Le conseguenze delle vene varicose o ciò che attende il paziente con un trattamento prematuro

Molte persone classificano erroneamente le vene varicose come comuni problemi estetici. E così vanno a trattarla in un ufficio di cosmetologia, che non solo non è vero, ma può anche portare a pericolose conseguenze delle vene varicose: gravi complicazioni.

Le conseguenze della rimozione delle vene con le vene varicose sono di nuovo belle e sottili gambe che non sono imbarazzanti da mostrare agli altri.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Le conseguenze delle vene varicose, che in futuro riguardano ogni paziente

Se le vene varicose non sono prevenute in presenza di fattori di rischio per il suo sviluppo o una predisposizione genetica, e anche se le vene varicose esistenti non sono trattate, alla fine questo porterà a:

  • Sindrome Varicosa
  • CVI
  • Eczema, dermatite
  • Trombosi, tromboflebite
  • Ulcera trofica

La sindrome varicosa è una manifestazione esterna della patologia venosa sotto forma di nodi venosi, vene dilatate e teleangectasie. In questo caso, il paziente è costretto a rivolgersi a un flebologo proprio con vene gonfie e sinuose visivamente evidenti. Ma in una situazione del genere, le vene profonde sono spesso già colpite. Esistono anche opzioni per le vene varicose isolate: la forma del gambo, quando le vene sono nascoste sotto il tessuto adiposo ed è impossibile rilevarle senza un esame speciale. Pertanto, la diagnostica viene eseguita oggi utilizzando la scansione duplex, che elimina possibili varianti atipiche dello sviluppo delle vene varicose.

Nanovein  Esercizi per la trombosi venosa profonda degli arti inferiori

CVI – insufficienza venosa cronica, che si manifesta con difficoltà nel deflusso del sangue venoso. All'inizio, il paziente nota la formazione di singoli noduli di vene varicose, che non lo disturbano particolarmente, ad eccezione del dolore raro. In futuro, il loro numero aumenta e la patologia progredisce lentamente. Le previsioni peggiorano se le vene varicose sono state osservate per la prima volta sotto il ginocchio. Se non vengono prese misure terapeutiche, la malattia passerà gradualmente al terzo stadio. Con esso, si nota un edema costante, un cambiamento e un inasprimento della pelle, una pronunciata sensazione di pesantezza alle gambe.

La tromboflebite è un'infiammazione della parete venosa nel lume di cui si formano i coaguli di sangue. La frequenza di insorgenza nei pazienti con vene varicose raggiunge il 25%. Il suo aspetto è facilitato da un flusso sanguigno patologico nelle vene varicose. Tali condizioni, combinate con un aumento della coagulazione del sangue a causa di traumi, gravidanza, surriscaldamento, ipotermia, ecc. può causare trombosi. Tale complicazione è estremamente pericolosa per la vita del paziente, poiché può causare tromboembolia polmonare, che è spesso fatale.

Un'ulcera trofica è una ferita che si sviluppa più spesso nella zona dello stinco e tende a non guarire a lungo. Si verifica sullo sfondo di una grave violazione del deflusso del sangue venoso, sia nelle vene superficiali che profonde. Con patologie venose, si verifica nel 20% dei pazienti. Ciò significa che ogni quinto paziente con vene varicose nel nostro paese, con un trattamento prematuro, prima o poi sviluppa un'ulcera trofica.

Le conseguenze della rimozione delle vene durante la chirurgia mini-invasiva

I flebologi del City Center for Laser Surgery non hanno utilizzato i metodi classici e, soprattutto, piuttosto traumatici per il trattamento delle vene varicose. Oggi, quando si sceglie una terapia per ciascun paziente, si basano su dati sulla lunghezza e sul diametro delle vene varicose e sulla presenza di secrezione venosa patologica. Non è necessario rimuovere tutte le vene safene. Vengono eliminati solo i tronchi varicosi e i loro affluenti, in cui predomina il movimento patologico del sangue. Pertanto, è possibile mantenere le normali vene fisiologicamente funzionanti che soddisfano pienamente la funzione del deflusso venoso.

Nanovein  La gamba di Vienna fa male cosa fare

Dopo aver condotto procedure meno traumatiche per la rimozione delle vene varicose, come la scleroterapia con CO2, l'ablazione laser, l'obliterazione con radiofrequenza, il paziente può tornare a casa lo stesso giorno, perché non comportano ricovero in ospedale, anestesia, incisioni della pelle, che sono le porte d'ingresso per l'infezione nel periodo postoperatorio, riabilitazione prolungata e cicatrici. Tutto ciò che è richiesto al paziente è l'implementazione rigorosa di tutte le raccomandazioni del flebologo, che si riduce principalmente all'indossare biancheria intima a compressione, alla deambulazione e all'assunzione di determinati farmaci. Di conseguenza, le conseguenze della rimozione delle vene per il paziente sono un completo recupero.

Grazie alle tecnologie innovative utilizzate nel centro, per tutti i suoi pazienti, le conseguenze della rimozione delle vene sono un ritorno al loro solito stile di vita e l'eliminazione della diagnosi delle vene varicose.

Nuove tecnologie nel trattamento delle vene varicose

Lagranmasade Italia