Diagnosi delle vene profonde

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Principi per la diagnosi delle vene varicose

Se sospetti vene varicose, la diagnosi della malattia viene effettuata tenendo conto dei reclami del paziente, dell'esame degli arti inferiori, dei dati di laboratorio e dei metodi di ricerca strumentali.

Nelle fasi iniziali delle vene varicose, le manifestazioni cliniche espresse sono di solito assenti. È possibile verificare lo sviluppo della malattia e adottare misure tempestive per prevenirlo solo dopo un esame approfondito del paziente.

Nonostante il fatto che spesso la diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori non sia in dubbio, il paziente deve sottoporsi a un esame completo. Dopotutto, ad occhio nudo non puoi vedere l'espansione delle vene profonde della parte inferiore della gamba e della coscia, il processo infiammatorio delle pareti dei vasi.

La scelta delle tattiche di trattamento dipende in gran parte dal tipo di malattia: primaria, secondaria o derivante da complicanze di altre malattie.

Esame del paziente

La fase iniziale della diagnosi delle vene varicose nelle gambe è la raccolta dell'anamnesi, dell'esame e della palpazione del paziente:

  1. Molto spesso, i pazienti vanno dal medico solo se ci sono evidenti manifestazioni della malattia sotto forma di aumento e protrusione delle vene superficiali degli arti inferiori. Inoltre, notano pesantezza alle gambe, comparsa di edema e vene del ragno – teleangectasie. Il medico deve chiarire la presenza di fattori predisponenti al verificarsi di questo disturbo.
  2. L'esame del paziente viene effettuato in posizione eretta in buona luce. La malattia varicosa è caratterizzata dalla comparsa di vene dilatate e contorte e dalla formazione di nodi. Nel caso della progressione della malattia, vi è un massiccio aspetto di teleangectasie, iperemia e iperpigmentazione della pelle, nonché la comparsa di ulcere e dermatiti.
  3. Con l'aiuto della palpazione, viene determinato il grado di tensione dei vasi interessati, la loro densità ed estensione, la temperatura della pelle sopra di essi. Questo metodo consente di sospettare la presenza di un coagulo di sangue e un processo infiammatorio.

Test funzionali

Le vene varicose nelle gambe sono determinate mediante test funzionali. Recentemente, questo metodo diagnostico è stato usato molto raramente a causa dell'esistenza di moderni dispositivi a ultrasuoni che consentono un esame dettagliato dello stato dei vasi sanguigni, del grado del loro danno e di altri segni della malattia. Tuttavia, non tutte le istituzioni mediche sono dotate delle attrezzature necessarie.

I test funzionali non richiedono attrezzature aggiuntive, possono essere eseguiti in qualsiasi momento. E, soprattutto, ti consentono di valutare lo stato dell'apparato valvolare dei vasi sanguigni superficiali.

La diagnosi delle vene varicose viene effettuata utilizzando metodi:

  1. Test di Troyanov-Trendelenburg. Il paziente prende una posizione orizzontale e solleva una gamba con un angolo di 1º. Molto rapidamente le navi vengono svuotate e un laccio emostatico viene applicato al terzo superiore della coscia. In alternativa, puoi semplicemente spremere una grande vena safena con il dito. Successivamente, il paziente si alza e valuta la velocità di riempimento dei vasi sanguigni. Con il normale funzionamento dell'apparato valvolare, ciò dovrebbe avvenire entro 45 secondi. Il riempimento troppo veloce è osservato con insufficienza di valvole di vene comunicative. Successivamente, il laccio emostatico viene rimosso e viene valutata la velocità di riempimento dei vasi dalla coscia alla parte inferiore della gamba. Il rapido ripristino della circolazione sanguigna indica una violazione del normale funzionamento dell'ostiale e delle altre valvole della grande vena safena. Sull'altra gamba, il test viene eseguito in modo simile.
  2. Test di Hackenbruch. L'essenza dello studio è che il medico trova una fossa ovale sulla coscia: a questo punto la vena safena malata scorre nel femore. In caso di insufficienza della valvola ostiale durante la tosse, si avverte uno shock del sangue. Un altro nome per questo sintomo è una spinta positiva per la tosse.

Metodi di ricerca di laboratorio

La diagnosi delle vene varicose copre non solo gli studi sullo stato funzionale dei vasi sanguigni, ma anche i test clinici generali. Questa è un'analisi generale di sangue, urina, livelli ormonali. Ma i più importanti sono gli indicatori della coagulazione del sangue. Con il loro aiuto, puoi valutare correttamente il rischio di trombosi e tromboflebite, nonché selezionare le tattiche necessarie per un ulteriore trattamento della malattia.

Per fare questo, donare il sangue per un'analisi generale, nonché per la determinazione dell'antitrombina III, proteina S e C, livello di omocisteina, tempo di coagulazione, test della protrombina, studio dell'indice aPTT, test del dimero D, attività del fattore di von Willebrand, ecc.

Il volume degli esami di laboratorio dipende dallo stato di salute del paziente e dal grado di progressione della malattia. Ciò consentirà la correzione tempestiva del sistema di coagulazione e anticoagulante del sangue. In effetti, una delle principali complicanze della malattia delle vene varicose è la formazione di coaguli di sangue nel lume dei vasi sanguigni, che comporta un rischio maggiore non solo per la salute ma anche per la vita del paziente.

Il gold standard per la diagnosi delle vene varicose: ultrasuoni, dopplerografia e angiografia

La diagnosi delle vene varicose include necessariamente l'uso di tecniche a ultrasuoni, con le quali è possibile vedere il sistema venoso del paziente in una sezione. La dopplerografia aiuterà a valutare la natura del flusso sanguigno, le condizioni delle valvole delle vene superficiali e profonde. Inoltre, vengono stabilite la pervietà dei vasi, il loro decorso anatomico e la presenza di coaguli di sangue.

Se è necessario un intervento chirurgico, il medico nota le vene perforanti che forniscono il flusso sanguigno dai vasi superficiali alle profondità. Ciò è necessario per facilitare il lavoro del chirurgo che li benderà.

Un esame obbligatorio per le vene varicose degli arti inferiori è una tecnica ad ultrasuoni per la scansione duplex delle vene. Questa è una diagnosi completa che combina le capacità degli studi sugli ultrasuoni e Doppler.

La scansione delle vene in duplex ad ultrasuoni è una procedura assolutamente sicura e non invasiva che non richiede una preparazione speciale. L'unico inconveniente è che viene fatto al paziente in posizione eretta. Per alcuni pazienti, questo può essere molto problematico, poiché la durata della diagnosi è di circa 30-40 minuti.

L'esame delle vene varicose mediante dopplerografia viene effettuato in diversi modi:

  1. Dopplerografia a colori. Utilizzato per determinare la natura del flusso sanguigno.
  2. Tecnica delle onde di impulso. Permette di determinare la velocità del sangue nei vasi interessati.
  3. Dopplerografia energetica. Ti permette di vedere la pervietà dei vasi sanguigni e la direzione del flusso sanguigno.
  4. Dopplerografia duplex e triplex. Combina diverse tecniche, ampliando le capacità diagnostiche. Consentono di ottenere grafici precisi delle variazioni dei parametri del flusso sanguigno. E con attrezzature moderne e software speciali, è possibile ricostruire il sistema venoso sullo schermo in un'immagine tridimensionale. Allo stesso tempo, la struttura anatomica e i cambiamenti strutturali nelle pareti e nei lumi dei vasi sanguigni sono visibili in tutti i dettagli.

L'angiografia o la venografia sono un metodo di ricerca sulle vene varicose con l'uso di una sostanza radiopaca che viene somministrata per via endovenosa. Durante lo studio, viene scattata una serie di foto. L'angiografia consente di determinare l'estensione dei vasi patologici, stabilire il diametro del lume e la presenza di coaguli di sangue.

Nonostante esistano nuovi metodi per diagnosticare le vene varicose degli arti inferiori, l'angiografia continua ad essere utilizzata, sebbene presenti alcuni limiti. Ad esempio, un mezzo di contrasto può portare a una reazione allergica, quindi prima di essere somministrato a una persona, è necessario eseguire un test sottocutaneo per la sensibilità al farmaco. Tuttavia, consente di esaminare in dettaglio le condizioni dei vasi sanguigni più profondi e superficiali.

Altri metodi di ricerca sulla malattia e sulla diagnosi

La diagnosi delle vene varicose viene eseguita anche utilizzando altri metodi di ricerca: pletismografia, flebomanometria, fleboscintigrafia, tomografia computerizzata tridimensionale, ecc. Tuttavia, non vengono utilizzati spesso come i metodi principali e solo nei casi in cui è necessario chiarire i dati mancanti, soprattutto prima dell'intervento chirurgico rimozione di vene patologiche.

Nanovein  Le vene varicose dell'utero (3)

La formulazione finale della diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori viene effettuata in base ai risultati della diagnosi.

Comprende il grado di manifestazioni esterne della malattia, il coinvolgimento nel processo patologico delle vene superficiali e profonde, i parametri dei disturbi emodinamici e la quantità di procedure diagnostiche eseguite.

La ricerca tempestiva di assistenza medica e un esame completo delle vene varicose aiuteranno a determinare le tattiche del trattamento: conservativo o chirurgico.

La diagnosi tempestiva delle vene varicose è una delle condizioni più importanti per il successo del trattamento della malattia. Un ruolo particolarmente importante è svolto dalla diagnosi nella rilevazione delle vene varicose delle vene profonde, poiché questa malattia non può essere vista visivamente e spesso porta a gravi complicazioni.

Oggi esiste un'intera gamma di procedure diagnostiche che possono non solo determinare la presenza di vene varicose nel paziente, ma anche stabilire il grado di danno alle pareti e alle valvole venose, rilevare i disturbi circolatori, la presenza di coaguli di sangue nei vasi e l'inizio di processi necrotici.

Tuttavia, prima di andare per un esame, è necessario scoprire quali metodi diagnostici sono più efficaci, come vengono eseguiti, hanno bisogno di una formazione speciale e quanto costano in media nelle città russe? Ciò ti consentirà di non perdere tempo con metodi obsoleti per l'analisi delle vene varicose, il che significa risparmiare tempo e denaro.

Che dire di questo articolo:

Definizioni della storia

La diagnosi e il trattamento delle vene varicose è una specializzazione di un flebologo. È questo specialista che deve essere contattato quando compaiono sintomi che indicano patologie vascolari, vale a dire dolore e pesantezza alle gambe, crampi ai muscoli del polpaccio, gonfiore dell'articolazione della caviglia, comparsa di vene del ragno e scolorimento della pelle.

La corretta diagnosi delle vene varicose degli arti inferiori comprende tutta una serie di misure. Ciò consente al medico di valutare il quadro completo della malattia, in particolare le cause della malattia, la durata del decorso della malattia, lo stadio delle vene varicose e la presenza di possibili complicanze.

Qualsiasi esame per le vene varicose degli arti inferiori inizia con una conversazione con il paziente. Durante questa conversazione, il flebologo è in grado di determinare la storia del paziente, ovvero la totalità dei fattori che hanno portato allo sviluppo delle vene varicose.

I componenti principali dell'anamnesi:

  1. Predisposizione genetica. Il fattore ereditario aumenta la probabilità di sviluppare vene varicose di quasi il 70%;
  2. Rischio professionale. Molto spesso, la malattia varicosa colpisce i rappresentanti delle seguenti professioni: commessi, chirurghi, parrucchieri, insegnanti, cuochi, impiegati, ecc .;
  3. Gravidanza. Il parto è uno dei principali fattori nello sviluppo delle vene varicose nelle donne;
  4. Assunzione di pillole anticoncezionali. Questi farmaci aumentano significativamente il rischio di danni al sistema venoso e, con una diagnosi confermata di HRV, il loro uso può causare gravi complicazioni;
  5. Smoking. Questa cattiva abitudine è una delle cause più comuni dello sviluppo non solo delle vene varicose, ma anche di trombosi e tromboflebite;
  6. Sollevamento pesi regolare. Questo fattore è più rilevante per gli uomini che sono seriamente coinvolti nel sollevamento pesi, nel bodybuilding o nel lavoro come caricatori;
  7. Operazioni sugli arti inferiori. Al giorno d'oggi, qualsiasi intervento chirurgico sulle gambe dovrebbe essere accompagnato da un uso prolungato di calze a compressione. Tuttavia, anche questa predisposizione a volte non aiuta a evitare le vene varicose;
  8. Molto peso. I chili in più hanno un carico enorme sugli arti inferiori, che porta all'espansione e alla deformazione delle vene;
  9. Stile di vita sedentario. La mancanza di attività motoria è forse la ragione principale per lo sviluppo delle vene varicose.

La presenza di almeno uno dei suddetti fattori aumenta significativamente il rischio di vene varicose e complica il trattamento.

Pertanto, in base alla loro storia medica, il medico prescrive un trattamento adeguato per il paziente, in particolare, seleziona farmaci, dieta, esercizi di fisioterapia, massaggio, procedure fisioterapiche e, in casi gravi, il tipo di operazione.

Test di laboratorio

I test di laboratorio non consentono il rilevamento di vene varicose nei pazienti, ma forniscono informazioni importanti sul loro stato di salute. Quindi, con l'aiuto di questo esame, è possibile determinare i parametri del sangue che possono causare un aumento della permeabilità delle pareti vascolari, un aumento del lume delle vene e anche la formazione di coaguli di sangue e coaguli di sangue nei vasi.

Inoltre, i test del sangue e delle urine possono fornire le informazioni necessarie su malattie degli organi interni, disordini metabolici, mancanza di vitamine e minerali, ritenzione idrica nel corpo, che in un compartimento spesso porta a gravi patologie vascolari.

L'accuratezza dell'analisi del sangue dipende dalla corretta preparazione. Per ottenere i risultati più affidabili, è necessario rifiutare completamente l'assunzione di cibo 10 ore prima dell'analisi, escludere tè, caffè, cibi grassi e piccanti dalla dieta un giorno prima della donazione di sangue e astenersi anche da una forte attività fisica.

  • Esame del sangue generale per le vene varicose. Aiuta a determinare il grado di coagulabilità del sangue, la sua viscosità e fluidità, la presenza di processi infiammatori nel corpo, il livello di emoglobina e il funzionamento del sistema immunitario;
  • Esame del sangue biochimico. La biochimica consente di valutare lo stato funzionale degli organi interni (reni, fegato, pancreas, cistifellea, ecc.), Determinare il livello di zucchero, colesterolo e urea nel sangue, identificare una carenza di vitamine, macro e microelementi, stabilire violazioni di carboidrati, grassi o proteine il metabolismo;
  • Analisi clinica delle urine. È necessario determinare il funzionamento del sistema urinario e identificare possibili malattie.

È possibile ottenere un rinvio a questi test di laboratorio da un flebologo. Il loro costo varia notevolmente a seconda della regione della Russia.

Il prezzo medio è il seguente: un esame del sangue generale – da 200 a 330 rubli, un esame del sangue biochimico da 3300 a 3700 rubli, un'analisi clinica delle urine da 250 a 350 rubli.

Metodi di ricerca hardware

La diagnosi moderna delle vene varicose è impossibile senza l'uso di metodi strumentali di esame. È stata l'introduzione delle ultime tecnologie che ha contribuito a elevare lo studio diagnostico dei pazienti con vene varicose a un livello completamente nuovo.

L'uso di dispositivi moderni consente di ottenere risultati della massima precisione, in particolare per riconoscere le vene varicose in una fase precoce, quando altri metodi di ricerca sono inutili.

Oggi, la base per la diagnosi delle vene varicose è un esame ecografico, vale a dire l'angioscanning duplex, che aiuta a rilevare i minimi cambiamenti patologici nel sistema venoso. Inoltre, per confermare la diagnosi, potrebbe essere necessario sottoporsi a imaging a risonanza magnetica o calcolata.

L'angioscanning ad ultrasuoni delle vene degli arti inferiori è un metodo diagnostico che viene effettuato utilizzando radiazioni ad ultrasuoni ad alta frequenza. Questo segnale ad ultrasuoni penetra in profondità nel tessuto umano e viene riflesso da oggetti in movimento, in questo caso, scorre sangue, consentendo di valutare le condizioni non solo delle vene superficiali, ma anche profonde.

Negli ospedali moderni vengono sempre più utilizzati dispositivi a ultrasuoni di nuova generazione, che aiutano a ottenere un'immagine a colori del sistema venoso umano. Questo tipo di diagnosi si chiama angioscanning triplex ed è molto apprezzato dai medici diagnostici per la capacità di rilevare anche i più piccoli cambiamenti nei vasi fino a 1 mm.

Utilizzando l'angioscanning ad ultrasuoni, è possibile rilevare le seguenti patologie vascolari:

  1. Assottigliamento o ispessimento anormali delle pareti vascolari;
  2. Funzione alterata o atrofia completa delle valvole venose;
  3. La presenza nelle vene di coaguli di sangue di diverse dimensioni;
  4. Diminuzione del lume nei vasi sanguigni;
  5. Dilatazione delle vene, formazione di nodi e curve innaturali;
  6. Violazione o completa assenza di flusso sanguigno nelle vene.

Per il passaggio dell'angioscanning ad ultrasuoni, non è necessaria una preparazione speciale, tuttavia, prima di questa diagnosi, si consiglia di visitare un flebologo. Condurrà un esame iniziale e scriverà un rinvio per un esame ecografico.

Oggi, il costo dell'angioscanning ad ultrasuoni va da 2000 a 2700 rubli, ma a seconda della regione del paese e della clinica, i prezzi possono essere sia più alti che più bassi. Ma è importante capire che pagando questo importo, il paziente può essere sicuro della correttezza della diagnosi fatta a lui.

La tomografia computerizzata si riferisce a tecniche diagnostiche di radiazione, il che significa che quando viene utilizzato, vengono utilizzati i raggi X. Tuttavia, l'angiografia TC ha molti vantaggi rispetto ai raggi X convenzionali, il principale dei quali è la capacità di ottenere un'immagine sia dello scheletro che dei tessuti molli.

Con la tomografia computerizzata degli arti inferiori, un agente di contrasto innocuo viene iniettato nel sistema venoso umano, quindi viene eseguita una scansione strato per strato delle gambe. Ciò consente di ottenere un'immagine tridimensionale di arti malati e di identificare la presenza di vene varicose delle vene superficiali e profonde, la presenza di coaguli di sangue e altri cambiamenti patologici.

Nanovein  Coagulazione laser endovasale delle vene varicose (EVLK)

L'angiografia TC è altamente sensibile, quindi con essa è possibile controllare le diagnosi fatte in precedenza sulla base di metodi di esame meno accurati. Ma è importante sottolineare che il costo di questo esame è piuttosto elevato e una media di circa 10 rubli.

La risonanza magnetica delle vene degli arti inferiori viene eseguita in modo simile all'angiografia TC, con una sola differenza: con questo metodo diagnostico non si utilizzano radiazioni a raggi X, ma un campo magnetico assolutamente innocuo per l'uomo.

L'angiografia MRI comporta anche la scansione strato per strato dei tessuti molli e la successiva costruzione di un'immagine tridimensionale delle gambe. Grazie a ciò, possono essere rilevati anche piccoli cambiamenti nei vasi caratteristici dello stadio iniziale delle vene varicose.

La risonanza magnetica è altamente sicura per il paziente, quindi può essere eseguita sia con grave esacerbazione delle vene varicose sia nella prevenzione della malattia. Tuttavia, va ricordato che la risonanza magnetica è controindicata nei pazienti con impianti metallici, come perni, placche o barre.

Il prezzo per la risonanza magnetica degli arti inferiori è leggermente superiore a quello dell'angiografia TC ed è di circa 12 rubli.

Diagnostica differenziale

Al fine di effettuare la diagnosi finale delle vene varicose, il paziente deve escludere altre malattie che presentano sintomi simili. Si tratta principalmente di trombosi venosa acuta, aterosclerosi degli arti inferiori e linfedema.

Inoltre, altre malattie meno evidenti rientrano in questa classificazione, ad esempio l'osteocondrosi lombosacrale, l'osteoartrosi deformante, le malattie coronariche, le malattie cardiache, la miocardite, la cardiomiopatia, la neuropatia, la vasculite e molto altro. Certo, è impossibile farlo a casa, è necessario rivolgersi a un flebologo per chiedere aiuto.

La diagnosi delle vene varicose è descritta nel video in questo articolo.

Le vene varicose delle vene profonde degli arti inferiori sono una patologia che si diffonde ai vasi che passano nei tessuti muscolari. Le vene allungate e dilatate ostruiscono il flusso sanguigno e possono causare trombosi. Il pericolo di questa condizione risiede nella probabilità che un coagulo di sangue si stacchi ed entri nell'arteria polmonare.

Fattori che portano allo sviluppo della patologia

I cambiamenti patologici nelle vene profonde si sviluppano a causa di:

  • uso prolungato di farmaci ormonali;
  • debolezza delle pareti e delle valvole venose a causa di fattori genetici;
  • inattività fisica;
  • l'obesità;
  • aumento dello sforzo fisico;
  • cambiamenti nel corpo di una donna durante la gravidanza;
  • carichi statici alle estremità inferiori;
  • cellulite pronunciata;
  • gravi disturbi del sistema immunitario;
  • schiacciamento costante delle navi sulle gambe con vestiti o scarpe troppo stretti;
  • dermatiti;
  • reazioni allergiche;
  • operazioni chirurgiche.

Le vene varicose delle vene profonde delle gambe sono il risultato di un grave disturbo circolatorio in questa zona. In tali condizioni, una persona può sviluppare ulcere trofiche, che sono piene dello sviluppo della cancrena – una condizione che richiede l'amputazione della gamba.

Sintomi delle vene varicose delle vene profonde degli arti inferiori

La patologia è espressa nei seguenti sintomi:

  • la comparsa di una rete vascolare;
  • gonfiore delle estremità inferiori, che diventa particolarmente pronunciato nel pomeriggio e prima di coricarsi;
  • allargamento delle gambe in volume;
  • una sensazione di dolore, pesantezza, pienezza all'interno dei muscoli del polpaccio, questo sintomo è particolarmente pronunciato con una camminata prolungata o seduto in un posto;
  • marcata secchezza della pelle, formazione di macchie dell'età su di essi;
  • crampi alle gambe, che spesso compaiono nel mezzo della notte;
  • sensazione di bruciore alle estremità inferiori;
  • la formazione di ulcere trofiche;
  • rigonfiamento delle vene alterate di cosce, piedi, gambe con sforzo fisico.

In ogni fase dello sviluppo della patologia, i sintomi hanno una gravità diversa:

  1. Il primo è caratterizzato dall'assenza di manifestazioni esterne. Tuttavia, il deflusso del sangue ha già luogo, quindi il paziente ha crampi alle gambe e gonfiore non troppo pronunciato.
  2. Al secondo stadio, l'edema tissutale diventa più pronunciato, la pesantezza appare nelle gambe. Le foche agli arti non si fanno sentire durante la palpazione.
  3. Al terzo stadio, c'è una violazione della microcircolazione, che è associata al fallimento delle valvole vascolari. Macchie blu ed erosione compaiono sulla superficie della pelle, i tegumenti diventano asciutti. La rete vascolare si gonfia, il dolore diventa pronunciato permanente.
  4. Il quarto stadio è il più pericoloso. In questo caso, si verifica un'infezione dell'arto, che è associata alla formazione di ulcere trofiche non cicatrizzanti.

Misure diagnostiche

Per identificare la patologia, vengono eseguite le seguenti procedure diagnostiche:

  • Esame ecografico delle vene delle gambe (dopplerografia e angioscanning). Grazie a questo metodo, vengono visualizzati i vasi sanguigni e viene determinato il grado di sviluppo del processo patologico.
  • Esami generali del sangue e delle urine.
  • Venografia. Per questo evento, è necessaria l'introduzione di una sostanza contenente iodio nella vena. Ciò consente di visualizzare chiaramente le vene patologicamente alterate nelle immagini.
  • Ecografia.
  • Fotopletismografia. La procedura viene eseguita per valutare la funzionalità delle vene.
  • Pletismografia occlusiva venosa. Ti permette di misurare il volume di sangue nelle vene degli arti inferiori.

Dopo aver valutato le condizioni delle vene, al paziente viene prescritto un corso adeguato di terapia.

Trattamento delle vene varicose delle vene profonde

Il trattamento più affidabile ed efficace è la chirurgia. La terapia farmacologica può essere solo un complemento alla chirurgia.

La terapia conservativa consiste nell'utilizzare:

  • farmaci anticoagulanti che fluidificano il sangue e prevengono la formazione di coaguli di sangue (aspirina, warfarin);
  • farmaci antinfiammatori per ridurre l'infiammazione (Indometacina, Diclofenac);
  • venotonica, che influisce positivamente sulla struttura delle pareti delle vene e ripristina il flusso sanguigno alterato (Troxevasin, Venoruton, Detralex) – questi farmaci sono disponibili in forma di compresse, nonché unguenti e gel per applicazione topica;
  • i fibrinolitici somministrati per via endovenosa – con il loro aiuto dissolvono piccoli coaguli di sangue e liberano il letto venoso da sostanze che impediscono la circolazione sanguigna.

È necessario un trattamento chirurgico se i metodi conservativi non danno un risultato e il processo patologico è caratterizzato da una tendenza allo sviluppo di gravi complicanze.

Controindicazioni per l'operazione:

  • cardiopatia ischemica;
  • malattie infettive;
  • età da anni 60;
  • la gravidanza;
  • la presenza di un'eruzione cutanea sulla pelle, i cui elementi sono pieni di contenuto purulento;
  • periodo di allattamento;
  • diabete mellito.

Con le vene varicose delle vene profonde sulle gambe, vengono eseguiti i seguenti tipi di operazioni:

  • Scleroterapia. Questo metodo prevede l'introduzione nella vena danneggiata di un agente legante che copre completamente il suo lume. A poco a poco, la nave viene esclusa dalla circolazione sistemica e sostituita dal tessuto connettivo. Nelle forme gravi di vene varicose, la scleroterapia viene eseguita abbastanza raramente, poiché su tale scala praticamente non ha alcun effetto.
  • Flebectomia. L'essenza della procedura è rimuovere l'area interessata della vena. Questo metodo viene eseguito principalmente per il trattamento delle vene superficiali, ma può anche essere utilizzato per il trattamento delle vene del sistema circolatorio interno.
  • Coagulazione laser. I raggi agiscono sul sistema vascolare, che a causa degli effetti termici provoca la distruzione della parete vascolare.

La scelta di un metodo particolare dipende dalla pronuncia del processo patologico.

Профилактика

Per prevenire lo sviluppo delle vene varicose delle vene profonde degli arti inferiori, è necessario:

  • rifiutare di prendere bevande alcoliche, fumare;
  • Indossa scarpe comode e stabili senza tacchi alti;
  • indossare calze a compressione che rinforza e sostiene le vene deboli;
  • normalizzare il peso corporeo;
  • minimizzare il consumo di cibi grassi di origine animale;
  • fare esercizi mattutini, fare esercizio fisico;
  • rinunciare all'attività fisica, che causa una forte tensione degli arti inferiori.

Per fare ciò:

  • per diversi minuti, posiziona le gambe in modo che siano al di sopra del livello del corpo (puoi gettarle su una sedia);
  • da una posizione seduta, eseguire 20 movimenti estensori di flessione con ciascun piede, cercando di massimizzare la tensione e il rilassamento dei muscoli di ciascuna gamba;
  • marciando sul posto, imitando il camminare;
  • stare in piedi, tenere premuto per alcuni secondi in questa posizione, quindi rotolare sui talloni, ripetere più volte.

È anche utile a scopo preventivo eseguire un massaggio drenante. Non è difficile, ma efficace. necessario:

  • massaggiare gli arti con movimenti morbidi di sfregamento, spostandosi dal piede all'articolazione del ginocchio;
  • stringi i piedi con le dita, afferrando le superfici laterali del tallone: ​​stringendo e rilassando le dita, muoviti fino all'articolazione del ginocchio;
  • strofina i palmi delle mani con gli arti, spostandoti dal bordo destro a sinistra.

Le vene varicose delle vene profonde degli arti inferiori sono una patologia pericolosa che può causare coaguli di sangue e causare la morte del paziente. Per evitare ciò, è necessario iniziare il trattamento il più presto possibile e, se necessario, utilizzare il metodo chirurgico per eliminare il problema.

Lagranmasade Italia