L’uso dell’aspirina nel trattamento delle vene varicose

La malattia varicosa è un problema comune tra la popolazione di tutto il mondo. È più comune nelle pazienti di sesso femminile, accompagnato dall'espansione delle vene superficiali delle gambe durante i disturbi circolatori, nonché dall'insufficienza della valvola. Il trattamento della patologia è piuttosto difficile, specialmente nelle fasi avanzate dello sviluppo, quando è necessario un intervento chirurgico. Il trattamento conservativo delle vene varicose comprende l'assunzione di farmaci e vari unguenti, l'aspirina è anche nell'elenco dei farmaci.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Aspirina: cos'è e come prenderla

L'aspirina o l'acido acetilsalicilico sono una sostanza antinfiammatoria non steroidea e un anticoagulante. Con il meccanismo d'azione – inibisce la coagulazione del sangue, colpisce le piastrine e la formazione di un coagulo di sangue, ha un effetto antipiastrinico. Inoltre, l'aspirina colpisce la cascata della coagulazione, quindi è spesso prescritta per complicanze croniche dell'aterosclerosi. Inoltre, il farmaco ha un effetto analgesico e antipiretico.

L'agente si è diffuso nel trattamento delle patologie vascolari, in particolare con le vene varicose degli arti inferiori. L'aspirina è prescritta come terapia complessa per ridurre i rischi di tromboflebite e trombosi. Prescrivere il farmaco, di norma, in un dosaggio di 100 mg, 1 compressa al giorno. Tuttavia, il dosaggio viene selezionato individualmente, a seconda della diagnosi esatta e delle condizioni generali del paziente. Vale la pena notare che il farmaco ha una gamma abbastanza ampia di controindicazioni, inoltre, ha un effetto negativo sulla mucosa dello stomaco e dell'intestino. E con un uso prolungato, il farmaco può diventare nefrotossico.

L'aspirina è ampiamente utilizzata ed è spesso prescritta nelle seguenti situazioni:

  • Fibrillazione atriale (fibrillazione atriale). È una delle aritmie più comuni (disturbi del ritmo cardiaco). Tende a svilupparsi negli anziani.
  • Angiografia coronarica (coronarografia). È un sottotipo speciale di angiografia: lo studio dei vasi sanguigni. Gli obiettivi dell'angiografia coronarica sono le due arterie coronarie principali e i loro rami.
  • Il restringimento delle arterie carotidi. Relativamente comune nelle persone anziane, e questo di solito è causato dal processo di aterosclerosi (deposizione di colesterolo nelle pareti dei vasi sanguigni).
  • Angina pectoris. Spesso trovato sotto il nome di "angina pectoris", caratterizzato da disagio e pesantezza al petto. È un segno importante della malattia coronarica.
  • Malattia dell'arteria periferica. Spesso chiamato anche malattia ischemica degli arti inferiori. Il restringimento si verifica nelle arterie degli arti inferiori (bacino, coscia, arterie infaroplate).
  • Attacco cardiaco (infarto del miocardio). Una condizione pericolosa caratterizzata da un danno alle cellule del muscolo cardiaco a causa di un'improvvisa mancanza di ossigeno.
  • Stroke. La patologia è causata da un danno alle cellule cerebrali a causa della carenza di ossigeno (cioè ischemia). L'ictus ischemico rappresenta circa l'80% di tutti i sequestri. Il meccanismo di sviluppo è essenzialmente simile all'infarto del miocardio.
Nanovein  Rimozione della vena laser - coagulazione laser endovasale

Anche le indicazioni per la nomina di Aspirina possono essere: la presenza di una valvola cardiaca artificiale meccanica, la prevenzione e il trattamento della trombosi venosa profonda, l'embolia polmonare.

Nel trattamento delle vene varicose, l'aspirina viene utilizzata rigorosamente su raccomandazione di un chirurgo vascolare o di un flebologo. Inoltre, il medico dovrebbe scegliere il dosaggio corretto del farmaco al fine di evitare effetti collaterali. Lo strumento viene utilizzato esclusivamente dopo aver mangiato, il che riduce il rischio di danni alla mucosa dell'apparato digerente.

I benefici dell'acido acetilsalicilico per le vene varicose

Per molti anni, l'aspirina è stata una droga vitale che combatte efficacemente il dolore e la febbre.

Secondo numerosi studi, l'aspirina ha un effetto fluidificante del sangue, riducendo così il rischio di coaguli di sangue. Inoltre, il farmaco viene spesso prescritto come profilassi delle vene varicose.

L'agente ha mostrato una buona efficacia con una maggiore formazione di coaguli di sangue e quando il paziente si è addensato. Come sapete, il sangue denso non può circolare normalmente attraverso le vene che si deformano durante le vene varicose. Inoltre, con la malattia, il funzionamento delle valvole venose viene interrotto e non sono in grado di sollevare e spingere il sangue attraverso il flusso sanguigno.

Per eliminare questa causa, i medici prescrivono l'aspirina per la somministrazione orale. Vale la pena notare che il trattamento delle vene varicose non si esaurisce con l'uso di questo farmaco, sono inoltre prescritti venotonici e agenti che proteggono la mucosa gastrica.

Metodi di utilizzo dell'aspirina per le vene varicose

Esistono molti modi per usare l'aspirina, la più popolare tra loro – secondo Chichagov. La tecnica consiste nell'utilizzare il farmaco non come monoterapia, ma in combinazione con vari unguenti ed esercizi terapeutici. L'acido acetilsalicilico è usato per via orale, per somministrazione interna e topicamente, sotto forma di impacchi e simili.

Puoi trovare i seguenti usi di Aspirin:

Ricetta numero 1. Il farmaco è usato per trattare le vene varicose sotto forma di impacchi. Per fare questo, è necessario assumere 10 compresse del medicinale e frantumarlo in polvere, quindi mescolare con 200 ml di acqua calda e lasciare riposare per 48 ore. Applicare come impacco di notte (inumidire la benda e applicare sulla vena interessata). La procedura consente di eliminare il dolore e il disagio, tuttavia, non è in grado di curare la malattia.

Ricetta numero 2. Questo caso d'uso è destinato all'uso interno. Con le vene varicose e la tromboflebite, si consiglia di assumere mezza compressa, una volta al giorno, per 30 giorni, bevendo 100 ml di latte caldo, brodo di lino o gelatina d'avena. Dopo un mese di corso, è necessario fare una pausa per 2-3 settimane e riprendere a prendere il farmaco secondo lo stesso schema.

Nanovein  Le vene varicose cervicali che cos'è

Ricetta numero 3. Per aumentare il rischio di tromboflebite, l'aspirina viene utilizzata in 1 compressa con uno spicchio d'aglio, lavato con gelatina d'avena. Ciò consente di fluidificare il sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Ricetta numero 4. Con una diagnosi di trombosi, l'aspirina viene prescritta in combinazione con altri farmaci per 10 giorni, 1 compressa al mattino e alla sera, dopo aver mangiato. Dopo il trattamento, si raccomanda di sottoporsi al monitoraggio ad ultrasuoni.

Ricetta numero 5. Questa opzione di trattamento prevede l'uso di bende di aspirina. Per fare questo, prendere 10 compresse del farmaco, schiacciarlo in una polvere e versare 200 ml di vodka, versare in un contenitore di vetro e lasciarlo fermentare per un paio di giorni. La soluzione risultante viene inumidita con bende e applicata durante la notte sul fuoco infiammato. Il corso medio di trattamento consiste in 10 procedure.

Ricetta numero 6. La base della ricetta è l'opzione sopra, in cui dovrebbe essere aggiunto un cucchiaio aggiuntivo di sapone da bucato. Viene utilizzato sotto forma di lozioni al mattino e alla sera per eliminare il dolore e ridurre il gonfiore.

Controindicazioni all'uso dell'aspirina

Come qualsiasi altro farmaco, anche l'aspirina ha controindicazioni. L'auto-somministrazione del farmaco aumenta il rischio di effetti collaterali e gravi complicanze. L'acido acetilsalicilico è controindicato nei pazienti in questi casi:

  • La presenza di una reazione allergica al principio attivo Aspirina.
  • Presenza di patologia ulcerosa dell'apparato digerente, gastrite e acidità elevata.
  • Insufficienza renale ed epatica acuta, patologia del sistema cardiovascolare e respiratorio.
  • Violazione dell'emocoagulazione (scarsa coagulazione del sangue).
  • Vari disturbi del sistema nervoso centrale, nonché disturbi neurologici sotto forma di emicrania, perdita dell'udito, convulsioni.
  • Il farmaco non è prescritto per l'ipotensione e durante la gravidanza.

L'uso dell'aspirina non è raccomandato durante l'allattamento. Inoltre, il farmaco non è prescritto per i pazienti sottoposti a trattamento con Metotrexato, un farmaco citostatico (antitumorale).

L'acido acetilsalicilico deve essere assunto esclusivamente come prescritto dal medico specialista flebologo. Il medico determinerà il dosaggio e la durata della somministrazione necessari. Questa necessità è associata allo sviluppo di alcuni effetti collaterali. I principali effetti collaterali includono danno renale tossico, dispepsia e rischio di ulcera peptica.

L'efficacia dell'aspirina nelle vene varicose: mito o verità?

Attualmente, esiste un'opinione sull'elevata efficacia dell'aspirina per le vene varicose. Infatti, il farmaco è prescritto per le vene varicose, come mezzo per fluidificare il sangue e prevenire la formazione di coaguli di sangue. Durante l'insufficienza venosa e nel processo di sviluppo della patologia, si osservano disturbi circolatori locali, a seguito dei quali sono possibili tromboflebite e trombosi. L'azione dell'aspirina ha lo scopo di mantenere il sangue in uno stato normale e ridurre i rischi di trombosi.

Ecco perché, abbastanza spesso, l'aspirina viene prescritta a un paziente con tale diagnosi. Tuttavia, il rimedio non può essere usato come monoterapia. L'acido acetilsalicilico elimina la reazione infiammatoria, ha un effetto antipiretico, riduce la gravità del dolore. Tuttavia, insieme a questo, è impossibile curare le vene varicose solo con l'aspirina. Per eliminare la patologia richiederà un approccio integrato, costituito da una serie di altri farmaci.

Lagranmasade Italia