Le vene varicose all’inguine durante la gravidanza (3)

Le vene varicose del perineo durante la gravidanza (labbra, vulva, vagina) sono una delle anomalie che possono verificarsi nel corpo di una donna. È un'espansione patologica delle vene situate nella regione inguinale. La malattia non solo provoca un disagio fisico ed emotivo a una donna, ma minaccia anche di complicazioni della gravidanza e del processo di nascita. Questo perché le vene varicose dei genitali esterni sono spesso associate alle vene varicose dei vasi pelvici situati intorno all'utero in gravidanza. Se durante la gravidanza vengono rilevate vene varicose all'inguine, cosa dovrebbe fare una donna per evitare spiacevoli conseguenze? Parliamo di questo in modo più dettagliato.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Le cause

Per il verificarsi di vene varicose perineali durante la gravidanza, vengono creati numerosi prerequisiti:

  1. Lo sfondo ormonale durante la gravidanza subisce cambiamenti significativi. Aumenta significativamente il livello dell'ormone progesterone, la cui azione è volta a prolungare e mantenere la gravidanza. Il progesterone ha effetti aggiuntivi: provoca la degenerazione delle fibre del tessuto connettivo che formano la parete delle vene. Di conseguenza, le vene perdono la loro intrinseca elasticità e diventano più malleabili.
  2. L'utero in gravidanza, molte volte più grande, esercita una pressione eccessiva sulle vene, attraverso la quale il sangue viene drenato da tutta la parte inferiore del corpo (compresa la regione inguinale). La violazione del deflusso di sangue porta ad un aumento della pressione nelle vene.
  3. Durante la gravidanza, una donna aumenta significativamente la quantità di sangue circolante nei vasi, il che è spiegato dall'apparizione di un ulteriore sistema circolatorio placentare. Un aumento del volume del sangue circolante porta naturalmente ad un aumento della pressione nelle vene e nella loro distensione.
  4. L'aumento di peso durante la gravidanza è anche un fattore che contribuisce all'aumento della pressione nel sistema venoso. Il carico maggiore ricade sulle vene della parte inferiore del corpo.

I fattori elencati influenzano la parete venosa in totale, causando vasodilatazione patologica. Prima di tutto, le vene safene sono esposte a cambiamenti, che nel loro corso non hanno supporto sotto forma di uno strato muscolare.

L'influenza dei fattori viene pronunciata nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, pertanto i sintomi delle vene varicose delle labbra compaiono di solito entro 18-20 settimane di gravidanza.

Nella maggior parte dei casi, la patologia non è considerata una controindicazione al parto naturale. Dopo la nascita di un bambino, l'espansione delle vene nella regione inguinale scompare da sola.

Sintomi e diagnosi delle labbra varicose durante la gravidanza

Le vene varicose della regione inguinale si manifestano con sintomi specifici:

  • gonfiore, espansione del sottocutaneo situato nel perineo, fino alla formazione di grandi nodi dolorosi;
  • gonfiore delle labbra, aumento delle dimensioni;
  • dolore nel perineo con radiazioni nella regione sacrale, alle estremità inferiori, intensificandosi dopo uno sforzo fisico, minzione, rapporti sessuali;
  • disturbi trofici della pelle delle labbra (secchezza, vene del ragno, pigmentazione, irritazione);
  • prurito, intorpidimento, bruciore della pelle delle labbra;
  • disturbi della minzione;
  • nei casi più gravi – difficoltà a camminare, sedersi.

Un vivido quadro clinico non lascia dubbi sulla diagnosi. Inoltre, viene inoltre prescritto uno studio del sistema di coagulazione (coagulogramma) e degli ultrasuoni dei vasi (al fine di escludere la presenza di coaguli di sangue nel sistema della vena cava inferiore).

Cosa fare se una donna incinta ha vene varicose all'inguine

È possibile eliminare completamente i sintomi delle vene varicose all'inguine solo dopo la cessazione dei fattori che provocano il suo aspetto, cioè dopo il parto. Durante la gravidanza, viene prescritta una terapia per aiutare a ridurre la gravità dei sintomi della malattia e prevenirne la progressione.

Le donne in gravidanza ricevono una serie di raccomandazioni generali, il cui rispetto facilita notevolmente la condizione:

  • è vietato sollevare oggetti la cui massa superi i 3 kg;
  • riposare in una posizione sdraiata sul lato sinistro con le ginocchia portate allo stomaco;
  • moderata attività fisica regolare;
  • indossare scarpe comode con un tacco basso e stabile;
  • prevenire l'aumento di peso patologico;
  • movimenti intestinali quotidiani, per i quali è necessario arricchire la dieta con fibre (verdure, frutta);
  • lezioni in piscina;
  • escludere i bagni caldi; utilizzare una doccia per scopi igienici;
  • utilizzare biancheria intima confortevole realizzata con materiali naturali;
  • osservare attentamente l'igiene intima.

È necessario insegnare al paziente gli elementi della ginnastica terapeutica, che riduce significativamente il dolore con le labbra varicose. Si praticano pose che facilitano il deflusso di sangue venoso dalla parte inferiore del corpo, ad esempio, in piedi a quattro zampe con la testa abbassata nel pavimento e il bacino sollevato.

Un buon effetto si ottiene indossando biancheria intima a compressione. C'è un'accelerazione del flusso sanguigno, una diminuzione della congestione e la gravità dei sintomi.

La terapia farmacologica include l'uso di agenti venotonici (compresse, gel, unguenti) – Detralex, Venoruton, Troxerutin, Lyoton. Con un pronunciato processo patologico, è indicato l'uso di fluidificanti del sangue (agenti antipiastrinici): Curantil, Trental, Aspirina.

I farmaci vengono eseguiti esclusivamente da un medico. L'automedicazione è un pericolo per la salute e la vita del feto.

Metodi di prevenzione

Misure efficaci per la prevenzione primaria delle vene varicose perineali sono:

  • esame regolare da un ostetrico-ginecologo;
  • passeggiate giornaliere;
  • ricezione di una doccia a contrasto;
  • nutrizione che previene la costipazione;
  • ginnastica medica.

Le vene varicose genitali si riferiscono a patologie abbastanza curabili. La medicina moderna può ridurre la gravità dei sintomi dolorosi e alleviare le condizioni di una donna. Per fare questo, è necessario diagnosticare la malattia in tempo e ricorrere all'aiuto di uno specialista.

Le vene varicose all'inguine durante la gravidanza

La varicosi durante la gravidanza all'inguine è osservata nel 25-29% delle donne. Questo frequente fenomeno è dovuto ai cambiamenti che si verificano nel corpo durante la gestazione. Le vene varicose si presentano sotto forma di vene di ragno, vene di ragno che brillano attraverso la pelle sottile senza alzarsi al di sopra del suo livello. Con la progressione della malattia, possono formarsi nodi varicosi.

Cause di vene varicose all'inguine

Le principali cause delle vene varicose nelle donne in gravidanza possono essere suddivise in endogene ed esogene:

  • insufficienza venosa dovuta a ereditarietà;
  • mancanza di esercizio;
  • postura forzata prolungata;
  • indossare tacchi alti;
  • l'obesità;
  • insufficienza ormonale;
  • alcune malattie croniche e patologie di organi (cuore, fegato, milza, ecc.);
  • cambiamenti dovuti all'età;
  • violazione della postura e dei piedi piatti;
  • prendendo alcuni tipi di farmaci (contraccettivi orali, steroidi);
  • aumento della pressione intracranica, che provoca:
  • costipazione;
  • gravidanza, ecc.

Nelle donne, lo stato del sistema venoso è dovuto alle caratteristiche morfologiche e fisiologiche del corpo. Quindi, alcuni scienziati suggeriscono che per la patologia delle vene nel corpo delle donne, è responsabile un gene speciale, che viene ereditato e collegato al pavimento. Determina il rapporto tra collagene ed elastina nelle pareti delle vene.

Inoltre, con insufficienza emodinamica nelle vene profonde, c'è uno scarico di sangue nelle vene safene. La struttura del tessuto sottocutaneo nelle donne presenta differenze caratteristiche. Il tessuto sottocutaneo ben sviluppato divide il tessuto in settori con ponti dal tessuto connettivo. Nelle donne che hanno tessuto sottocutaneo allentato, di norma, le vene sono a parete sottile e contorte. I "ponticelli" esercitano una pressione sulle pareti diluite, impedendo ulteriormente il deflusso di sangue.

La quantità di ormoni sessuali influenza anche lo stato dello strato muscolare della parete venosa nelle donne.

Nanovein  Cosa fare se le gambe si gonfiano con le vene varicose

Con una diminuzione dei livelli di estrogeni causati dalla gravidanza, interruzioni ormonali, menopausa, compaiono i cosiddetti ormoni del corpo luteo, che rilassano i muscoli della parete venosa.

Secondo le statistiche, è nelle donne che hanno avuto un fallimento del ciclo mestruale che provoca le vene varicose durante la gravidanza nel 70%.
Durante la gravidanza, un aumento del rischio di sviluppare patologia venosa è associato a:

  • pressione meccanica: un aumento del feto esercita una pressione sulla vena cava inferiore e ostruisce il flusso sanguigno;
  • violazione della circolazione: durante la gravidanza, il volume del sangue aumenta e il suo deflusso dal cuore aumenta, il che crea un ulteriore carico sulle vene della piccola pelvi;
  • livelli aumentati di progesterone influenzano il tono del tessuto muscolare nelle pareti delle vene, rilassandole significativamente;
  • la violazione dell'emostasi è accompagnata da un aumento della coagulabilità del sangue e da un aumento della sua viscosità, che porta alla trombosi.

I fattori esogeni esacerbano il corso del processo patologico nelle donne. Attività fisica associata alle peculiarità dell'attività lavorativa, ipotermia, abitudine di lanciare le gambe a gambe incrociate, ecc.

Le vene dilatate nell'inguine possono essere localizzate sul pube, sulle labbra e sulle pieghe inguinali. Le vene varicose con tale localizzazione portano disagio a una donna durante la gravidanza.

Sintomi delle vene varicose all'inguine

I sintomi delle vene varicose sono quasi gli stessi per qualsiasi posizione. Sono rappresentati da:
Nella fase iniziale, i sintomi della patologia appaiono come segue:

  • una sensazione di pesantezza e pienezza nella regione inguinale;
  • formicolio o intorpidimento durante una seduta prolungata;
  • gonfiore, prurito, bruciore.

Con la progressione della malattia, la manifestazione dei sintomi aumenta:

  • Compaiono “stelle” o intrecci di sottili capillari sotto forma di una maglia;
  • compaiono vene dilatate, contorte e deformate;
  • il colore dei tessuti adiacenti cambia;
  • dolore che si irradia alla regione lombosacrale o alla gamba;
  • sono visibili aree infiammate con pelle iperemica;
  • lungo la vena durante la palpazione si avvertono nodi trombosi compatti;
  • la pelle all'inguine diventa secca, si sente la tensione;
  • il disagio non scompare dopo il riposo.

I sintomi dipendono dalla natura e dallo stadio delle vene varicose. Con l'escalation del processo, le vene varicose possono portare a gravi complicazioni. I sintomi aumentano, il dolore si fa sentire non solo dopo lo sforzo fisico, ma anche in uno stato calmo.

Sensazione di prurito e bruciore all'interno della vena danneggiata. A causa dell'insufficiente afflusso di sangue, l'alimentazione della pelle viene interrotta, la melatonina si deposita nelle cellule danneggiate, macchiando l'epidermide in un colore scuro, a volte si osserva un aumento e una deformazione delle labbra.
Le vene varicose all'inguine, di norma, vengono rilevate da un ginecologo durante l'esame. Tuttavia, il trattamento è prescritto da un terapista vascolare. Per chiarire ulteriormente la diagnosi, sono necessari i risultati di un esame del sangue e degli ultrasuoni. Lo studio è condotto come:

Nel primo caso, le onde ultrasoniche passano attraverso la parete addominale anteriore e nel secondo caso, l'ecografia si verifica quando un trasduttore speciale, un sensore, viene inserito nella vagina.

Questo tipo di ricerca è sicura anche all'inizio della gravidanza e ha grandi capacità diagnostiche rispetto al metodo transaddominale.

Dopo un'analisi dettagliata dei risultati, potrebbero essere necessari ulteriori studi:

  • tomografia computerizzata o risonanza magnetica;
  • Doppler;
  • laparoscopia.

Questi metodi non vengono utilizzati durante la gravidanza, quindi la malattia è così pericolosa durante questo periodo che le condizioni della donna impongono alcune restrizioni sullo svolgimento di procedure diagnostiche e sull'uso di metodi terapeutici.

Secondo i risultati di una serie di studi, il medico sviluppa una strategia di trattamento che tiene conto di tutte le caratteristiche della condizione e delle patologie associate.

Trattamento delle vene varicose dell'inguine

Durante la gravidanza, i metodi chirurgici e l'assunzione di molti gruppi di farmaci sono controindicati. Pertanto, il trattamento delle vene varicose è difficile. Prima di tutto, una donna dovrebbe riconsiderare il suo stile di vita. Deve:

  • mangiare correttamente ed equilibrato;
  • evitare la costipazione;
  • condurre uno stile di vita attivo – camminare all'aria aperta, impegnarsi in un programma medico appositamente progettato per la terapia fisica. Aerobica in acqua, yoga, danza si sono dimostrati validi. Ora ci sono molti programmi progettati per le future mamme;
  • assicurarsi di utilizzare una calzetteria a compressione speciale per le donne in gravidanza. Aiuta a mantenere la parete venosa, la distribuzione della pressione negli organi della piccola pelvi, delle gambe e della cavità addominale;
  • alternare correttamente attività fisica e rilassamento;
  • evitare lo stress.

In alcuni casi, i farmaci non possono essere evitati. Il medico dovrebbe nominare la donna più parsimoniosa e sviluppare un regime di trattamento individuale per le vene varicose all'inguine.
L'industria farmaceutica produce un gran numero di unguenti, creme e gel per il trattamento delle vene varicose.

Nella fase iniziale della malattia, agiscono in modo efficace e possono sia rimuovere i sintomi delle vene varicose sia prevenire l'ulteriore sviluppo della malattia. Durante il periodo di gestazione, è possibile utilizzare fondi basati su componenti naturali. A seconda del principio attivo che fa parte del farmaco, sono divisi in diversi gruppi:

  • i derivati ​​dell'eparina, che hanno un effetto antitrombotico, alleviano l'infiammazione della parete vascolare, normalizzano la permeabilità vascolare. La composizione di molti unguenti comprende sostanze che contribuiscono alla penetrazione profonda dell'eparina nei tessuti, hanno un effetto analgesico e stimolano la circolazione sanguigna locale. Questo gruppo include – Unguento eparina, Dolobene, Epatrombina. Lyoton 1000, trombofobia, trombless. Venolife et al. Questi farmaci interferiscono con l'aggregazione piastrinica, riducendo il rischio di coaguli di sangue. L'eparina favorisce il riassorbimento dei coaguli di sangue esistenti. Creme e gel alleviano il gonfiore, ripristinano la parete vascolare, aumentano il tono delle vene e alleviano le manifestazioni delle vene varicose: prurito, dolore e una sensazione di pienezza, disagio.
  • Prodotti esterni a base di ingredienti a base di erbe (ippocastano, ginkgo biloba, foglie di uva rossa, trifoglio dolce, ecc.) – Venitan, Venen, Troxevasin, Antistax, Escin, Venastat, Ginkor, Dr. Theiss gel, Reparil gel, ecc. Farmaci rafforzare le pareti venose, alleviare il dolore e il gonfiore, migliorare la circolazione sanguigna ai tessuti, avere proprietà anticoagulanti.
  • Le droghe sintetiche non steroidee includono: Dicloren. Voltaren-gel, Diclofenac, Fastum-gel, ecc. Allevia l'infiammazione e previene la formazione di edema, ripara i vasi sanguigni e migliora il flusso sanguigno.

L'uso di uso esterno è necessario in conformità con le istruzioni per il farmaco e come indicato dal medico. Ad alcuni farmaci anche esterni è vietato l'uso in varie fasi della gestazione.

La varicosi all'inguine non è una controindicazione al parto naturale. Solo in casi eccezionali un medico può raccomandare un taglio cesareo.

Dai un'occhiata! Abbiamo preparato per te un video sull'argomento:

Pensi ancora che liberarsi rapidamente delle vene varicose sia difficile?

Lo stadio avanzato della malattia può causare conseguenze irreversibili, come: cancrena, avvelenamento del sangue. Spesso la vita di una persona con uno stadio avanzato può essere salvata solo attraverso l'amputazione di un arto.

In nessun caso dovresti iniziare la malattia!

Raccomandiamo di leggere l'articolo di Viktor Mikhailovich Semenov, capo dell'Istituto di Flebologia del Ministero della Salute della Federazione Russa, dottore in scienze mediche della Russia.

Le vene varicose nelle donne in gravidanza

Probabilmente hai sentito parlare di una malattia come le vene varicose. È associato a persistente dilatazione irreversibile delle vene e di conseguenza una violazione del normale flusso sanguigno. Le vene varicose sono più spesso osservate nella parte inferiore del corpo – sulle gambe, sui genitali, sul bacino. Uno dei fattori favorevoli per l'insorgenza di tali cambiamenti è la gravidanza. Naturalmente, ciò non significa che, essendo rimaste incinte, incontrerai sicuramente questa malattia: solo la metà delle donne nota vene varicose durante la gravidanza. Se una donna ne ha sofferto prima, quindi quando trasporta un bambino, è probabile che la malattia inizi a progredire.

Cause delle vene varicose durante la gravidanza

Le vene varicose durante la gravidanza si sviluppano a causa di cambiamenti nel corpo della donna incinta, della struttura del suo corpo e di un cambiamento nello stile di vita della donna. Ci sono alcuni fattori specifici che provocano la comparsa di questa malattia:

  1. Cambiamenti ormonali Durante la gravidanza, il livello di progesterone, che rilassa i muscoli dell'utero, aumenta, ma ha anche un "effetto collaterale": il rilassamento delle pareti dei vasi sanguigni. Di conseguenza, le vene ascendenti non possono attivamente pompare il sangue, inizia la stagnazione, che contribuisce a una vasodilatazione ancora maggiore – un circolo vizioso!
  2. Aumento della pressione venosa: il sangue nelle donne in gravidanza diventa più fluido. Ciò è necessario per migliorare l'afflusso di sangue al feto. Ma per le vene, questo non è così buono: si verifica la loro espansione persistente.
  3. Rafforzare la formazione di coaguli di sangue – quindi il corpo si prepara al parto in modo che la donna non perda troppo sangue dopo la separazione della placenta. Ma se le vene varicose sono già iniziate, la tendenza alla trombosi peggiorerà solo la situazione.
  4. Diminuzione del livello di attività fisica: le donne in gravidanza spesso preferiscono sdraiarsi piuttosto che eseguire una sorta di ginnastica. Tuttavia, se non ci sono controindicazioni, la ginnastica deve essere fatta! O fare lunghe passeggiate. Tutto ciò migliora la circolazione sanguigna e funge da prevenzione delle vene varicose. Maggiori informazioni sulla ginnastica per le future mamme →
Nanovein  Le vene varicose reticolari degli arti inferiori qual è il trattamento

Tipi di vene varicose durante la gravidanza

A proposito, le vene varicose possono essere di vari tipi. Considera quelli che sono più comuni durante la gravidanza:

  • vene varicose durante la gravidanza all'inguine – la comparsa di vene gonfie all'inguine, una donna si sente "scoppiare" in questa zona;
  • la varicosità uterina durante la gravidanza è il risultato di una predisposizione ereditaria e di un aumento del lavoro delle vene iliache. Può anche verificarsi a causa di processi infiammatori prolungati, aborti, malfunzionamento del ciclo mestruale, ecc.;
  • le vene varicose vaginali durante la gravidanza sono una forma abbastanza comune di malattia, che è particolarmente comune per le donne le cui madri e nonne hanno sofferto di espansione delle vene delle gambe;
  • e, infine, le vene varicose sulle gambe sono la forma più comune di questa malattia.

Trattamento delle vene varicose

Non tutti i metodi usati per trattare le vene varicose possono essere applicati alle donne in una "posizione interessante". Ad esempio, la scleroterapia (iniezione di farmaci speciali) e l'intervento chirurgico – radicali, ma anche i metodi più efficaci – sono strettamente controindicati per le donne in gravidanza. Non dovrebbero essere usati anche se una donna prevede di diventare madre nei prossimi due anni, perché a quel punto difficilmente si potrà evitare una ricaduta della malattia.

Pertanto, gli unici rimedi per le vene varicose durante la gravidanza che sicuramente non danneggeranno né la futura mamma o il bambino indossano biancheria intima a compressione (calze e collant speciali) e vari agenti topici (creme, unguenti). Se parliamo di quest'ultimo, i fondi a base di eparina (gel di Lyoton) ed estratto di ippocastano (farmaci come il Dr. Taiss, Venitan, ecc.) Si sono dimostrati efficaci. Se il medico ti ha raccomandato di indossare calze a compressione o golf, preparati al fatto che dovrai indossarli durante il parto – in questo momento, il rischio di sviluppare trombosi aumenta in modo significativo.

Come avviene la consegna con le vene varicose?

Le vene varicose non sono una controindicazione al portamento e alla nascita di un bambino. Devi solo stare più attento alla tua salute. Il medico suggerirà la prevenzione della trombosi e dell'infiammazione delle vene. Sorge anche la domanda su quale modo dare alla luce – naturalmente o usando il taglio cesareo. Deciderai questo insieme al ginecologo e al flebologo. Se possibile, viene sempre data preferenza al parto naturale. Ma prima di dare alla luce, avrai sicuramente bisogno di indossare calze a compressione o bendare le gambe con bende elastiche per prevenire il riflusso del sangue durante il travaglio.

Le vene varicose passano dopo il parto?

A proposito, molti sono interessati: se durante la gravidanza il medico ha diagnosticato "vene varicose", quindi cosa aspettarsi dopo il parto – recupero o, al contrario, esacerbazione della situazione? Nessuno ti darà una risposta chiara a questa domanda, nemmeno il medico curante. Tutto dipende dalle caratteristiche del tuo corpo. Alcune donne dopo il parto dimenticano cosa sono le vene varicose (almeno per un po '), mentre altre continuano a soffrire e cercano modi per risolvere questo problema. Quindi, come vengono trattate le vene varicose dopo il parto?

Ad oggi, la medicina può offrire 2 modi per trattare le vene varicose: conservativa – con l'aiuto di farmaci e chirurgia – attraverso l'intervento chirurgico.

Dopo il parto, le donne spesso sviluppano, oltre alle vene varicose, tromboflebite venosa, infiammazione delle pareti delle vene, trombosi venosa. I sintomi sono generalmente gli stessi: tensione venosa, dolore durante la palpazione, arrossamento della pelle sulla zona interessata del corpo, fino ad un aumento della temperatura. Se osservi tutti questi spiacevoli fenomeni a casa, consulta urgentemente un medico e preparati al fatto che ti nominerà in ospedale.

Ora hai bisogno di riposo a letto e la maggior parte delle volte le gambe dovrebbero essere sollevate. Se parliamo di trattamento farmacologico in questo periodo, in questi casi vengono solitamente prescritti sulfanilamidi, antibiotici, farmaci antinfiammatori e, se necessario, antidolorifici. A volte i medici combattono il problema con l'aiuto di coagulanti, farmaci che prevengono la coagulazione del sangue. C'è una caratteristica: possono essere assunti non prima di 3 giorni dopo la nascita per evitare sanguinamenti uterini.

Prevenzione delle vene varicose durante la gravidanza

Come al solito, prevenire una malattia è molto più facile che curarla. Pertanto, ogni donna deve conoscere le misure preventive per le vene varicose durante la gravidanza, indipendentemente dal fatto che abbia una predisposizione a questa malattia.

Se né tu né i tuoi parenti avete mai riscontrato un tale problema, non passate tutto il giorno in piedi e non avete un peso in eccesso – la prevenzione delle vene varicose non sarà difficile. Se tutti questi fattori "aggravanti" sono evidenti, è necessario ricorrere alle misure preventive con doppio zelo: questo dà davvero ottimi risultati.

A proposito, ricorda che ogni successiva gravidanza aumenta il rischio di insorgenza e sviluppo di vene varicose.

Se noti che "noduli" venosi gonfi sono comparsi sulle gambe (anche di dimensioni molto ridotte), vai da un flebologo o un chirurgo: il medico ti osserverà per tutta la gravidanza e per un po 'di tempo dopo il parto.

Come evitare le vene varicose durante la gravidanza

Lascia che lunghe passeggiate (almeno 2 ore) in città diventino la tua abitudine quotidiana. Questo è un buon riscaldamento per i muscoli del polpaccio e la circolazione sanguigna quando si cammina migliora significativamente. È solo nel caldo, è meglio rimanere a casa.

Un'altra grande opzione è il nuoto: questa è sia attività fisica che una sorta di massaggio con acqua. È anche utile perché ha un effetto benefico sulla colonna vertebrale che, man mano che la pancia cresce, sperimenta sempre più stress.

Inoltre, una doccia di contrasto ti sarà utile, solo la differenza di temperatura non dovrebbe essere troppo grande, altrimenti potresti sentirti male (non a causa delle vene varicose, ma semplicemente a causa della "situazione interessante"). Lasciati guidare dai tuoi sentimenti.

Presta attenzione alla scelta delle scarpe. Niente tacchi alti! Se tacco, quindi basso (non più di 3-5 cm) e stabile. Non dovrebbe avere elastici, lacci e stringhe, stringere e stringere la gamba – questo interrompe la circolazione sanguigna. Lo stesso vale per i calzini aderenti.

Durante il giorno, cerca di sdraiarti periodicamente per 15-20 minuti con le gambe sollevate. Hai visto nei film gli americani seduti con i piedi sul tavolo? Lo consideriamo inaccettabile, ma che grande profilassi per le vene varicose! Certo, non è necessario gettare le gambe sul tavolo, ma sul morbido cuscino – tutto qui.

Impara a dormire solo sul lato sinistro: questo facilita la pressione dell'utero sulla vena, che è sulla destra, e riduce la pressione venosa nelle gambe. Prova a mettere un piccolo cuscino sotto lo stomaco, è molto conveniente.

Per prevenire le vene varicose durante la gravidanza e solo per sentirsi bene, cerca di assegnare durante il giorno il tempo che trascorri in posizione seduta-sdraiata-sdraiata. Gli estremi sono inaccettabili: non dovresti andare allo sfinimento o sdraiarti sul divano per 10 ore di fila.

Non sedersi con le gambe incrociate, specialmente su un sedile basso.

Regola la tua dieta. In primo luogo, è importante normalizzare il funzionamento dell'intestino e, in secondo luogo, una dieta speciale, che discuteremo di seguito, ha un effetto benefico sullo stato delle vene.

Dieta per le vene varicose

Presta attenzione al liquido: dovrebbe essere molto. Quest'acqua, i succhi, le zuppe e le verdure contengono molta acqua (i cetrioli, per esempio, ne contengono il 97%). Il succo d'uva rossa è estremamente utile per te: mezzo bicchiere al giorno ridurrà l'attività piastrinica del 75%.

Mirtilli, mirtilli rossi, sedano, cipolle, aglio, kiwi, ciliegia, pomodori riducono la coagulazione del sangue.

E hai anche bisogno di iodio per ridurre la viscosità del sangue e aumentare l'elasticità delle pareti dei vasi sanguigni. Si trova nei frutti di mare (in particolare, alghe) e sale iodato.

Le vene varicose durante la gravidanza non sono così spaventose se sai cosa fare e non ti preoccupare di nuovo. Segui questi consigli e non ammalarti!

Lagranmasade Italia