Foto di trattamento delle vene varicose degli arti inferiori

Le vene varicose degli arti inferiori (VRVNA) si riferiscono al tipo di malattie che non solo causano molto disagio per una persona, ma possono anche rovinare notevolmente l'aspetto.

Nel frattempo, questa malattia è una condizione patologica pericolosa che porta a gravi danni al sistema circolatorio. Molto spesso, le persone di mezza età, 30-40 anni, soffrono di vene varicose delle gambe.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Caratteristiche generali e cause delle vene varicose

In una persona sana, il sangue venoso sale dalle gambe al cuore sotto l'influenza della pressione, che nello stato normale è abbastanza per superare la gravità. Con violazioni di questo meccanismo, il corpo è costretto ad aumentare la pressione per spingere il sangue verso l'alto.

Come risultato di questo processo, si verifica un fallimento della valvola, che è caratterizzato dall'ingresso di sangue nelle vene superficiali dal profondo. Poiché la pressione all'interno dei vasi è aumentata, le loro pareti perdono la loro elasticità, si allungano e si esauriscono, il che porta alla formazione di noduli sottocutanei visibili di colore bluastro.

Cause delle vene varicose degli arti inferiori:

  • Livelli elevati di progesterone nel corpo di una donna. Questo ormone ha un effetto negativo sulle condizioni delle pareti e delle valvole venose, rendendole deboli e non protette.
  • Patologie congenite delle valvole o delle pareti delle vene, mancanza di tessuto connettivo, scarsa pervietà delle vene profonde, predisposizione genetica.
  • Neoplasie situate sulle gambe nella cavità addominale.
  • Lesioni alle estremità inferiori.
  • Malattie del sistema endocrino.
  • Tromboflebite.
  • Malattie articolari – osteoporosi, artrite reumatoide, ecc.
  • Uso a lungo termine di contraccettivi ormonali.
  • Uno stile di vita sedentario, che spesso porta a processi stagnanti nelle gambe.
  • Aumento della pressione addominale Di solito si verifica con malattie polmonari o con costipazione frequente.
  • Sovrappeso.
  • Indossa abiti e scarpe attillati.
  • La presenza nella dieta di una grande quantità di cibi ricchi di calorie e grassi, l'assenza di fibre di origine vegetale.
  • Fumo, bere frequente.

Durante la gravidanza, il VRVNA si manifesta soprattutto spesso, poiché durante questo periodo si verificano cambiamenti globali nel background ormonale, nonché un aumento del peso corporeo.

Gli uomini soffrono di questa malattia se il loro stile di vita è associato a un intenso lavoro fisico o a una prolungata permanenza in piedi – operatori di macchine, motori, ecc. Le gambe varicose possono verificarsi a causa di alcuni sport.

Sintomi e primi segni

Le vene varicose delle gambe sono accompagnate dai seguenti sintomi:

  • la comparsa di dolore alle gambe: con le vene varicose durante la deambulazione, il dolore è pulsante e caldo, in uno stato di calma – rottura;
  • crampi di notte;
  • cambiamenti visibili nella pelle delle gambe – macchie scure, noduli, gonfiore, pelle secca;
  • una sensazione di pesantezza alle gambe – come se esplodesse dall'interno; ciò si verifica principalmente la sera, dopo una giornata lavorativa;
  • ispessimento delle vene sulle gambe, appaiono chiaramente sulla superficie della pelle.

I sintomi dell'inizio e della progressione delle vene varicose nelle gambe sono presentati nella foto sotto, a seconda del loro stadio e delle condizioni del paziente, viene prescritto un trattamento.

Il trattamento prematuro è molto pericoloso con VRVNA. Se questa malattia non viene trattata, può portare a deformazione della struttura muscolare delle gambe, distruzione della massa ossea e cambiamenti irreversibili nella pelle.

Le vene varicose in progressione saranno accompagnate da fenomeni come la formazione di eczema esteso e la comparsa di ulcere trofiche non cicatrizzanti che possono andare in cancrena. Le conseguenze possono essere le più tristi: amputazione delle gambe, avvelenamento del sangue e persino morte. Ma il pericolo maggiore è la possibilità della formazione di un coagulo di sangue, che può staccarsi e portare alla morte.

Quando vedere un medico e a quale

A causa dell'elevato rischio di complicanze causate dal trattamento tempestivo di VRVNK, è necessario contattare un'istituzione medica ai primi segni della malattia: gonfiore alle gambe, sensazione di pienezza, dolore e altri. I flebologi sono coinvolti nella diagnosi delle vene varicose e, in casi complessi, angiosurgeons.

diagnostica

Nelle fasi iniziali, VRVNA non è molto pronunciato. Le persone attribuiscono dolore alle gambe e altri sintomi alla normale fatica, duro lavoro o età. Un medico viene consultato solo quando sono comparsi cambiamenti significativi nelle gambe – vene o nodi gonfi spessi.

Ma nella maggior parte dei casi, il medico non si limita a un esame visivo e prescrive ulteriori esami:

  1. Flussimetro a ultrasuoni o dopplerometria, che consente di determinare la velocità del flusso sanguigno e il riempimento delle vene.
  2. Nelle prime fasi di VRVNK, vengono prescritti campioni di Perthes, Sheinis, Troyanov, Prett e altri, che indicano lo sviluppo di vene varicose.
  3. Flebomanometria, in cui viene misurata la pressione all'interno delle vene.
  4. Scansione delle vene, i cui risultati possono essere utilizzati per determinare le condizioni delle valvole e delle pareti venose.
  5. Venografia. Questa procedura prevede la somministrazione di un mezzo di contrasto all'interno delle vene, seguito dalla radiografia.
  6. Ecoscleroterapia: lo sclerosante viene iniettato nelle vene, quindi vengono scansionati.
  7. Termografia – un esame che utilizza la radiazione infrarossa.
  8. Flebografia computerizzata.
  9. Fleboscintigrafia: esame dei linfonodi e delle vene mediante radionuclidi.
  10. Fotopletismografia – esame con fotodiodi.

Immediatamente non vengono mai prescritti tutti i tipi di esami. In genere, le vene varicose sono abbastanza facili da diagnosticare con uno o due metodi che il medico determina in base alle condizioni del paziente.

Metodi di trattamento degli arti inferiori

I seguenti metodi sono inclusi nel complesso trattamento delle vene varicose degli arti inferiori:

  • conservatore;
  • scleroterapia;
  • chirurgica.

prudente

I metodi conservativi per il trattamento delle vene varicose nelle gambe sono efficaci solo nelle fasi iniziali della malattia. Per migliorare le condizioni delle pareti e delle valvole venose, possono essere prescritti i seguenti medicinali per le vene varicose:

  • Venotonica: Venoruton, Endotelon, Tribenol, Eskuzan, Detralex, Glivenol, Ascorutin, Vazobral, Anavenol, Phlebodia-600. Questi farmaci migliorano l'elasticità delle pareti venose, ripristinano la struttura dei tessuti, aumentano la circolazione sanguigna nelle gambe.
  • Anticoagulanti: Hirudin, Aspirin, Heparin, Fenindion, Lyoton 1000. Questi farmaci riducono la coagulazione del sangue, prevenendo così la trombosi.
  • Creme e unguenti con effetto venotonico: Essaven, Troxevasin, Venitan.
  • Agenti antipiastrinici – Trombonyl, Curantyl o Persantine. Questi fondi contribuiscono al "riassorbimento" dei coaguli di sangue.

Se si sono già formate ulcere trofiche, per combatterle vengono utilizzati farmaci come Preductal, Anginin, Trental.

Oltre alla terapia farmacologica, può essere prescritta la biancheria intima a compressione (come sceglierla?), Può essere prescritta una dieta speciale che esclude cibi affumicati, fritti e grassi, nonché moderati esercizi fisici – ciclismo, jogging o camminata. Oltre a tutto, puoi utilizzare i metodi di trattamento con rimedi popolari.

In qualsiasi fase della malattia, è necessario limitare le visite ai bagni e alle saune e anche non prendere i bagni di sole, poiché i raggi ultravioletti possono avere un effetto dannoso sulle condizioni del paziente.

scleroterapia

Questo metodo di trattamento dei germogli varicosi sulle gambe è che un farmaco che ha un effetto sclerotico viene iniettato nella vena interessata con un ago. Le pareti venose si uniscono e il sangue nella nave smette di muoversi.

L'intervento chirurgico

L'operazione delle vene varicose degli arti inferiori è prescritta per i segni gravi della malattia, quando minaccia la salute e la vita del paziente. Le operazioni chirurgiche per le vene varicose sono di diversi tipi:

  • Vengono eseguiti 3 tagli alla gamba, attraverso i quali viene asportata la vena interessata.
  • Tirando una vena malata attraverso un'incisione seguita da legatura delle vene vicine.
  • Bendare la vena interessata nell'area della valvola.
  • Rimozione completa di vene varicose, vene e ulcere trofiche. Questo è il tipo di operazione più complesso, prescritto solo nei casi più gravi.
Nanovein  Mezzi per il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori

Le vene varicose degli arti inferiori sono una malattia estremamente grave, i cui sintomi sono presenti nel 40% degli adulti. Se non si inizia il trattamento delle vene varicose sui piedi in tempo, la malattia può portare a una disabilità completa. Solo con la consulenza medica e un approccio competente al trattamento è possibile prevenire una serie di gravi complicanze da questa malattia.

Una breve escursione e una descrizione di questa malattia sono presentate nel video:

Vene varicose degli arti inferiori: sintomi e trattamento

La malattia varicosa degli arti inferiori si verifica per una serie di motivi, che possono essere attribuiti a 3 gruppi: violazione della coagulabilità del sangue, danni alla parete del vaso, cambiamenti stagnanti nei tessuti circostanti. Il fattore eziologico influenza il trattamento, ma i farmaci non sono in grado di restringere la sezione allargata della vena.

La venotonica mantiene il tono vascolare, ma non è in grado di ripristinare l'insufficienza della valvola funzionale, portando a un ristagno.

Malattia varicosa: cause

Con l'aumento della coagulazione del sangue, vengono creati i prerequisiti per la formazione di coaguli di sangue. I cambiamenti ormonali portano a una violazione del ritmo cardiaco, a una diminuzione del tono della parete venosa e a cambiamenti stagnanti.

I danni alla parete venosa possono essere traumatici, fisici, chimici, batterici. Nelle malattie autoimmuni, si verifica un assottigliamento della parete venosa a causa di danni agli anticorpi. Con uno sforzo fisico minore, dovrebbero essere evidenziati gli ostacoli all'accumulo di sangue.

Un aumento della pressione all'interno della nave può verificarsi a causa della pressione di compressione dei tessuti circostanti. Le vene varicose con questa combinazione sono complicate. Probabilmente la formazione di ulcere trofiche.

Provocando fattori di vene varicose degli arti inferiori:

  • L'obesità è una varicose predittiva negativa. Il grasso in eccesso aumenta la pressione sulle vene, contribuisce a cambiamenti stagnanti;
  • Nutrizione impropria, l'uso di prodotti con fibre vegetali contribuisce alla violazione della permeabilità vascolare. Un aumento della dieta delle fibre vegetali può ridurre il flusso di tossine nell'intestino. Uno stile di vita sedentario è un fattore importante che porta all'obesità, una violazione dell'afflusso di sangue venoso;
  • La maggior parte delle persone sono a rischio di complicazioni quando sono seduti o in piedi. Il danno alle valvole delle vene ha un effetto negativo. Corsetti e biancheria intima aderente contribuiscono alla compressione delle vene nella zona inguinale. Un aumento della pressione intra-addominale con compressione esterna dei vasi venosi per lungo tempo diventa la causa di cambiamenti stagnanti nelle estremità inferiori;
  • Indossare scarpe col tacco alto non è fisiologico. La procedura aiuta ad allungare l'apparato muscolo-legamentoso, che porta a stagnanti cambiamenti nelle vene;
  • Le valvole sono in grado di bloccare completamente la nave, portando a stagnanti cambiamenti alle estremità inferiori. Sullo sfondo della patologia, le pareti del sistema venoso si sovraccaricano, formando nodi venosi;
  • Una predisposizione genetica si forma a causa di una mutazione dell'apparato genico responsabile della struttura della parete venosa. Con difetti proteici, aumenta la permeabilità vascolare, si formano cambiamenti infiammatori permanenti, gonfiore dovuto alla sudorazione del fluido attraverso la membrana danneggiata. La debolezza della nave porta ad un aumento della pressione venosa. Il risultato sono le vene varicose;
  • I disturbi ormonali durante la gravidanza portano ad un aumento dei livelli di estrogeni e progesterone, influenzando la formazione di fattori di coagulazione vascolare. Una diminuzione del tono della parete venosa sullo sfondo della patologia porta alla deformazione e al blocco dei vasi sanguigni;
  • Il diabete mellito è una patologia che porta a una riduzione della glicemia, che crea un ambiente favorevole per lo sviluppo di coaguli di sangue;
  • L'abuso di alcol porta ad un ispessimento del sangue, aumenta il rischio di coaguli di sangue nei vasi;
  • Camminata lunga, posizione seduta forzata – fattori provocatori delle vene varicose;
  • Nutrizione inadeguata, sollevamento pesi, rallentamento del flusso sanguigno al cuore, sviluppo della stagnazione provocano fattori patologici;
  • La costipazione cronica è accompagnata da un aumento della pressione intra-addominale, difficoltà nel deflusso di sangue dalle estremità inferiori;
  • La disidratazione sotto l'influenza della luce solare intensa porta ad un ispessimento del sangue, accelerando la formazione di coaguli di sangue;
  • Insufficienza venosa, malformazioni congenite contribuiscono alla patologia dell'attività cardiovascolare;
  • Un sovradosaggio di farmaci aumenta la coagulazione del sangue, porta all'intasamento dei vasi sanguigni da parte di coaguli di sangue;
  • Gli interventi chirurgici aumentano il volume del sangue e aumentano la probabilità di tromboembolia.

Le vene varicose delle gambe sono una malattia polietiologica. I pazienti di solito hanno diverse ragioni che portano allo sviluppo della nosologia.

Vene varicose degli arti inferiori: sintomi e trattamento

I segni delle vene varicose sono specifici per la diagnosi. Esistono 2 forme della malattia, a seconda delle caratteristiche dei fattori eziologici: primaria, secondaria.

Sintomi delle vene varicose nelle gambe, trattamento


Le vene varicose degli arti inferiori sono un processo patologico, a seguito del quale le vene si espandono. La malattia è difficile da tollerare, soprattutto nelle fasi avanzate. Come riconoscere la malattia, perché si verifica e cosa fare? Ai primi sintomi, è necessario consultare un flebologo che condurrà un esame e prescriverà il trattamento corretto.

Sembra

Nella maggior parte dei casi, i sintomi dello stadio iniziale della malattia non si manifestano in alcun modo e non sono accompagnati da segni evidenti o sensazioni spiacevoli.

Maglia vascolare

Espansione locale dei capillari della pelle, che appare attraverso la copertura cutanea sotto forma di una ragnatela viola o rossa. La rete vascolare è il primo segno di patologia che appare a causa del fallimento delle valvole delle vene perforanti che collegano le vene profonde a quelle superficiali. Molto spesso, l'immagine vascolare inizia ad apparire sotto il ginocchio, sulla coscia della sinistra, della destra o di entrambe le gambe contemporaneamente.

Congestione venosa ed edema

Un processo patologico in cui il deflusso di sangue attraverso le vene è difficile e l'afflusso arterioso è normale. A causa di uno squilibrio, le vene perdono il loro tono, appare gonfiore e la pelle diventa blu. Con l'ulteriore sviluppo della malattia, il flusso sanguigno viene disturbato, il che porta a cambiamenti patologici nel corpo. Un motivo frequente per la comparsa di questo sintomo è uno stile di vita sedentario, che comporta un indebolimento dell'attività muscolare di una persona.

Prurito, bruciore e dolore

Il motivo principale del prurito con le vene varicose è una violazione del normale afflusso di sangue alle gambe. Si verificano blocco e infiammazione dei vasi sanguigni, si formano coaguli di sangue. Di conseguenza, le vene interne sporgono verso l'esterno, bloccando i piccoli vasi. La loro costante tensione porta al prurito.

Un'altra causa del sintomo è l'accumulo di sostanze tossiche nel sangue stagnante. L'acido lattico, l'anidride carbonica e altri componenti tossici non hanno il tempo di essere eliminati dal corpo in tempo e questo porta a desquamazione, secchezza, allungamento delle pareti dei vasi sanguigni. Più tardi c'è dolore e bruciore, stinchi, prurito ai piedi così forte che il paziente li pettina alle ferite.

La violazione delle vene profonde durante le vene varicose porta non solo alla stagnazione cronica, ma anche allo sviluppo della sindrome delle gambe pesanti. È caratterizzato da una sensazione di pienezza e intasamento dei muscoli del polpaccio dopo uno sforzo fisico, perdita di sensibilità degli arti (compresi i piedi) e altri. Pesantezza alle gambe si manifesta entro la fine della giornata e passa al mattino, ma in casi avanzati, il sintomo non scompare tutto il giorno.

Sono crampi muscolari che si verificano involontariamente quando una persona è rilassata. Molto spesso ciò accade di notte, a causa del quale il paziente avverte dolore e disagio. Il motivo principale di questo fenomeno con le vene varicose è che una persona trascorre molto tempo in piedi e la stasi del sangue porta alla fame di ossigeno delle cellule muscolari a causa del ristagno del sangue.

Macchie ed eruzioni cutanee

Il terzo stadio delle vene varicose è caratterizzato dall'aspetto sulla pelle di macchie rosse, simile ai lividi. Le pareti vascolari sottili non resistono alla pressione e sono lacerate, il sangue penetra nella pelle, formando macchie. Un sintomo può verificarsi per vari motivi (ad esempio, con tromboflebite) e avere una tonalità diversa (rosso, con blu, marrone). Se le macchie varicose non vengono trattate, il prurito appare in luoghi scuri, eczema, dermatite, ispessimento sulla pelle e nel tessuto sottocutaneo.

Nanovein  Metodi di trattamento delle vene del ragno sulle gambe

Vene gonfie e nodi

Nella fase di scompenso, le vene e i nodi del ragno si espandono e si gonfiano da sotto la pelle. La pelle stessa diventa una tinta brunastra e spesso inizia a diventare insensibile. In questa fase molto difficile, tutti i suddetti sintomi diventano pronunciati, nel tempo, possono verificarsi ulcere trofiche che causano dolore insopportabile e comportano un rischio per la vita umana.

La terapia farmacologica è un componente importante nel trattamento delle vene varicose. I farmaci correttamente selezionati possono eliminare efficacemente l'aggravamento della patologia, ridurre il rischio di ricadute e complicazioni pericolose (trombosi, tromboflebite, eczema, embolia polmonare, ulcere trofiche).

I preparati per le vene varicose sono utilizzati in varie forme: pomate, creme, gel, tinture, compresse, iniezione. Vengono utilizzati i seguenti gruppi:

  • Venotonica (flebotonica): aumenta il tono delle vene e migliora la circolazione sanguigna. L'uso di farmaci di questo gruppo aiuta a stabilire il deflusso della linfa, eliminare il ristagno e migliorare l'elasticità delle pareti venose.
  • Anticoagulanti (agenti antipiastrinici): riducono la coagulabilità del sangue, prevenendo così i coaguli di sangue.
  • Antinfiammatorio. I farmaci del gruppo FANS in breve tempo alleviano i sintomi dell'infiammazione, eliminano il disagio, hanno un pronunciato effetto anestetico e analgesico.
  • Antiossidanti: normalizza il metabolismo lipidico, accelera il rinnovamento cellulare e attiva i processi energetici nei vasi sanguigni.
  • Gli agenti enzimoterapici sono un complesso di enzimi attivi che fornisce la riduzione dei processi infiammatori nella tromboflebite. I farmaci eliminano l'insufficienza linfatica, attivano l'immunità, hanno un effetto disaggregante e decongestionante.

Maglieria a compressione

Utilizzato per il trattamento e la prevenzione delle vene varicose. Quando si indossano prodotti, creare una cornice esterna, che:

  • supporta i muscoli indeboliti;
  • stimola il drenaggio linfatico e la circolazione sanguigna;
  • comprime leggermente le pareti dei vasi sanguigni, impedendo loro di allungarsi;
  • interferisce con il ristagno di liquidi.

Esistono diversi tipi di calze a compressione (collant, calze, gambaletti, leggings, calze, maniche). I prodotti hanno un certo grado di pressione (compressione) a livello delle caviglie, che viene misurata in millimetri di mercurio e viene selezionata in base alla gravità della malattia. Il grado di pressione può essere profilattico (con bassa compressione – 1 classe) o terapeutico (con alta compressione – 2, 3, 4 classi).

Si consiglia l'uso di maglieria preventiva:

  • persone con una predisposizione ereditaria nella fase iniziale della patologia e pazienti dopo la comparsa dei primi segni: vene del ragno, prurito, gravità, edema;
  • incinta per prevenire le vene varicose;
  • persone a rischio (con un carico costante sulle gambe – farmacisti, parrucchieri, atleti, insegnanti e altri).
  • nel complesso trattamento della malattia;
  • per la prevenzione e il trattamento della tromboflebite e della trombosi;
  • nel periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico per scleroterapia o rimozione delle vene varicose;
  • con gravi violazioni del deflusso linfatico e patologie congenite della formazione di vene.

L'intervento chirurgico è indicato nei casi in cui le tecniche conservative falliscono e la malattia continua a progredire. Le indicazioni per la chirurgia sono:

  • vene safene ingrossate;
  • stadio avanzato di patologia;
  • la presenza di ulcere trofiche sulla pelle;
  • circolazione vascolare compromessa;
  • tromboflebite acuta.

Sono disponibili i seguenti tipi di operazioni:

  • Flebectomia – rimozione dell'area interessata della vena. La tecnica che richiede più tempo associata ad un alto rischio di complicanze. È usato sia per eliminare piccole vene safene con nodi, sia per rimuovere i grandi vasi.
  • Stripping – usato per rimuovere una grande vena safena con i suoi affluenti attraverso un'incisione nel sito della piega inguinale. Ci sono totale (allungando l'intero vaso congelandolo alla sonda) e stripping parziale (estrazione della sonda di una parte del vaso).
  • La sclerosi è un metodo minimamente invasivo che viene utilizzato non solo per le vene varicose, ma anche per il varicocele (vene varicose del cordone spermatico e del testicolo).
  • L'obliterazione a radiofrequenza è il metodo più semplice e più indolore per il trattamento delle vene varicose. La linea di fondo è l'effetto sulla vena interessata delle microonde che riscaldano la nave, provocando la saldatura.
  • La coagulazione laser intravascolare è una tecnologia sicura che consente di eliminare la patologia senza tagliare i tessuti molli e allungare i vasi interessati. L'intervento viene effettuato utilizzando radiazioni luminose.

Una corretta alimentazione è la migliore prevenzione delle vene varicose e una componente importante del trattamento complesso, contribuendo ad alleviare le principali manifestazioni di patologia e ridurre il rischio di complicanze. Una dieta e prodotti ben organizzati, selezionati tenendo conto delle esigenze e delle caratteristiche del corpo del paziente, consentono di:

  • normalizzare il peso;
  • rafforzare le pareti venose;
  • alleviare il gonfiore;
  • ridurre la coagulazione del sangue.

fisioterapia

Il trattamento fisioterapico ha lo scopo di rafforzare la parete venosa, migliorare la circolazione sanguigna e ridurre il gonfiore.

Questo aiuta a ridurre le manifestazioni della malattia, come ad esempio:

  • affaticamento veloce;
  • pesantezza muscolare e dolore;
  • sensazioni di bruciore e prurito agli arti inferiori e altri.

La fisioterapia rallenta la progressione della patologia, elimina i disturbi trofici. È usato in diverse fasi delle vene varicose in aggiunta al trattamento principale.

Si distinguono i seguenti metodi fisioterapici:

  • Balneoterapia e idroterapia: le procedure sono particolarmente efficaci nella fase iniziale della malattia. La balneoterapia è l'uso di acque minerali preparate artificialmente o naturali sotto forma di bagni generali o locali. L'idroterapia è un trattamento dell'acqua contrastante.
  • Hirudoterapia: il trattamento con le sanguisughe viene utilizzato nelle diverse fasi della malattia. Nella fase iniziale dello sviluppo delle vene varicose, il metodo aiuta a rallentare o arrestare il processo patologico, con forme serie riduce le manifestazioni dolorose, la loro gravità.
  • Darsonvalutazione: applica la corrente con tensione e alta frequenza. Sotto l'influenza delle correnti, i vasi spasmodici si espandono e migliora la nutrizione dei tessuti.
  • La crioterapia è una procedura di trattamento e profilassi basata sul contatto a breve termine dell'intera superficie della pelle (criosauna, criocamera) o della sua area limitata con un refrigerante, che può essere: elio, azoto liquido, ghiaccio secco.
  • Massaggio: viene utilizzato nella fase iniziale della patologia e come profilassi nelle persone che hanno una predisposizione alle vene varicose. Allevia l'affaticamento, normalizza la circolazione sanguigna, con una terapia complessa elimina i principali segni della malattia. Il massaggio per le vene varicose deve essere prescritto da un medico ed eseguito con cura per evitare danni alle vene e la comparsa di complicanze. Nella fase avanzata della malattia, il massaggio è controindicato. Utilizzo: classico, drenaggio linfatico, massaggio GPL.
  • Ozonoterapia: promuove l'attivazione di processi biochimici vitali nel corpo umano, migliorando così la microcircolazione e accelerando la riparazione dei tessuti. L'ozono a basse concentrazioni previene la trombosi. Il corso della terapia è di 6-12 procedure eseguite ad intervalli di 1-3 giorni.
  • Involucri (freddo): hanno un effetto benefico sulla parete vascolare, aumentandone il tono. Per la procedura vengono utilizzate miscele con una temperatura di circa 20 gradi.
  • La pressoterapia (pneumocompressione) è una tecnica terapeutica che consiste in un massaggio curativo con aria sotto pressione e un effetto drenante sui tessuti. Durante la procedura, il liquido in eccesso viene rimosso dai tessuti e il deflusso della linfa migliora.
  • La terapia UHF è un metodo di trattamento del campo elettrico pulsato e continuo ad altissima frequenza. Ha effetti antinfiammatori, analgesici e sensibilizzanti, stimola le reazioni del sistema immunitario, migliora il trofismo dei tessuti e il loro recupero.

esercizi

Gli esercizi terapeutici aiutano ad aumentare la resistenza fisica, migliorare la circolazione sanguigna, lo stato delle vene e lo sfondo emotivo generale dei pazienti. La terapia fisica quotidiana riduce i sintomi dell'insufficienza venosa, interrompe lo sviluppo della patologia ed elimina il rischio di complicanze. Si consiglia di eseguire esercizi come forbici, una betulla, altalene, camminare sulle dita dei piedi, una bicicletta.

Oltre alla ginnastica, si consiglia:

  • nuoto;
  • percorsi pedonali;
  • aerobica in acqua;
  • ciclismo.

Ricette popolari

Utilizzato con successo per l'inizio delle vene varicose, come parte di un trattamento completo della malattia e della prevenzione. I componenti attivi contenuti nelle piante medicinali ripristinano il tono della pelle, migliorano il suo aspetto e normalizzano la circolazione sanguigna.

Nel trattamento delle vene varicose degli arti inferiori, possono essere utilizzati impacchi, pomate, miscele e applicazioni per uso esterno, nonché decotti e infusi per somministrazione orale e pediluvi.

Lagranmasade Italia