Gradi e stadi delle vene varicose degli arti inferiori

Dalla corretta determinazione dello stadio delle vene varicose dipende da quanto accuratamente il medico sceglie le tattiche del trattamento di questa malattia comune. La leggera espansione delle vene può essere eliminata senza farmaci con l'aiuto di esercizi speciali e calze a compressione. I pazienti che iniziano la malattia richiedono una terapia farmacologica e, nei casi più gravi, solo il trattamento chirurgico sarà di aiuto.

Dalla corretta determinazione dello stadio delle vene varicose dipende da quanto accuratamente il medico sceglie le tattiche del trattamento di questa malattia comune.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Come determinare il grado di vene varicose

È logico classificare gli stadi della malattia in base al suo quadro clinico. Viene creato uno schema per lo sviluppo delle vene varicose, che è composto da sintomi che compaiono gradualmente:

  • asterischi venosi individuali;
  • disegno a maglie distinte;
  • vene dilatate;
  • gonfiore delle gambe;
  • pigmentazione della pelle;
  • eczema varicoso;
  • insufficienza venosa;
  • ulcerazioni curative;
  • ulcere trofiche.

Ma i sintomi da soli, anche quelli caratteristici, non sono sufficienti per determinare lo stadio delle vene varicose. Il fatto è che i segni clinici di questa patologia sono diversi e variabili. In quasi tutti i casi, la malattia ha le sue manifestazioni e caratteristiche individuali.

Un chiaro motivo a maglie aiuta a vedere rapidamente il motivo delle vene varicose.

I medici incontrano spesso differenze significative nei principali criteri diagnostici, che sono importanti per determinare lo stadio delle vene varicose. Questo è:

  • segni iniziali di processi patologici;
  • il tasso di progressione delle vene varicose;
  • volume delle navi interessate;
  • localizzazione di vene dilatate;
  • sintomi di complicanze delle vene varicose.

La patologia può anche essere classificata in base alla forma delle deformità delle vene. Quindi le fasi della malattia sembrano così:

  • vene varicose sottocutanee limitate;
  • localizzato – con penetrazione nelle vene superficiali;
  • comune: con il ritorno del sangue nella rete superficiale dei vasi sanguigni;
  • comune – con il ritorno del sangue nelle vene profonde.

La patologia può anche essere classificata in base alla forma delle deformità delle vene. Il paziente può sviluppare vene varicose sottocutanee limitate.

Sistematizzazione delle fasi della malattia in base alle seguenti complicanze:

  • gonfiore significativo;
  • ferite sanguinanti;
  • l'incidenza di tromboflebite;
  • la comparsa di ulcere trofiche.

Più grave è il grado di varicosità, più i sintomi caratteristici, le complicanze e tutte queste opzioni per sistematizzare la malattia sono in qualche modo unilaterali. Per lungo tempo, i flebologi russi sono stati guidati dalla classificazione in base alla quale le vene varicose delle estremità subiscono 3 stadi di sviluppo.

Nanovein  Coni sulle gambe con foto di vene varicose

Stadi principali

Questa classificazione si concentra sul grado di abbandono della malattia. Tuttavia, in questa sistematizzazione c'è un punto problematico: l'inizio della patologia. I suoi pazienti non se ne accorgono quasi mai e i medici non possono rilevare tempestivamente durante la procedura diagnostica.

Molto spesso, la malattia si maschera da banale stanchezza. Ci vuole molto tempo prima che i segni della malattia diventino evidenti.

Lo stadio iniziale della malattia delle vene varicose è chiamato latente. Molto spesso, la malattia è mascherata da banale stanchezza.

prima

Sintomi del 1o stadio delle vene varicose:

  • una sensazione di "ronzio", tensione, pesantezza alle gambe;
  • dolore in alcune parti degli arti;
  • temporanea perdita di sensibilità, intorpidimento delle gambe, in particolare con postura prolungata in piedi o seduta;
  • una leggera sporgenza di vasi sanguigni sulla pelle, che alla palpazione provoca una sensazione di disagio.

La seconda

Manifestazioni caratteristiche del 2 ° stadio delle vene varicose:

  • modelli a maglie leggermente bluastre dei vasi sanguigni, che diventano sempre più;
  • lividi che compaiono spontaneamente e non a seguito di lesioni;
  • sensazione di pienezza della pelle, pesantezza delle gambe;
  • forte dolore agli arti, che si intensifica la sera;
  • la comparsa di "pelle d'oca" sotto le ginocchia o le gambe.

terzo

Questo è lo stadio più avanzato della malattia, che è caratterizzato da gravi cambiamenti trofici nelle vene e nei tessuti delle gambe. È pericoloso a causa dell'elevato rischio di trombosi, cancrena, amputazione degli arti. Tutti i sintomi tipici sono estremamente aggravati:

  • la pelle delle gambe si scurisce, su di essa appaiono molte macchie dell'età;
  • il blu delle navi colpite copre la maggior parte degli arti;
  • il loro gonfiore non dipende più dall'ora del giorno, diventando costante;
  • il dolore alle gambe è così lancinante che il paziente perde la capacità di muoversi liberamente.

Gradi di compensazione

Esiste un'altra opzione con cui è possibile sistematizzare le fasi di sviluppo delle vene varicose. La versione è stata offerta dal Dr. V.S. Saveliev.

Esiste un'altra opzione con cui è possibile sistematizzare le fasi di sviluppo delle vene varicose. Il famoso medico russo V.S. offrì la sua versione. Saveliev.

Il chirurgo-flebologo russo ha costruito la sua classificazione sui seguenti criteri:

  • la diffusione del processo infiammatorio nelle vene degli arti;
  • probabilità di complicanze;
  • risorse del corpo per l'autoguarigione.

Secondo Savelyev, le vene varicose dovrebbero essere distinte in 3 fasi:

  • compensato;
  • subcompensated;
  • scompensata.

compensata

Si tratta delle vene varicose nella fase iniziale, quando una persona non avverte alcun dolore alle gambe. A volte può notare una leggera pesantezza agli arti, e quindi solo dopo carichi insoliti su di loro. Dopo il riposo, questa sensazione passa rapidamente. Tuttavia, durante una visita medica, vengono già rilevate singole "stelle" vascolari, leggero gonfiore delle caviglie e dei piedi. Il corpo è in grado di far fronte a tali violazioni della circolazione venosa per molti mesi e anni.

Con le vene varicose compensate, una persona non nota alcun cambiamento. A volte può notare una leggera pesantezza agli arti, ma lei passa dopo un breve riposo.

subcompensated

Le vene varicose degli arti inferiori in questa fase di sviluppo si manifestano con chiari segni di cattiva salute. È già impossibile non notare o attribuire all'affaticamento la rapida affaticabilità degli arti inferiori, i punti di età, "pelle d'oca" di giorno e crampi di notte. La sera, le gambe si gonfiano fortemente, ma al mattino riescono ancora a spingerle di nuovo nelle scarpe.

Nanovein  Caratteristiche dell'operazione per rimuovere i fibromi uterini

scompensata

In questa fase, il corpo non è più in grado di far fronte all'insufficienza venosa cronica. E le vene varicose degli arti inferiori si manifestano non solo con grave gonfiore, pigmentazione, emorragia, prurito alle gambe, ma anche dermatite, eczema, aumento della caduta dei capelli. La pelle perde la sua capacità di rigenerarsi, a causa di questo il minimo graffio, il microtrauma si trasforma in ulcere non cicatrizzanti.

Classificazione internazionale dello stage

Dal 2005, i flebologi sono stati prescritti nella diagnosi delle vene varicose per essere guidati dalla classificazione unificata internazionale dell'insufficienza venosa (CEAP).

Dal 2005, i flebologi sono stati prescritti nella diagnosi delle vene varicose per essere guidati dalla classificazione unificata internazionale dell'insufficienza venosa.

Questa sistematizzazione copre 6 fasi dello sviluppo delle vene varicose:

  1. Sintomi tipici dell'insorgenza della malattia: pesantezza alle gambe, peggio ancora alla fine della giornata, le prime "stelle" vascolari appena visibili a causa dell'espansione dei capillari, rari crampi ai muscoli del polpaccio. Inizia la stasi del sangue venoso, che complica il suo deflusso.
  2. Nella seconda fase dello sviluppo della malattia, una persona avverte disagio agli arti. Man mano che le vene si espandono gradualmente, i modelli vascolari sulla pelle appaiono più distintamente, ce ne sono più. Le valvole che regolano il flusso sanguigno nelle estremità funzionano male. Le gambe fanno male e si gonfiano più spesso, specialmente durante lo sforzo fisico.
  3. Il terzo stadio è caratterizzato da convulsioni sistematiche, grave gonfiore, dolore alle gambe, che non scompaiono anche dopo diverse ore di riposo. Questi sintomi sono particolarmente aggravati se devi camminare o stare in piedi in un posto per lungo tempo. Le vene diventano convesse, i piedi si gonfiano così tanto che non si adattano alle solite scarpe.
  4. Nella quarta fase della malattia, l'insufficienza venosa cronica si manifesta con alterazioni degenerative della pelle. Ciò è dimostrato dalla comparsa di macchie dell'età marrone. Inizialmente sono localizzati negli arti inferiori, ma si diffondono gradualmente più in alto. La pelle senza nutrizione si degrada e si formano ulcere trofiche nei luoghi più vulnerabili.
  5. Se il trattamento conservativo è efficace e le ulcere guariscono, viene accertato il quinto stadio della malattia, che è caratterizzato dalla formazione di tessuto cicatriziale. Molto spesso si verificano recidive di ulcerazione. Allo stesso tempo, esiste un grande rischio di complicazioni pericolose.
  6. Se nello stesso punto in cui si trovava il tessuto cicatriziale, riapparve un'ulcera trofica, viene diagnosticata la sesta fase dello sviluppo delle vene varicose, in cui viene indicata un'operazione chirurgica di emergenza. In questo caso, è necessario il trattamento simultaneo delle vene varicose e delle lesioni ulcerative.

Oggi CEAP è una sistematizzazione riconosciuta dai flebologi di tutto il mondo. Questa classificazione delle malattie venose croniche consente al medico di tenere conto dei sintomi della malattia, della localizzazione dei vasi colpiti, del grado di progressione delle vene varicose e delle complicazioni che si presentano.

Lagranmasade Italia