La malattia vascolare più comune

Il corpo umano è penetrato da una rete di arterie, vene, vasi linfatici. Non esiste un organo indipendente dalla circolazione sanguigna e linfatica generale. Eseguendo il difficile ruolo della conduttura, le navi obbediscono al cervello e al midollo spinale e sono controllate dai suoi segnali, rispondendo a una certa concentrazione di sostanze ormonali nel sangue e seguendo le istruzioni del sistema immunitario.

Le malattie vascolari non sono isolate. Sono sempre associati alla manifestazione di fallimenti comuni nella regolazione del supporto vitale.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Perché sono necessarie le navi?

Attraverso le arterie, i nutrienti vengono consegnati ai tessuti e agli organi, viene fornito ossigeno, che è necessario per mantenere il livello desiderato di produzione di energia e funzione cellulare.

I vasi venosi devono far fronte a un carico pesante, raccogliere sangue di scarto con sostanze nocive, nonché anidride carbonica e rilasciarli contro la gravità nel cuore, nel fegato.

L'eccezione sono i vasi sanguigni polmonari: un'arteria lascia il ventricolo destro e trasporta il sangue venoso ai polmoni per scambiare molecole di anidride carbonica con ossigeno. E attraverso i rami venosi, viene raccolto sangue ricco di ossigeno ed entra nell'atrio sinistro.

Dal centro alla periferia, il diametro delle navi diminuisce, la struttura delle pareti cambia. I capillari più piccoli si adattano alle cellule. Sono loro che hanno la capacità di far passare ossigeno e sostanze nutritive attraverso il loro guscio e raccogliere scorie.

I capillari dei reni formano un sistema glomerulare e trattengono tutto il necessario nel sangue, rimuovendo le sostanze tossiche non necessarie nelle urine. Le malattie dei vasi periferici influenzano principalmente il flusso sanguigno capillare come punto estremo della circolazione sanguigna e della comunicazione tissutale. Il fallimento dell'ossigeno porta a uno stato di ipossia (carenza di ossigeno), in cui le cellule senza trattamento muoiono gradualmente.

Da cosa dipendono i segni delle malattie vascolari?

I sintomi della patologia vascolare indicano la localizzazione dell'insufficienza circolatoria. È consuetudine assegnare in modo condizionale:

  • malattie delle navi centrali – l'aorta, le arterie coronarie, la testa, il collo, il midollo spinale;
  • malattie dei vasi periferici – la cavità addominale, malattie dei vasi delle gambe e delle mani.
  • violazione della struttura del muro;
  • blocco da parte delle fibre nervose della regolazione del tono;
  • occlusione (ostruzione), spasmo, forte espansione o restringimento del lume.

Le malattie si sviluppano improvvisamente, sono accompagnate da sintomi acuti o forma gradualmente, senza lasciarsi sentire per anni.

Cause di patologia vascolare

Le cause dei cambiamenti patologici nelle navi includono:

  • infiammazione infettiva (con arterite, tromboflebite);
  • disturbi congeniti e malformazioni (stenosi dell'arteria polmonare, aumento della tortuosità dell'arteria vertebrale);
  • deposizione di placche aterosclerotiche sotto il rivestimento interno delle arterie di tipo muscolo-elastico;
  • trombosi ed embolia;
  • cambiamento di forza ed elasticità (formazione di aneurismi, vene varicose);
  • processo infiammatorio autoallergico (eliminazione dell'endarterite);
  • violazione della struttura delle pareti, causando rottura ed emorragia negli organi interni;
  • aumentare o diminuire di tono.

L'emergere di alterazioni vascolari contribuisce alla malattia:

  • aterosclerosi comune;
  • disfunzione del sistema nervoso centrale, regolazione del tono vascolare nelle malattie neurologiche, ipertensione;
  • diabete mellito e altre malattie endocrine;
  • infezioni acute e croniche;
  • insufficienza cardiaca;
  • beri-beri;
  • malattie del sangue;
  • malattie ereditarie.
Nanovein  Iodio contro le vene varicose

Le principali malattie delle navi centrali

I vasi centrali sono responsabili dell'apporto di sangue al cuore e al cervello. La causa più comune di patologia vascolare è il processo aterosclerotico nelle arterie coronarie e cerebrali oa breve distanza (nelle arterie dell'aorta, vertebrale, carotidea e succlavia).

La conseguenza della formazione di placche aterosclerotiche è un restringimento dell'arteria, una tendenza all'aumento della trombosi, all'ischemia dei tessuti.

Malattia coronarica

L'ischemia del muscolo cardiaco si sviluppa in risposta a insufficiente apporto di sangue ai vasi coronarici che alimentano il miocardio. Di conseguenza, sono possibili manifestazioni croniche o acute.

I sintomi della malattia ischemica cronica sono:

  • gli attacchi di angina (dolori al petto) inizialmente solo sotto sforzo, poi a riposo, durano fino a 30 minuti, si irradiano nella mano sinistra, la mascella, la gola, la scapola, vengono rimossi con farmaci nitro;
  • mancanza di respiro;
  • palpitazioni e aritmie.

Nell'ischemia miocardica acuta si sviluppa un attacco cardiaco (necrosi del tessuto muscolare). La clinica dipende dai seguenti fattori:

  • prevalenza della zona ischemica;
  • coinvolgimento di percorsi in esso;
  • profondità della lesione;
  • grado di sviluppo delle navi ausiliarie.

I dolori sono molto intensi (taglienti), si irradiano allo stesso modo dell'angina pectoris, la nitroglicerina non aiuta.

La mancanza di respiro può andare sotto forma di soffocamento ed edema polmonare in caso di insufficienza cardiaca acuta.

Un comune infarto è accompagnato da shock cardiogeno, che provoca una lesione vascolare secondaria (spasmo e trombosi della rete capillare), contribuisce al tromboembolia. Le misure terapeutiche anti-shock sono estremamente complesse, volte a salvare la vita del paziente.

Ischemia cerebrale

L'ischemia delle arterie del cervello si sviluppa non solo a causa dell'aterosclerosi dei vasi cerebrali. Si ritiene che le prime manifestazioni si possano trovare sulle pareti delle arterie carotidi. La ritenzione di sangue nei vasi vertebrali nelle malattie e nelle lesioni della colonna vertebrale rende il cervello dipendente dallo stato della cartilagine, dal sistema osseo.

L'ischemia cronica si sviluppa gradualmente, viene rilevata negli anziani e nel senile. I pazienti hanno osservato:

  • mal di testa e vertigini;
  • sconcertante quando si cammina;
  • perdita dell'udito e della vista;
  • graduale perdita di memoria e capacità di ricordare;
  • insonnia, irritabilità, cambiamento di carattere.

L'ischemia acuta si manifesta con un ictus ischemico. Si verifica più spesso di notte o al mattino, dopo un breve periodo di precursori.

A seconda della posizione del focus, il paziente si manifesta:

  • coscienza alterata di vario grado (da capogiro a coma);
  • sensibilità alle gambe e alle braccia;
  • non ci sono movimenti degli arti inferiori o superiori su un lato o su entrambi;
  • difficoltà a parlare;
  • difficoltà a deglutire;
  • compaiono sintomi psichici (sospetto, irritabilità, apatia e depressione).
  • farmaci vasodilatatori;
  • agenti che promuovono la resistenza dei tessuti a basso contenuto di ossigeno;
  • medicine lenitive;
  • vitamine e anabolizzanti per supportare il metabolismo nelle cellule danneggiate.

Distonia neurocircolatoria

La malattia è un esempio di danno alle arterie periferiche a causa di un malfunzionamento delle parti principali del sistema nervoso centrale. Un eccesso di effetti simpatici sulla membrana muscolare porta a spasmo a breve termine dei vasi cerebrali, degli organi interni. Le manifestazioni di distonia sono molto diverse:

  • mal di testa;
  • un leggero aumento o diminuzione della pressione sanguigna;
  • vertigini;
  • tendenza allo svenimento;
  • palpitazioni e aritmie;
  • diarrea o costipazione prolungata;
  • nausea e mancanza di appetito;
  • un leggero aumento della temperatura corporea.

La malattia colpisce fino all'80% dei residenti urbani. Viene rilevato nei bambini nell'adolescenza dopo il superlavoro, l'infezione. Il trattamento consiste in una dieta equilibrata, un regolare esercizio fisico e farmaci che calmano il sistema nervoso.

Le principali malattie delle navi periferiche

Le malattie vascolari periferiche più comuni includono:

  • arterite obliterante degli arti inferiori;
  • aterosclerosi delle arterie delle gambe;
  • vene varicose;
  • tromboflebite.

L'obliterazione dei vasi delle gambe provoca un'infiammazione non specifica (senza patogeno) dell'intera parete. Molto spesso, questo è un processo autoimmune che tende ad essere ereditato. Per lo più uomini di mezza età sono malati. Grande importanza è attribuita al fattore fumo. La nicotina ha un effetto tossico sui vasi periferici delle gambe. Gli uomini del gruppo di mezza età soffrono di endarterite obliterante, l'aterosclerosi delle arterie delle gambe colpisce gli anziani. I sintomi sono:

  • forte dolore ai polpacci su uno o entrambi i lati;
  • crampi alle estremità inferiori;
  • gambe fredde anche con tempo caldo;
  • il dolore si intensifica quando si cammina, quindi c'è una "claudicatio intermittente" (una persona deve fermarsi e stare in piedi finché non passa);
  • cambiamenti trofici sulla pelle – crepe non cicatrizzanti, ulcere.
Nanovein  Come usare troxevasin per le vene varicose sulle gambe

L'espansione varicosa delle vene superficiali e profonde inizia con perdita di tono e rilassamento dei vasi safeni. Questo si manifesta:

  • "ragni" rossi sulla pelle della parte inferiore della gamba e della coscia;
  • aumento della fatica delle gambe;
  • gonfiore ai piedi la sera;
  • dolori doloranti ai polpacci, ai piedi.

La sconfitta dei tronchi venosi profondi porta a sintomi più pronunciati:

  • i dolori disturbano costantemente;
  • i piedi diventano cianotici;
  • i plessi venosi ispessiti sono visibili sotto la pelle.

Una forma speciale di vene varicose sono le emorroidi. Questa patologia completa il disturbo del movimento intestinale con la malattia intestinale, uno stile di vita sedentario. L'espansione delle vene emorroidali esterne e l'anello vascolare interno portano alle seguenti conseguenze:

  • scoppiare dolore nell'ano;
  • prurito e bruciore costanti;
  • sanguinamento durante i movimenti intestinali.

Il trattamento delle vene varicose in misura lieve viene effettuato:

  • farmaci tonici;
  • la ginnastica;
  • indossare biancheria intima a compressione;
  • unguenti per strofinare.

Nei casi più gravi, solo le tecniche chirurgiche aiutano. Il medico seleziona il trattamento in base alla profondità e al diametro dei vasi danneggiati (metodi di scleroterapia, ablazione con radiofrequenza) o suggerisce un'operazione per rimuovere l'intera vena.

La tromboflebite complica il decorso delle vene varicose con l'aggiunta di un'infezione interna o esterna. L'area infiammata appare arrossata, gonfia, calda al tatto. La palpazione è dolorosa. La tromboflebite è localizzata più spesso nelle vene superficiali delle gambe e delle braccia. Può essere accompagnato da febbre e dolore.

La malattia è associata a conseguenze pericolose: il distacco di una parte del trombo, la sua trasformazione in un embolo con una deriva del flusso sanguigno nella vena femorale, nel portale, nella vena cava inferiore e nell'atrio destro. Da qui si apre un percorso libero per l'arteria polmonare.

La trombosi dei rami dell'arteria polmonare porta a un attacco cardiaco di una parte del polmone e la chiusura della nave principale provoca la morte istantanea. Una simile complicazione può verificarsi in un paziente nel periodo postoperatorio. Pertanto, in preparazione agli interventi chirurgici, la trombosi è sempre prevenuta (bendaggio stretto delle gambe, un corso di anticoagulanti).

Le malattie dei vasi periferici delle gambe in una fase grave sono accompagnate da cancrena delle dita dei piedi e dipartimenti sovrastanti. Le misure terapeutiche sono progettate per prevenire la necrosi dei tessuti. La patologia vascolare è particolarmente difficile contro il diabete mellito, l'aterosclerosi dell'arteria femorale.

Le malattie vascolari possono essere prevenute?

Per prevenire danni al letto vascolare, è necessario mantenere il tono delle pareti, il che significa che le vitamine di frutta e verdura dovrebbero sempre essere nella dieta.

Fabbisogno dietetico per il trattamento dell'aterosclerosi delle arterie: eliminare cibi grassi e fritti, dolci, alcool. Assicurati di mangiare latticini a basso contenuto di grassi, pesce.

Il fumo dovrebbe essere trattato come un grave ostacolo al trattamento della malattia. Qualsiasi, anche il trattamento più moderno, non porterà successo con il fumo continuo.

Il movimento è la chiave per vasi sani. La ginnastica quotidiana fa scorrere il sangue nei piccoli capillari, attivando le vene periferiche. Non dovresti praticare sport pesanti, lavori fisici prolungati. Consigliato a piedi, nuoto, Pilates.

In connessione con la varietà di forme di malattie, i problemi vascolari vengono affrontati da: cardiologi, terapisti, chirurghi, neurologi, flebologi, neurochirurghi. Se si verificano sintomi, è necessario sottoporsi a un esame e iniziare il trattamento. Ciò contribuirà a prevenire complicazioni pericolose.

Lagranmasade Italia