Il varicocele fa male dopo l’intervento chirurgico

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

contenuto

una malattia in cui, a causa di una violazione del flusso sanguigno nei vasi dello scroto, le vene del plesso vasoide del cordone spermatico si espandono.

Il varicocele fu descritto da Celsius nel I secolo d.C. e solo nel 19 ° secolo fu dimostrata la relazione tra varicocele e insufficienza testicolare funzionale. Una grave complicazione del varicocele è l'infertilità.

Il problema dei matrimoni infruttuosi è recentemente diventato molto urgente. Nel 40% dei casi di matrimoni sterili causati da infertilità maschile. Secondo la ricerca, quasi il 30% degli uomini soffre di varicocele. È stato anche dimostrato che il 40-80% nei pazienti con varicocele ha dimostrato di ridurre la fertilità.

Il tasso di incidenza per fascia d'età non è omogeneo: in età prescolare, il tasso di incidenza non supera lo 0.12% e tra i 15 e i 30 anni diventa il 3-30%. Soprattutto spesso questa malattia si sviluppa tra atleti e lavoratori manuali.

Anatomia e fisiologia dei testicoli

I testicoli sono un organo ghiandolare accoppiato di forma ovale. I testicoli si trovano nello scroto. Il testicolo è lungo circa 4 centimetri e largo 3 centimetri. La massa del testicolo è di circa 20 grammi. Il testicolo è costituito da lobuli (250-300). Ogni lobulo è costituito da 2-3 tubuli seminiferi (tubuli diritti e contorti).

Un uovo come la ghiandola fa:

  • Funzione esocrina (produzione di spermatozoi in tubuli contorti)
  • Funzione intra-secretoria (produzione di ormoni sessuali maschili – androgeni)

Il sangue ricco di ossigeno entra nel testicolo dall'arteria testicolare, che ha origine dall'aorta addominale. Il deflusso di sangue dal testicolo viene effettuato nella vena testicolare. Il sangue venoso entra nella vena attraverso il plesso pterigoideo, che fa parte del cordone spermatico. Il sangue venoso dalla vena testicolare sinistra entra nella vena renale. Il sangue dalla vena testicolare destra si gonfia nella vena cava inferiore.

Cause di varicocele

Oggi il varicocele non è considerato una patologia indipendente, ma una delle manifestazioni di un'anomalia dello sviluppo genetico o acquisita durante la vita della malattia della vena cava inferiore e delle vene renali.

Il flusso sanguigno nella direzione opposta (retrogrado) è chiamato riflusso. È primario e secondario.

Il reflusso primario si sviluppa con:

  • Malformazioni congenite nella vena testicolare (mancanza di valvole nella vena)
  • Predisposizione genetica alla debolezza della parete venosa.

appare a causa dell'insufficienza valvolare secondaria (acquisita durante la vita). L'insufficienza valvolare secondaria appare a causa dell'ipertensione (alta pressione sanguigna) nel sistema venoso della vena cava inferiore e delle vene renali. L'ipertensione venosa porta alla necessità di ulteriori percorsi per il deflusso del sangue venoso. Ciò porta alla formazione di un'ampia comunicazione tra la renale e la vena cava. Si forma un messaggio tra le vene spermatiche interne ed esterne e la vena iliaca comune. Pertanto, questo messaggio compensa l'aumento della pressione venosa nella vena del rene.

Le principali cause che portano all'ipertensione venosa renale sono:

Centro clinico di microchirurgia RRA sulla base del Centro medico e di riabilitazione dell'Istituto federale di stato del Ministero della salute e dello sviluppo sociale della Federazione Russa – operazioni per varicocele:

VARIKOTSELE (lat. Varix – un nodo venoso, greco. Kele – un tumore)

Che cos'è un varicocele.

Il varicocele è una vena varicosa del cordone spermatico e del testicolo. Lo sviluppo di questa malattia è spiegato dal fatto che le valvole che esistono nelle vene e che dovrebbero impedire il flusso inverso di sangue, non funzionano o funzionano male e quando la pressione nelle vene aumenta (ad esempio, nella posizione verticale del corpo, durante lo sforzo fisico) questa pressione inizia essere trasmesso nella direzione opposta, causando gradualmente l'espansione della nave venosa. Pertanto, le vene che circondano il cordone spermatico si espandono.

Un altro motivo per il varicocele è la speciale relazione anatomica della vena renale e dell'arteria mesenterica superiore con la formazione del cosiddetto "forcipe" aorto-mesenterico.

Esistono diverse tecniche chirurgiche per la rimozione del varicocele. Di solito, il varicocele viene rimosso in anestesia generale, ma è anche possibile l'anestesia locale.

Il varicocele bilaterale richiede un intervento chirurgico su entrambi i lati.

Il varicocele consente al paziente di vivere in pace e godersi la vita. È OBBLIGATORIO effettuare interventi chirurgici per quei rappresentanti del sesso maschile che in futuro hanno in programma di avere figli e sentirsi uomini a pieno titolo.

Indicazioni per l'operazione di rimozione del varicocele:

  • dolore acuto ai testicoli o allo scroto;
  • infertilità;
  • deterioramento della qualità dello sperma in caso di diagnosi e assenza di altre cause;
  • diminuzione delle dimensioni dei testicoli e della loro consistenza.

Dettagli preoperatori

Le operazioni per varicocele possono essere eseguite in regime ambulatoriale utilizzando l'anestesia locale, regionale o generale. L'anestesia generale offre il massimo comfort per il paziente.

Informazioni per il paziente

La chirurgia per varicocele di solito comporta la legatura (rimozione) delle vene dilatate del cordone spermatico. Successivamente, il deflusso di sangue dal testicolo passa attraverso le vene superficiali: con il varicocele, solo la metà dei pazienti migliora e il 40% di coloro che soffrono di infertilità varicocele ne guarisce.

Rivascolarizzazione microchirurgica del testicolo Lo scopo di questa operazione è di ripristinare il normale deflusso di sangue dal testicolo a causa del trapianto di vene.Questa è l'unica operazione che posso raccomandare se davvero non puoi fare a meno dell'intervento chirurgico.

Trattamento varicocele senza chirurgia

Possibili complicanze dopo il trattamento chirurgico

Le conseguenze associate all'intervento chirurgico sono direttamente correlate al metodo di trattamento scelto. I moderni metodi per eliminare l'espansione delle vene possono minimizzare la loro manifestazione, ma il paziente non è ancora completamente immune da loro.

I problemi postoperatori più comuni includono:

Gli uomini che hanno deciso una soluzione chirurgica per la chirurgia varicocele possono successivamente riscontrare uno dei seguenti problemi:

  • Carenze nel conteggio o nella motilità degli spermatozoi.
  • Mancata corrispondenza delle dimensioni del testicolo.
  • Dolore all'inguine.

Più spesso delle recidive, si verificano problemi nel periodo postoperatorio. Questi includono idropisia del testicolo e dolore di vari gradi. L'idropisia del testicolo si verifica dopo un intervento chirurgico al varicocele a seguito della legatura dei vasi linfatici.

Il dolore dopo l'intervento chirurgico si verifica da un eccesso di epididimo con il sangue. Se è doloroso nel periodo postoperatorio, la sindrome viene rimossa con antidolorifici prescritti dal medico curante.

Il trattamento del varicocele in altri modi è impossibile. Le vene varicose del cordone spermatico non possono essere rimosse con un trattamento conservativo.

Dolore dopo chirurgia varicocele

Tempo di lettura: min

Dopo l'operazione, un uomo ha bisogno di un certo periodo di tempo per condurre un periodo di recupero per curare il varicocele. Possono essere utilizzate varie operazioni, a seconda dello stadio della malattia e delle condizioni del paziente. Alcuni di loro sono più traumatici di altri. Ma anche le procedure delicate possono causare complicazioni e vari problemi dopo che sono finite. Il dolore al testicolo dopo l'intervento chirurgico al varicocele può essere avvertito in momenti diversi. In alcuni casi, questo sarà abbastanza normale, ma a volte è necessario consultare un medico prima.

Nanovein  Le vene varicose dell'occhio (2)

Perché il testicolo fa male dopo un intervento chirurgico al varicocele?

Se il dolore si verifica nello scroto dopo il completamento dell'operazione, potrebbe esserci il sospetto che il trattamento non sia andato bene.

Ma se i testicoli fanno male dopo un intervento chirurgico al varicocele già dopo un periodo sufficientemente lungo, allora in questa situazione vale la pena prestare attenzione a questo. Uno dei fenomeni più pericolosi può essere una lesione all'ileo. Durante l'intervento chirurgico, può essere inciso con strumenti chirurgici. A volte un medico può fare un errore e bendare la vena sbagliata. In questo caso, l'operazione non ha avuto successo, poiché il varicocele non viene eliminato e una vena completamente normale viene esclusa dal flusso sanguigno.

La reazione delle vene a lesioni e incisioni dopo l'intervento chirurgico porta alle sensazioni molto dolorose che infastidiscono gli uomini. Possono aumentare con l'attività fisica. È impossibile determinare ciò che disturba esattamente il paziente senza un esame professionale. Qui è necessario fissare un appuntamento con il medico, nonché sottoporsi a un secondo esame, come era prima dell'operazione.

Dopo il varicocele, il testicolo fa male: a cosa può portare

Questi includono:

  • Idrocele. Le complicazioni dopo la rimozione del varicocele possono portare alla comparsa di idropisia. Il testicolo accumulerà liquido, che cresce gradualmente. All'inizio, potrebbe non essere molto evidente, ma la presenza di dolore aiuterà a identificarlo in anticipo. Per rimuovere l'idrocele, sarà nuovamente necessaria un'operazione.
  • L'emorragia. Il sanguinamento interno è accompagnato da dolore. Un'operazione eseguita male può far aprire una ferita all'interno e iniziare a sanguinare. Tutto ciò sarà accompagnato da dolore e nel tempo può fluire in infiammazione.
  • L'infezione. Se senti dolore dopo un varicocele, un testicolo allargato e un arrossamento evidente, è possibile che ci sia un'infezione nella ferita. Non si è mostrata per molto tempo, fino a quando non è diventata una fase seria. Ora l'infezione emette dolore, che progredisce solo nel tempo.
  • Relapse. La probabilità di un ritorno della malattia rimane sempre, sebbene piccola. La seconda volta si verifica con gli stessi sintomi della prima, quindi il dolore può indicare l'inizio della ricaduta.

Dolore dopo chirurgia varicocele: come si manifesta durante l'intervento chirurgico

Ogni tipo di operazione prevede un periodo in cui possono verificarsi sensazioni dolorose senza gravi conseguenze per la salute. Se viene eseguito un trattamento microchirurgico e laparoscopico, il verificarsi del dolore è un evento raro. Se sorgono sensazioni dolorose, durante i primi 2-3 giorni e ulteriormente nulla dovrebbe disturbare.

Le operazioni di Palomo e Ivanissevich sono più traumatiche, quindi qui il verificarsi periodico di disagio è di circa un mese. La chirurgia endovascolare comporta l'insorgenza di dolore durante la prima settimana. Qualunque cosa oltre queste scadenze dovrebbe essere sospetta. In ogni caso, se più di un mese dopo l'operazione, il varicocele fa male al testicolo sinistro, questo indica già una complicazione. Nelle prime fasi, possono verificarsi ematomi, arrossamenti, infiltrazioni e gonfiori, che diventano le cause del dolore nello scroto. Ma quando questi fenomeni scompaiono, allora c'è solo la possibilità che l'operazione sia andata male e che il dolore causi complicazioni.

Dolore all'inguine dopo chirurgia varicocele e altre complicanze postoperatorie

Le sensazioni dolorose non sono gli unici sintomi di complicanze. Per determinare che il dolore è pericoloso, è necessario prestare attenzione a ciò che è accompagnato. Le manifestazioni che parlano di complicazione includono:

  • Testicoli ingranditi;
  • Arrossamento della pelle;
  • Gonfiore costante del sito operativo;
  • febbre;
  • Sintomi di infiammazione

Il testicolo fa male dopo un intervento chirurgico al varicocele: come prevenirlo

Affinché le complicazioni non si sviluppino e minimizzino la possibilità di dolore, è necessario seguire le raccomandazioni degli specialisti.

  • È necessario escludere una forte attività fisica durante i primi mesi di recupero;
  • Se ci sono medicazioni, devono essere cambiate quotidianamente in sterili in modo che non ci siano infezioni e infiammazioni;
  • È necessario astenersi per qualche tempo dalla masturbazione e dai rapporti sessuali;
  • È necessario abbandonare le vasche da bagno e usare principalmente una doccia;
  • Vale la pena indossare bende speciali e bende di supporto.

Entro pochi mesi dall'intervento, è necessario consultare il medico per un appuntamento in modo che possa determinare la possibile insorgenza di complicanze o recidive prima che inizino i primi sintomi della malattia. Se il dolore si verifica in questo momento, allora una visita a uno specialista dovrebbe essere fatta immediatamente in modo che le conseguenze non diventino troppo gravi.

Video: dolore dopo varicocele

Varicocele dopo l'intervento chirurgico: caratteristiche di recupero

Scopri come curare facilmente e rapidamente problemi intimi senza dolore e chirurgia. Leggi di più >>

Dopo l'operazione, varicocele, a seconda dell'operazione eseguita, il paziente necessita di un periodo di recupero.

Tutte le operazioni con questa malattia possono essere divise in diversi gruppi secondo il metodo e l'aiuto anestetico necessario.

Le operazioni di Ivanissevich e Palomo vengono eseguite con accesso aperto, un'incisione cutanea, spesso a sinistra. Di norma, viene eseguita l'anestesia locale, la vena testicolare viene secreta e legata.

L'operazione di Marmara, che viene eseguita con il metodo microchirurgico, è in qualche modo diversa dalle precedenti in tecnica, ma non in anestesia. Con questo metodo, viene praticata una piccola incisione nella regione inguinale e, se necessario, vengono eseguite piccole incisioni sullo scroto, attraverso cui viene eseguita la frammentazione e la rimozione delle vene varicose del testicolo.

C'è anche un'opzione con la rivascolarizzazione microchirurgica.

Con queste operazioni, è necessario passare da due o più giorni in ospedale, quindi rimuovere i punti per un giorno. Nel caso di chirurgia laparoscopica e anestesia endotracheale, potrebbe essere necessario trascorrere del tempo nel reparto di terapia intensiva. Il termine per rimuovere le cuciture è lo stesso.

In questi casi, la durata totale del periodo di recupero può arrivare fino a 1 mese.

Le tecniche intravascolari innovative non richiedono anestesia speciale; possono essere eseguite in regime ambulatoriale. In futuro è necessaria la supervisione del medico curante, ma la rimozione delle suture non viene eseguita a causa dell'assenza di un'incisione. Il periodo di recupero sarà

CONSIGLIAMO! Potenza debole, pene flaccido, mancanza di una lunga erezione non è una frase per la vita sessuale di un uomo, ma un segnale che il corpo ha bisogno di aiuto e la forza maschile si indebolisce. Esistono molti farmaci che aiutano un uomo a ottenere un'erezione stabile per il sesso, ma tutti hanno i loro svantaggi e controindicazioni, specialmente se l'uomo ha già 30-40 anni. Le capsule di Pantosagan per potenza non solo aiutano a ottenere un'erezione QUI E ORA, ma fungono da prevenzione e accumulo del potere maschile, permettendo all'uomo di rimanere sessualmente attivo per molti anni!

Vale la pena soffrire tutti questi inconvenienti per l'obiettivo principale: sbarazzarsi del problema dell'infertilità.

Un'operazione eseguita in tempo, in anticipo, quando non ci sono ancora segni di atrofia testicolare, può salvarti dall'infertilità e i suoi figli saranno la ricompensa per l'intervento chirurgico. Secondo le statistiche, nei pazienti con varicocele, in cui la ragione dell'operazione era l'infertilità e le loro mogli non potevano rimanere incinta prima dell'intervento, la fertilità veniva ripristinata nella maggior parte dei casi entro un anno.

Il varicocele dopo l'intervento chirurgico può essere complicato da linfostasi a breve termine, idrocele o idropisia del testicolo.

Raramente, il disagio può rimanere nell'area della cicatrice, del testicolo, lungo il nervo femorale. A volte può svilupparsi un'ernia inguinale.

Secondo le statistiche, la frequenza delle complicanze è inferiore al dieci percento, la maggior parte scompare durante il primo mese. Al fine di evitare complicazioni nel periodo di recupero dopo un intervento chirurgico al varicocele negli uomini, il paziente deve osservare rigorosamente l'ora di letto prescritta.

Inoltre, l'attività fisica e l'attività sessuale sono vietate per un mese. Si consiglia di indossare mutande speciali. Si raccomanda che il cibo sia reso leggero per non causare stress eccessivo durante i movimenti intestinali.

In pochi anni, una ricaduta del varicocele è possibile quando le vene precedentemente non eluse si espandono. L'operazione addominale trasferita con varicocele dà diritto al differimento o all'esenzione dal servizio militare.

  • Il varicocele viene trattato dopo l'intervento chirurgico? Dopo l'operazione, è necessario seguire tutte le raccomandazioni del medico per il periodo di recupero, volte a prevenire complicanze e ricadute.
  • Quanti sono in ospedale dopo un intervento chirurgico al varicocele? A seconda del tipo di intervento chirurgico e delle condizioni del paziente, da alcune ore a diversi giorni.
  • Cosa non si può fare dopo un intervento chirurgico al varicocele? Il varicocele dopo l'intervento chirurgico richiede precauzioni. Durante il mese, non puoi sollevare pesi, praticare sport, masturbarti e fare sesso, non puoi fare bagni caldi, puoi solo lavarti sotto la doccia.
Nanovein  Come curare le vene varicose nel sito di casa ru

Dolore dopo chirurgia varicocele, temperatura e altri sintomi

Il periodo postoperatorio, a seconda dell'operazione, varia da giorni con intervento endovascolare a un mese con un'incisione aperta.

In casi semplici, il paziente può essere dimesso sotto controllo ambulatoriale per

Nel primo periodo postoperatorio sono possibili ematomi, arrossamenti e gonfiori dei tessuti nell'area delle incisioni, nonché flusso di sangue dalla ferita.

Questi sintomi sono segni di un normale decorso della guarigione delle ferite.

I sintomi del varicocele che accompagna dopo le recensioni dei pazienti all'intervento chirurgico sono generalmente positivi.

In rari casi, dopo l'intervento chirurgico al varicocele può esserci una temperatura, l'iperemia nell'area della ferita chirurgica persiste, ci sono segni di infiammazione purulenta con secrezione giallo-marrone, edema. In questo caso, possiamo dire che il periodo postoperatorio è complicato.

Una complicazione di un periodo successivo può essere idropisia del testicolo, linfostasi.

Il dolore al testicolo dopo un intervento chirurgico al varicocele è dovuto al danneggiamento delle terminazioni nervose e alla tensione eccessiva delle vene rimanenti. L'ipertrofia o l'atrofia testicolare è estremamente rara. Il tasso di recidiva è fino al 40% con chirurgia tradizionale, fino al 15% con trattamento endovascolare, fino al 10% dopo laparoscopia, dopo chirurgia microchirurgica fino al 2%.

  • Cosa fare se dopo l'intervento rimangono le vene varicocele? Le vene scrotali possono rimanere dilatate a causa delle caratteristiche strutturali delle vene del testicolo e del cordone spermatico del paziente e del flusso da altri collettori venosi. In questo caso, è necessaria l'analisi degli spermatozoi. Con indicatori intatti, la dopplerografia deve essere eseguita per determinare se il reflusso è rimasto nella vena testicolare. Se viene rilevata una patologia, è necessario ripetere un'operazione.
  • Cosa fare se il testicolo si è ingrandito dopo un intervento chirurgico al varicocele? L'allargamento dello scroto è causato da vari motivi. Il medico curante determinerà la portata dell'esame e ulteriori tattiche.
  • Cosa fare se un testicolo fa male dopo un intervento chirurgico al varicocele? A volte il dolore al testicolo dopo l'intervento chirurgico al varicocele dura abbastanza a lungo. Per determinare la causa e ulteriori tattiche, sono necessari consulti ed esami specialistici.

Varicocele dopo l'intervento chirurgico: le principali complicanze

Il recupero dopo il varicocele dipende dal tipo di operazione e può richiedere fino a un mese. Dopo un'operazione chirurgica che ha richiesto la dissezione diretta della pelle, compreso l'intervento chirurgico di Marmara, ci si aspetterebbe un leggero arrossamento e una sacra emorragia dalla ferita. Edema minore può anche essere presente.

Quando è in corso il recupero dalla chirurgia del varicocele, si raccomanda di seguire le raccomandazioni sul riposo a letto e le restrizioni sull'attività sessuale e sui carichi. Dopo l'intervento chirurgico al varicocele, il periodo postoperatorio può essere complicato da segni di infiammazione. L'aspetto della ferita è caratteristico, è gonfio, il rossore non si attenua, appare uno scarico giallastro con un odore sgradevole.

Inoltre, il varicocele negli uomini dopo l'intervento chirurgico può ripresentarsi nel 40% dei casi dopo la legatura della vena testicolare. Il varicocele bilaterale può ripresentarsi su entrambi i lati. Più probabilità di ricaduta sono i ragazzi.

Con il varicocele, il ripristino della normale composizione spermatica, la fertilità maschile e la possibilità di concepimento si verificano nel periodo da un mese a un anno. La vita sessuale è raccomandata solo un mese dopo l'intervento.

Con una diagnosi di varicocele, la riabilitazione dopo l'intervento chirurgico richiede l'emissione di un congedo per malattia, il periodo è determinato individualmente.

Le conseguenze dopo l'intervento chirurgico al varicocele in molti anni e nel prossimo futuro

Con il varicocele, i sintomi dopo l'intervento chirurgico nel corso normale sono rappresentati da segni di normale guarigione della ferita, possono essere presenti leggero dolore e gonfiore temporaneo. La gravità dei sintomi dipende dal volume e dal tipo di intervento.

Le complicanze dopo il varicocele sono divise in precoci e ritardate.

I primi includono l'aggiunta di un'infezione della ferita, linfostasi ritardata, idropisia, dolore lungo il midollo spermatico, nel testicolo, nella regione inguinale. La loro durata e cause possono variare.

L'idropisia dopo il varicocele è caratterizzata dall'accumulo di liquido nei testicoli. L'idropisia dopo chirurgia del varicocele può spesso essere rilevata solo mediante ultrasuoni, non si manifesta clinicamente e si trasmette da sola dopo la normalizzazione del deflusso linfatico.

Le complicanze dopo un intervento chirurgico al varicocele correlate al ritardo comprendono cambiamenti di dimensione e azoospermia. Di norma, ciò accade se l'operazione è stata eseguita prima della fine della pubertà.

Le conseguenze della chirurgia varicocele in condizioni moderne sono piuttosto rare, a causa della disponibilità di moderne tecniche chirurgiche, farmaci e metodi di riabilitazione. Il paziente è tenuto a rispettare il regime e le raccomandazioni. Nel periodo di recupero, gli esercizi terapeutici dovrebbero essere sotto la supervisione di un medico.

Lo spermogramma dopo il varicocele subisce cambiamenti e la malattia è spesso accompagnata da infertilità. In assenza di segni di atrofia testicolare, il miglioramento dello spermogramma dopo chirurgia varicocele è osservato in un numero significativo di casi ed è un indicatore dell'efficacia dell'intervento.

Con il varicocele, le conseguenze dopo l'intervento chirurgico sono rare dopo molti anni. Ci può essere un episodio precoce o tardivo di recidiva, quando ricompaiono i sintomi del varicocele e delle vene scrotali.

La recidiva viene trattata con un intervento chirurgico ripetuto e non tutti i tipi di intervento chirurgico sono applicabili nel campo della recidiva. Si ritiene che il varicocele non causi impotenza, così come la chirurgia. È possibile continuare l'attività sessuale nello stesso volume dopo il recupero finale.

Consigli per una vita attiva dopo il varicocele

Le raccomandazioni dopo l'intervento chirurgico al varicocele sull'attività sessuale sono abbastanza semplici. I medici consigliano di astenersi dal rapporto sessuale durante il periodo di recupero.

Dura dopo le normali operazioni fino a dopo microchirurgia fino a 3 settimane e dopo endovascolare fino a 3 giorni.

Dopo l'operazione, puoi osservare il riposo a letto, venire alla consultazione per rimuovere i punti, indossare biancheria intima speciale, lavare sotto la doccia.

Non puoi fare bagni caldi, fare esercizio fisico, fare sesso, ma anche masturbarti, sollevare pesi, spingere eccessivamente.

  • È possibile un leggero lavoro fisico dopo un intervento chirurgico al varicocele? Le possibili limitazioni del varicocele dopo l'intervento chirurgico comprendono il divieto di sollevamento pesi e uno sforzo fisico intenso. Il concetto di lavoro fisico leggero è estensibile, pertanto è necessario discutere con il medico curante la quantità specifica di possibile attività fisica per il periodo di recupero e negli anni successivi.
  • È possibile masturbarsi dopo un intervento chirurgico al varicocele? La masturbazione dopo il varicocele è indesiderabile per il periodo di recupero.
  • Posso fare sesso dopo un intervento chirurgico al varicocele? È possibile, dopo il completamento del periodo di riabilitazione, la vita sessuale può essere ripristinata al suo volume precedente senza perdita di qualità.
  • Posso fare sport dopo un intervento chirurgico al varicocele? Per il periodo di recupero, gli sport dopo il varicocele sono vietati, dopo che la quantità di possibili carichi sportivi dovrebbe essere discussa con un medico, a volte il divieto di carichi sportivi può durare diversi mesi.
  • Cosa posso mangiare dopo un intervento chirurgico al varicocele? La dieta dopo il trattamento chirurgico delle vene varicose del testicolo dovrebbe mirare a prevenire la costipazione, alimenti nutrienti e ricchi di vitamine. La preferenza dovrebbe essere data alla dieta mediterranea. È meglio non bere alcolici dopo un intervento chirurgico al varicocele, poiché favorisce la disidratazione e la costipazione.
Lagranmasade Italia