Le vene varicose come affrontarlo

Vene varicose – il motivo per cui il paziente dovrà rimuovere le vene delle gambe. Questa spiacevole malattia si verifica a causa di uno stile di vita sedentario, un uso costante dei mezzi di trasporto, mancanza di attività fisica, predisposizione genetica, peso o vecchiaia. Porta a un restringimento del lume delle vene degli arti inferiori, a seguito del quale il flusso sanguigno rallenta, le vene si deformano e il paziente inizia a soffrire di un intero complesso di sintomi.

Gonfiore, incapacità di camminare e attività fisica diventano i suoi compagni costanti, come debolezza e dolori doloranti deboli, estenuante persistenza. Spesso l'unico modo per sbarazzarsi di loro è la chirurgia delle vene delle gambe.

E sebbene molti pazienti abbiano paura – come ogni intervento chirurgico – semplicemente non c'è scelta e devi consultare un medico.

Indicazioni e controindicazioni

Le vene varicose (anche se si tratta di vene varicose di grado 2) possono essere trattate in modo conservativo. Indossare biancheria intima a compressione, una dieta adeguata e assumere farmaci aiuta a mantenere uno stato di remissione per molti anni, in cui non è semplicemente necessaria la rimozione di una grande vena safena.

Ma i tentativi di automedicazione e di serraggio con un viaggio dal medico portano i pazienti alla necessità di andare sotto i ferri. Assegnare un'operazione se:

  • si osservano ampie vene varicose e si copre una vasta area – quindi anche con l'uso persistente di mezzi conservativi, il paziente non sarà più in grado di riportare i vasi alla loro precedente elasticità e vivere una vita piena libera;
  • si osservano ulcere trofiche, che indicano l'ultimo stadio della malattia e l'inizio del processo necrotico, che in futuro potrebbe portare alla necessità di amputare le estremità inferiori;
  • c'è una costante violazione della circolazione sanguigna – di conseguenza, il paziente, anche con un trattamento conservativo, si sente costantemente stanco, soffre di dolore e non vive una vita piena;
  • si osserva la tromboflebite – il che significa che si formano coaguli di sangue sulle pareti delle vene, che possono strapparsi in qualsiasi momento e andare a nuotare liberamente in tutto il corpo, il che può portare a un ictus o infarto di qualsiasi organo.

Lo stadio avanzato della malattia, che ovviamente interferisce con la vita, è l'indicazione principale che indica che è assolutamente necessario un intervento chirurgico per le vene varicose degli arti inferiori.

Ci sono, tuttavia, casi in cui non funzionerà con tutto il desiderio:

  • lo stadio avanzato della malattia, in cui le vene sono così danneggiate e logore che è semplicemente impossibile selezionare un'area specifica ed eseguire un'operazione su di essa – la parte anteriore del lavoro è troppo grande;
  • malattia coronarica e ipertensione avanzata – in questo caso, una persona ha tutte le possibilità di non sopravvivere all'anestesia richiesta per l'operazione, poiché questo è un carico eccessivo sul sistema circolatorio;
  • infezioni e infiammazioni che si verificano negli organismi – in questo caso, il paziente deve prima recuperare, perché il suo sistema immunitario è troppo assorbito nella lotta contro la malattia in modo che le sue forze possano essere spese per il recupero dall'intervento;
  • ricaduta di una malattia cronica – in questo caso, il paziente deve prima mettersi in ordine e andare in remissione stabile in modo che nulla interferisca con i medici durante l'intervento e il recupero dopo di esso;
  • vecchiaia – per un paziente anziano l'anestesia sarà troppo stressante per renderlo consigliabile portarlo attraverso di lui;
  • gli ultimi due trimestri di gravidanza – l'anestesia in questo caso può influenzare lo sviluppo del feto e la salute della futura madre, poiché tutte le forze del suo corpo sono lasciate per garantire che il bambino abbia una crescita silenziosa;
  • una tendenza alla trombosi: in questo caso, c'è un'alta probabilità che dopo l'operazione, le vene senza mobilità saranno un campo eccellente per lo sviluppo di coaguli di sangue.
Nanovein  Le vene varicose di sale

Esistono poche controindicazioni assolute: ipertensione, ischemia, età senile e stadio avanzato della malattia. In altri casi, è sufficiente che il paziente si riprenda (e che una donna incinta partorisca) per rendere possibile l'operazione.

L'automedicazione e ritardare un viaggio dal medico è il modo migliore per arrivare al primo bisogno di un intervento chirurgico, e lì e all'impossibilità di eseguirlo. Pertanto, è necessario consultare un medico in modo tempestivo.

Tipi di intervento chirurgico

Esistono diversi tipi di interventi chirurgici che possono essere eseguiti. Questo è:

Flebectomia. Questa è la più semplice delle opzioni inventate e introdotte nella pratica generale da molto tempo. Implica la completa rimozione della vena interessata e procede in più fasi:

  1. Preparazione. Il paziente fa una doccia e si rade l'arto interessato dall'inguine al piede. Immediatamente prima dell'operazione, si raccomanda di non mangiare per diverse ore, pulire l'intestino e mettere i medici in piena consapevolezza dell'intera allergia ai farmaci.
  2. Condotta diretta. Al paziente viene iniettato un farmaco che fornirà l'anestesia generale e vengono eseguite due incisioni: una all'inguine, l'altra alla caviglia. Un estrattore venoso viene introdotto attraverso di loro, con l'aiuto del quale il chirurgo rimuove completamente la vena interessata, dopo di che vengono suturati. L'intera procedura dura circa due ore.
  3. Riabilitazione immediatamente dopo l'intervento chirurgico. Una medicazione sterile viene applicata alle suture, l'arto interessato viene bendato con una fascia elastica sulla parte superiore e il paziente viene steso a letto. Con il giusto corso di recupero, il giorno dopo gli sarà permesso di alzarsi e camminare.

Scleroterapia. Questo metodo di lotta contro le vene varicose è considerato più parsimonioso e non implica un intervento chirurgico diretto. Solo una sostanza speciale viene iniettata nella vena, che la incolla strettamente, spegnendola dal flusso sanguigno e prevenendo eventuali complicazioni che potrebbero insorgere con essa. Tuttavia, richiede diverse sessioni (fino a sei mesi, sono sufficienti visite regolari dal medico). Esistono due opzioni:

  • Echo. Si chiama così, perché viene eseguito sotto il controllo di una preparazione ad ultrasuoni, che indica accuratamente quali vasi richiedono un intervento. Viene introdotta una soluzione che restringe il loro lume.
  • Schiuma. In questa forma di realizzazione, il vaso interessato (di solito è più grande rispetto all'ecoscleroterapia) è riempito con una speciale soluzione di schiuma, che viene preparata direttamente durante l'intervento e ostruisce completamente la corrente del vaso. In questo caso, è richiesto meno.

Coagulazione laser. Il metodo di rimozione delle vene più avanzato. Con lui, il paziente viene adagiato su un tavolo speciale e, usando un apparato laser, viene praticata una puntura nella parete della vena interessata attraverso la quale viene inserita la testa del laser. Brucia le aree interessate con un raggio, facendo bollire il sangue localmente e intasando la parete del vaso. Questa è un'opzione molto efficace, ma le attrezzature per esso e gli specialisti che possono gestirlo si trovano solo nelle grandi città.

Quale tipo di intervento sulle vene sarà appropriato, decide il medico, in base alla storia raccolta e alle capacità disponibili.

Con la chirurgia, è meglio non tirare. Se è stato prescritto, significa che le vene varicose iniziano a minacciare davvero la salute e, nonostante una paura completamente naturale, vale la pena risolvere il problema il più rapidamente possibile.

Possibili conseguenze

La rimozione delle vene con vene varicose, nonostante l'operazione sia delicata, ha ancora alcune conseguenze:

  • Lividi e punti. Per qualche tempo sarà necessario trattare con cura le gambe, cambiare le bende o imbrattare la pelle con unguento da lividi. Ma tra un paio di settimane passerà.
  • La necessità di mantenere il flusso sanguigno. Dopo l'operazione, può rallentare (soprattutto se si trascurano gli esercizi di fisioterapia per lo meno e si rifiuta qualsiasi mobilità) e, per in qualche modo stimolarlo, vale la pena piegare e piegare le gambe mentre si è sdraiati, oltre a sollevarle al muro.
  • La possibilità di ricaduta. Se esiste una disposizione per le vene varicose degli arti inferiori, è probabile che dopo l'operazione la malattia ritorni, colpisce semplicemente un'altra vena. Per evitare ciò, dovresti considerare attentamente le raccomandazioni dei medici e passare attraverso il periodo di riabilitazione, cercando di ridurre al minimo la probabilità di una ricomparsa della malattia.
Nanovein  Il fumo può causare vene varicose

Il numero di possibili complicazioni che ha il funzionamento delle vene varicose sulle gambe è piccolo:

  1. Bleeding. Deriva dalle suture durante la flebectomia e rimane completamente normale per dieci giorni. I capillari che vengono toccati, ma non rimossi durante l'intervento, sanguineranno e tutto ciò che è possibile fare con loro è la benda.
  2. Lesione a una nave o vena. Succede raramente e si fa sentire nel dolore. Potrebbe richiedere un nuovo intervento. Tuttavia, nel caso di uno specialista qualificato, essere con navi deformate è piccolo.
  3. Trombosi. La comparsa di coaguli di sangue dopo l'intervento chirurgico è persino logica a modo suo, specialmente in una persona che è soggetta alle vene varicose. L'eliminazione delle vene porta al fatto che una persona si muove di meno e, di conseguenza, inizia il ristagno di sangue. Se il coagulo di sangue si stacca, è irto di ictus, infarto e morte.

Al fine di prevenire lo sviluppo di complicanze, è necessario seguire le regole del periodo di recupero.

Eseguire un'operazione e non cambiare lo stile di vita è un'impresa inutile. Le vene varicose si svilupperanno di nuovo esattamente per le stesse ragioni della prima volta.

Periodo di riabilitazione

Invece di chiedermi all'infinito "Ho bisogno di un'operazione?", "Quanto costa l'operazione?" e "Fai l'operazione?", dovresti consultare un medico, eseguire l'intervento e iniziare a monitorare la tua salute. Per fare questo:

  • Indossa biancheria intima a compressione. Senza di essa, l'elasticità delle vene si perde e c'è un'alta probabilità di ricaduta – almeno nei primi sei mesi per uscire di casa senza indossare calze non è raccomandato.
  • Attività motoria alternativa. Non sederti in un posto per più di un'ora, non stare in un posto per più di un'ora. Se l'attività diventa monotona – ad esempio, nel lavoro sedentario – è necessario fare delle pause di tanto in tanto, alzarsi, riscaldarsi o almeno sollecitare ritmicamente e rilassare i muscoli. Sarà anche utile iniziare a fare brevi passeggiate.
  • Smetti di fumare. La nicotina e altri componenti del fumo di tabacco hanno un effetto estremamente negativo sulla composizione del sangue, rendendolo viscoso e le vene, rispettivamente, vulnerabili.
  • Mangia bene. Il cibo dovrebbe contenere più fibre e vitamine C ed E, ma allo stesso tempo meno grassi e dolci animali. Dovresti bere di più, mangiare zenzero e aglio, limone e cipolle.

Il recupero dalla chirurgia è più facile che soffrire di gonfiore, dolore alle gambe e debolezza generale per lungo tempo. Il trattamento delle vene varicose non fa paura. È solo necessario preparare internamente e compiere ogni sforzo possibile per raggiungere l'obiettivo.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.
Lagranmasade Italia