Flebite tromboflebite vene varicose

Flebite (flebite – lat.) – infiammazione della parete vascolare della vena.

Nella maggior parte dei casi, la flebite si presenta come un'infiammazione delle vene degli arti inferiori sullo sfondo delle vene varicose.

Un evento comune con la flebite è l'aggiunta di trombosi con lo sviluppo di tromboflebite.

Tromboflebite (tromboflebite – lat.) – infiammazione della vena, accompagnata dalla formazione di coaguli di sangue.

La tromboflebite è la più pericolosa per le sue complicanze, vale a dire la separazione di un trombo e il suo movimento attraverso le navi. Di conseguenza, può verificarsi un blocco mortale dell'arteria polmonare: tromboembolia polmonare.

Due fattori sono coinvolti nello sviluppo della tromboflebite – aumento della viscosità del sangue e basso tono della parete vascolare – che definisce un approccio integrato al trattamento di questa malattia nella medicina integrale.

Con le diagnosi di flebite e tromboflebite, il trattamento in medicina integrale è prescritto individualmente e comprende vari metodi di fisioterapia, riflessologia, farmacopuntura, irudoterapia e altre procedure.

Le principali aree di impatto nel trattamento della tromboflebite e della flebite nella medicina integrata:
– eliminazione del processo infiammatorio;
– miglioramento della circolazione venosa;
– diminuzione della viscosità del sangue e della coagulabilità;
– dissoluzione dei coaguli di sangue e prevenzione di ulteriori trombosi;
– miglioramento della nutrizione e aumento del tono delle pareti vascolari;
– eliminazione di spasmi, ipertonicità muscolare;
– eliminazione dell'edema delle estremità, migliorando il movimento della linfa.

Poiché la tromboflebite nella maggior parte dei casi si presenta come una complicazione delle vene varicose e il sovrappeso svolge un ruolo significativo nello sviluppo di questa malattia, il trattamento della tromboflebite nella medicina integrale, di norma, include metodi di perdita di peso. Tali metodi includono fitoterapia individuale, auricoloterapia, correzione nutrizionale individuale, riflessi e fisioterapia.

Per ridurre la viscosità del sangue nel trattamento della tromboflebite nella medicina integrale, viene utilizzata l'irudoterapia.

Con le diagnosi di flebite e tromboflebite, il trattamento con i metodi della medicina integrata non ha effetti collaterali e nella maggior parte dei casi consente di ottenere risultati positivi persistenti:
– fermare la trombosi;
– eliminare i sintomi di flebite, tromboflebite;
– migliorare la pervietà dei vasi venosi;
– eliminare il processo infiammatorio;
– normalizzare l'afflusso di sangue agli arti inferiori;
– prevenire lo sviluppo di complicanze (cancrena, tromboembolia, ulcere trofiche, ecc.);
– prevenire la necessità di un intervento chirurgico.

Contrariamente all'intervento chirurgico, il trattamento della tromboflebite con i metodi della medicina integrata non solo aumenta la sicurezza della vita ed elimina i sintomi della malattia, ma influenza anche le cause della tromboflebite, che consente di migliorare in modo completo il corpo.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Flebiti. Tromboflebite. sintomi

Quando viene diagnosticata la tromboflebite, i sintomi dipendono dalla natura del processo infiammatorio, che può essere acuto o cronico.

I sintomi della tromboflebite acuta sono dolore nell'area dei coaguli di sangue, sigilli dolorosi e arrossamento della pelle lungo le vene interessate, febbre fino a 38-39 gradi, brividi, gonfiore delle estremità (con tromboflebite venosa profonda), dolore muscolare acuto, linfonodi ingrossati.

Nella tromboflebite cronica, i sintomi del processo infiammatorio sono meno pronunciati, la temperatura corporea, di regola, non aumenta.

I sintomi comuni di tromboflebite sono indolenzimento e tensione della zona interessata della vena, arrossamento, infiammazione e febbre nell'area dell'infiammazione, dolore agli arti, gonfiore e indolenzimento della pelle lungo le vene, gonfiore delle estremità, comparsa di aree dense e dolorose nella vena.

I sintomi della tromboflebite degli arti inferiori aumentano con la posizione prolungata e la camminata lunga e diminuiscono nella posizione supina.

I sintomi della tromboflebite venosa profonda dipendono dalla localizzazione del processo infiammatorio e dalla trombosi.

La tromboflebite della parte inferiore della gamba si manifesta con dolore al muscolo gastrocnemio, gonfiore e ingiallimento della parte inferiore della gamba, che è coperto da vene safene gonfie.

Con la tromboflebite della vena femorale, si avverte un forte dolore alla gamba, la gamba si gonfia e diventa blu, le vene safene si gonfiano nell'inguine e nella parte superiore della coscia.

Con la tromboflebite della vena iliaco-femorale, si osservano sintomi come lombalgia e osso sacro, dolore unilaterale nella parte inferiore dell'addome e dell'inguine e un aumento della temperatura corporea.

Tromboflebite. motivi

Il motivo più comune per cui si verificano flebite e tromboflebite è le vene varicose.

I fattori che contribuiscono al verificarsi di tromboflebite comprendono, in primo luogo, sovrappeso, nonché mancanza di attività motoria (mancanza di esercizio fisico), posizione prolungata, costipazione cronica.

È anche possibile lo sviluppo della flebite a causa di una reazione allergica (flebite allergica) o come complicazione dopo il parto (flebite dolorosa).

In alcuni casi, la tromboflebite può verificarsi sullo sfondo di una lesione infettiva o di una lesione venosa (violazione dell'integrità della parete vascolare).

Tipi di tromboflebite

A seconda della localizzazione del processo infiammatorio, si distinguono tromboflebite degli arti inferiori, tromboflebite degli arti superiori, tromboflebite degli organi interni e tromboflebite delle arterie.

Il processo infiammatorio può verificarsi anche nei vasi cerebrali (flebite cerebrale) e nella vena del colletto (pleflebite).

Un altro tipo di malattia è la flebite migratoria.

Inoltre, il processo infiammatorio può avere una diversa localizzazione rispetto alla parete del vaso sanguigno.

Con danni alla membrana esterna della vena, si sviluppa la periferalite. Tipicamente, la periferia si verifica a causa della diffusione dell'infiammazione dai tessuti che circondano la vena.

L'infiammazione del rivestimento interno della vena si chiama endoflebite e l'infiammazione simultanea del rivestimento esterno e interno della vena si chiama panflebite.

Una forma complicata della malattia, la tromboflebite settica, si sviluppa nel caso della distruzione purulenta del trombo e della diffusione dell'infezione con il sangue attraverso i vasi (avvelenamento del sangue).

Flebite, tromboflebite. Medicina integrale

Il trattamento della tromboflebite e della flebite nella medicina integrale viene effettuato individualmente utilizzando la complessa applicazione di vari metodi: irudoterapia, agopuntura, fitoterapia, fisioterapia (magnetoterapia, terapia laser, applicazioni con fango), autoemoterapia, farmacopuntura e, se necessario, altri metodi.

Nel trattamento della tromboflebite, si consiglia di indossare biancheria intima a compressione speciale o medicazioni elastiche.

Grazie al trattamento della tromboflebite con i metodi della medicina integrata, l'attività funzionale della parete vascolare viene normalizzata, i vasi vengono eliminati dai coaguli di sangue, il processo infiammatorio viene eliminato, i crampi muscolari vengono eliminati, la congestione venosa viene eliminata, la normale circolazione sanguigna e l'afflusso di sangue ai tessuti muscolari viene ripristinato.

Tutti i metodi di trattamento della tromboflebite della medicina integrale sono sicuri e possono ottenere risultati duraturi.

La magnetoterapia viene utilizzata sia per la tromboflebite che per le loro complicanze: ulcere trofiche.

Nanovein  Flebologo a Perm i migliori medici che trattano le vene varicose

L'azione del campo magnetico accelera la rigenerazione dei tessuti, ha effetti antinfiammatori, decongestionanti e immunomodulanti, riduce la coagulazione del sangue, riduce il rischio di trombosi parietale, migliora la circolazione sanguigna e linfatica e provoca un effetto antispasmodico.

La terapia laser migliora la circolazione sanguigna e il movimento linfatico, ha un effetto decongestionante nella tromboflebite delle vene profonde degli arti inferiori, riduce la viscosità e la coagulazione del sangue, riduce l'attività aggregata di piastrine e globuli rossi e stimola la circolazione capillare.

La farmacopuntura è l'introduzione di microdosi di farmaci nei punti di agopuntura. Nel trattamento della tromboflebite e delle vene varicose, questa procedura ha un effetto antinfiammatorio, rafforza le pareti vascolari e ha un effetto di drenaggio linfatico.

L'uso combinato di questi e altri metodi di medicina integrata può eliminare il dolore alla vena, arrossamento della pelle, sensazione di bruciore, sensazione di calore, prevenire complicazioni (insorgenza di ulcere trofiche, cancrena), ridurre significativamente il rischio di nuovi coaguli di sangue.

TRATTAMENTO COMPLETAMENTE SICURO, SENZA EFFETTI AVVERSI.

Puoi trovare ulteriori informazioni sul metodo integrale di trattamento della tromboflebite su CONSULTAZIONI.

Informazioni dettagliate per telefono: (495) 789-41-53.

Siamo pronti a rispondere alle tue domande dalle 9:00 alle 21:00, sette giorni alla settimana. Chiamami

Tromboflebite, trombosi, vene varicose, flebite: principali somiglianze e differenze, metodi di trattamento

L'elenco delle malattie che colpiscono il tronco vascolare degli arti inferiori non è così eccezionale. I più comuni tra loro sono le vene varicose e le lesioni trombotiche delle vene degli arti inferiori. Molto spesso le persone pensano che le vene varicose e la tromboflebite siano la stessa cosa, ma questa convinzione è fondamentalmente sbagliata. Inoltre, a causa della consonanza terminologica tra la popolazione, esiste un malinteso sull'identità di quest'ultimo con condizioni patologiche come la trombosi e la flebite. L'incomprensione della differenza tra queste malattie può portare a una sottovalutazione della minaccia esistente quando vengono attivati ​​meccanismi patologici, alla ricerca prematura di un medico e, di conseguenza, il paziente sviluppa complicazioni estremamente gravi che minacciano non solo la sua salute ma anche la sua vita.

Vene varicose e tromboflebite: differenze

Le cause e i sintomi nelle fasi iniziali dello sviluppo della tromboflebite degli arti inferiori e delle vene varicose sono abbastanza simili. In ciascuna di queste condizioni patologiche, i principali fattori di sviluppo sono una predisposizione genetica, uno squilibrio ormonale, un aumento del carico sugli arti inferiori e una mancanza di attività. Nella fase di compensazione, entrambe le patologie si manifestano con il verificarsi di un aumento della fatica e la formazione di edema instabile nella parte inferiore delle gambe, che passa indipendentemente dopo un breve riposo del paziente. Come si può vedere nella foto sotto, le vene varicose e la tromboflebite sono molto simili tra loro.

Allora qual è la differenza tra le vene varicose e la tromboflebite? Prima di tutto, nei meccanismi patologici alla base di queste malattie. Qual è la differenza tra le vene varicose e la tromboflebite? La diminuzione della funzionalità dell'apparato valvolare delle vene e l'espansione anormale del loro lume si verificano a seguito di cambiamenti distruttivi nei vasi, che si formano sotto l'influenza di fattori avversi. Tuttavia, il processo patologico è accompagnato solo da sintomi, manifestati da una violazione della circolazione sanguigna nella linea venosa e dai tessuti molli trofici che circondano la nave interessata. I segni di infiammazione, sia locali che generali, sono assenti. In assenza di un trattamento specifico, una complicazione delle vene varicose è la tromboflebite.

La tromboflebite varicosa si sviluppa sullo sfondo dell'infiammazione delle pareti dei vasi a causa dell'agente patogeno che entra nelle aree interessate della vena. Con la tromboflebite, le vene varicose sono aggravate da una violazione delle proprietà reologiche del sangue e dalla formazione di coaguli di varie dimensioni nel loro lume.

Come distinguere la tromboflebite dalle vene varicose? La diagnosi differenziale in questo caso non causa difficoltà, poiché la tromboflebite dei nodi varicosi provoca la comparsa di un quadro clinico caratteristico. Si osserva un forte aumento della temperatura generale del corpo e localmente sopra il sito del focus patologico. La vena interessata è tesa, acutamente dolorosa, accompagnata da intensa iperemia dei tessuti vicini, mentre la malattia varicosa non provoca arrossamento della pelle. Quando diventa necessario differenziare la tromboflebite e le vene varicose, le differenze nei reclami dei pazienti aiutano a far fronte a questo compito con facilità. Una di queste malattie richiede una terapia obbligatoria.

Trattamento delle vene varicose, tromboflebite

Le vene varicose – la terribile "peste del XXI secolo". Il 57% dei pazienti muore entro 10 anni.

Il trattamento delle vene varicose e della tromboflebite fornisce un approccio integrato, tuttavia esistono alcune differenze nell'eliminazione delle malattie. Il trattamento della tromboflebite varicosa è un processo più lungo e complesso, poiché in questo caso è necessario non solo ridurre la manifestazione dei sintomi concomitanti, eliminare il fuoco infiammatorio, ma anche eliminare il coagulo formato. Quando a un paziente vengono diagnosticate vene varicose, il trattamento con tromboflebite viene avviato principalmente utilizzando metodi conservativi. Gli interventi chirurgici sono utilizzati solo con un significativo aggravamento della patologia e un alto rischio di sviluppare complicazioni potenzialmente letali.

L'azione dei farmaci nel trattamento delle vene varicose e della tromboflebite è principalmente finalizzata al rafforzamento delle pareti delle arterie venose. A tal fine, vengono utilizzati medicinali venotonici. Questo gruppo farmaceutico di farmaci ha non solo varie forme di rilascio, ma anche sostanze attive. Sia gli unguenti che i venotonici delle compresse possono avere preparazioni sintetiche, a base vegetale o combinabili in cui l'effetto dei composti chimici è potenziato dall'aggiunta di estratti naturali. Con le lesioni trombotiche, gli anticoagulanti sono necessariamente usati: Warfarin, Eparina, Troxevasin.

Un ruolo importante nella risoluzione dei problemi – come curare le vene varicose e la tromboflebite – è svolto dall'ambiente del paziente. Nella condizione di condurre uno stile di vita sedentario o con un impatto negativo costante sul corpo di fattori dannosi, la possibilità di mantenere un effetto terapeutico è significativamente ridotta. È importante escludere carichi eccessivi sul corpo.

Per il trattamento delle vene varicose e della tromboflebite, le operazioni vengono utilizzate solo come ultima risorsa, quando si sviluppano danni alle vene profonde e si crea una vera minaccia per la vita del paziente o esiste il rischio di sepsi.

Trombosi e tromboflebite: la stessa cosa?

Un paziente con alterate caratteristiche reologiche del sangue dovrebbe comprendere la differenza tra trombosi e tromboflebite. Ognuna di queste condizioni patologiche è accompagnata dalla formazione di coaguli di sangue di varie dimensioni nel letto vascolare, il cui distacco dalla parete del tronco venoso può rappresentare una minaccia per la vita umana.

La trombosi e la tromboflebite degli arti inferiori possono svilupparsi come una complicazione delle vene varicose o verificarsi indipendentemente dalla predisposizione genetica del paziente e dall'esposizione al corpo di fattori negativi. La differenza tra tromboflebite e trombosi risiede principalmente nella localizzazione del coagulo di sangue formato. Nel primo caso, le vene situate superficialmente sono principalmente colpite, mentre quest'ultima si sviluppa in vasi profondi e rappresenta una minaccia più grave per la vita del paziente. Un altro segno significativo della differenza tra trombosi e tromboflebite è che il primo non è accompagnato da un processo infiammatorio. Il quadro clinico dell'ultima malattia è sempre caratterizzato dalla formazione di un focus infiammatorio nell'area della localizzazione del coagulo.

Il rischio di un coagulo staccato dalla parete venosa durante lo sviluppo della trombosi nel flusso sanguigno generale è significativamente più elevato a causa delle caratteristiche anatomiche della posizione delle arterie vascolari. Tuttavia, con la progressione di una lesione infiammatoria-trombotica, è anche possibile un trombo dalle vene superficiali al flusso sanguigno generale. Pertanto, nell'identificare questi disturbi patologici nei vasi delle gambe, il paziente è costantemente sotto stretto controllo da parte dei medici. Il paziente deve attenersi rigorosamente a tutte le raccomandazioni relative all'organizzazione di misure terapeutiche e preventive al fine di prevenire lo sviluppo di complicanze estremamente gravi. La terapia consiste nell'uso di anticoagulanti, antidolorifici e i FANS sono prescritti per l'infiammazione.

Nanovein  La coxartrosi di grado 4 dell'articolazione dell'anca può essere curata senza chirurgia

Flebite e tromboflebite: come distinguere?

La flebite è una malattia caratterizzata dall'infiammazione delle pareti delle arterie venose. Questa condizione patologica precede lo sviluppo di lesioni trombotiche.

Come distinguere la flebite dalla tromboflebite? Quando si sviluppa il primo tipo di patologia, non ci sono coaguli nel lume durante l'esame ecografico delle arterie venose mediante dopplerografia. Con un processo trombotico, uno o più coaguli di sangue sono necessariamente visualizzati, che sono localizzati in diverse parti del vaso interessato.

Il trattamento della flebite e della tromboflebite viene effettuato mediante metodi conservativi e mira principalmente a prevenire lo sviluppo della trombosi venosa profonda. Le misure terapeutiche consistono nella nomina di un regime motorio attivo e nell'uso di maglieria a compressione selezionata individualmente. Di farmaci, vengono utilizzati venotonici, farmaci antinfiammatori non steroidei. Gli anticoagulanti sono prescritti per prevenire la formazione di nuovi coaguli. La chirurgia per correggere la condizione è accettabile con il progressivo sviluppo della malattia, l'assenza di un risultato dal trattamento farmacologico, la minaccia di lesione settica.

La malattia varicosa, l'infiammazione delle pareti delle vene e la formazione di coaguli di sangue nei vasi sono accompagnati da un quadro clinico simile, solo uno specialista può differenziare le patologie. Tuttavia, ciascuno di essi richiede un trattamento immediato.

Ksenia Strizhenko: “Come mi sono liberato delle vene varicose nelle gambe in 1 settimana? Questo strumento economico fa miracoli, è normale. "

Qual è la differenza tra le vene varicose e la tromboflebite?

Un risultato tipico della compromissione della funzionalità del sistema vascolare sono patologie venose come le vene varicose e la tromboflebite. Qual è la differenza tra le vene varicose e la tromboflebite e quali sono i metodi efficaci di trattamento terapeutico delle navi malate?

Oggi, molti identificano spesso queste due malattie e le prendono per un singolo disturbo. Cosa c'è di fondamentalmente sbagliato! Infatti, oltre alla diversa patogenesi e patologia, ci sono altri segni caratteristici. L'unica cosa che combina questi processi distruttivi nei tessuti è l'impatto negativo sulla salute umana e sulla qualità della sua vita.

L'origine delle vene varicose e della tromboflebite

Entrambe le patologie si riferiscono a malattie delle vene e hanno un numero di proprietà specifiche. Una caratteristica importante delle vene varicose e della tromboflebite e, allo stesso tempo, la loro principale differenza è l'eziologia delle malattie.

Quindi, l'espansione varicosa si verifica a causa di una diminuzione del tono vascolare, dell'assottigliamento e dell'allungamento delle loro pareti. Le vene indebolite non sono più in grado di fornire la normale circolazione sanguigna, provocandone il ristagno e aumentando la pressione intra-arteriosa. Nel tempo, le navi si allungano, si infiammano e vanno fuori sotto forma di noduli sottocutanei non estetici e vene contorte.

Per quanto riguarda la tromboflebite, questa malattia si sviluppa sempre sullo sfondo delle vene varicose ed è considerata la sua complicanza più comune. È un'infiammazione cronica delle vene con la conseguente formazione di coaguli di sangue in esse.

Nel 95% dei casi, la malattia colpisce le vene malsane, ostruendo il flusso sanguigno arterioso naturale e bloccando il lume dei vasi sanguigni da densi coaguli di sangue.

Nell'elenco delle patologie vascolari potenzialmente letali, la tromboflebite è nella posizione di leader. La tromboflebite si forma principalmente nelle cosce, nella parte inferiore della gamba o nelle caviglie. A causa della natura minacciosa, necessita di misure mediche e diagnostiche urgenti.

Cause dello sviluppo di patologie

Vari fattori possono contribuire allo sviluppo di problemi alle vene.

Con le vene varicose

  • ereditarietà;
  • Peso problematico (obesità);
  • Squilibrio ormonale;
  • Posizione prolungata;
  • Mancanza di attività fisica;
  • Mancanza di fibre nella dieta;
  • Abuso di cibo spazzatura, tabacco e alcol;
  • Alcune malattie croniche;
  • Tacchi alti;
  • Gravidanza e parto

Nella tromboflebite

  • Vene varicose croniche;
  • Malattie ginecologiche;
  • Oncologia degli organi interni;
  • Infezioni endovenose;
  • Flusso sanguigno alterato;
  • La disidratazione.

Utilizzando la prevenzione sistematica delle vene varicose, è possibile non solo eliminare alcune delle cause, ma ridurre significativamente il rischio di sviluppare gravi malattie vascolari in futuro.

sintomatologia

È possibile giudicare una violazione nel funzionamento del sistema venoso dalle manifestazioni cliniche caratteristiche, la cui gravità consente di stabilire con precisione la diagnosi.

Per le vene varicose

  1. Dolore, pesantezza e sensazione di bruciore alle gambe, peggio ancora la sera;
  2. convulsioni;
  3. Gonfiore delle gambe;
  4. Variazione dell'ombra della pelle;
  5. Rigonfiamento delle vene safene e loro tortuosità;
  6. La formazione di reti vascolari e foche;
  7. la debolezza;
  8. Febbre di basso grado;
  9. Pelle secca

Nei casi avanzati di vene varicose, si osservano anche la formazione di ulcere trofiche e la rottura di nodi con successiva emorragia.

Per tromboflebite

  1. La presenza di dolore esplosivo;
  2. Palpazione palpabile, compattazione nei tessuti molli;
  3. Rossore locale (iperemia) dell'epidermide nelle lesioni venose;
  4. Brividi, grave debolezza e febbre;
  5. Violazione della mobilità delle gambe dovuta al dolore nei tessuti.

Metodi di trattamento

Conoscendo la differenza tra le vene varicose e la tromboflebite, è facile supporre che l'approccio al trattamento di queste patologie differirà in modo significativo. Ma prima che il paziente scelga il metodo di terapia necessario, deve sottoporsi a un esame approfondito. La specificità delle misure diagnostiche per ciascuna malattia è diversa.

Con le vene varicose, i metodi standard di ricerca clinica sono:

  • Esame del sangue generale;
  • Test funzionali
  • La dopplerografia è una tecnica speciale per l'ecografia vascolare;
  • L'angioscanning è un metodo hardware per valutare la funzionalità arteriosa.

La tromboflebite è leggermente diversa. Qui, la diagnosi è di natura graduale e comprende:

  • Esame fisico della pelle e anamnesi;
  • Ultrasuoni duplex dei vasi sanguigni;
  • Flebografia a contrasto di raggi X;
  • Esame ecografico;
  • Esame del sangue da laboratorio.

A seconda dei risultati dell'esame, il corso terapeutico principale si forma con un'ulteriore determinazione della forma del trattamento: ambulatoriale o ospedaliero. Per combattere le vene varicose e la tromboflebite vengono affrontate in modo completo, utilizzando vari metodi di esposizione alle navi malate.

Quindi, il principio del trattamento delle vene varicose è costituito da:

  1. Massaggio terapeutico;
  2. Terapia di compressione – avvolgimento di sezioni venose con bendaggi elastici e indossando speciali
  3. Biancheria intima medica correttiva, calza;
  4. Scleroterapia: somministrazione endovenosa del farmaco;
  5. Terapia laser;
  6. Venectomia – rimozione chirurgica delle vene malate;
  7. Hirudoterapia: l'uso di sanguisughe mediche;
  8. L'uso di farmaci emorragici, analgesici, antinfiammatori, pomate e vitamine;
  9. Una dieta terapeutica con cibi a basso contenuto di colesterolo ricchi di minerali, oligoelementi e proteine.

Per aumentare l'efficacia del decorso anti-varicoso, è possibile utilizzare anche fisioterapia aggiuntiva sotto forma di campi magnetici variabili e parassiti e correnti di Bernard.

Con la tromboflebite, l'ordine delle azioni terapeutiche è diverso e prevede l'introduzione di farmaci antinfiammatori non steroidei che prevengono la coagulazione del sangue di unguenti o gel, angioprotettori, anticoagulanti, agenti antipiastrinici, antibiotici e fisioterapia speciale – radiazione ultravioletta (UV), radiazione infrarossa, elettroforesi, magneto e terapia laser, e baroterapia.

Tuttavia, solo un metodo operativo per rimuovere i coaguli di sangue può alleviare completamente il blocco delle vene ed eliminare le deformità dei tessuti associate a questo.

Nel moderno arsenale dei medici, ci sono molti metodi di trombectomia chirurgica, che consentono operazioni non traumatiche. Il successo di uno qualsiasi dei corsi di trattamento dipende dal grado di danno vascolare e dalla negligenza della malattia.

Lagranmasade Italia