L’ippocastano è la cura migliore per le vene varicose!

Le vene varicose: il flagello della società moderna. Più del 70% della popolazione mondiale soffre di questa malattia e il 20% di loro sono uomini. Le ragioni di questa massiccia diffusione della malattia sono molte. Ciò è dovuto all'alimentazione scorretta, all'obesità, all'indossare scarpe col tacco alto, ecc.

Curare le gambe varicose è abbastanza reale. E in questo caso, non solo la medicina moderna, ma anche la medicina popolare ci viene in aiuto. Ci offre molte prescrizioni per i medicinali che aiutano a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, normalizzare la circolazione sanguigna ed eliminare i sintomi esterni della malattia. Ma, come dimostrato da lunghi anni di pratica, l'ippocastano per le vene varicose è diventato il migliore in quest'area.

I frutti e i fiori di questo albero vengono utilizzati per la preparazione di bagni medicinali, tinture, bevande, ecc. E prima di imparare come cucinare tutti questi prodotti usando l'ippocastano contro le vene varicose, vorremmo prima dirti come funziona e quali proprietà curative ha.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Ippocastano per vene varicose: proprietà curative

L'ippocastano (i suoi fiori e noccioli) ha una composizione chimica molto ricca, grazie alla quale il suo uso consente di rafforzare le pareti dei piccoli vasi, migliorare la qualità del sangue e la sua viscosità. A causa di queste proprietà, le tinture e i decotti di questo albero sono eccellenti agenti preventivi contro le vene varicose.

L'ippocastano contiene molti flavonoidi, tannini, vitamina P e saponina. Sono queste sostanze che svolgono un ruolo importante nella normalizzazione della circolazione sanguigna, nella distruzione delle placche aterosclerotiche e nell'aumento del tono dei vasi piccoli e medi. Tali proprietà consentono l'uso della castagna per le vene varicose in tutte le fasi dello sviluppo della malattia.

Inoltre, l'ippocastano contiene altre sostanze ugualmente utili che hanno un effetto rinforzante sull'intero organismo nel suo insieme. Questi includono rutina, cumarina, astragalina, luteina e sterolo.

L'ippocastano era particolarmente popolare nel trattamento delle vene varicose a causa della presenza di esculina ed escina in essa. Il primo aiuta ad accelerare il flusso sanguigno attraverso i vasi, accelera la sintesi di antitrombina, previene la comparsa di coaguli di sangue e ha un effetto decongestionante. La seconda sostanza (escina) contribuisce ad aumentare il tono vascolare e il diradamento del sangue, prevenendo anche la formazione di placche aterosclerotiche e di colesterolo sulle pareti interne dei vasi sanguigni.

Nanovein  Come sono le vene varicose sulla foto delle gambe

In combinazione, tutte queste azioni dell'ippocastano sul sistema circolatorio consentono una lotta attiva e di successo contro l'espansione venosa delle vene. Secondo alcune fonti, i primi risultati dopo l'uso sono evidenti dopo 2-3 settimane.

Quindi, cosa otteniamo quando trattiamo le vene varicose dell'ippocastano? Ed ecco cosa:

  • la leggerezza appare nelle gambe;
  • l'edema delle estremità inferiori smette di disturbare;
  • il prurito scompare;
  • le vene diventano forti, acquisiscono un volume normale e diventano meno evidenti;
  • il benessere generale migliora (il sonno è normalizzato, il tratto digestivo funziona, la resistenza allo stress aumenta, ecc.).

Come raccogliere la castagna per il trattamento delle vene varicose nelle gambe?

Prima di procedere con il trattamento delle vene varicose, è necessario preparare adeguatamente le materie prime per la preparazione di medicinali per la casa. Gran parte del successo del trattamento dipende dalla preparazione dell'ippocastano.

Foglie e fiori di ippocastano devono essere raccolti in primavera. Devono essere lavati sotto l'acqua corrente e asciugati. Ma i noccioli di castagno dovrebbero essere raccolti solo quando assumono una grande forma arrotondata e iniziano solo a maturare. I noccioli di castagno maturi non dovrebbero essere usati per trattare le vene varicose, poiché saranno di scarsa utilità. Più a lungo la castagna matura, meno utili sostanze curative in essa contenute.

Vale la pena notare che per la preparazione delle medicine non vengono utilizzati solo foglie, fiori e noccioli di castagno, ma anche semi e corteccia. Per preparare le tinture, i chicchi di castagne sono più spesso utilizzati. Alcune ricette richiedono il loro peeling precedente. Rimuoverlo è abbastanza semplice e puoi farlo con le mani (se la buccia è stata socchiusa) o con un coltello.

Per quanto riguarda l'essiccazione delle materie prime, deve essere asciugata al chiuso, non al sole. Inoltre, questo dovrebbe essere fatto per un mese, mescolando costantemente le materie prime. Per garantire un buon flusso d'aria ad esso. In caso contrario, il pezzo in lavorazione potrebbe ammuffirsi e quindi non è possibile utilizzarlo per trattare le vene varicose.

Controindicazioni Ippocastano

Prima di considerare le ricette dell'ippocastano per le vene varicose, è necessario notare immediatamente le controindicazioni al suo utilizzo. E non può essere utilizzato né internamente né esternamente con le seguenti malattie e condizioni:

  • periodo di gravidanza e allattamento;
  • disturbi emorragici;
  • malattie infiammatorie acute del tratto gastrointestinale;
  • insufficienza renale;
  • bassa pressione sanguigna (ipotensione).

Con tutte queste malattie e condizioni, l'uso di tinture, unguenti e altri agenti terapeutici a base di ippocastano può danneggiare gravemente la tua salute.

Ippocastano per vene varicose: ricette

Il trattamento delle vene varicose con le castagne prevede l'uso di varie tinture, pomate e bagni. Vorrei iniziare con la tintura di ippocastano, in quanto è la più popolare ed efficace nella lotta contro questa malattia.

Per preparare la tintura di ippocastano, devi prendere circa 50 g di chicchi che non sono pelati, metterli in un barattolo di vetro e versare un bicchiere di alcool medico. Il barattolo deve essere ben chiuso con un coperchio, avvolto in un panno impermeabile stretto e messo in un luogo buio per due settimane.

Nanovein  Cause delle vene varicose nelle giovani donne

Dopo che la tintura è ben infusa, deve essere filtrata e messa in frigorifero. È necessario prendere un tale rimedio per 3 settimane, 10-15 gocce 2-3 volte al giorno. Quindi fai una pausa di una settimana e puoi ripetere di nuovo il corso del trattamento con la tintura.

La tintura curativa può anche essere preparata da fiori di ippocastano. Per fare questo, è necessario versare una manciata di fiori (2-3 cucchiai) in una bottiglia di vetro scuro e versarvi 0,5 l di alcool medico. Insisti solo che una tale tintura è necessaria non 2 settimane, ma un mese. È necessario prenderlo 50 gocce 3 volte al giorno.

Con le vene varicose, il succo spremuto dai fiori di ippocastano è molto utile. Viene assunto per via orale da ½ cucchiaino. subito dopo aver mangiato, o lubrificare le aree interessate delle vene.

A casa, puoi anche preparare un unguento terapeutico dall'ippocastano. Per fare questo, è necessario macinare 5 core e 5 cucchiai in un frullatore fiori di castagno. Quindi la miscela risultante deve essere trasferita in una ciotola, versare 0,5 litri di olio vegetale e mettere a bagnomaria. Filtrare il prodotto per almeno 2 ore.

Successivamente, la miscela deve essere filtrata, raffreddata a temperatura ambiente, versata in un contenitore pulito e refrigerata. Puoi usare l'unguento ottenuto in due modi: semplicemente lubrificando le vene interessate più volte al giorno o applicando un impacco di notte. Per fare questo, applica l'unguento con uno spesso strato sulle gambe, avvolgili in diversi strati con polietilene e una sciarpa calda.

Un unguento può anche essere preparato con fiori di castagno. Per fare questo, devi prendere la materia prima, mescolarla con olio vegetale (1: 1) e lasciar fermentare per circa 4-6 ore. Quindi la miscela deve essere messa a bagnomaria, cuocere per diverse ore, filtrare e raffreddare. È possibile utilizzare un tale unguento allo stesso modo del caso precedente.

Va notato che tali unguenti possono essere utilizzati per la preparazione di bagni terapeutici. Per fare questo, prendi 40 g di medicinale finito e diluiscilo in 2 litri di acqua calda. Nella soluzione risultante, è necessario abbassare le gambe per 10-15 minuti, quindi avvolgerle con un asciugamano e sdraiarsi per riposare per un paio d'ore. Dopo un tale bagno, gonfiore, dolore e pesantezza alle gambe scompaiono quasi istantaneamente.

Se hai una buccia di ippocastano verde a casa, puoi usarla per trattare le vene varicose. Per fare questo, prendi una manciata di buccia, versala con un litro d'acqua, cuoci per circa 10 minuti, lascia fermentare per una notte, quindi filtralo e prendi 1 cucchiaio. prima di andare a letto per diverse settimane.

I preparati fatti in casa con ippocastano per le vene varicose sono efficaci solo se usati regolarmente. Allo stesso tempo, devono essere combinati con i farmaci prescritti dal medico.

Lagranmasade Italia