Dopo aver rimosso le vene varicose sulle gambe

Quale ragazza o donna non sogna gambe belle, magre e sane?

Ma, sfortunatamente, una situazione si presenta spesso quando le gambe sono colpite da vene varicose.

Questa malattia può davvero rovinare la vita.

Le vene varicose saranno discusse in questo articolo.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Le vene varicose: che cos'è?

Se le pareti delle navi si restringono, non ricevono abbastanza sangue e si ammalano.

Le vene varicose stanno diventando più giovani ogni anno a causa di uno stile di vita sedentario, eccesso di peso e condizioni ambientali.

Le vene varicose sono una malattia pericolosa. Molto spesso, il gentil sesso soffre di lui.

Quando le vene varicose colpiscono le vene, diventano grumose e risaltano sotto la pelle. Le gambe non sono solo brutte, ma anche dolorose.

Le vene si gonfiano, si formano nodi. Per questo motivo, l'afflusso di sangue a tutto il corpo è disturbato.

Trattamento delle vene varicose

Le vene varicose possono essere trattate in centri medici dotati di attrezzature moderne con uno specialista qualificato.

Esistono due metodi per sbarazzarsi delle vene varicose: senza chirurgia e con chirurgia.

Che include:

  • indossare biancheria intima a compressione,
  • l'uso di unguenti, gel,
  • hirudotherapy,
  • metodi popolari.

Le persone usano il trattamento con lozioni dall'infuso di yogurt e assenzio, impacchi dal luppolo, trattamento con patate crude e cavoli. Questo metodo può aiutare nella fase iniziale della malattia.

Questa è la rimozione delle vene varicose nelle gambe.

Indicazioni per la chirurgia

Ci sono casi in cui l'intervento chirurgico non è più necessario, ad esempio:

  • tromboflebite;
  • la comparsa di segni di necrosi;
  • dolore alle gambe con flusso sanguigno alterato;
  • la comparsa di ulcere trofiche;
  • trombosi;
  • flusso linfatico alterato;
  • un aumento delle vene a una condizione patologica.

Controindicazioni

  1. Gravidanza.
  2. Vecchiaia
  3. L'esecuzione delle vene varicose è l'ultimo stadio.
  4. Ipertensione.
  5. Assumere determinati farmaci.
  6. Allattamento.

Controindicazioni relative

Esistono controindicazioni relative in cui non è consigliabile rimuovere le vene. Questo è:

  • trombosi multipla;
  • scarsa mobilità degli arti a causa di un intervento chirurgico;
  • obesità
  • gravi malattie infettive.
  • eczema, erisipela e altre malattie della pelle.

Metodi di trattamento delle vene varicose

scleroterapia

Scleroterapia o scleroterapia. Quando si applica questo metodo di trattamento, viene utilizzata una sostanza sclerosante, che viene introdotta nella nave malata.

Questa sostanza unisce le pareti interne della nave, il che porta alla sua completa scomparsa. A questo punto, successivamente si forma una cicatrice.

La scleroterapia viene utilizzata in due modi:

  • l'ecoscleroterapia è un'opzione per il trattamento di vene profonde con un diametro fino a 1 cm.
  • Metodo "a forma di schiuma": consiste nel riempire il vaso di schiuma, che porta ad un arresto del sangue.

La scleroterapia è completamente indolore e non rappresenta un pericolo per il corpo umano. È usato solo nelle fasi iniziali della malattia.

flebectomia

Una procedura chirurgica che rimuove una vena completamente varicosa degli arti inferiori. Alle estremità inferiori c'è un intero sistema di vene.

Ci sono piscine profonde e poco profonde. Sono interconnessi. Ci sono tronchi superficiali, che sono divisi in grandi e piccole vene safene.

Ognuno di essi si dirama da sottili afflussi, che si collegano anche attraverso un sistema di vene perforanti.

Qual è lo scopo della chirurgia? Elimina il reflusso sanguigno nelle vene degli arti inferiori. La lingua abituale è prevenire il flusso inverso di sangue.

Potrebbe essere interessato:

  • estuari venosi;
  • grande vena safena;
  • piccola vena;
  • vena perforata.

La forma più comune di vene varicose è una lesione di tipo staminale, e questa è la patologia della grande vena safena. L'algoritmo di esecuzione della flebectomia è lo stesso, solo piccole sfumature differiscono.

In primo luogo, il medico dovrà raggiungere la grande vena safena e bendarla. Quindi una vena viene tagliata all'inizio e alla fine della parte rimossa. Un estrattore venoso con una vena attaccata viene inserito nel lume, che viene estratto con esso.

Se vengono trovati tributari espansi, vengono rimossi. I punti vengono applicati alle incisioni.

L'intervento di rimozione delle vene delle gambe viene eseguito in anestesia generale o epidurale e dura fino a 2 ore.

Preparazione della flebectomia

Il processo si svolge in più fasi.

In primo luogo, è necessaria una consultazione specialistica, che dovrebbe informare sulle caratteristiche del corpo e sulla presenza di qualsiasi malattia. Verrà condotto uno studio flebologico, possibilmente con l'uso degli ultrasuoni, e verrà deciso un metodo per il trattamento delle vene. Inoltre, dovrai eseguire esami del sangue, delle urine, dell'ECG e infettivi (AIDS, epatite, HIV, sifilide).

In secondo luogo, un giorno prima dell'intervento chirurgico, non è consigliabile mangiare cibo, sarebbe bello fare un clistere purificante.

In terzo luogo, i piedi doloranti devono essere rasati. La pelle dovrebbe apparire sana, senza malattie pustolose.

Miniflebektomiya

L'essenza di questo metodo è simile alla flebectomia. Inoltre, le vene vengono rimosse chirurgicamente attraverso le incisioni. Ma è usato per piccole imbarcazioni. La procedura è indolore con effetto immediato, sebbene sia possibile un leggero livido sul sito dell'intervento. Questa volta le cicatrici non appariranno e non dovranno mentire in ospedale. L'anestesia si verifica localmente.

Coagulazione laser endovasale o EVCL

Un moderno metodo di trattamento delle vene varicose. La vena viene rimossa sotto l'influenza della radiazione termica dal laser. In questo caso, la vena stessa è forata da un ago e una guida di luce viene inserita in questa puntura. Sotto l'influenza dell'energia laser, la vena collassa e dopo un po 'si attacca.

È anche possibile rimuovere le vene affette affluenti che si sono trasformate in nodi. Perché il trattamento sia efficace, è necessario che i vasi siano dritti con un lume non superiore a 10 mm. Una piccola quantità di affluenti delle vene avrà anche un effetto positivo.

Assicurati di monitorare il trattamento con la scansione duplex a colori. Dovrai visitare regolarmente un medico per un esame. Potrebbe essere necessario assumere farmaci per rafforzare le navi.

La rimozione laser delle vene delle gambe sostituisce completamente la chirurgia. Ma i professionisti non sono solo questo.

  1. La possibilità di trattare entrambe le gambe.
  2. Bassa invasività.
  3. Breve periodo di recupero. Puoi andare a casa poche ore dopo l'intervento.
  4. L'operazione dura mezz'ora.
  5. Anestesia locale

A volte il medico deve applicare il metodo di EVCL e flebectomia. Ciò si verifica quando è necessario rimuovere l'area interessata. Si chiama stripping corto. Fornisce eccellenti risultati estetici con una percentuale minima di ricaduta.

Nonostante il fatto che le vene varicose siano trattate con successo, non dovresti permettere alla malattia di entrare in una fase grave del disturbo.

L'esame regolare delle vene e il rilevamento tempestivo della malattia ti permetteranno di consultare un medico per un aiuto in una fase precoce della malattia. E questo aiuterà ad evitare l'intervento chirurgico.

Riabilitazione dopo la rimozione della vena delle gambe

Il periodo di recupero iniziale dura circa 10 giorni, mentre il paziente può essere osservato in regime ambulatoriale o ambulatoriale (a seconda del metodo di trattamento). Dopo questo periodo, è possibile rimuovere le suture postoperatorie.

Ma se è stata operata la regione poplitea, la rimozione ha luogo solo dopo 12 giorni.

Il primo tempo postoperatorio è severamente vietato piegare le gambe, alzarsi e persino rotolare.

Dopo l'autorizzazione del medico, dovrai impegnarti in terapia fisica e condurre un corso di massaggio. Si consiglia inoltre di camminare con scarpe comode all'aria aperta e di una corretta alimentazione.

Ci possono essere lividi e sigilli nel sito di chirurgia. E dopo la fine del periodo di riabilitazione, a volte rimangono piccole cicatrici.

Nanovein  La dieta giusta per la cellulite

In generale, la riabilitazione completa dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le vene delle gambe dura circa 3 mesi. Durante questo periodo, si consiglia di indossare una calza a compressione, biancheria intima a compressione, bende elastiche che possono essere rimosse di notte. È vietato utilizzare saune, bagni e bagni di sole per tre mesi.

Complicazioni dopo l'intervento chirurgico

Qualsiasi operazione è una grave interferenza con il corpo. E, come con qualsiasi intervento chirurgico, sono possibili complicazioni. Si verificano raramente, ma è necessario sapere qual è la norma e cosa no.

I primi giorni, la ferita può sanguinare con la formazione di un ematoma. Il sangue scorre dai capillari. Questa complicazione scompare entro 10 giorni. A volte i pazienti lamentano di essersi fatti male alle gambe dopo aver rimosso le vene.

Una situazione più complicata è se si sviluppa tromboembolia, che è caratterizzata da un lento deflusso di sangue attraverso le vene profonde. È al fine di prevenire lo sviluppo di questa malattia che si raccomanda la biancheria intima a compressione.

La recidiva si riferisce anche a complicazioni, perché la gamba dopo aver rimosso le vene ha bisogno di cure speciali e l'errore qui si trova nella maggior parte dei casi con il paziente. Stile di vita improprio, l'alimentazione può provocare ulteriori danni alle vene.

Non c'è bisogno di avere paura di consultare un medico e ritardare il trattamento delle vene varicose. L'aggravamento della condizione porterà solo alla chirurgia.

Sebbene ad oggi, siano state sviluppate operazioni di rimozione delle vene e un serio centro flebologico è pronto a offrire trattamenti di qualità che non rappresentano una minaccia per la vita umana.

Le vene varicose sono un'espansione delle vene, principalmente sugli arti inferiori. Si verifica per molte ragioni che portano a problemi con la salute delle pareti dei vasi sanguigni. La malattia si sviluppa gradualmente e ha diverse fasi. A seconda dello stadio delle vene varicose, al paziente viene prescritto un trattamento per prevenire il suo sviluppo e il passaggio a uno stadio più serio.

Dimenticare completamente la malattia è possibile solo dopo un intervento chirurgico sulle vene.

La chirurgia prevede la rimozione di una vena malsana in vari modi. La rimozione di un vaso varicoso avviene in uno dei seguenti modi:

  1. La rimozione delle vene laser è il modo più moderno e sicuro. Sotto l'influenza di un laser, una vena malata cessa di funzionare e si attacca gradualmente.
  2. Flebectomia – rimozione di una vena attraverso piccole incisioni sulla pelle. Il punto in cui la nave interessata si unisce alla vena viene pizzicato e si verifica la sua escissione. Dopo questo, rimangono piccole cicatrici dai tagli.
  3. La miniflebectomia è una variante della flebectomia, tuttavia è meno traumatica e non lascia difetti estetici sulla pelle. La vena viene rimossa in modo simile all'opzione precedente, ma l'operazione viene eseguita attraverso forature.

Dopo la corretta eliminazione delle vene varicose, al paziente vengono fornite raccomandazioni allo scopo di ripresentarsi della malattia in altre vene.

Raccomandazioni ed esercizi nel periodo postoperatorio

Dopo l'operazione, uno stile di vita sedentario e sedentario è strettamente controindicato per il paziente. Il primo mese dopo il trattamento deve camminare rapidamente per almeno 2 ore al giorno. Si consiglia di dividere la camminata in più parti durante il giorno, per la presenza costante di carico sugli arti inferiori.

La prima settimana richiede passeggiate ed esercizi particolarmente intensi e frequenti. Stare seduti o fermi per più di 1,5-2 ore è proibito, indipendentemente dalle circostanze, almeno fare delle pause.

Se è necessario spostarsi su lunghe distanze, a seconda del tipo di trasporto, è necessario seguire questi consigli:

  • alzare periodicamente le gambe sopra il livello del bacino;
  • indossare indumenti compressivi selezionati in base alle raccomandazioni del medico;
  • riscaldati, alzati e cammina (in aereo e treno), fermati e cammina (in auto).

Biancheria intima di compressione

La necessità di indossare biancheria intima a compressione dopo aver rimosso le vene è stata ripetutamente dimostrata da vari medici. Può essere di diversi tipi:

  • calze;
  • calze;
  • collant e leggings;
  • bende elastiche.

Di norma, prima dell'operazione, al paziente vengono fornite raccomandazioni sull'acquisizione di un certo tipo di bucato con un effetto di compressione. Immediatamente dopo l'intervento, il prodotto viene indossato sul paziente, si consiglia di non rimuoverlo durante i primi giorni.

Successivamente, di solito è consentito passare a speciali collant / calze stringenti, che dovrebbero essere indossati in base alle raccomandazioni del medico.

Va ricordato che anche con la raccomandazione di indossare costantemente calze, devono essere rimosse di notte in modo che le gambe riposino dalla compressione.

La biancheria intima speciale ti consente di mantenere le vene in uno stato compresso e riduce la probabilità di sanguinamento.

Recentemente ho letto un articolo che parla della crema naturale "Bee Spas Chestnut" per il trattamento delle vene varicose e la pulizia dei vasi sanguigni dai coaguli di sangue. Usando questa crema, puoi SEMPRE curare la VARICOSI, eliminare il dolore, migliorare la circolazione sanguigna, aumentare il tono delle vene, ripristinare rapidamente le pareti vascolari, pulire e ripristinare le vene varicose a casa.

Non ero abituato a fidarmi di alcuna informazione, ma ho deciso di controllare e ordinare un pacchetto. Ho notato i cambiamenti entro una settimana: il dolore è scomparso, le gambe hanno smesso di "ronzio" e gonfiore e dopo 2 settimane i coni venosi hanno iniziato a diminuire. Provalo e tu, e se qualcuno è interessato, allora il link all'articolo qui sotto.

Stile di vita dopo l'intervento chirurgico

Il ritorno al solito stile di vita è consentito circa un mese dopo l'intervento chirurgico. Alcune procedure e classi sono consentite in precedenza, ad esempio:

  1. La doccia è consentita un paio di giorni dopo la rimozione dei punti. Se l'operazione è stata eseguita senza sutura, è necessario attendere un paio di giorni dopo che guarisca le forature.
  2. Quando fai sport prima dell'operazione, dovresti tornare ad esso gradualmente, 2 settimane dopo l'operazione. Quando si partecipano a sport che richiedono carichi di lavoro gravi, è severamente vietato tornare ad esso senza il permesso di un flebologo.
  3. Sauna e piscina. Una visita alla sauna è consentita non prima di dopo 3 settimane, a condizione che non ci siano dolore e sanguinamento. Dopo la sauna, sciacquare i piedi con acqua fresca. Una visita alla piscina è consentita 3-4 settimane dopo l'intervento, il nuoto e l'attività motoria attiva nell'acqua influenzano positivamente lo stato delle vene dopo l'operazione.
  4. In caso di eccesso di peso, è consigliabile liberarsene in modo da non sottoporre le gambe a un carico aggiuntivo.
  5. Quando si verifica una gravidanza dopo l'intervento chirurgico, è indispensabile indossare calze a compressione o gambaletti, in modo che sia più facile per le vene mantenere le loro condizioni durante un periodo di grave stress, sia fisico che ormonale.

Il periodo di recupero è molto più semplice in quei casi in cui la malattia viene operata prima della comparsa di tutti i tipi di complicanze. Anche i pazienti che rispettano tutte le prescrizioni del medico si stanno riprendendo più rapidamente.

Le conseguenze dell'intervento chirurgico

La rimozione chirurgica delle vene varicose è un metodo di trattamento abbastanza popolare, che viene utilizzato nella maggior parte dei casi con uno stadio avanzato. Dopo l'operazione, il paziente può manifestare effetti collaterali e complicanze. Non sempre sorgono e per niente, tutto dipende dal corpo umano e dallo stadio delle vene varicose, ma dovresti conoscerle prima dell'operazione. Elenchiamo questi:

  1. Con uno stile di vita sedentario dopo l'intervento chirurgico, possono comparire gravi complicazioni: trombosi venosa profonda. Le sue conseguenze sono pericolose per la salute umana e persino per la vita umana, poiché può svilupparsi la flebotrombosi.
  2. La comparsa di dolore e lividi. Il dolore e i piccoli ematomi nel sito della vena rimossa sono più comuni dopo la flebectomia. Ciò è dovuto agli affluenti della linea venosa. Dopo la miniflebectomia o la rimozione della vena laser, il dolore è molto meno comune e praticamente non si verificano ematomi. A causa dell'accumulo di sangue sotto la pelle, può verificarsi un leggero aumento della temperatura diversi giorni dopo l'operazione.
  3. La comparsa di grumi lungo la vena, che può causare molto disagio. Questa è considerata una variante della norma ed è associata all'accumulo di sangue. Se si verifica un'infiammazione della pelle con questi sintomi, consultare immediatamente un medico per escludere l'infiammazione batterica. Se non trattata, possono verificarsi gravi complicazioni.

Il recupero avviene in modo diverso in ogni persona, a seconda della predisposizione genetica del paziente. Una corretta alimentazione e una dieta elementare faciliteranno il recupero e prevengono l'insorgenza di complicanze. La dieta dovrebbe contenere prodotti che hanno un effetto antinfiammatorio sul corpo e fluidificare il sangue.

Tali alimenti includono agrumi e altri che contengono vitamina C – aiutano a prevenire i processi infiammatori. Il succo di pomodoro e frutti di mare, così come alcuni altri prodotti, possono fluidificare il sangue, il che è molto importante dopo le operazioni volte a ripristinare il normale stato delle vene.

Nanovein  L'ultimo trattamento per le vene varicose

Per il trattamento della VARICOSI e la pulizia dei vasi sanguigni dai coaguli di sangue, Elena Malysheva raccomanda un nuovo metodo basato sulla Crema delle vene varicose. Consiste in 8 utili piante medicinali, estremamente efficaci nel trattamento della VARICOSI. In questo caso, vengono utilizzati solo componenti naturali, senza chimica e ormoni!

Le visite periodiche al flebologo dopo l'intervento chirurgico ridurranno al minimo le complicanze e manterranno le vene sane nelle gambe.

L'obiettivo di qualsiasi intervento chirurgico per le vene varicose è di normalizzare completamente il flusso sanguigno nelle gambe. Nel periodo successivo all'intervento chirurgico per le vene varicose, sono necessarie attenzione e conformità con una serie di regole. Il paziente deve prepararsi adeguatamente per l'operazione e seguire tutte le raccomandazioni del medico nel periodo di riabilitazione. Altrimenti, possono verificarsi complicazioni.

Tipi di interventi chirurgici per le vene varicose

Se il trattamento conservativo delle vene varicose si è rivelato inefficace o la malattia è entrata in una fase grave, la chirurgia non può essere eliminata. Oggi i flebologi offrono una vasta gamma di trattamenti chirurgici per le vene varicose.

Flebectomia e Miniflebectomia

Viene effettuato nei casi più gravi. Sono necessari l'anestesia generale e il ricovero in ospedale del paziente. Il medico esegue incisioni sulla gamba per ottenere l'accesso alla vena danneggiata, fascia la vena e la rimuove. Questa operazione è traumatica, il periodo di recupero è lungo e doloroso.

La miniflebectomia è una versione leggera dell'operazione classica, eseguita attraverso forature.

Metodi meno traumatici

Metodi più delicati vengono eseguiti operazioni:

  • Scleroterapia. Una sostanza speciale viene iniettata nella vena, che fonde le pareti venose dall'interno, il sangue entra in vasi sani, la vena malata scompare. Esistono diverse forme di sclerosi delle vene a seconda del farmaco;
  • Ablazione con radiofrequenza (cancellazione). Esposizione della parete venosa della gamba alle radiofrequenze;
  • Ablazione laser endovenosa. La fibra laser viene iniettata nella vena malata, dove salda la sua parete.

La durata del periodo di recupero dipende dal tipo di intervento e dal grado di vene varicose. Con interventi mini-invasivi, il paziente recupera più volte più velocemente e più facilmente rispetto alla flebectomia.

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico

Dopo la flebectomia, il paziente trascorre diversi giorni in ospedale, a seconda della dinamica del processo di recupero. Quando l'effetto dell'anestesia passa, è vietato alzarsi di 3-4 ore; per quanto possibile, si consiglia di piegare e distendere le gambe per aumentare la circolazione sanguigna. Bendaggio compressivo applicato immediatamente, che non può essere rimosso di notte.

Se l'operazione è stata eseguita utilizzando la scleroterapia o un laser, il dolore è insignificante o no, le gambe del paziente sono bendate con un bendaggio elastico e può tornare a casa un'ora dopo l'operazione delle vene varicose degli arti inferiori.

Conseguenze e complicazioni

Qualsiasi operazione è stress per il corpo. Pertanto, è importante seguire tutte le raccomandazioni del medico al fine di prevenire le complicanze.

flebectomia

Dopo l'operazione classica per rimuovere le vene varicose, il paziente è quasi sempre preoccupato per il dolore al posto della vena operata, il sangue può accumularsi sotto la pelle e possono comparire ematomi con tendenza alla suppurazione. Se non c'è arrossamento sulle aree dense di accumulo di sangue, si risolveranno nel tempo. Le suture vengono accuratamente trattate in modo che le ferite non vengano infettate. I punti vengono rimossi dopo 7-10 giorni. Se i linfonodi sono stati danneggiati durante l'operazione, la linfa impregna i tessuti e le forme di edema – in questo caso, viene eseguita una puntura e viene prescritto un trattamento di edema. Può svilupparsi una complicazione della trombosi venosa profonda.

Chirurgia mini-invasiva

Le conseguenze dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose con metodi delicati sono incomparabilmente più facili che dopo l'intervento chirurgico classico. Possibile perforazione della parete venosa, ustioni, danni alle terminazioni nervose della gamba, ematoma, sanguinamento.

Non puoi bendare tu stesso la gamba operata! Dalla stagnazione del sangue, l'ischemia può svilupparsi, di conseguenza, la gamba dovrà essere amputata.

Raccomandazioni per il periodo di recupero

La riabilitazione dopo aver rimosso una vena della gamba con vene varicose dovrebbe includere una serie di esercizi per il recupero, indossare calze a compressione, raccomandazioni per l'alimentazione e cambiare lo stile di vita del paziente e l'uso dei farmaci come indicato.

Biancheria intima a compressione

Con qualsiasi tipo di intervento per le vene varicose, è necessario indossare una fascia elastica o maglieria a compressione sulle gambe. Mantiene le vene compresse e previene il sanguinamento. L'industria produce calze a compressione, calze, collant, leggings. Indossare vestiti è preferibile alle bende: è rapido e facile da indossare e rimuovere, ha già tenuto conto dell'anatomia delle gambe, è possibile scegliere il prodotto del grado di compressione desiderato, può essere utilizzato per molto tempo.

È indispensabile rimuovere la fascia elastica per la notte, così come gli indumenti compressivi.

esercizi

È utile eseguire esercizi per le gambe che migliorano la circolazione sanguigna più volte al giorno:

  • Cammina su calze e tacchi;
  • Piegare e piegare le gambe nelle articolazioni, fare movimenti rotazionali;
  • Esegui esercizi per le gambe "bicicletta" e "forbici".

Passeggiate tranquille all'aria aperta con qualsiasi tempo, una bicicletta o una visita in piscina contribuiscono al ripristino di gambe sane.

Fisioterapia e massaggio

Se dopo la flebectomia compaiono ulcere trofiche, viene prescritta la fisioterapia: quarzo o UHF.

Durante il periodo di recupero, l'auto-massaggio degli arti inferiori dà un buon effetto. I movimenti durante il massaggio ai piedi dovrebbero essere dal basso verso l'alto.

Nutrizione sana delle vene

Il paziente deve ottimizzare la nutrizione: meno caffeina possibile, salata, dolce, fritta, speziata; più verdure, frutta, pesce, carne, noci, cereali, olio vegetale, latticini e acqua pulita.

Terapia farmacologica

Per ridurre la probabilità di coaguli di sangue, aumentare l'elasticità delle vene, migliorare e aumentare la circolazione sanguigna, se necessario, anestetizzare, eliminare ematomi e sigilli, nel periodo postoperatorio con i farmaci prescritti per le vene varicose.

Il medico prescrive anticoagulanti, farmaci flebotonizzanti, agenti antipiastrinici.

Gli anticoagulanti alterano l'attività della trombina, prevenendo la trombosi. Gli agenti antipiastrinici rendono il sangue più fluido, lo fluidificano, riducono la capacità delle piastrine di aderire e riducono la probabilità di coaguli di sangue. I flebotonici migliorano le condizioni delle pareti della vena, aumentano il tono, l'alimentazione e l'elasticità.

Nonostante il fatto che alcuni farmaci siano venduti senza prescrizione medica, il regime, il dosaggio e la durata sono determinati solo dal medico curante che conosce le caratteristiche del periodo postoperatorio e il paziente. L'automedicazione per le vene varicose è severamente vietata.

Stile di vita dopo l'intervento chirurgico

Dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose, dovrai cambiare alcune abitudini quotidiane in modo che la malattia non ritorni:

  • Osserva il regime gentile del giorno. Durante il giorno, non dimenticare di cambiare la posizione forzata, di impegnarti nella ginnastica di produzione. Se possibile, sdraiati bene con le gambe sollevate sopra la testa;
  • Se le condizioni di lavoro possono provocare una ricaduta delle vene varicose, è meglio pensare a un cambio di lavoro: la salute è più costosa;
  • Devono rinunciare all'alcool e alla nicotina o per minimizzarli;
  • È necessario sviluppare l'abitudine di esercitare regolarmente e camminare;
  • Le procedure che creano l'espansione delle vene, è meglio escludere o ridurre la loro frequenza e durata: visitare il bagno e la sauna, solarium, massaggio intensivo, esposizione prolungata al sole.

Il consiglio del medico per il periodo di riabilitazione

Indipendentemente dal tipo di intervento chirurgico, c'è sempre il rischio che i sintomi delle vene varicose ritornino. Per evitare che ciò accada mentre è in corso il recupero, seguire le raccomandazioni mediche:

  • Dopo l'operazione, è necessario iniziare a spostarsi regolarmente il prima possibile;
  • Durante il giorno, indossare biancheria intima speciale per le vene varicose, decollare di notte;
  • Durante il sonno, metti un cuscino sotto i piedi: dovrebbero essere sollevati;
  • Elimina l'attività fisica pesante, non rimanere in una posizione per lungo tempo;
  • Posa da piede a piede vietata;
  • Scarta i talloni;
  • Non rimanere in una posizione per molto tempo, cambiare posizione;
  • Non strofinare le cuciture con un panno;
  • Bagno, sauna e impacchi termici sui piedi sono vietati;
  • Le violazioni della sensibilità delle gambe (pelle d'oca) passano rapidamente;
  • Guarda la tua dieta – deve essere sana;
  • Tenere traccia del peso, se è presente un eccesso – ridurre;
  • Non andare a lavorare prima del previsto;
  • Visita il tuo medico;
  • Cammina di più.

Nonostante i risultati della scienza medica nello sviluppo di metodi di intervento non traumatici per le vene varicose, permane la probabilità di complicanze e ricadute. Per ridurre al minimo il rischio, devi prenderti cura di te stesso e seguire semplici regole. Abbi cura di te e dei tuoi piedi.

Lagranmasade Italia