Si verifica spesso in età riproduttiva, e specialmente durante la gravidanza. La definizione della malattia si basa sui reclami del paziente e sull'esame strumentale.

Negli ultimi stadi, è caratteristica la comparsa di cianosi e gonfiore, così come i noduli venosi. I principali metodi diagnostici comprendono l'ecografia intravaginale.

Le possibili complicanze di questa forma di malattia sono la tromboflebite, lo strappo delle vene e l'emorragia, i processi infiammatori nei genitali.

Vulva (organi genitali femminili esterni) e vagina

La varicosi della vulva durante la gravidanza o la vagina viene diagnosticata in quasi il 30% dei casi e nel 10% delle donne questa malattia persiste dopo il parto. All'aumentare dell'età gestazionale, i sintomi sono progressivi, ma con il giusto trattamento e prevenzione, non rappresentano un serio pericolo per la madre e il bambino.

Nanovein  Come sbarazzarsi del prurito con le vene varicose

Tuttavia, situazioni trascurate possono provocare una nascita complicata con scarico prematuro di liquido amniotico o distacco della placenta, debolezza dei tentativi. Prima del parto, una donna deve sottoporsi a un esame, in base al quale verrà selezionato il metodo preferito di gestione delle nascite.

Arti inferiori

La variante più comune della localizzazione della malattia. Questo tipo è particolarmente inerente alle ultime fasi della gravidanza, quando una donna aumenta di peso, il BCC aumenta notevolmente e vengono aggiunti altri fattori predisponenti.

Il trattamento tempestivo iniziato è la chiave per il parto di successo e persino il recupero. È meglio notare una tale patologia in una fase iniziale di sviluppo. E per non perdere le allarmanti “chiamate”, prestiamo attenzione ai segni presentati nella tabella sottostante.

Posizioni delle vene varicose:

Area di localizzazione sintomi
utero I principali segni della malattia sono espressi nella comparsa di dolori lancinanti nell'addome inferiore di varia intensità. Disagio o dolore durante o dopo il contatto sessuale, nonché la sensibilità della vagina.

Le donne che non sono in grado di sospettare vene varicose uterine a causa dell'instabilità del ciclo mestruale sotto forma di una durata patologica superiore a 45 giorni e una dimissione a lungo termine e scarsa Vulva e vagina Man mano che l'utero cresce, i sintomi spiacevoli si uniscono sotto forma di:

  • dolore nel perineo con radiazioni agli arti inferiori, aggravato dal movimento;
  • prurito e bruciore all'inguine e alla vagina;
  • un aumento delle dimensioni delle labbra e la formazione di noduli;
  • · Sensazione di pesantezza e "scoppio" nel perineo;
  • dolore e disagio dopo il rapporto sessuale.
Arti inferiori Nelle fasi iniziali dello sviluppo della malattia, i sintomi sono quasi invisibili. Una donna può sentire affaticamento e pesantezza alle gambe, osservare l'aspetto di un leggero gonfiore.

Inoltre, con la progressione delle vene varicose e l'assenza di un intervento medico, possono comparire una sensazione di bruciore e contrazioni convulsive, quindi sotto la pelle compaiono una sindrome del dolore, lo sviluppo di una rete venosa e quindi vene dilatate.

Negli ultimi stadi, sorgono ulcere trofiche, che alla fine cessano di guarire.

Puoi saperne di più sulle vene varicose durante la gravidanza dal video in questo articolo.

Metodi diagnostici

Il flebologo è impegnato nella domanda su come trattare le vene varicose durante la gravidanza, quindi, se compaiono sintomi allarmanti, è necessario contattare immediatamente questo specialista.

Dopo aver esaminato una donna incinta, le potrebbero essere offerti i seguenti metodi diagnostici:

  1. Ultrasuoni dei vasi degli arti inferiori. Aiuta a determinare il grado di danno alle vene, la direzione del flusso sanguigno, la vitalità dell'apparato valvolare, la presenza di ristagno e coaguli di sangue in vasi venosi piccoli e grandi.
  2. Coagulazione. In questo caso, viene esaminata la coagulazione del sangue.
  3. Emocromo completo (KLA). Utilizzando tale test di laboratorio, viene determinata la presenza di una risposta infiammatoria e la qualità dell'elemento di coagulazione (piastrine).

Inoltre, sulla base dei risultati ottenuti e di un esame generale, vengono costruite ulteriori tattiche terapeutiche.

Come vengono trattate le vene varicose durante la gravidanza?

La malattia varicosa durante la gravidanza viene trattata in base allo stadio di sviluppo della malattia. Può trattarsi di terapia farmacologica, intervento chirurgico e metodi alternativi, come parte ausiliaria del trattamento complesso.

Trattamento farmacologico e chirurgico

Gli unguenti e i gel più comunemente usati per lo sfregamento esterno, nonché i farmaci per uso orale.

I più popolari e comuni sono:

  1. Medicinali contenenti eparina. Necessario per l'eliminazione dei cambiamenti trofici e la loro prevenzione del verificarsi. Durante la gravidanza, è consentito l'uso di unguenti con un contenuto di eparina da 600 a 100 UI / g. Questa è considerata la dose più sicura ed efficace. Tali farmaci includono unguento eparina e Lyoton.
  2. Medicinali flebotropici. Sono realizzati sulla base di estratti di piante medicinali e flavonoidi. Durante l'utilizzo, aumenta il deflusso della linfa dalle aree interessate. I mezzi consentiti durante la gravidanza includono Phlebodia, Detralex, Normoven.
  3. Farmaci a base di troxerutina. Questa sostanza di origine naturale aiuta a stabilizzare le condizioni di una donna con la comparsa di vene varicose in varie forme. Il farmaco più comunemente prescritto è troxevasin sotto forma di crema o capsule.

Oltre all'uso di farmaci per le vene varicose durante la gravidanza, è anche possibile un intervento chirurgico. Viene utilizzato solo in situazioni eccezionali e solo quando compaiono condizioni che minacciano la vita e la salute della madre e del bambino.

Ciò include la tromboflebite acuta, la chiusura completa della nave venosa, che si tradurrà in cancrena dell'area interessata, sanguinamento grave e patologie trombotiche.

Metodi popolari

All'inizio, va notato che l'uso incontrollato della medicina alternativa è completamente inaccettabile, soprattutto se non riguarda solo la salute della madre, ma anche suo figlio.

In assenza di controindicazioni e un'opinione positiva del medico sull'uso di una prescrizione a casa, puoi essere trattato con tali metodi popolari:

Nome Componenti preparazione
vassoi
  • coni di luppolo – 2 cucchiai. l .;
  • acqua bollente – 200 ml.
Coni di luppolo in un bicchiere di acqua bollente. Una volta infusa la soluzione, è necessario aggiungerla al bacino con acqua e tenere le gambe lì per circa 20 minuti
unguento Foglie di Kalanchoe e vodka in proporzioni uguali Mescolare gli ingredienti e lasciare fermentare il prodotto per 7 giorni. Successivamente, strofinare nelle aree interessate per circa 2-4 mesi
comprimere
  • yogurt – 200 ml;
  • tintura di assenzio – 1 cucchiaio. l.
Mescolare yogurt e tintura, quindi inumidire una garza nella miscela e applicare sulla zona dolorante 2 volte al giorno
decotto
  • foglie di fragola tritate secche – 1 cucchiaino;
  • acqua bollente – 200 ml.
Prepara le foglie in acqua bollente e lascia fermentare per mezz'ora. Bevi brodo durante il giorno

Principi di terapia

Se noti che il modello vascolare si è intensificato sulle gambe, iniziano a comparire le vene del ragno e la sera senti un dolore o un ronzio spiacevoli, non rimandare la visita allo specialista. Il trattamento delle vene varicose durante la gravidanza deve essere iniziato il prima possibile.

! importante Un medico che si occupa di problemi del sistema vascolare è chiamato angiosurgeon (flebologo).

Fermare la malattia in anticipo

Se le vene varicose sono state notate in una fase precoce, quando non si sono ancora verificati gravi cambiamenti patomorfologici nel corpo della futura madre, è possibile far fronte alla malattia con l'aiuto di misure conservative – non farmacologiche e mediche.

Le istruzioni mediche forniscono le seguenti raccomandazioni per le donne in gravidanza con manifestazioni precoci di vene varicose:

  1. Evitare la posizione o la seduta prolungate. Ogni 20-30 minuti, prova a fare esercizi leggeri per cinque minuti.
  2. In posizione seduta o sdraiata, alza le gambe di 15-20 cm sopra l'asse principale del corpo. Ciò ridurrà il ristagno nel sistema venoso a causa delle forze gravitazionali.
  3. Nelle fasi successive della gravidanza, riposa di più, sdraiato dalla tua parte. Ciò ridurrà il carico sui vasi degli arti inferiori e ridistribuirà il sangue nel corpo.
  4. Guarda il tuo peso. Si consiglia di escludere la possibilità di un netto set di chili in più.
  5. Non sollevare pesi.
  6. Smetti di fare bagni caldi.
  7. Indossare calze a compressione medica (solo dopo aver consultato il medico). Le calze specializzate impediscono la ridistribuzione del sangue dal sistema venoso profondo a quello superficiale e riducono il ristagno. Inoltre, riduce il rischio di trombosi.
  8. Esegui regolarmente esercizi leggeri sotto la supervisione di un operatore sanitario. Possono migliorare il flusso sanguigno sistemico e ridurre il carico sulle vene della parte inferiore della gamba.

Esercizi terapeutici per le vene varicose:

numero Posizione di partenza Tecnica di esecuzione Il numero di ripetizioni, volte
1 Seduto su una sedia con la schiena piatta, le gambe unite, i piedi in piedi sul pavimento I piedi alternati si alzano sulle dita dei piedi e si abbassano sui talloni 15-20
2 In piedi, le mani poggiano su solide superfici orizzontali situate su entrambi i lati del corpo Tenendosi su un supporto, alternativamente alzarsi sulle dita dei piedi e abbassare i talloni 12-15
3 In piedi, entrambe le mani poggiano su una superficie verticale (muro) all'altezza delle spalle Mettiti in punta di piedi e abbassati lentamente sui talloni 15-20
4 In piedi, le braccia verso il basso Sul conto dei "tempi" – arrampicati sulle dita dei piedi e allunga le braccia verso l'alto.

A scapito di "due": abbassa i talloni a terra, in piedi con tutto il piede, abbassa le mani, piega leggermente le ginocchia e rilassati 15-20 5 navigazione Tenendo le mani, sollevare entrambe le gambe e compiere movimenti circolari con esse in senso orario e antiorario 15-20

Il trattamento farmacologico delle vene varicose durante la gravidanza è di prescrivere:

  • flebotonica – farmaci con proprietà veno-rinforzanti, venotoniche (Eskuzan, Detralex, Ginko-fort);
  • farmaci locali che prevengono la formazione di coaguli di sangue nelle vene varicose (unguento eparina, Lyoton 100, Troxevasinum).

Presta attenzione! Gli anticoagulanti utilizzati nei regimi standard per il trattamento delle vene varicose non sono prescritti durante la gravidanza. I fluidificanti del sangue possono causare distacco prematuro della placenta, parto o emorragia postpartum.

Combattiamo le vene varicose avanzate

Le vene varicose gravi durante la gravidanza sono sempre motivo di preoccupazione. È molto difficile eseguire un trattamento completo della malattia durante questo periodo, poiché la terapia può essere potenzialmente pericolosa per la salute della madre e del feto, quindi gli specialisti spesso scelgono una tattica di attesa e operano sulla donna dopo il parto.

Presta attenzione! A volte le vene varicose che si sono verificate durante la gravidanza scompaiono da sole. Pertanto, una donna è sotto la supervisione di un medico per 6-7 settimane dopo il parto e solo allora viene decisa la domanda sulla necessità di un intervento chirurgico.

I metodi chirurgici per il trattamento delle vene varicose sono usati raramente durante l'attesa di un bambino, nei casi in cui vi sia una grave minaccia per la salute o la vita. Tra le varie tecniche chirurgiche, viene data la preferenza alle tecniche minimamente invasive (scleroterapia, stripping, metodo di colla biologica, ecc.).

Attenzione: segni allarmanti

Una donna incinta che soffre di vene varicose dovrebbe essere particolarmente attenta alla sua salute.

Consultare immediatamente un medico se si nota:

  • grave gonfiore di piedi e gambe;
  • dolori costanti di trazione, dolore e ronzio intensi alle estremità inferiori;
  • scolorimento della pelle dei piedi o delle gambe – oscuramento, pigmentazione;
  • grave secchezza, prurito della pelle;
  • la comparsa di ulcere, ferite mal curative;
  • arrossamento e indolenzimento nell'area delle vene varicose;
  • aumento della temperatura corporea;
  • improvvisa mancanza di respiro e palpitazioni.

Prevenzione o come comportarsi per evitare lo sviluppo di complicanze

Quindi, come evitare le vene varicose durante la gravidanza? Prima di tutto, è prestare attenzione alla prevenzione, perché la malattia è più facile da prevenire che da curare.

Alle donne in gravidanza si consiglia vivamente di seguire questi suggerimenti:

  1. Il sonno sul lato sinistro è molto utile per la normale circolazione nell'area pelvica.
  2. In assenza di controindicazioni, gli esercizi terapeutici dovrebbero iniziare immediatamente. Più spesso trasferirsi, iscriversi a corsi di yoga o semplicemente acquistare un abbonamento al pool.
  3. Cammina solo con abiti comodi realizzati con tessuti naturali, scegli scarpe con tacco o piattaforma stabili. Inoltre, quando si scelgono i vestiti, abbandonare la gomma, le cinture e gli svantaggi.
  4. Puoi iniziare a indossare una benda dalla 18a settimana, ma prima di ciò, dovresti comunque consultare il tuo medico.
  5. Massaggia le gambe con movimenti di massaggio delicati e delicati dal basso verso l'alto.
  6. Mantenere una dieta equilibrata, monitorare il peso.
  7. Se ancora fumi o bevi alcolici, sbarazzati di queste cattive abitudini proprio ora.
  8. Metti un cuscino sotto i piedi per un po 'in modo che siano appena sopra il livello del corpo.

Bene e la cosa più importante sono le visite tempestive dal medico e il rispetto delle raccomandazioni mediche.

Compressione intimo e gravidanza

La biancheria intima a compressione può ridurre il carico sulle gambe e prevenire lo sviluppo di vene varicose. Una tale maglia con un effetto terapeutico fa circolare il sangue più attivamente attraverso i vasi.

Di conseguenza, i tessuti vengono meglio alimentati con ossigeno, il rischio di indebolimento della parete venosa viene prevenuto, l'edema viene eliminato e la trombosi viene prevenuta.

L'indumento di compressione è diviso in diverse classi:

classe Compressione (mmHg) Caratterizzazione
Prima prima 23 Consigliato per la comparsa di vene e dolori di ragno
Secondo prima 33 È usato per trattare le vene varicose e la tromboflebite.
terzo prima 45 È prescritto per grave insufficienza venosa
Четвертый prima 50 Utilizzato in caso di sviluppo di drenaggio linfatico compromesso e comparsa di grave gonfiore

C'è anche biancheria intima preventiva che le donne in gravidanza possono indossare per prevenire lo sviluppo di patologie vascolari. Ciò è particolarmente vero per il gentil sesso, che è a rischio.

Il medico può raccomandare di indossare calze, calze, collant o bende. È necessaria anche una consulenza specialistica per la corretta determinazione delle dimensioni e del grado di compressione.

Tale biancheria intima viene indossata al mattino senza alzarsi dal letto, mentre il prodotto selezionato viene distribuito lentamente e uniformemente su tutta la lunghezza delle gambe.

Attenzione: in nessun caso è necessario acquistare biancheria medica nei mercati naturali, anche se il prezzo è abbastanza allettante. È meglio contattare un negozio specializzato con questa domanda e assicurarsi di prestare attenzione alla presenza del marchio RAL, che conferma che il venditore ha un certificato europeo.

Sapere cosa fare delle vene varicose durante la gravidanza, è possibile evitare complicazioni multiple e conseguenze spiacevoli. La medicina moderna ha ottenuto molti successi nel trattamento di questo tipo di malattia, che consente di eliminare in modo efficace e sicuro i suoi sintomi anche nelle fasi iniziali dello sviluppo. Monitora attentamente la tua salute e osserva le misure preventive.

Lagranmasade Italia