Le api trattano le vene varicose

Le vene varicose sono una patologia abbastanza comune nel lavoro della parte venosa del sistema circolatorio del corpo umano. Secondo varie fonti, circa il 30% della popolazione mondiale deve affrontare questa violazione.

La principale manifestazione delle vene varicose progressive è l'espansione dei vasi venosi. Nella fase iniziale dello sviluppo della malattia, praticamente non si manifesta in alcun modo.

Molto spesso, le donne considerano l'aspetto dei vasi varicosi come un problema estetico e cercano di mascherarlo usando le opzioni di abbigliamento dei pantaloni nel guardaroba.

Ignorare il disturbo nel tempo porta allo sviluppo di gravi complicanze nel corpo che possono non solo richiedere un trattamento chirurgico, ma anche minacciare la vita di una persona.

Va notato che un adeguato trattamento tempestivo avviato evita complicazioni e stabilizza il corpo, prevenendo gravi conseguenze per l'uomo

Uno dei metodi di trattamento è l'uso dell'apiterapia. Il trattamento delle vene varicose con le api consente al paziente non solo di liberarsi dei sintomi caratteristici della patologia, ma anche dalla necessità di un intervento chirurgico per correggere i processi di circolazione venosa.

In questo caso possiamo affermare che l'apiterapia e le vene varicose sono inestricabili, poiché ci sono casi in cui la medicina ufficiale utilizza la chirurgia per correggere la circolazione venosa e il trattamento delle vene varicose con punture di api migliora le condizioni del paziente e si rifiuta di eseguire un intervento chirurgico.

L'uso dell'apiterapia per le vene varicose comporta l'uso non solo di punture di api, ma anche di prodotti apistici nel processo di trattamento.

I principali prodotti utilizzati durante la terapia sono i seguenti:

  • miele;
  • polline di fiori;
  • pappa reale;
  • propoli;
  • morte delle api;
  • cera;
  • ambrosia;
  • veleno d'api.

Tutti questi prodotti sono ampiamente utilizzati per la fabbricazione di unguenti, tinture e una varietà di compresse.

I preparati medicinali sono usati in combinazione con la puntura d'ape. Per il suo effetto sul corpo umano, il veleno d'api non ha analoghi in natura.

L'uso di questo complesso naturale di composti ha un effetto positivo sulla maggior parte dei sistemi corporei e aumenta l'efficienza del sistema immunitario umano.

L'apiterapia per le vene varicose dà risultati eccellenti. Il trattamento delle vene varicose nelle gambe con le api consente di normalizzare lo stato del sistema vascolare degli arti inferiori. Penetrando nel corpo, il veleno d'api agisce come il catalizzatore più forte e promuove l'attivazione della maggior parte dei processi fisiologici.

Per il trattamento delle vene varicose con punture di api, sono stati sviluppati tavoli speciali. L'uso di regimi di trattamento preconfezionati per le vene varicose consente di accelerare il recupero del paziente, ottenendo nel contempo il risultato più positivo durante il corso del trattamento.

Che dire di questo articolo:

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

I benefici del veleno d'api per il corpo

I metodi di trattamento apiterapico consentono, se utilizzati correttamente, offrono l'opportunità di migliorare significativamente il funzionamento di tutti i sistemi garantendo il normale funzionamento.

Il veleno d'api è un composto chimicamente complesso. Il complesso contiene più di 50 diversi componenti, ma la base del complesso sono i peptidi.

Diverse forme di composti appartenenti a questo gruppo di sostanze possono anestetizzare più efficacemente degli oppiacei per tonificare il sistema nervoso e stabilizzare il funzionamento del sistema cardiaco e vascolare.

Uno dei vantaggi del veleno d'api è la sua naturalezza e l'origine naturale al cento per cento di tutti i suoi componenti.

A differenza della maggior parte delle droghe sintetiche, il veleno d'api non provoca effetti collaterali nel corpo.

L'uso del veleno d'api nel trattamento delle vene varicose consente di migliorare la salute del paziente grazie alla capacità dei componenti del veleno di influenzare la causa dello sviluppo della patologia e non la conseguenza. Nel processo di trattamento delle vene varicose, i componenti del veleno agiscono direttamente sul sistema cardiovascolare e sul sistema sanguigno. I componenti hanno un effetto positivo sul funzionamento degli organi ematopoietici, che aiuta a migliorare la composizione del sangue, inoltre, i peptidi introdotti nel corpo con una puntura d'ape possono rafforzare la parete vascolare. Questo effetto dei composti consente di utilizzare l'apiterapia non solo per il trattamento delle vene varicose, ma anche per altre gravi patologie nel lavoro del sistema vascolare, anche quando vengono rilevate in uno stato avanzato.

Quando si applica il trattamento con l'apiterapia, soprattutto a casa, è necessario prestare estrema attenzione. È necessaria cautela per non danneggiare il corpo del paziente.

Prima di usare le api per il trattamento delle vene varicose, è necessario soddisfare una condizione: studiare quali indicazioni e controindicazioni esistono per l'uso dell'apiterapia.

Indicazioni e controindicazioni per l'uso dell'apiterapia

Quando si tratta con punture di api, la puntura di insetto viene inviata direttamente al nodo venoso formato nell'area in cui si avverte il dolore maggiore. Una volta nel tessuto sottocutaneo, il veleno d'api penetra nell'area interessata dalle vene varicose. Il paziente subito dopo la penetrazione del complesso di composti dalla puntura di un'ape sperimenta sollievo. I composti somministrati con una puntura d'ape contribuiscono all'espansione dei capillari. Dopo una puntura d'ape, il deflusso del sangue venoso migliora, il che consente di eliminare il dolore causato dai nodi formati sui vasi venosi.

Nel complesso di composti introdotti da un'ape durante un morso, è stata rivelata la presenza di un componente unico, l'irudina. È questo componente che aiuta a dissolvere i coaguli di sangue. Hirudin attiva i processi che assicurano la circolazione venosa e arteriosa. Di solito, per un paziente con vene varicose, è sufficiente migliorare le condizioni di diverse procedure per il reimpianto sulla zona interessata delle api per i morsi.

Nel corso del trattamento con le api nel paziente, i nodi venosi scompaiono dalla superficie del corpo e la pelle acquisisce un aspetto attraente naturale, allo stesso tempo, l'intensità del dolore diminuisce.

Se è necessario rimuovere la rete varicosa, sarà richiesto un ciclo di trattamento più lungo. Ma questo difetto della pelle è soggetto a metodi di apiterapia.

Quando si rilevano le vene varicose, si dovrebbe ricordare che questa malattia è più facile da correggere quando si conducono misure terapeutiche nella fase iniziale della progressione.

Esistono numerosi fattori in cui i metodi di apiterapia non devono essere utilizzati. Quando si tratta con le api, deve essere presa in considerazione l'eventuale presenza di controindicazioni.

Le principali controindicazioni all'uso dell'apiterapia nel trattamento delle vene varicose sono:

  1. La presenza di allergie alle punture di insetti.
  2. Il periodo in cui nasce un figlio.
  3. Il periodo di alimentazione del bambino con il latte materno.
  4. La presenza di cancro.
  5. La presenza di malattie infettive.
  6. Rilevazione della tubercolosi in un paziente.

Inoltre, l'apiterapia non deve essere utilizzata in presenza di una temperatura corporea elevata, poiché un tale sintomo può indicare la presenza di un processo infettivo nel corpo.

La presenza del diabete di tipo XNUMX nel paziente proibisce completamente l'uso delle api per il trattamento delle vene varicose, ma la presenza del diabete di tipo XNUMX non è una controindicazione alla procedura di apiterapia.

Una chiara controindicazione al trattamento con questo metodo è la presenza di gravi disordini funzionali nei reni e nel fegato.

Prestare particolare attenzione quando si conducono procedure nel trattamento di bambini di età inferiore a 14 anni. Tale cautela è necessaria a causa del fatto che il sistema immunitario del corpo fino a questa età non è ancora completamente formato.

In assenza di emergenza, è necessario astenersi dall'apiterapia durante l'infanzia.

Dove essere trattati?

Il trattamento e la prevenzione delle vene varicose con l'aiuto delle api devono essere effettuati solo sotto la supervisione di uno specialista certificato. La maggior parte delle recensioni dei pazienti sul trattamento utilizzato sono positive, ma non si dovrebbe ricorrere a servizi non specialistici durante l'esecuzione delle procedure. Dal momento che ciò può comportare conseguenze impreviste per il corpo del paziente.

Un esempio potrebbe essere, ad esempio, il verificarsi di una forte reazione allergica ai componenti di un veleno d'api in un paziente, in cui è improbabile che un laico sia in grado di fornire cure di rianimazione qualificate.

Qualsiasi specialista competente inizia il trattamento con un test biologico per la tolleranza del paziente dei componenti del veleno d'api.

I test biologici vengono eseguiti in due fasi. Nella prima fase, un insetto viene posizionato sulla regione lombosacrale. Dopo un morso, la puntura viene immediatamente rimossa e le condizioni del corpo del paziente vengono monitorate. Con una normale reazione del corpo umano a un morso, il secondo stadio del test biologico viene eseguito il secondo giorno. Il secondo stadio differisce dal primo in quanto la puntura d'ape dopo il morso viene rimossa un minuto dopo la penetrazione nella pelle.

Se si verifica arrossamento nell'area del reimpianto delle api o della formazione di gonfiore, non è consigliabile correre rischi e l'uso di api per il trattamento delle vene varicose deve essere scartato.

Come trattare le vene varicose con le api è descritto nel video in questo articolo.

Apiterapia per le vene varicose

I primi riferimenti documentati all'uso dei prodotti delle api per scopi medicinali risalgono al Paleolitico. Ippocrate, Tolomeo, Aristotele usavano il miele nelle loro ricette. Dioscoride raccomandava di curare le ferite con il miele, Galeno usava il miele e il veleno d'api nel trattamento di una serie di malattie, Ippocrate trattava le persone con punture di api.

Nanovein  Crema fai-da-te per le vene varicose

Nel Medioevo, "monache mediche" venivano organizzate nei monasteri della Russia, dove i monaci venivano trattati con prodotti per l'apicoltura. La prima metà del XX secolo fu caratterizzata dallo studio e dalla giustificazione scientifica del trattamento di varie malattie con punture di api. E nel 1959, il Ministero della Salute dell'URSS approvò le "Istruzioni per l'uso dell'apiterapia mediante rimozione delle api", che legalmente approvavano il trattamento delle vene varicose con le api come metodo di terapia.

Apiterapia: l'uso terapeutico di vari prodotti dell'apicoltura: miele, propoli, veleno d'api, cera, ecc. Se fino a poco tempo fa l'apiterapia era considerata un metodo di medicina tradizionale, ora molte aziende farmaceutiche usano i prodotti dell'apicoltura nella creazione di medicinali.

L'apiterapia è utilizzata nel trattamento di:

  1. vene varicose;
  2. endarterite cancellante;
  3. tromboflebite dei vasi delle gambe, ecc.

L'efficacia del trattamento con i prodotti delle api è dovuta alla loro composizione unica, che non può essere pienamente riprodotta anche con il moderno sviluppo della scienza farmaceutica. L'apiterapia delle vene varicose comporta principalmente l'attivazione dell'immunità.

Il rispetto della dieta, la pulizia del corpo e un ragionevole esercizio fisico sottolinea l'effetto dell'apiterapia. Il veleno d'api (apitossina) e la pappa reale sono i più forti stimolanti biogenici e, se il dosaggio non viene seguito, così come le regole d'uso, possono causare non solo avvelenamento, ma anche morte. Le vene varicose sono una malattia complessa, quindi è impossibile sostituire il trattamento solo con l'apiterapia, tuttavia, con l'uso competente e adeguato delle api, i metodi tradizionali sono molto più efficaci.

Trattamento per punture di api varicose

Il trattamento per le vene varicose con punture di api si chiama terapia con apitossina. La composizione dell'apitossina è molto complessa. La sua attività è dovuta all'evoluzione degli elementi bioattivi. Ogni componente del veleno agisce selettivamente e insieme si trovano in una dipendenza sinergica, migliorando le proprietà reciproche.

Con le vene varicose, veleno d'api:

  • ha un effetto antimicrobico e antiossidante;
  • dilata i vasi sanguigni, comprese le vene degli arti inferiori;
  • riduce il dolore e i crampi dei muscoli del polpaccio;
  • cambia le proprietà reologiche del sangue (diluisce);
  • agisce sull'attività piastrinica, previene la trombosi;
  • stimola l'afflusso di sangue ai tessuti e il flusso sanguigno;
  • accelera il metabolismo;
  • rende decongestionante, ipoallergenico, risolvente, ecc.

Al fine di curare le vene varicose, il metodo di Kuzmina K.A. o Stoimer-Mladenov. Un'ape viene applicata ai punti bioattivi o sopra i nodi varicosi. Tenendo l'insetto con una pinzetta per il seno, l'apiterapista preme l'addome sulla pelle del paziente.

Le punture d'ape e con movimenti ritmici promuovono la puntura all'interno della pelle. I muscoli della puntura si contraggono anche dopo che si sono separati dall'insetto, quindi il medico rimuove la puntura a seconda del tempo della sessione. In primo luogo, eseguono un morso di un'ape e la puntura viene solitamente rimossa dopo 1-2 minuti. Questo è un test di tolleranza all'apitossina. Il paziente deve passare l'urina e il sangue per l'analisi, se non vengono rilevate anomalie, il trattamento può iniziare.

I metodi sono caratterizzati dal tasso di aumento – ogni giorno la dose viene aumentata di due api e portata a 9 al giorno (metodo Stoimer Mladenova) oppure viene aumentata giornalmente di 3 api e così via a 30 (metodo Kuzmina). Il medico determina non solo i luoghi dei morsi, il tempo di esposizione, ma anche il numero di api, a seconda delle condizioni generali, dell'età e dello stadio della malattia. Se necessario, il medico regola il numero di morsi.

La reazione iniziale sotto forma di edema, iperemia e bruciore passa nel tempo e il corpo smette di rispondere così fortemente alle punture delle api. La comparsa di questi sintomi è dovuta alla proteina melitina, che fa parte dell'apitossina. La melitina contribuisce anche all'espansione dei vasi sanguigni.

Incluso anche nel veleno:

  • la metionina ha un effetto protirubico;
  • l'istidina migliora la composizione del sangue – aumenta l'emoglobina e ha proprietà riparative;
  • acetilcolina e istamina hanno un effetto vasodilatatore;
  • la ialuronidasi aumenta la permeabilità delle pareti dei vasi sanguigni e la penetrazione profonda di elementi velenosi, ecc.

La terapia con apitossina deve essere eseguita solo in centri speciali in cui uno specialista esperto prescriverà un corso individuale di trattamento e terrà conto di tutti i possibili rischi. Ad esempio, la complicazione delle vene varicose con patologie concomitanti in cui le api sono controindicate è controindicata:

  • malattie infettive nella fase acuta;
  • neoplasie;
  • patologia dell'ematopoiesi;
  • gravi malattie sistemiche;
  • la gravidanza;
  • età fino a 5 anni;
  • patologia mentale;
  • malattie a trasmissione sessuale, ecc.

Con tromboflebite e vene varicose, il numero di api per sessione non deve superare 7-11 per sessione e nel trattamento delle ulcere trofiche – 5-9 alla volta e le punture delle api a una distanza di 5 cm dal bordo dell'ulcera. Durante la sessione di trattamento, puoi usare 6-9 api.

Nel trattamento delle vene varicose con veleno d'api, si possono osservare effetti collaterali sotto forma di:

  • forte arrossamento e gonfiore;
  • calo o aumento della pressione sanguigna;
  • aumento o diminuzione della temperatura corporea;
  • tachicardia o aritmie;
  • mancanza di respiro
  • manifestazioni dispeptiche;
  • sintomi febbrili;
  • esacerbazione di malattie concomitanti, ecc.

Inoltre, il trattamento delle vene varicose è preceduto dall'attivazione della terapia con apitossina. Con questo metodo, il corpo è "abituato" agli effetti del veleno, aumentando gradualmente la dose e il tempo di esposizione se non vi è alcuna reazione pronunciata del corpo. In caso di una reazione non specifica, la dose viene ripetuta fino a quando il corpo non "accende" il meccanismo di adattamento. In questo caso, le api vengono posizionate nella zona lombare. Dopo aver rimosso la puntura dell'ape, il sito di esposizione all'apitossina viene imbrattato con una crema che forma un film sulla superficie dell'epidermide. Quindi l'azione è estesa.

La puntura delle api ha un effetto di agopuntura, quindi anche il trattamento delle api è riflessologia. L'uso di altri prodotti delle api aumenta l'efficacia del metodo.

Trattamento per le vene varicose con api morte

Un altro metodo efficace di apiterapia nel trattamento delle vene varicose è il trattamento della tintura delle api morte. Le api contengono tutti gli oligoelementi, i minerali, le vitamine che sono ricchi di miele, cera e propoli. Anche le api morte possono curare molte malattie. La composizione unica della copertura delle api comprende melanina, glucosamina, eparoidi e veleno d'api.

Il complesso chitosano-melanina fornisce:

  • angioprotektornoe;
  • immunomodulante;
  • antimicrobico e antivirale;
  • effetti anti-infiammatori e antiossidanti.

L'eparina e gli eparinoidi aiutano: · alleviare l'infiammazione;

  • normalizzazione della pressione sanguigna;
  • migliorare l'emocromo;
  • rafforzamento vascolare e ripristino della funzione del sistema valvolare;
  • stimolazione della formazione del sangue e microcircolazione;
  • equilibrio del sistema di coagulazione del sangue;
  • ridurre la gravità dei sintomi delle vene varicose, ecc.

La morbilità delle api con le vene varicose ha lo stesso effetto terapeutico del veleno d'api. Il trattamento con le api morbose viene utilizzato quando ci sono effetti collaterali da punture di api o controindicazioni ad esso, poiché con la stessa efficacia, l'epidina eparina non consente lo sviluppo di manifestazioni patologiche.

Il grasso delle api supera persino l'olio di pesce per attività e valore biologici. Stimola la sintesi di eicosanoidi – sostanze che svolgono un ruolo significativo in molti processi fisiologici.

Con le vene varicose, esse:

  • alleviare l'infiammazione;
  • fermare il dolore;
  • normalizzare la circolazione sanguigna;
  • hanno proprietà riparative;
  • aumentare le funzioni di barriera del corpo.

L'efficacia del trattamento delle vene varicose con la morte delle api può essere migliorata da erbe medicinali, prodotti apistici, succhi di verdura e oli vegetali.

Le api morte possono essere assunte per via orale sotto forma di polvere o tintura in acqua e alcool. Dalla polvere di api, unguenti, linimenti, infusi di olio per macinare vengono prodotti o miscelati con miele per applicazioni.

Quando si tratta di pungiglione delle api, la morbilità attenua le reazioni allergiche, rafforza e prolunga l'effetto, ammorbidisce l'effetto del veleno e normalizza le condizioni generali. Le medicine delle api morte non hanno effetti collaterali sul corpo, non hanno controindicazioni e sono uno dei più potenti stimolanti biogenici.

Trattamento delle vene varicose

La cera d'api per le vene varicose è utilizzata per la preparazione di creme e unguenti, sono particolarmente utili i tappi di cera zabrus con cui le api sigillano i favi. Contiene polline, propoli, secrezione delle ghiandole salivari, miele e pane d'api.

Zabrus con vene varicose:

  • ha un effetto battericida e antimicrobico;
  • allevia il gonfiore e l'infiammazione;
  • possiede proprietà immunostimolanti;
  • riduce le manifestazioni allergiche;
  • ha un effetto rigenerativo;
  • esibisce un effetto analgesico;
  • stimola i processi metabolici;
  • allevia gli spasmi muscolari, ecc.

Zabrus è ricco di vitamine e minerali, acidi ed enzimi, quindi è necessario coordinarne l'uso con il medico. Una vecchia ricetta per unguento per le vene varicose comprende zabrus, sottopestilenza delle api, succo di castagna e fiori di acacia bianca, grasso interno fuso, miele e propoli. Un unguento fa un leggero massaggio ai piedi, impone applicazioni. Per aumentare l'efficacia del trattamento, si masticano, quindi ha un effetto sistemico.

Trattamento delle vene varicose

Perga, o come gli apicoltori lo chiamano "pane delle api", è il polline di fiori che le api depongono sui loro favi, ram e riempiono di miele. In un nido d'ape sigillato, il polline subisce fermentazione e fermentazione dell'acido lattico, è arricchito con componenti di miele e, di conseguenza, appare un prezioso medicinale che ringiovanisce il corpo, normalizza l'omeostasi, tratta molte malattie, tra cui le vene varicose, migliora l'immunità, tonifica il corpo e prolunga la vita attiva.

Perga è usato sia nella sua forma naturale per somministrazione orale, sia come parte di unguenti. Per sconfiggere le vene varicose, è sufficiente sciogliere 1/3 cucchiaino di manzo.

Viene consumato mescolando con il miele, il che migliora solo l'effetto di questi prodotti. Purga solo in casi molto rari provoca allergie.

Una controindicazione alla terapia per le vene varicose è:

  • patologia della coagulazione;
  • malattie oncologiche nell'ultima fase;
  • disordini metabolici;
  • malattie endocrine.

La dose giornaliera per un adulto è ½ cucchiaino, che deve essere divisa in 2-3 dosi. Il corso del trattamento non dura 30 giorni, dopo i quali è necessario fare una pausa per 7-10 giorni e ripetere il corso del trattamento.
Nell'unguento, il pane d'api viene deposto con miele, senza riscaldarlo, poiché le sue proprietà curative diminuiscono con l'aumentare della temperatura.

L'apiterapia per le vene varicose è efficace in qualsiasi fase dello sviluppo della malattia, è solo necessario osservare rigorosamente la dose e consultare un medico.

Pensi ancora che liberarsi rapidamente delle vene varicose sia difficile?

Lo stadio avanzato della malattia può causare conseguenze irreversibili, come: cancrena, avvelenamento del sangue. Spesso la vita di una persona con uno stadio avanzato può essere salvata solo attraverso l'amputazione di un arto.

In nessun caso dovresti iniziare la malattia!

Raccomandiamo di leggere l'articolo di Viktor Mikhailovich Semenov, capo dell'Istituto di Flebologia del Ministero della Salute della Federazione Russa, dottore in scienze mediche della Russia.

Nanovein  Le vene varicose del collo

Come trattare il veleno d'api varicoso e altri mezzi di apiterapia?

La diagnosi precoce delle vene varicose consente di ricorrere a metodi alternativi di trattamento prima dell'intervento chirurgico. L'azione curativa nella lotta contro le reti venose sulle gambe è esercitata dai prodotti vitali delle api. Prima di iniziare il trattamento delle vene varicose con le api, è necessario acquisire familiarità con le proprietà benefiche di questo rimedio e controindicazioni per il suo uso.

Metodi per il trattamento delle vene varicose con le api

Uno dei metodi più singolari della medicina tradizionale nella lotta contro le vene varicose è l'apiterapia, il trattamento con punture di api. L'apiterapia aiuta a migliorare la circolazione sanguigna nel corpo, e specialmente nell'area interessata delle vene varicose – sulle gambe.

Esistono due opzioni di trattamento per le vene varicose delle api:

  • esposizione diretta alle api con l'uomo – procedura di puntura d'ape;
  • l'uso di prodotti delle api in varie forme (sottopopolazione di api, propoli, miele, pappa reale).

Tutte le sostanze secrete dalle api e trasformate in un prodotto o nell'altro contengono una grande quantità di sostanze curative e vitamine. Un effetto così complesso aiuta l'organismo:

  • alleviare gli spasmi dei vasi sanguigni;
  • accelerare la circolazione sanguigna;
  • ridurre la coagulazione del sangue e rimuovere il dolore.

Veleno d'api

Nei tempi antichi, in Russia, i monaci trattavano le persone con le api e negli anni '50 del XNUMX ° secolo il Ministero della Salute dell'URSS stabilì il metodo terapeutico dell'apiterapia usando la rimozione delle api a livello legislativo. La composizione dei prodotti delle api e del veleno non può essere riprodotta nei laboratori. Questo strumento unico influenza i meccanismi di ripristino e rafforzamento dell'immunità.

Opzioni terapeutiche

Esistono diverse opzioni per ottenere il veleno d'api nel corpo del paziente:

  • punture di api in vivo;
  • somministrazione sottocutanea di farmaci contenenti veleno di ape apitossina;
  • l'uso di unguenti con veleno d'api nella composizione;
  • iniezione sottocutanea di veleno mediante elettricità chiamata "ionoforesi";
  • assunzione di veleno d'api tablet.

Con uno qualsiasi dei modi di interagire con il veleno d'api, si esercita un effetto antimicrobico sul corpo, i vasi sanguigni si espandono, il dolore scompare gradualmente, il sangue si liquefa. In assenza di un'allergia agli oligoelementi del veleno, si ottiene un effetto decongestionante e risolutivo sul corpo, le attuali reazioni allergiche vengono indebolite e il metabolismo viene accelerato.

Brevemente sul processo di puntura d'ape

Non è necessario pensare che una persona trafigge con una puntura molte api. Tutto accade in un modo completamente diverso. Il medico posiziona attentamente l'ape presa con una pinzetta nei punti sopra i nodi varicosi, preme leggermente l'addome dell'insetto – e l'ape rilascia la puntura sotto la pelle. Nella prima sessione, fanno 1 morso e dopo 10 secondi la puntura viene rimossa. La procedura viene ripetuta il giorno successivo, ma la puntura è stata mantenuta per 1 minuto (se l'ultima volta non sono state osservate reazioni allergiche).

Con un'adeguata reazione del corpo a tale terapia, la puntura viene lasciata per un massimo di 5 minuti e le ferite vengono trattate dopo aver rimosso la puntura. Il paziente riposa per mezz'ora dopo la procedura.

A seconda della metodologia di trattamento, è possibile prescrivere fino a 10 punture di api al giorno (ogni procedura è aumentata di 2 api) o fino a 30 punture di api (ogni volta vengono aggiunte 3 api). Un medico esperto deve selezionare individualmente il corso del trattamento e il numero di morsi, monitorare le condizioni del paziente con l'aiuto di test e il monitoraggio del benessere. Ecco perché il trattamento dovrebbe aver luogo in centri medici specializzati sotto la supervisione di un medico esperto.

Guarda un video che parla delle proprietà del veleno d'api con le vene varicose e dimostra la stessa procedura di puntura d'ape:

La reazione del corpo alle punture d'ape

Non aver paura di gonfiore, urti terribili dopo morsi e gambe sfigurate. Tutti i segni esterni di una puntura d'ape sono pronunciati solo durante la prima procedura. Successivamente, il gonfiore è più veloce, la combustione diventa meno evidente.

Con lo stadio avanzato delle vene varicose, possono verificarsi nei pazienti le seguenti patologie:

  • gonfiore e notevole arrossamento della pelle attorno al morso;
  • salti di pressione sanguigna;
  • fluttuazioni della temperatura corporea;
  • aumento della frequenza cardiaca;
  • la comparsa di sintomi di febbre, mancanza di respiro.

Sono frequenti i casi di esacerbazione di malattie croniche o concomitanti. Con un graduale aumento della dose, il corpo è abituato alla presenza di veleno sotto la pelle. Con l'aiuto di una crema, i luoghi dei morsi sono intasati e il processo d'azione del veleno sul corpo è prolungato. Un ulteriore effetto di agopuntura si verifica a causa del piercing della pelle con una puntura. L'assunzione di prodotti delle api aumenta l'effetto terapeutico.

Morte dell'ape

Le api stesse hanno una ricca composizione e contengono anche particelle dei loro prodotti. Anche un'ape morta e secca può essere utilizzata come strumento efficace nella lotta contro varie malattie. L'effetto della sottopestilenza è quasi identico al veleno d'api con iniezione sottocutanea.

Molto spesso, la tintura viene preparata usando alcol o vodka. Per cucinare hai bisogno di:

  • 1 cucchiaio api secche;
  • 1 tazza di alcool puro.

Il freddo deve essere schiacciato e posto in un contenitore di vetro con un coperchio aderente. Versare con alcool, collegare e posizionare in un luogo buio e fresco per 2-3 settimane. Per aumentare la concentrazione, è necessario agitare il contenitore ogni giorno per i primi 3, quindi ogni 4 giorni.

Se nella forma secca durante il trattamento delle vene varicose la polvere dei morti deve essere presa mezzo cucchiaino tre volte al giorno prima dei pasti, allora la tintura alcolica dei morti deve essere presa ogni giorno a 1 cucchiaino al giorno. Il corso della somministrazione dipende dalla gravità della malattia, ma di solito sono 7-21 giorni con interruzioni di almeno un mese.

Per migliorare l'effetto della morte, si consiglia di prendere infusi e decotti di erbe, prodotti dell'apicoltura, succhi vegetali e vegetali. Le aziende farmaceutiche producono pomate, infusi, linimenti dalla polvere d'api. Il componente della morte non ha effetti collaterali, controindicazioni ed è considerato uno dei più potenti immunostimolanti del pianeta.

cera vergine

Per le creme e gli unguenti contro le vene varicose, vengono utilizzati cappucci di cera e nido d'ape (zabrus), i cui componenti curativi includono polline, polline, propoli, miele e secrezione delle ghiandole salivari.

L'unguento viene applicato con leggeri movimenti massaggianti, crea sovrapposizioni. Puoi usare il farmaco ogni giorno una volta al giorno, con forte dolore – due volte al giorno con una pausa di 10-11 ore. Gli unguenti vengono generalmente utilizzati fino a quando le vene nelle gambe diventano pallide.

Per migliorare l'efficienza, masticare o cera viene masticata senza deglutire, per fornire al corpo vitamine e minerali.

Il polline d'api raccolto dalle api, piegato nella parte inferiore dei favi e riempito di miele, viene chiamato dagli apicoltori "pane delle api" o pane delle api. Ha la stessa ricca composizione di miele, zabrus, cera. La perga fa parte di molti unguenti, ma fondamentalmente è presa per via orale da 1/3 di cucchiaino con miele una volta al giorno. I casi di allergia al pane delle api sono molto rari.

Ogni giorno, è sufficiente consumare non più di 3 cucchiaini di manzo senza scivolo. Si consiglia di mangiare polline d'api al mattino a stomaco vuoto, 10-20 minuti prima del primo pasto. Il corso di prendere il pane d'api va da 3 settimane a un mese, è necessario ripetere i corsi una volta ogni sei mesi.

In ogni unguento delle vene varicose, puoi aggiungere carne di manzo e miele senza riscaldamento, altrimenti le loro proprietà curative andranno perse. Il trattamento con polline può essere utilizzato in qualsiasi fase delle vene varicose. È importante condurre sistematicamente corsi e seguire un programma di dosaggi e pause necessarie: in questo caso, il trattamento sarà efficace senza effetti collaterali.

Ricette alternative contro le vene varicose con miele e propoli

La propoli d'api e il miele contengono un deposito di sostanze utili e immunostimolanti, quindi sono anche adatti per combattere le vene varicose. Le persone hanno dimostrato ricette per tinture di miele e aglio, unguenti curativi di propoli con burro, impacchi di miele per vene con l'aggiunta di propoli.

Il corretto dosaggio dei farmaci e la prevenzione sistematica delle vene varicose consente di liberare le gambe dalle vene cianotiche gonfie e mantenere le gambe in un “colore” sano della pelle senza dolore.

Per la produzione di tintura di stoccaggio a lungo termine di propoli è necessario:

  • 300 ml di alcool purificato;
  • 80 g di propoli essiccata purificata.

Mescolare entrambi i componenti in una bottiglia di vetro e tappare il sughero per l'infusione in un luogo buio per 2 settimane. Scuoti la bottiglia ogni giorno. Puoi prendere per via orale 20 gocce al giorno in cicli di 3 settimane con pause mensili o fare fodere e compresse con tintura sui nodi venosi più pronunciati. Applica i corsi ogni giorno per un mese.

Un unguento con miele e propoli può essere acquistato in farmacia (unguento alla crema Zdorov, unguento monastico per vene varicose, streghe e qualsiasi altro con componenti api nella composizione), oppure puoi farlo da solo a casa. Per preparare un unguento con succo di cipolla è necessario:

  • 50 g di cera;
  • 30 g di propoli;
  • 40 g di miele;
  • 2 cucchiai succo di cipolla

Riscaldare la miscela di componenti a bagnomaria, mescolare e raffreddare. Strofina quotidianamente sulle gambe fino a quando le vene non sono sbiancate, corso fino a 4 settimane, ripeti dopo 3-4 settimane di pausa.

Controindicazioni all'apiterapia

Ogni organismo è unico e individuale, pertanto è impossibile calcolare con precisione l'efficacia della lotta contro le vene varicose nelle prime procedure di apiterapia. Ma esiste un elenco di malattie e patologie che possono interferire con il trattamento e aggravare la situazione con entrambe le vene varicose e le condizioni generali del corpo.

Controindicazioni alla terapia con veleno d'api:

  • allergia ai componenti o al veleno stesso;
  • la presenza di cancro e la minaccia di sanguinamento;
  • ipertensione;
  • gravidanza e allattamento;
  • malattie acute del fegato, dei reni e del sistema urinario;
  • esacerbazione di malattie infettive;
  • età per 5 anni.

Per iniziare il trattamento delle vene varicose con le api e i loro prodotti di scarto, è necessario un consulto con un medico, per chi soffre di allergie è richiesto un test per la tolleranza dell'apitossina. L'esclusione delle controindicazioni consentirà un trattamento di alta qualità senza effetti collaterali e rischi per la salute.

Quelli con vene varicose sono già chiaramente visibili, insieme al medico per sviluppare e attuare metodi complessi di trattamento della malattia utilizzando i prodotti dell'attività vitale delle api e dei loro morsi. E l'assunzione di miele d'api, cera e pane d'api in piccole quantità consentirà la prevenzione della malattia.

Lagranmasade Italia