Indicazioni per la rimozione del seno, preparazione all’intervento chirurgico, complicanze

Sommario

Secondo le statistiche, un tumore al seno maligno viene diagnosticato in 1/5 delle donne che hanno avuto una malattia oncologica. Il numero di tumori al seno appena scoperti all'anno è di almeno 55.

Se la malattia può essere determinata in una fase precoce, i medici usano vari tipi di terapia e un intervento chirurgico meno traumatico. Se il caso si è rivelato trascurato, viene prescritta una mastectomia: un'operazione per rimuovere il seno (completo o parziale).

Fattori Di Cancro Al Seno

La medicina moderna non ha ancora stabilito le cause esatte del cancro al seno. Ma i medici distinguono diversi tipi di fattori che possono scatenare la comparsa di una neoplasia maligna:

  • La presenza di alcuni tipi di malattie:
    • Diabete mellito
    • Cisti ovariche
    • Disturbi tiroidei
    • Fibromi uterini
    • ipercolesterolemia
    • Endometriosi
    • Disfunzione ipofisaria
    • Tumori genitali femminili
    • adenomiosi
    • Funzione surrenale non corretta
  • Complicazioni derivanti dallo sfondo di problemi ginecologici:
    • Mestruazioni precoci (fino a 12 anni)
    • Diversi aborti
    • Tarda nascita, mancanza di lavoro
    • Stagnazione del latte dovuta al rifiuto dell'allattamento al seno
    • Menopausa tardiva (dopo 55 anni)
  • Stress costante
  • Predisposizione ereditaria
  • Peso corporeo eccessivo (obesità)
  • lesioni
  • Abuso di alcol e tabacco

Analisi e preparazione alla chirurgia

Il medico prescrive un'operazione per rimuovere le ghiandole mammarie secondo tali indicazioni come:

  • Il trattamento con altri tipi di terapia non ha dato effetti positivi o vi sono controindicazioni
  • Le cellule affette da cancro non sono state completamente rimosse durante la resezione.
  • Esistono molti nodi o cisti.
  • Ampia infiammazione purulenta della ghiandola mammaria
  • Grandi dimensioni del tumore (più di 5 cm o 1 quadrante)

Per evitare complicazioni durante l'intervento chirurgico o per identificare possibili controindicazioni, il medico dirige il paziente per i test:

  • Esame ecografico
  • elettrocardiogramma
  • urinoscopy
  • Emocromo completo e test di coagulazione
  • mammografia
  • biopsia

Se l'oncologo ha prescritto un'operazione per rimuovere il seno, il paziente deve sottoporsi al seguente addestramento:

  • Per 2 settimane – interrompa l'assunzione di farmaci che contribuiscono al diradamento del sangue e altri farmaci (come prescritto dal medico)
  • Per 12 ore – astenersi dal mangiare
  • La sera prima – per purificare l'intestino attraverso un clistere e ottenere un complesso di antibiotici necessari

Tipi di operazioni

L'operazione per rimuovere le ghiandole mammarie viene eseguita in anestesia generale e può durare 1-3 ore, a seconda della complessità della procedura chirurgica:

  • Rimozione parziale delle sole aree interessate, in alcuni casi con linfonodi
  • Rimozione sottocutanea della ghiandola con linfonodi, ma senza rimozione del capezzolo e dell'areola
  • Rimozione completa del seno, inclusi capezzolo e areola, ad eccezione dei muscoli pettorali
  • Rimozione del quadrante dell'area cancerosa, con un'incisione separata per rimuovere i linfonodi
  • Mastectomia radicale:
    • Secondo Halstead – rimozione della ghiandola mammaria, entrambi i muscoli pettorali, i linfonodi ascellari, il tessuto adiposo sotto l'ascella, sotto la clavicola e la scapola
    • Secondo Urban, oltre alla rimozione di entrambi i muscoli pettorali, i linfonodi ascellari, il seno, il tessuto adiposo, i linfonodi parasternali vengono rimossi anche sotto la clavicola e la scapola
    • Secondo Patty – le ghiandole e i linfonodi vengono rimossi in un blocco, ma il muscolo pettorale rimane
    • Espanso: oltre a rimuovere la ghiandola mammaria, i muscoli pettorali maggiori e minori, i linfonodi vengono rimossi e viene eseguita una resezione del torace
    • Migliorato: attraverso un'incisione attorno all'areola, la ghiandola viene completamente amputata, compresi i piccoli vasi sanguigni dei linfonodi
Nanovein  Metodi per il trattamento delle vene varicose nelle gambe

Periodo postoperatorio

Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere il seno, la riabilitazione dura circa 1,5–2 mesi. All'inizio sono possibili forti dolori e disagi. Puoi iniziare a camminare non prima di un giorno e mezzo dopo l'operazione.

Affinché il periodo di riabilitazione abbia successo, è necessario rispettare le seguenti regole:

  • Non fare movimenti improvvisi
  • Non alzare le mani
  • Non tentare di accelerare il recupero dell'attività fisica
  • Indossa una benda speciale sul petto
  • È necessario andare regolarmente alle medicazioni, durante le quali il medico può anche rimuovere l'accumulo di linfa
  • Dopo 2 settimane, lo specialista rimuoverà i punti
  • Dovrebbero essere eseguiti esercizi medici, che il medico prescriverà
  • È necessario proteggere il braccio, che è adiacente all'area operata, da lesioni.
  • Se non ci sono complicazioni o altri problemi con la guarigione, il paziente può tornare alla vita normale dopo 1,5–2 mesi, compresa l'opportunità di fare sesso

Per un corso più efficace del periodo di riabilitazione, è necessario:

  • Fai un leggero massaggio alle braccia e alle spalle
  • Dopo aver rimosso i punti fare ginnastica leggera
  • Visita un medico almeno 1 volta in 3 mesi, successivamente – una volta ogni sei mesi

Le conseguenze della mastectomia

Nella prima volta dopo l'intervento chirurgico, possibili manifestazioni negative come:

  • Tensione e ingrossamento della pelle nell'area dell'intervento chirurgico e delle ascelle
  • Dolore e disagio alle braccia, al torace, alle ascelle
  • L'edema può svilupparsi a causa della separazione linfatica.

Tali sensazioni spesso passano durante il periodo di riabilitazione, ma in rari casi possono diventare croniche.

Se il paziente decide di sottoporsi a un'operazione per ripristinare il seno, lo specialista prescriverà tale intervento non prima di 9 mesi o un anno dopo la mastectomia.

Nanovein  Dolore alle gambe nella parte superiore della causa, descrizione dei sintomi, possibili problemi e trattamento

Tale operazione richiederà l'installazione di un impianto o il trapianto di tessuto adiposo e pelle da altre parti del corpo (glutei, addome o schiena).

Complicanze dopo una mastectomia

Dopo l'operazione per rimuovere le ghiandole mammarie, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  • La comparsa di pus nel sito dell'incisione
  • Ematoma o sanguinamento
  • Disagio e dolore al petto, alle braccia, alle ascelle
  • Infezione batterica nelle cellule della pelle e del tessuto sottocutaneo
  • Congestione linfatica dovuta alla sua eccessiva secrezione
  • Danni alle terminazioni nervose, che sono espressi dal dolore alle articolazioni della spalla, inibizione del movimento
  • La comparsa di dolore nell'area della cucitura, nonché cicatrici

Consultare immediatamente uno specialista se il paziente ha riscontrato i seguenti sintomi:

  • Gonfiore, senso di oppressione e mani fredde
  • Dolore e difficoltà a muovere gli arti
  • Lancette pallide o blu

Controindicazioni dopo l'intervento chirurgico

Durante il periodo di riabilitazione, è severamente vietato eseguire azioni come:

  • Prima di rimuovere i punti:
    • Fai un bagno o una doccia
    • Dormi dalla tua parte dal lato operato
  • Entro 2 mesi:
    • L'esercizio di prova
    • Visita la piscina
  • mai:
    • Per provare surriscaldamento o ipotermia
    • prendere il sole
    • Usa uno sforzo fisico intenso

Vantaggi dell'esecuzione della procedura in MEDSI

  • Le cliniche MEDSI utilizzano solo apparecchiature di ultima generazione che consentono una diagnosi accurata delle patologie mammarie: ultrasuoni, mammografia, TC, risonanza magnetica, istologia dei risultati della biopsia e marker tumorali
  • MEDSI ha l'unica mammografia GE Senographe Essential di Mosca, che valuta i fattori del cancro al seno.
  • Gli specialisti clinici cercano di usare metodi chirurgici delicati e un approccio complesso viene utilizzato per trattare i tumori gravi: resezione radicale delle ghiandole mammarie con rimozione dei linfonodi regionali in combinazione con radiazioni e chemioterapia
  • Programmi di screening oncologico basati su metodi unici sono utilizzati per identificare il cancro in una fase precoce di MEDSI.

Per registrarsi per una consultazione, chiamare: 8 (495) 7-800-500.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Grazie!

Ti contatteremo
con te presto

Lagranmasade Italia