Flebectomia – rimozione chirurgica delle vene varicose degli arti inferiori


La flebectomia (venectomia) è un metodo operativo per il trattamento delle vene varicose, le sue complicanze e conseguenze, che è prescritto per qualsiasi tipo di patologia nelle fasi avanzate, se la terapia conservativa e non chirurgica non dà il risultato atteso.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Che cos'è questo

Durante l'operazione, il chirurgo esegue piccoli tagli o forature sulla pelle degli arti inferiori, attraverso i quali le sezioni delle vene interessate dalle vene varicose vengono legate e asportate. Inoltre, i tessuti sono cuciti a strati, le ferite sono trattate con un antisettico, vengono applicate medicazioni chirurgiche. Dopo la procedura, il paziente viene messo su una calzetteria a compressione selezionata individualmente o viene applicata una benda elastica.

La flebectomia ha una lunga storia. I primi interventi chirurgici furono così traumatici che le loro conseguenze superarono il danno della patologia stessa.

Nel 1908, il chirurgo americano Babcock propose un tipo di operazione in cui le vene venivano estratte usando una sonda attraverso incisioni lungo l'intera area della nave interessata. Dopo la procedura, la sensibilità della pelle è stata disturbata, le cicatrici antiestetiche sono rimaste sul corpo, il congedo per malattia è stato scritto per un periodo considerevole, ma è diventato un vero passo avanti nella lotta contro le complicanze delle vene varicose.

Poco dopo, un altro medico, Narat, ha suggerito di non dissezionare la pelle in tutta la sezione desiderata della vena, ma di allungare e rimuoverli attraverso piccole incisioni. Quindi, la flebectomia classica iniziò ad essere chiamata il metodo Bebkok-Narat.

Poco dopo, i chirurghi Muller e Varadi, grazie ai progressi tecnologici e alle nuove tecniche in medicina, hanno migliorato il processo di intervento, riducendo in modo significativo il trauma.

Il suo principale vantaggio è il rapido ripristino del flusso sanguigno e la riduzione al minimo di complicanze, ricadute e difetti estetici.

Tipi di flebectomia

In chirurgia, vengono utilizzate diverse opzioni per la chirurgia, ognuna delle quali ha le proprie caratteristiche e vantaggi, raccomandazioni per l'implementazione, conseguenze.

Miniflebektomiya

Operazione semplice e veloce, per la quale a volte l'anestesia non è nemmeno richiesta. Attraverso una piccola incisione o una puntura, le vene interessate vengono lavorate all'uncinetto, bendate ed escisse. Allo stesso tempo, non ci sono praticamente tracce della procedura trasferita sul corpo, che è mostrato nelle prime fasi dei vasi varicosi.

Tipi popolari di miniflebectomia sono considerati operazioni secondo Mueller e Varadi. Il primo ha suggerito un tipo di trattamento in cui i vasi sanguigni vengono rimossi attraverso forature con speciali mini-strumenti. Varadi "perfezionò" i metodi di Muller, inventò i suoi strumenti convenienti e descrisse le principali sfumature della chirurgia delle vene. Dopo questa procedura, non ci sono tracce sulla pelle, mentre il periodo di ricovero e recupero è minimo.

crossectomia

Conosciuto come il metodo Troyanov-Trendelenburg – vestire una grande vena safena e tutti i suoi affluenti attraverso un'incisione sopra la piega inguinale. Dopo l'intervento, rimane una piccola cicatrice quasi impercettibile.

Si raccomanda di fare un intervento chirurgico per i pazienti in cui le vene varicose passano nella tromboflebite ascendente, che minaccia la separazione del trombo e l'ostruzione dell'arteria femorale. Una simile tecnica di trattamento è inclusa nel complesso delle procedure chirurgiche, se ci sono molte vene interessate e si trovano in diversi punti degli arti inferiori.

Nanovein  Indicazioni e controindicazioni del bagno di radon

Un altro tipo di questa operazione – secondo Kokket – viene eseguito in modo simile, ma la legatura delle vene superficiali viene eseguita attraverso un'incisione sopra la fascia della parte inferiore della gamba.

Safenektomiya

La rimozione di navi malate viene effettuata utilizzando una sonda intitolata al chirurgo Bebkok. La parte superiore è fissata nella vena, dopo di che il medico tira delicatamente il vaso attraverso l'incisione, mentre la parte tagliente dello strumento taglia la vena dai tessuti circostanti.

Questa è l'operazione più radicale e traumatica, poiché porta a danni alle fibre nervose, ai vasi linfatici e ad altri tessuti molli, minaccia un gran numero di complicanze postoperatorie: ferite profonde (cicatrici) che si trasformano in foche nel sito di puntura, prolungata riabilitazione fisica.

Quando si applica la tecnica di stripping di invaginazione, l'incisione dei tessuti che circondano la vena non viene eseguita, poiché si stacca da sola, il che consente all'operazione di essere attribuita a procedure meno traumatiche.

La rimozione del PIN è un tipo di operazione di invaginazione. Un vantaggio è il fatto che i vasi possono essere rimossi solo attraverso una puntura rimasta dopo una crossectomia. Dopo aver introdotto la sonda al livello desiderato, viene praticata un'incisione sopra la vena attraverso la quale si interseca la nave.

Il Cryostripping è un'operazione durante la quale viene eseguita l'esposizione a una bassa temperatura (congelamento) su una vena. È necessaria una puntura, attraverso la quale la sonda viene prima introdotta nel sito desiderato, quindi viene iniettato azoto liquido e dopo il congelamento e la morte viene estratta una vena attraverso di essa. Il metodo è costoso, richiede attrezzature speciali e quindi non è praticamente utilizzato nel nostro paese.

combinato

È considerata una versione classica delle procedure chirurgiche per rimuovere le vene danneggiate. Prima dell'operazione, il paziente viene sottoposto a diagnostica ecografica con dopplerografia, durante la quale l'indicatore sul corpo segna le aree da rimuovere, i luoghi delle future forature.

Molto spesso, la procedura include:

  • crossectomia;
  • strippaggio;
  • legatura delle vene;
  • miniflebektomiyu.

Se l'operazione viene eseguita nelle prime fasi delle vene varicose, quando le vene sono colpite debolmente, ciascuno di questi tipi può essere utilizzato in modo indipendente.

Показания

Se è necessario fare e che tipo di operazione, decide il medico curante-flebologo, sono considerati motivi:

  • gravi vene varicose e danni a un gran numero di navi;
  • affaticamento e grave gonfiore delle gambe alla fine della giornata, che può essere eliminato solo con i farmaci;
  • disturbi del flusso sanguigno venoso, congestione degli arti inferiori;
  • la presenza di ulcere trofiche, tromboflebite.

Prima del trattamento radicale, viene eseguito un ciclo di terapia farmacologica, ma se la malattia progredisce e provoca nuove complicazioni, la chirurgia è inevitabile.

Controindicazioni

Sebbene la flebectomia sia considerata un metodo sicuro ed efficace per il trattamento delle vene varicose e delle sue complicanze, ci sono una serie di condizioni patologiche in cui la sua condotta è vietata o estremamente indesiderabile:

  • gravidanza da 13 settimane;
  • gravi malattie cardiovascolari: ischemia, ipertensione grave;
  • trombosi dei vasi venosi profondi degli arti inferiori;
  • malattie infettive;
  • patologia della pelle delle gambe (eczema, erisipela, altri);
  • disturbi dei processi di coagulazione del sangue o assunzione di farmaci che cambiano le sue proprietà reologiche;
  • vecchiaia.

Periodo postoperatorio

Riabilitazione precoce: dopo il ripristino della sensibilità, si raccomanda al paziente di eseguire i primi esercizi (muovere le gambe, piegarle e piegarle). La mattina dopo puoi alzarti e fare i test.

Dopo la dimissione dall'ospedale, che viene eseguita dopo 3-5 giorni, al paziente viene assegnata la riabilitazione a casa, che include:

  • Intimo compressivo postoperatorio. Il primo mese viene indossato costantemente, non decollando, quindi trasferito alla "modalità giorno", che dura altri 2-3 mesi.
  • Limitazione dell'attività fisica. Gli sport dovranno essere posticipati fino al completo recupero e durante il periodo di riabilitazione vengono mostrati camminare ed educazione fisica, finalizzati a migliorare il flusso sanguigno nelle estremità inferiori.
  • Rispetto delle regole di una dieta sana. Il rifiuto di cibi grassi e l'introduzione nella dieta di verdure e frutta ricchi di vitamine aiuteranno ad accelerare i processi di rigenerazione, ridurre il numero di piastrine.
Nanovein  Efficace trattamento venotonico e prevenzione delle vene varicose

Alla fine del trattamento, sono necessarie misure preventive volte a prevenire il ripetersi della patologia. Questi includono il controllo del peso corporeo, l'abbandono dell'alcol e del fumo, l'attività fisica e l'uso di indumenti compressivi preventivi.

complicazioni

Conseguenze negative possono comparire sia nei primi giorni dopo il trattamento chirurgico, sia in poche settimane. Molto spesso, il loro sviluppo è dovuto al mancato rispetto delle raccomandazioni mediche.

Complicazioni comuni sono:

  • perdita di sensibilità e intorpidimento della caviglia;
  • gonfiore del piede o dell'intero arto inferiore;
  • dolore costante nei siti di puntura;
  • lividi multipli, la pelle diventa cianotica;
  • una rara comparsa di ulcere purulente o sanguinamento nei siti di formazione dell'ematoma.

Sono stati registrati casi di recidiva di patologia in aree situate vicino al sito dell'operazione.

Evitare conseguenze e complicazioni spiacevoli è semplice, se tutte le raccomandazioni del medico curante vengono seguite con precisione, consultare un medico ai primi segni di deterioramento del benessere.

Opinione di esperti

Per alcuni pazienti, la flebectomia è l'unica possibilità non solo per un'ulteriore vita piena, ma anche per la vita in generale. Nelle vene affette da patologia, spesso si formano coaguli di sangue, la cui separazione porta al blocco di vasi importanti e alla morte di una persona.

Tutte le operazioni sono minimamente invasive, eseguite entro 1 ora e il recupero del paziente richiede poco tempo. Fatte salve le raccomandazioni postoperatorie, il rischio di complicanze è minimo. La maggior parte dei pazienti ritorna alla normale vita dopo 2-3 mesi e per lungo tempo dimentica la malattia, che li ha preoccupati per molti anni.

Nella seconda e terza fase delle vene varicose, la presenza di gravi complicanze (coaguli di sangue, insufficienza venosa acuta, reflusso sanguigno patologico), tale operazione è necessaria. Non fare a meno dell'aiuto dei chirurghi e nei casi in cui la terapia conservativa non ha alcun effetto.

I benefici di questo trattamento includono:

  • eliminazione dei principali sintomi della patologia;
  • l'assenza di difetti estetici o loro manifestazioni minori;
  • migliorare la qualità della vita del paziente;
  • basso rischio di recidiva;
  • rapido recupero dopo la procedura;
  • costo relativamente basso.

Se l'intervento viene eseguito da un professionista e il paziente soddisfa tutti i suoi requisiti, il rischio di complicanze è minimo e le possibilità di manipolazione riuscita sono elevate.

Contro

La flebectomia presenta alcuni inconvenienti:

  • A volte l'anestesia provoca difficoltà: è controindicata per alcuni pazienti e il tempo in cui è stato possibile eseguire interventi di chirurgia estetica secondo Varadi è già stato perso.
  • Sebbene le cicatrici siano invisibili dopo la procedura, sono ancora presenti, causando un certo disagio fisico ed estetico.
  • Dopo l'intervento, si osservano piccoli lividi ed ematomi sul corpo, che scompaiono rapidamente.
  • La flebectomia è adatta solo per il trattamento dei vasi sanguigni: è impossibile sbarazzarsi della rete capillare con esso.
  • Un'operazione Beccock comunemente usata comporta la dissezione delle fibre nervose, quindi i pazienti lamentano un forte dolore e perdita di sensibilità dopo di essa.
  • Un altro inconveniente indiretto è la degenza ospedaliera relativamente lunga prima e dopo l'operazione.
  • Ogni intervento chirurgico, inclusa la flebectomia, è associato a rischi per la salute e la vita del paziente.
Lagranmasade Italia