Il trattamento chirurgico

Il trattamento chirurgico delle vene varicose è probabilmente una tecnica del passato …

Tra i metodi di trattamento delle vene varicose vi è un classico intervento chirurgico: la flebectomia. Oggi, questo metodo di trattamento è molto obsoleto, poiché perde significativamente in termini di efficienza e sicurezza di fronte ad altre tattiche innovative.

Tuttavia, ha il diritto di esistere ed è spesso utilizzato negli ospedali cittadini e municipali. Nei grandi centri flebologici, le tecniche moderne sono più spesso e promettentemente utilizzate. Ad esempio, scleroterapia, obliterazione laser endovenosa, ablazione con radiofrequenza.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Che cos'è la flebectomia combinata (CFE)?

Questa è una procedura chirurgica per la rimozione delle vene danneggiate. Dura circa due ore. Viene eseguito in anestesia generale o spinale. In casi lievi, può essere utilizzata l'anestesia locale.

La procedura richiede il riposo a letto e il controllo da parte dei medici, quindi il paziente deve rimanere in ospedale per almeno 5-7 giorni. Dopo la procedura di rimozione delle vene, segue un lungo periodo di riabilitazione con l'uso di una compressione elastica (circa 1,5-2 mesi). Il tempo medio di invalidità è di circa 3 mesi. Per quanto riguarda il lato estetico del problema, cicatrici e cicatrici rimangono sul sito di rimozione delle vene.

La flebectomia può anche portare a complicazioni – linforrea, sanguinamento, tromboflebite e, in casi particolarmente pericolosi, tromboembolia polmonare. Le conseguenze più comuni della procedura sono lividi estesi lungo la vena, irrigidimento e rigonfiamento dei tessuti, cicatrici, suppurazione delle ferite e violazione della sensibilità della pelle.

Nanovein  Come curare le vene varicose delle gambe

Tecnica di flebectomia

Prima di iniziare la procedura, le vene interessate sono contrassegnate (usando gli ultrasuoni). Con le vene varicose dello stelo, si distinguono le seguenti fasi di CFE:

  1. Crossectomia (prossimale – legatura e intersezione di BPV e suoi affluenti, o distale – legatura di MPV). La crossectomia prossimale ha lo scopo di eliminare il reflusso attraverso l'anastomosi femorale-più sicura (eseguita nell'area della piega inguinale). Distale è l'eliminazione chirurgica del reflusso di MPV attraverso l'anastomosi safeno-poplitea (nella regione poplitea). In generale, la crossectomia può essere eseguita come procedura indipendente in casi di emergenza, ad esempio nella tromboflebite acuta ascendente;
  2. Stripping (safenectomia): rimozione diretta del tronco della vena interessata. In alternativa, viene utilizzato uno stripping corto (quando la vena non viene rimossa per tutta la sua lunghezza, ma, ad esempio, solo nell'area della coscia). Le moderne tecniche di safenectomia includono:
    • Estrazione del PIN – eseguita da una speciale sonda PIN sterile dotata di un foro filettato ad un'estremità, che dovrebbe fissare la vena interessata;
    • cryostripping: eseguito utilizzando i crioprobi e basato sull'ipercooling dei tessuti locali.
    • stripping di inversione (invaginazione) – viene effettuato utilizzando una sonda di metallo con oliva senza tagliente;
    • Stripping con la cosiddetta sonda Babcock – un laccio emostatico in metallo dotato di taglio delle olive (questo è il metodo più radicale, ma anche il più traumatico – in quanto può essere accompagnato da danni a nervi, vasi linfatici e tessuti che circondano il dotto venoso).
  3. Legatura di vene perforanti insolventi (perforanti) della coscia e della parte inferiore della gamba. È realizzato con l'obiettivo di eliminare lo scarico di perforazione. Accade subfasciale (con dissezione della fascia) e suprafasciale (rispettivamente, senza dissezione della fascia, pur essendo meno traumatico). Una versione aperta di questa manipolazione (sottofasciale) è irta di impressionanti difetti estetici, perché richiede grandi incisioni nella parte inferiore della gamba;
  4. La miniflebectomia è una procedura per rimuovere singoli vasi varicosi e nodi varicosi degli arti inferiori attraverso forature di diversi millimetri di dimensione.

In casi semplici, così come nella fase iniziale della malattia, le singole fasi della flebectomia combinata, descritte sopra, vengono eseguite come procedure indipendenti.

Nanovein  Farmaci per le vene varicose a casa

Tecniche alternative (INNOVATION IN PHlebology)

I risultati più moderni della flebologia sono metodi innovativi:

  • distruzione della vena a radiofrequenza (Medicaltechnologies VNUS Closure)
  • obliterazione laser endovasale (EVLO) eseguita utilizzando una fibra radiale.

Inoltre, il gold standard per il trattamento delle vene varicose è:

  • scleroterapia a forma di schiuma (o cosiddetta scleroterapia a schiuma).

Tutte queste tecniche beneficiano in modo significativo in relazione al metodo chirurgico di trattamento delle vene varicose.

Vantaggi delle tecniche innovative:

  • Procedure indolore e confortevoli. Nuove tecniche vengono eseguite in un'atmosfera confortevole per il paziente, tecniche minimamente invasive, se necessario, utilizzando l'anestesia locale. Pertanto, non causano alcun disagio o dolore durante o dopo le procedure;
  • Minimamente invasivo. La procedura richiede solo una piccola puntura, che non lascia cicatrici o cicatrici;
  • Alta efficienza. I risultati di RFA, EVLO o scleroterapia colpiscono per la sua alta efficienza – effetto terapeutico persistente e assenza di ricaduta;
  • La velocità della procedura. Il tempo totale per le procedure è di 20-30 minuti (non più di 1 ora);
  • Regime ambulatoriale. Le moderne tecniche non implicano un regime stazionario, vengono eseguite in regime ambulatoriale e non richiedono alcun programma di riabilitazione speciale;
  • Effettuare manipolazioni senza disabilità. Letteralmente immediatamente dopo la procedura, al paziente è consentita (e persino fortemente consigliata) l'attività fisica – camminare. Cioè, puoi tornare al tuo solito stile di vita già il giorno delle manipolazioni mediche;
  • Non c'è bisogno di riabilitazione a lungo termine. Il periodo post-procedurale richiede di indossare calze a compressione solo per un breve periodo (fino a due settimane);
  • Grande effetto cosmetico. Non rimangono cicatrici, tagli o cicatrici sulla pelle nel sito di esposizione;
  • Ampia gamma di indicazioni. I metodi innovativi trattano le diverse fasi delle patologie venose – dalle normali vene ragno alle vene varicose di grande diametro.

La scelta del regime di trattamento

Ho rifiutato la flebectomia classica a favore delle suddette tattiche di trattamento. Dopo la consultazione, i pazienti ricevono una descrizione dettagliata della metodologia di trattamento moderna più appropriata, selezionata tenendo conto delle caratteristiche individuali del decorso della malattia.

Le moderne attrezzature di classe europea aiutano a far fronte facilmente ai compiti flebologici più complessi.

Lagranmasade Italia