Il varicocele fa male

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Caratteristiche generali della malattia

Il varicocele è un'espansione delle vene che circondano il cordone spermatico e il testicolo.

Questa malattia in molti casi è la causa dell'infertilità maschile: la termoregolazione e la fornitura del tessuto testicolare sono interrotte, il che, a sua volta, porta a un deterioramento dei parametri morfologici e della motilità degli spermatozoi e una diminuzione del loro numero.

Il varicocele è una delle malattie più comuni del sistema riproduttivo maschile. Questa patologia può essere bilaterale, lato destro e lato sinistro, mentre quest'ultimo tipo rappresenta circa il 90% di tutti i casi.

Con il varicocele, la chirurgia è necessaria già nella fase di determinazione della malattia, altrimenti è possibile l'atrofia testicolare.

Cause della malattia

La causa del varicocele è l'inversione del flusso sanguigno nella vena testicolare, che può verificarsi a causa della debolezza congenita della parete vascolare o della pressione alta nelle vene dello scroto o del bacino. Nel primo caso, la malattia si verifica a causa di una predisposizione genetica: i parenti possono avere difetti della valvola cardiaca, piedi piatti, fimosi, vene varicose delle estremità o altre malattie associate all'insufficienza del tessuto connettivo. Nel secondo caso, il varicocele è dovuto all'assenza o al cattivo funzionamento delle valvole esistenti nelle vene, che dovrebbero costituire un ostacolo al flusso inverso del sangue. La violazione del funzionamento di queste valvole porta al fatto che un aumento della pressione nelle vene durante lo sforzo fisico o quando in posizione verticale provoca l'espansione dei vasi venosi.

Diagnosi e sintomi del varicocele

Esistono diversi modi per diagnosticare la malattia: palpazione del plesso plesso, ecografia e dopplerografia in posizione eretta e distesa, test di Valsalva (forte espirazione con bocca e naso chiusi, con tensione addominale tesa). È anche possibile esaminare il livello degli ormoni sessuali nel sangue e creare uno spermogramma.

I sintomi clinici del varicocele sono minori:

  • prolasso della metà sinistra;
  • un aumento della metà dello scroto;
  • dolore non molto pronunciato nei testicoli, nello scroto, nell'inguine, di solito tirando in natura;
  • aumento del dolore durante lo sforzo fisico, l'eccitazione sessuale o il camminare.

Se il trattamento non è stato avviato in modo tempestivo, i sintomi del varicocele possono peggiorare: dolore costante e prolungato, diminuzione del testicolo sinistro, aumento significativo dello scroto, contornatura delle vene del cordone spermatico.

Si distinguono quattro gradi di varicocele:

1. In primo grado, la malattia può essere rilevata solo con l'aiuto degli ultrasuoni o dei test di Valsalva, che confermano l'aumento del plesso papillare.

2. Nel secondo grado di varicocele, le vene dilatate possono essere osservate ad occhio nudo in posizione eretta.

3. Nel terzo grado, la palpazione in posizione prona e in posizione eretta ti consentirà di diagnosticare la malattia.

4. Con il quarto grado di varicocele, le vene dilatate possono essere osservate ad occhio nudo, mentre il testicolo è morbido al tatto e le sue dimensioni sono ridotte.

Nella maggior parte dei casi, il varicocele si trova durante una sorta di visita medica, ad esempio pre-drenati o sull'infertilità.

Trattamento varicocele

Oggi, con il varicocele, la chirurgia è l'unico trattamento in grado di salvare la spermatogenesi.

Esistono diversi modi per trattare chirurgicamente la malattia, tuttavia, di norma, con il varicocele, l'operazione prevede la rimozione di parte delle vene dilatate o la sospensione del testicolo dal polo inferiore (utilizzando una striscia di aponeurosi del muscolo obliquo dell'addome).

Se i sintomi della malattia non disturbano e l'uomo non prevede di avere figli, il trattamento con varicocele può essere eseguito in modo non chirurgico, ad esempio indossando un sospensore.

Complicanze del trattamento chirurgico del varicocele

Dopo il varicocele in alcuni casi, si possono osservare i seguenti momenti spiacevoli:

  • Nel primo periodo postoperatorio, la legatura e il danno ai vasi linfatici possono provocare linfostasi. Questo fenomeno si verifica abbastanza spesso nei primi giorni dopo il varicocele, tuttavia, di norma, il dolore e il gonfiore dello scroto scompaiono completamente entro due settimane.
  • La complicanza più formidabile del trattamento chirurgico del varicocele può essere l'atrofia testicolare o l'ipotrofia. Questo fenomeno può provocare una legatura accidentale dell'arteria seminale. Una diminuzione del volume del testicolo, fino all'atrofia, è osservata in meno dell'1% dei casi di metodi di trattamento microchirurgico.
  • Dopo il varicocele, il dolore diminuisce o scompare nel 90% dei casi, tuttavia ogni 3-5 uomini su 100 operati continuano ad essere disturbati dal dolore al testicolo e al cordone spermatico. Tale dolore può persistere per molto tempo, a volte per diversi anni.
  • L'incrocio dei vasi linfatici in ½-4 anni dopo l'intervento, e talvolta nei primi mesi, può causare idrocele (idropisia del testicolo) nello 0,5-9% dei pazienti. Poiché la tecnica microchirurgica per il trattamento del varicocele prevede la conservazione dei linfonodi, in questo caso questa complicazione si verifica in meno dell'1% dei pazienti.
  • Negli uomini adulti, la ricorrenza del varicocele è meno comune rispetto ai bambini: rispettivamente 2-9% e 1-20%. A questo proposito, molti urologi consigliano di trattare questa malattia operativamente dopo la pubertà.

Il successo del trattamento per varicocele è evidenziato da un miglioramento delle caratteristiche quantitative e qualitative degli spermatozoi osservate dopo l'intervento chirurgico, di solito dopo 3-6 mesi.

Video da YouTube sull'argomento dell'articolo:

Le informazioni sono compilate e fornite solo a scopo informativo. Consulta il tuo medico al primo segno di malattia. L'automedicazione è pericolosa per la salute!

Perché si verifica il dolore varicocele?

Il varicocele è una malattia abbastanza comune tra gli uomini, colpisce il 30 percento del sesso più forte. Questa è una vena varicosa nello scroto, che porta alla sua deformazione. Se la malattia non viene curata, presto il paziente soffrirà di infertilità. Il trattamento è solo chirurgico. Spesso prima dell'intervento chirurgico e dopo un uomo, il dolore con varicocele è inquietante.

Nell'articolo diremo:

Sul dolore nello scroto con varicocele

Il varicocele è una malattia causata da disturbi circolatori. Le valvole non funzionano correttamente e il sangue inizia a fluire all'indietro attraverso i vasi.

Da ciò deriva l'espansione delle vene nello scroto, che viene circondato da una sorta di spugna vascolare. Ciò causa molte complicazioni, come la formazione di spermatozoi alterati e, di conseguenza, l'infertilità.

Questa malattia si sviluppa gradualmente, ha tre fasi:

  1. Primo stadio Non ci sono lamentele negli uomini, l'espansione delle vene è evidente solo durante un esame ecografico.
  2. Secondo stadio c'è una tensione, un dolore debole, le vene appaiono attraverso la tensione della stampa addominale.
  3. Terzo stadio. i dolori sono più pronunciati, dopo l'esame, i segni della malattia sono visivamente visibili.
Nanovein  Le migliori pillole per le vene varicose sulle gambe sono efficaci venotonici e le loro possibilità terapeutiche

Cause di dolore nello scroto con varicocele

Con il varicocele, il dolore si verifica nelle fasi successive a causa della deformazione della vena e del testicolo. Cambiare le loro dimensioni porta al dolore. Ma il dolore può verificarsi per altri motivi.

Prima e dopo l'intervento chirurgico al varicocele, il dolore si verifica per i seguenti motivi:

  1. Lesione allo scroto. Questo può accadere durante alcuni sport. Lesioni simili portano a edema e lividi. Il dolore può anche essere nausea e vomito.
  2. Torcitura del cordone spermatico. Questo può essere dopo un intervento chirurgico per varicocele o per altri motivi. Un fenomeno simile porta alla morte del testicolo. Se dopo l'intervento chirurgico sul varicocele fa male il testicolo destro o sinistro, è urgente consultare un medico. Perché se è trascorso più di un giorno dalla torsione, i tessuti muoiono e sarà impossibile correggere la situazione.
  3. Ernia inguinale Questo problema è spesso congenito e non si osservano sintomi. Si verifica a causa di uno sforzo fisico eccessivo. L'intestino scende e viene spremuto da altri organi. Ciò provoca grave dolore all'inguine.
  4. Epidimit. Il dolore dopo l'intervento chirurgico sul varicocele si verifica anche a causa di infezione. Di conseguenza, si sviluppa un processo infiammatorio, ad esempio l'epidimite. In questo caso, il dolore è piuttosto grave e la temperatura corporea aumenta. In questo caso, è necessario un intervento medico urgente.
  5. Idrocele (idropisia del testicolo). Dopo la varicocelectomia, in rari casi, si presenta una complicazione: gonfiore dello scroto dovuto al liquido accumulato. Allo stesso tempo, il testicolo fa male.
  6. La linfostasi è anche una complicazione della chirurgia. Si verifica con lesioni vascolari durante la legatura.
  7. Ipertrofia, atrofia e azoospermia del testicolo sono piuttosto rare dopo l'intervento chirurgico, ma si verificano ancora. Questo spiega anche perché il testicolo fa male dopo l'intervento chirurgico.
  8. Uno spermatocele è una cisti che appare nel testicolo e provoca dolore.

A volte c'è dolore nel testicolo a causa dell'astinenza sessuale prolungata. In questo caso, il colore della pelle dello scroto cambia. In questo caso, solo i rapporti sessuali possono alleviare il dolore.

La prostatite cronica provoca anche dolore allo scroto, il trattamento tempestivo di questa malattia può ridurre il dolore.

Le sensazioni del dolore sono di natura progressiva.

Differenziazione del dolore

Con il varicocele, le sensazioni nel testicolo sono diverse:

Il dolore in questa malattia ha alcune caratteristiche:

  • con l'eccitazione sessuale e lo sforzo fisico, il dolore si intensifica;
  • il dolore diminuisce quando si è sdraiati, perché il sangue fuoriesce dallo scroto;
  • nella stagione calda e quando il tempo cambia, il dolore aumenta;
  • dopo una lunga camminata, c'è anche un aumento del dolore;
  • la riduzione del dolore si osserva quando si indossano calzoncini da bagno stretti o sospensioni;
  • viene dato dolore alla coscia, al pene o alla parte bassa della schiena.

I dolori con questa malattia hanno una progressione crescente, prima c'è un disagio appena percettibile, quindi un lieve dolore durante l'esercizio.

Nelle fasi successive, diventa doloroso anche quando si cammina, il minimo contatto dello scroto con i vestiti. In casi avanzati, il dolore rimane già in posizione supina.

Altri sintomi si uniscono al dolore:

  • diminuzione del desiderio sessuale;
  • disturbi nel normale processo di produzione di spermatozoi;
  • problemi con il processo urinario, minzione involontaria, minzione frequente;
  • debolezza, prestazione compromessa;
  • perdita di appetito

Sorge la domanda: cosa fare quando compaiono tali sintomi, come ridurre il dolore. Certo, devi chiedere aiuto ai dottori. Accade spesso che dopo l'intervento rimanga dolore. Solo il medico può capire le cause del dolore residuo.

Trattamento del dolore nello scroto con varicocele

La scelta del trattamento per varicocele e alleviare il dolore dipende dallo stadio di sviluppo della malattia. Nelle fasi iniziali, il medico può determinare la presenza della malattia solo con l'aiuto di ultrasuoni, dopplerografia e test di Valsalva.

Se la diagnosi è confermata, vengono prescritti i seguenti farmaci:

  • venotonica (Venarous, Detralex, Escusan, ecc.);
  • unguenti speciali (eparina, troxerutina, ecc.);
  • antidolorifici (ibuprofene, acetaminofene, ecc.);
  • complessi vitaminici.

Inoltre, nelle fasi iniziali, si consiglia di indossare una sospensione al fine di prevenire l'ulteriore sviluppo del processo. Inoltre, indossare calzoncini aderenti a volte allevia il dolore per un po '. Se dopo una giornata lavorativa sulle gambe compare un forte dolore, sdraiati e metti del ghiaccio o una bottiglia di acqua fredda sullo scroto.

Se dopo il trattamento rimangono tutti i dolori, è necessario un intervento chirurgico. L'opzione migliore per il varicocele è la laparoscopia. Rispetto ad altri metodi, questa operazione comporta la minima perdita di sangue e il vantaggio è un taglio minimo sulla pelle.

Il periodo di riabilitazione dopo la laparoscopia è inferiore rispetto ad altri tipi di interventi chirurgici. Di solito devi rimanere in ospedale per 2-3 giorni, anche se il numero di giorni che devi trascorrere in ospedale dipende dalla clinica.

Se la natura del dolore non cambia dopo l'operazione, è necessario consultare un medico. Di solito in questi casi, si consiglia di limitare l'attività fisica e la deambulazione.

Inoltre, tali dolori sono dovuti alla costipazione durante lo sforzo. Pertanto, dobbiamo combattere la costipazione, usare lassativi. Per ridurre il dolore dopo l'intervento chirurgico, è necessario indossare una fasciatura speciale o calzoncini da bagno stretti.

Ma se tutto il resto fallisce, lo scroto continua a far male, potrebbe esserci stata una complicazione o una ricaduta. O il motivo è già in qualcos'altro, ad esempio nella vescica. È necessario un esame approfondito.

Misure preventive

Per non disturbare il dolore con varicocele, è necessario rispettare le seguenti regole:

  • non sollevare pesi;
  • Evita lunghe passeggiate
  • indossare calzoncini aderenti;
  • assumere i farmaci prescritti dal medico;
  • seguire una dieta;
  • non bere alcolici.

Per evitare il dolore dopo l'intervento chirurgico, è necessario seguire le raccomandazioni:

  • sdraiarsi a letto per un giorno;
  • non rimuovere le bende da soli;
  • Non andare allo stabilimento balneare o alla sauna;
  • evitare il contatto e l'eccitazione sessuale per circa un mese;
  • non sollevare più di 4 kg.

È importante osservare il giorno dopo l'intervento chirurgico, per rilassarsi completamente. Dopo un mese, di solito puoi iniziare il lavoro fisico, ma dovresti evitare il superlavoro. È anche necessario mangiare bene, includere più vitamine, verdure, bacche, frutta, fibre, latticini nella dieta.

Se i testicoli fanno male, non puoi auto-medicare, perché spesso questo porta a un deterioramento.

Camminare all'aria aperta è utile, ma qui devi conoscere la misura. Da una lunga passeggiata, il dolore può riprendere. È inoltre necessario essere esaminati regolarmente per evitare ricadute.

Il dolore con varicocele è un sintomo comune che di solito scompare dopo l'intervento chirurgico. Se il dolore appare o persiste dopo l'intervento chirurgico, questo può indicare gravi complicazioni. In questo caso, dovresti assolutamente consultare un medico.

Varicocele: quali sono i sintomi della malattia?

Il varicocele è una malattia caratterizzata da un processo di vene varicose, nonché dal loro allungamento e convoluzione nel testicolo e nel cordone spermatico. La malattia è provocata dalle vene varicose, a seguito delle quali la circolazione sanguigna nel testicolo viene compromessa.

Questo problema è comune negli uomini abbastanza spesso. Principalmente, questa afflizione colpisce i rappresentanti della giovane popolazione maschile, ma il suo aspetto in età diverse non è escluso.

Sintomi e segni caratteristici del varicocele testicolare

La malattia inizia durante la pubertà di un giovane. Questo processo può essere sviluppato fino a quando non si ferma ad un certo stadio, senza ulteriori progressi. I casi in cui uno stadio della malattia scorre in un altro non sono frequenti.

Nanovein  Quanto indossare calze a compressione per le vene varicose (2)

Nelle prime fasi della malattia, i sintomi possono essere quasi invisibili.

I primi segni di un problema sono il dolore che copre lo scroto e il testicolo.

La malattia si manifesta con un dolore più pronunciato mentre la situazione peggiora, che si presentano in uno dei testicoli o in entrambi contemporaneamente. Lo scroto aumenta o diminuisce.

Il varicocele ha la peculiarità di passare a una forma cronica. Il paziente potrebbe non essere a conoscenza della presenza di questo disturbo e talvolta ottiene questa diagnosi quando contatta uno specialista per un altro motivo.

A seconda di quanto sia difficile la situazione, a ciascun gruppo di segni caratteristici della malattia vengono assegnati quattro gradi:

Il primo grado (1) – quasi nessun sintomo della malattia si osserva nei pazienti, non sono disturbati dal dolore.

Rilevare la presenza di vene dilatate è possibile solo con l'aiuto di strumenti speciali.

Il varicocele è un compagno di altre malattie, quindi in questa fase viene diagnosticato insieme ad altre malattie.

Il primo grado della malattia viene rilevato quando un uomo è soggetto a:

  • esame ecografico;
  • dopplerografia dei vasi sanguigni.

Per la fase iniziale della malattia, è caratteristica una violazione dei processi nel testicolo. Effettuando l'analisi degli spermatozoi, esaminane la consistenza e il peso. Analizzano anche la percentuale di spermatozoi mobili e immobili. Questo è un fatto molto importante per determinare se un paziente è sterile o no.

forte> 2 grado (2) – la presenza di vene dilatate può essere rilevata dalla palpazione. Questo grado di malattia viene diagnosticato quando il paziente è in piedi. In altre disposizioni, il problema non viene rilevato.

L'uovo ha dimensioni invariate. Quando cambi la posizione eretta in posizione sdraiata, l'espansione delle vene diventa meno evidente. Il dolore e i dolori lancinanti sono più pronunciati. In questa fase della malattia, l'aumento del dolore è la conseguenza del duro lavoro fisico.

Grado 3 (3) – il sintomo principale di varicocell avanzato è la presenza di vene dilatate, che possono essere rilevate dalla palpazione indipendentemente dalla posizione del paziente.

Con la posizione eretta in questa fase della malattia, le vene cadono e lo scroto si deforma. Si vede anche edema o atrofia testicolare. Molto raramente, le condizioni del testicolo sono invariate.

Le sensazioni del dolore disturbano i pazienti non solo durante l'attività fisica, ma anche in sua assenza. La sensazione di pesantezza e dolore impedisce a un uomo di vivere una vita piena e limita la sua capacità di lavorare – con il terzo grado di varicocell, questi sono già sintomi tangibili.

Questa fase della malattia viene diagnosticata quando lo scroto viene esaminato mediante ultrasuoni. È possibile effettuare una diagnosi analizzando lo spermogramma per la qualità e la quantità di sperma e utilizzando un esame dopplerografico, controllando i vasi dello scroto.

4 gradi (4) – per rilevare la patologia consente un esame visivo del paziente.

La malattia è caratterizzata da un testicolo molle, di dimensioni ridotte. In questa fase, i tubuli seminiferi si contorcono, il processo di funzionamento dei vasi e le appendici del testicolo viene disturbato contemporaneamente alla sconfitta dei suoi tessuti.

Il sangue ristagna, le vene diventano nodulari. La funzione responsabile della produzione di sperma è inibita.

Sintomi di ricaduta

L'origine della recidiva della malattia è la vena spermatica interna, nonché la presenza di vene più piccole e le connessioni che passano tra queste vene. A causa del loro piccolo diametro, queste vene possono rimanere invisibili allo specialista durante l'intervento chirurgico. È possibile rilevarli solo con dispositivi ottici speciali.

Dopo un certo periodo di tempo, queste vene e connessioni si espandono, si espandono e quindi provocano di nuovo l'insorgenza del varicocele. La recidiva della malattia si manifesta con dolori in un testicolo (o entrambi), vene allargate che passano nello scroto.

I sintomi diventano più pronunciati sullo sfondo di una forte attività fisica, il deflusso venoso di sangue dai testicoli è compromesso, gli spermatozoi non possono formarsi e maturare secondo il modello corretto.

Cause di varicocele

Le cause della varicocella sono situazioni in cui si verifica un ristagno di sangue negli organi collegati al bacino. Il sangue può ristagnare a causa di uno sforzo fisico eccessivo, feci irregolari, relazioni sessuali instabili.

È possibile che la vena che passa attraverso il testicolo sia pizzicata e piegata da altri vasi. Di conseguenza, ha una clearance insufficiente per il normale flusso sanguigno. Per questo motivo, la pressione in esso aumenta.

La presenza di varicocele negli uomini adulti sul lato destro, o contemporaneamente su entrambi i lati, può indicare che i reni, lo spazio retroperitoneale o la piccola pelvi presentano neoplasie.

Cosa sai dei sintomi della vesciculite? Vai all'articolo e ottieni informazioni utili su questa malattia.

Scopri qui quali farmaci trattano la vesciculite.

E in questa pagina puoi scoprire quali sono le operazioni di rimozione degli spermatocele.

Malattie precedenti e associate

Il problema dell'aspetto del varicocele diventa reale per i pazienti dopo aver subito una malattia. Le malattie che precedono il varicocele possono essere:

  • gonorrea. Con esso, il dolore si verifica quando l'uretra viene esaminata dalla palpazione. Le spugne su cui l'apertura uretrale è rossa e gonfia. Lo scarico purulento di una tonalità giallastra-verdastra, macchiando la biancheria intima, la testa del pene è coperta di piaghe;
  • il processo di infiammazione acuta nel testicolo (orchite). La malattia è caratterizzata da dolore al testicolo, che si estende al perineo, all'osso sacro e all'inguine. Per lo scroto, un duplice aumento di dimensioni e levigatura delle pieghe della pelle sono caratteristici. Per il testicolo – un aumento delle dimensioni e la presenza di dolore acuto;
  • ernia con estensione degli anelli inguinali. C'è dolore che si irradia nella parte bassa della schiena o nella parte inferiore dell'addome, poiché altri organi sono compressi dall'ernia. Presenza di costipazione, brontolio e altri problemi digestivi. A volte, nel caso di un grave grado di malattia, c'è una violazione del processo di minzione;
  • criptorchidismo. Questo problema è caratterizzato da una situazione in cui il testicolo non ha la possibilità di cadere e trovarsi nello scroto. O non è del tutto omesso o, essendo disceso, si trova nel posto sbagliato;
  • epididimite. In questa malattia, lo sperma ha una miscela di sangue, la sostanza è separata dal pene, i linfonodi nell'inguine aumentano, il dolore può essere sentito durante la minzione, lo scroto diventa gonfio e il dolore è presente nei testicoli.

Inoltre, la malattia può verificarsi a causa di traumi, surriscaldamento o ipotermia.

Conseguenze della malattia

Varicocele successivamente porta con sé per un uomo alcune difficoltà. Il principale è l'incapacità di avere figli.

Ciò è dovuto ad un aumento della temperatura corporea nell'area in cui si trova lo scroto. La temperatura elevata mantiene costantemente questo livello e non è in grado di scendere. Il risultato di questi fenomeni è un processo di spermatogenesi disturbato.

Oltre all'infertilità, ci sono dolori costanti che si verificano nello scroto. Possono essere causati da una prolungata inazione nella lotta contro la malattia.

Per prevenire la malattia, devi vivere attivamente una vita sportiva, rilassarti, mangiare cibi sani. Si raccomanda di rafforzare l'immunità assumendo complessi vitaminici.

Lagranmasade Italia