Espansione della vena interna

Il varicosio è di solito chiamato una diminuzione patologica dell'elasticità dei vasi venosi con il loro successivo allungamento ed espansione. Di conseguenza, viene provocato il ristagno di sangue nelle gambe e il gonfiore diretto delle vene. La diagnosi delle vene varicose è necessaria in modo tempestivo, poiché la malattia è considerata non solo uno svantaggio esterno, ma anche un pericolo di possibili complicazioni in futuro. Ecco perché le vene varicose sulle gambe richiedono necessariamente il giusto trattamento.

Le vene varicose possono portare a gravi complicazioni, tra cui trombosi (intasamento dei vasi sanguigni e ostruzione del flusso sanguigno), tromboflebite (infiammazione sulle pareti vascolari delle vene), ulcere trofiche (ferite sulla pelle a causa di un flusso sanguigno alterato). Il più pericoloso è la sovrapposizione di trombi del lume nelle arterie polmonari, che può provocare la morte.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

L'importanza della diagnosi tempestiva

Se le vene varicose rilevate tempestivamente sulle gambe, il trattamento della malattia sarà più efficace senza intervento chirurgico. È estremamente importante capire che esternamente la malattia può essere notata in una delle ultime fasi del suo sviluppo. È possibile rilevare le violazioni solo dopo un esame dettagliato da parte di un medico. In questo caso, si presta attenzione al rischio di vene profonde dilatate e di possibili processi infiammatori.

La diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori comporta:

  • registrazione dei reclami da parte del paziente;
  • ispezione;
  • condurre ricerche con successivo studio dei risultati.

Ulteriori azioni del paziente dipendono interamente dalle caratteristiche della malattia rilevata, in particolare dal suo stadio e dalla presenza del rischio di possibili complicanze. Le vene varicose possono essere di tipo primario e secondario, a volte si verificano dopo lo sviluppo di altre malattie.

Con il minimo sospetto di alterazione del flusso sanguigno nelle vene, dovresti cercare un aiuto medico professionale, poiché qualsiasi automedicazione può aggravare il problema e provocare lo sviluppo di complicanze. La prima consultazione, al fine di scoprire la condizione e determinare ulteriori azioni, dovrebbe essere effettuata da un flebologo.

Esame iniziale ed esame del paziente

La diagnosi iniziale delle vene varicose degli arti inferiori è la raccolta di informazioni sul decorso della malattia e sulla presenza di eventuali sintomi fastidiosi da parte del paziente, oltre a condurre un esame con la palpazione.

Nanovein  Centro medico varicoso n

I pazienti si rivolgono al medico per un aiuto, di regola, dopo che la patologia inizia a manifestarsi come edema esterno e vene sporgenti sulla superficie della pelle. In questo caso, si può sentire la pesantezza delle gambe e si può osservare la comparsa di teleangectasie (vene del ragno). Spesso, il paziente può lamentare bruciore interno alle gambe e crampi dolorosi periodici.

L'esame diretto delle gambe viene effettuato con un'illuminazione aggiuntiva. Il paziente dovrebbe essere in piedi. Le vene varicose sono caratterizzate da ulcere, dermatiti e iperemia (arrossamento parziale della pelle a causa di un afflusso di sangue).

Utilizzando una palpazione accuratamente eseguita, il medico può determinare il grado di tensione dei vasi venosi, il livello della loro lunghezza e densità, nonché monitorare la temperatura della pelle su di essi. Già durante un esame tattile, puoi sospettare la presenza di un processo infiammatorio nell'area delle pareti delle navi o prevenire l'ulteriore sviluppo della trombosi.

Nel processo di produzione di un'anamnesi, devono essere presi in considerazione fattori di ereditarietà, caratteristiche professionali, lesioni alle gambe e operazioni trasferite, nonché l'assunzione di farmaci ormonali.

Test diagnostici

Per confermare e dettagliare le cause della malattia, viene effettuata una diagnosi più approfondita delle vene varicose degli arti inferiori con tali metodi:

  1. Test di Hackenburgh. Quando si utilizza questa tecnica, il medico deve trovare una fossa ovale sull'anca, in questo luogo c'è un flusso di sangue dalla grande vena safena al femore. Il paziente deve tossire. Se c'è insufficienza della valvola ostiale, il medico sarà in grado di sentire la spinta del sangue. In un altro modo, questo sintomo è chiamato spinta positiva per la tosse.
  2. Test di Perthes. La diagnosi delle vene varicose in questo caso riguarda la posizione verticale (in piedi) del paziente, i cui vasi di superficie sono compressi a causa del laccio emostatico. Se come risultato di ciò c'è un cambiamento nel colore della pelle e appare il dolore, allora stiamo parlando di ostruzione delle vene profonde.
  3. Test di Troyanov-Trendelenburg. In questo caso, il paziente deve essere in uno stato rilassato e in posizione orizzontale. In questo caso, una gamba, senza piegarsi, deve essere sollevata con un angolo di 45 gradi, in modo che i vasi possano essere rapidamente rilasciati dal sangue. Un laccio emostatico viene posizionato sulla parte superiore della coscia (la sua terza) o la vena stessa viene strettamente pizzicata con un dito, quindi il paziente deve alzarsi. Il medico dovrebbe valutare la velocità con cui si riempiono i vasi sanguigni. Il ripristino del funzionamento della valvola per 15 secondi è considerato normale.

Nella pratica medica, esiste un modo abbastanza semplice ma efficace per determinare le vene varicose, il cosiddetto test plantare. In questo caso, il medico o qualsiasi altro specialista preme alternativamente i talloni. Se allo stesso tempo il paziente inizia a sentire dolore, questo indica un aumentato rischio di arresto della formazione di coaguli di sangue venoso.

Tra i test di laboratorio disponibili, la diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori comprende un'analisi generale del sangue e delle urine, nonché una donazione di sangue per studiare lo sfondo ormonale. Il più importante è l'indicatore della coagulabilità del sangue, che segnala il grado di rischio di trombosi o tromboflebite.

Nanovein  Esacerbazione dei farmaci per le vene varicose

Diagnostica mediante ultrasuoni

Si raccomanda una diagnosi e un trattamento dettagliati delle vene varicose utilizzando le capacità degli ultrasuoni. In questo modo viene valutata la prestazione delle vene superficiali e profonde, nonché dei vasi comunicativi. Dopo lo studio, il flebologo può descrivere accuratamente tali indicatori come:

  • corretto funzionamento delle valvole;
  • pervietà del sistema vascolare;
  • caratteristiche quantitative della presenza di coaguli di sangue nel sangue venoso;
  • velocità e qualità dell'afflusso di sangue attraverso le vene.

È una tale diagnosi di vene varicose degli arti inferiori che dà un risultato accurato di quanto sia grave il danno alle navi e determina i confini del suo effetto.

Spesso, è un'ecografia che consente di determinare la malattia nelle prime fasi. In questo caso, possono essere esaminate le vene situate non solo nelle gambe o nei fianchi, ma anche nell'inguine.

L'ecografia è inefficace in caso di recidiva della malattia o è necessario valutare le condizioni del paziente dopo l'intervento chirurgico.

venografia

La flebografia è uno speciale metodo radiografico per l'esame del sistema venoso, che viene eseguito in regime ambulatoriale e non richiede una preparazione anticipata da parte del paziente. A causa della flebografia, è possibile scoprire il rendimento dei vasi venosi, nonché il grado del loro danno. In questo caso, viene studiato lo stato delle vene sia profonde che superficiali.

Esame revasografico

La diagnosi delle vene varicose delle gambe con la rivasografia è un modo accurato e completamente indolore per studiare il tono vascolare esistente e il funzionamento generale del cuore. Con l'aiuto della rivasografia, è possibile determinare il grado di pienezza dei vasi sanguigni, il che significa escludere o confermare la presenza di patologie nel funzionamento dei sistemi venosi, incluso il loro ristagno.

Questo metodo diagnostico richiede la preparazione anticipata del paziente. Innanzitutto riguarda:

  • interrompere l'assunzione di qualsiasi farmaco correlato alla coagulazione del sangue e alla vasodilatazione (almeno un giorno prima della procedura);
  • rifiuto di sigarette, gomma alla nicotina e inalazione di odori di tabacco (nelle ultime 8 ore);
  • l'ultimo pasto e qualsiasi attività fisica, almeno 2 ore prima dell'esame;
  • adozione di una posizione orizzontale e completo rilassamento in silenzio 15 minuti prima dello studio pianificato.

Durante la procedura, il paziente deve liberarsi di tutto ciò che può spremere le gambe e le braccia, oltre a rimanere completamente immobile per qualche tempo.

Esame ecografico

L'esame ecografico è un metodo non invasivo (senza l'uso di aghi e forature della pelle) per determinare la circolazione sanguigna nei vasi. La qualità del funzionamento del sistema vascolare è determinata da segnali sonori caratteristici e segni grafici. Utilizzando questo metodo, viene determinato il grado della malattia stessa, nonché la presenza di violazioni nel funzionamento delle valvole venose.

La scelta di un metodo diagnostico appropriato e la correttezza della sua attuazione possono essere determinate solo dal flebologo presente, sotto il cui controllo tutte le azioni successive e il trattamento obbligatorio del paziente che viene vengono sottoposti a controllo.

Lagranmasade Italia