Dopo la chirurgia laser delle vene, le conseguenze della correzione

"Costoso ma efficace!" Questo è esattamente ciò che i pazienti dicono quando scelgono il trattamento laser per combattere le vene varicose. A loro piace che la procedura mini-invasiva sia veloce, abbastanza indolore e ti consenta di tornare a casa immediatamente dopo le procedure mediche.

Ma c'è un enorme svantaggio in questo bonus attraente: se qualcosa va storto dopo l'operazione, il medico non sarà in giro.

Il paziente stesso deve monitorare le condizioni delle gambe e osservare: come si comporta la vena distante dopo la coagulazione laser, se ci sono gonfiore spaventoso, grandi lividi, arrossamenti o temperatura.

Il medico esegue gli esami nella modalità corrente – due settimane e due mesi dopo l'operazione e il paziente stesso controlla la propria salute per il resto del tempo.

Per sapere quali reazioni del corpo sono accettabili nel periodo di riabilitazione e quali sono incluse nell'elenco delle complicanze, vale la pena prendersi cura in anticipo della raccolta di informazioni sul trattamento laser delle vene e sul periodo di recupero “dopo”.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Riabilitazione dopo la rimozione delle vene varicose

Un enorme vantaggio delle operazioni laser è la mancanza di ricovero obbligatorio. 15-30 minuti di esposizione su una gamba, lo stesso tempo sulla seconda (se necessario) e puoi già andare a casa. Si consiglia di camminare, in modo da ripristinare il corretto flusso sanguigno nelle gambe e la riabilitazione sia il più calma possibile.

Il medico annuncia l'elenco dei momenti consentiti e proibiti nella fase della consultazione e fornirà necessariamente un elenco dopo aver effettuato tutte le manipolazioni.

Quanto più accuratamente il paziente segue le raccomandazioni professionali, tanto più velocemente le sue gambe recupereranno la loro precedente salute.

L'elenco obbligatorio di divieti e autorizzazioni includerà:

  • Turismo a piedi. Una passeggiata di un giorno dovrebbe essere una buona abitudine per il paziente per un tempo sufficientemente lungo. I primi 3-4 giorni, la camminata è richiesta da un'ora o più, quindi per la strada è necessario trascorrere 1,5-2 ore al giorno.
  • Carico eccessivo Il sollevamento pesi rientra nell'elenco dei divieti per i primi due giorni, quindi puoi sollevare lentamente i pesi a 10-15 chilogrammi, ma senza molto fanatismo.
  • Lo stesso tipo di lavoro. Lavorare in piedi o una giornata di seduta in ufficio è altrettanto male. Per fornire alle gambe il carico diversificato postoperatorio necessario, è necessario pianificare un congedo per 7-10 giorni.
  • Sport. Dopo aver rimosso le vene varicose, gli sport devono essere scelti con molta attenzione. L'escursionismo e il nuoto sono consentiti dal secondo giorno, ma con fitness attivo, attrezzi ginnici, aerobica, ginnastica, ciclismo, dovrai aspettare circa un mese. Per quanto riguarda gli esercizi di stretching, è necessario dimenticarsene a lungo: solo il medico risponderà quando è possibile ricominciare tali esercizi.
  • Stabilimento balneare e sauna. Controindicato categoricamente dopo la chirurgia laser sulle vene e per un periodo sufficientemente lungo – fino a due mesi.
  • Bagni di sole. Non appartengono a rigidi punti di divieto, ma non sono raccomandati a causa di una possibile violazione della pigmentazione dell'epidermide. Le cellule dopo il trattamento laser sono altamente sensibili ai raggi UV e possono verificarsi iperpigmentazione o ipopigmentazione. Non è inoltre consentito un lettino abbronzante per il periodo di riabilitazione!
  • Potenza. Non è necessario pensare a come mangiare un laser sulle vene dopo l'intervento chirurgico; un flebologo prescriverà una dieta. Prenderà in considerazione il peso del paziente, i dati sulla salute effettiva e renderà il menu ottimale. Gli obiettivi nutrizionali durante questo periodo sono il rapido ripristino delle pareti dei vasi sanguigni, garantendo la necessaria densità del flusso sanguigno e aumentando l'immunità. La dieta postoperatoria include necessariamente frutta e verdura ad alto contenuto di vitamina C, frutti di mare, cibi ricchi di cumarina (aglio, limone, olio d'oliva), noci, miele, mele, farina d'avena, sedano e tisane verdi. Carni rosse, piatti piccanti e salati e caffè rientrano in un breve divieto.
Nanovein  La varicosi è una malattia ereditaria o no

Dopo la chirurgia laser, i pazienti avvertono spesso dolore, sensazione di oppressione sotto la pelle e malessere generale.

La rigorosa osservanza di tutte le raccomandazioni che verranno emesse in una clinica con un promemoria speciale contribuirà a ridurre le spiacevoli conseguenze.

Complicanze dopo la rimozione delle vene

L'elenco generale delle complicanze dopo la coagulazione laser è piuttosto ampio. Ma solo una piccola parte di esso è rappresentata da problemi reali, disagio e fastidio che passa rapidamente.

L'esposizione al laser è un'operazione, quindi dopo può essere:

  • dolore e bruciore lungo la vena coagulata;
  • sigilli nell'area di intervento;
  • ematomi di vari gradi di intensità;
  • cambiamento di pigmentazione;
  • perdita di sensibilità della pelle.

Tutte queste conseguenze sono "normali", quindi non puoi preoccuparti se una o più di esse vengono notate. Molto peggio quando sorgono vere complicazioni.

Un motivo di preoccupazione dovrebbe essere:

  • infiammazione con suppurazione;
  • alta temperatura;
  • l'iperemia della pelle nell'area del laser ha rimosso la vena.

Qualsiasi disagio acuto richiede un immediato consiglio medico, che determinerà la causa dei sintomi e prescriverà un trattamento tempestivo.

È controindicato scegliere i farmaci da soli o eseguire una terapia a casa, poiché le conseguenze possono essere più gravi.

Oltre ai momenti elencati, la categoria di complicanze comprende:

  1. Ripetute recidive della malattia se gli afflussi affetti della vena principale rimangono inalterati.
  2. Aumento del rischio di trombosi venosa, che rappresenta una minaccia per la vita del paziente.

Entrambi i casi sono rari, ma molto gravi e richiedono una decisione informata da parte del medico su ulteriori trattamenti del paziente.

I rischi della chirurgia laser delle vene sono ripetutamente espressi quando si pianifica la procedura, in modo che chiunque decida di coagulare le vene sia a conoscenza delle possibili conseguenze.

Fortunatamente, la frequenza di complicanze veramente critiche è molto piccola e completamente incomparabile con i problemi dei trattamenti chirurgici per le vene varicose.

I metodi mini-invasivi sono buoni perché ti consentono di restituire bellezza, salute e buon umore per gli anni a venire con conseguenze minime. Quindi non "tirare" con il trattamento se vengono delineati i primi problemi venosi su gambe belle e sottili!

Nanovein  Le vene varicose testicolari negli uomini come patologia circolatoria
Lagranmasade Italia