Cosa fare se le gambe ti fanno male

Un dolore doloroso alle gambe è familiare alla maggior parte degli adulti, ma solo pochi decidono di andare dal medico. C'è un'opinione secondo cui il dolore alle gambe è la maggior parte degli anziani e non c'è nulla da fare, dicono. Ma la pratica mostra il contrario: nella stragrande maggioranza dei casi, diagnosi tempestive e cure qualificate hanno tutte le possibilità di successo.

La nostra clinica ha un dipartimento di flebologia, dove ti verrà sempre fornita assistenza altamente qualificata nella lotta contro il dolore alle gambe.

La gamba (arto inferiore) è costituita da muscoli, pelle, ossa, articolazioni e altre strutture. Tutti sono penetrati dalle fibre nervose e contengono recettori del dolore – qualsiasi struttura può diventare una fonte di dolore.

In una persona sana, il dolore alle gambe può essere associato all'attività fisica o a una posizione scomoda del corpo, ad esempio una posizione prolungata. Nelle donne, inoltre, succede durante la gravidanza e con l'uso di alcuni contraccettivi orali. Non ci soffermeremo su questo – considereremo solo i casi di dolore causati da disturbi nel corpo.

Il dolore alle gambe, non direttamente correlato al danno vascolare, si verifica in molte malattie:

  • traumi;
  • sciatica, sciatica, neurite, polineuropatia diabetica, sindromi da tunnel;
  • malattie infiammatorie (miosite, artrite, osteomielite, tendovaginite, flemmone, erisipela, ecc.);
  • processi degenerativi-distrofici (artrosi, piedi piatti, ecc.);
  • violazione del metabolismo del sale d'acqua.

Un angiologo chirurgo deve essere in grado di distinguere queste condizioni dal dolore associato ai cambiamenti vascolari degli arti, poiché la maggior parte delle persone non sa quando vedere il dolore da cui il medico chiedere aiuto. Sono i cambiamenti vascolari degli arti inferiori che spesso si verificano e portano la più grande sofferenza ai pazienti, sono loro che richiedono un approccio particolarmente attento alla diagnosi e al trattamento.

Nella pratica medica, vengono utilizzati vari nomi degli stessi disturbi vascolari. Per non confondere il lettore, aderiremo alla notazione adottata dalla Classificazione internazionale delle malattie ICD-10

Le malattie dei vasi delle gambe sono divise in malattie delle arterie, delle vene e dei vasi linfatici.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Malattia arteriosa

Dolore alle gambe:

  • aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori;
  • endarterite cancellante;
  • obliterante tromboangioite;
  • embolia e trombosi arteriosa.

Aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori

Tra le malattie delle arterie degli arti inferiori, l'aterosclerosi è più comune – in quasi il 90% dei casi. Si riferisce all'obliterazione delle malattie vascolari (eliminazione – che porta alla chiusura, al fouling). In precedenza, gli uomini più anziani erano principalmente colpiti. Sfortunatamente, ora c'è una tendenza a ringiovanire questa malattia e l'aterosclerosi si verifica già nella mezza età. Anche i casi di malattia con l'aterosclerosi cancellante nelle donne sono diventati più frequenti.

I fattori di rischio sono ben noti: fumo, bassa attività fisica, cambiamenti nello stile di vita, fattore ereditario, ipertensione, malattia coronarica, diabete mellito, malattie del fegato e delle vie biliari, obesità, colesterolo alto.

Durante la malattia, si formano placche sulle pareti interne delle arterie, costituite da colesterolo, altri grassi, calcio e tessuto connettivo. Il lume delle arterie si sta restringendo. A riposo, la circolazione del sangue arterioso nelle estremità inferiori può essere sufficiente, ma con uno sforzo fisico, l'aumento della domanda di ossigeno muscolare non può essere soddisfatto. I muscoli rispondono a questo dolore, quindi c'è una claudicazione alternata. Quando si cammina, specialmente verso l'alto, c'è dolore nei muscoli del polpaccio, costringendo il paziente a fermarsi periodicamente in modo che passi. Se il dolore si verifica in tutta la gamba, significa che le arterie a livello del bacino sono influenzate dal processo patologico. A differenza della sciatica, il dolore non dipende da movimenti improvvisi, giri del corpo.

Invece di dolore, i crampi, la debolezza o una sensazione di pesantezza alle gambe possono disturbare.

Le gambe diventano fredde e pallide, non sentono il polso. Nell'ultima fase, possono formarsi ulcere trofiche, focolai di cancrena. Con lo sviluppo della cancrena, per salvare la vita di un paziente, può essere necessaria l'amputazione dell'arto interessato. Spesso, soprattutto con occlusioni elevate, con lo sviluppo della necrosi sulle dita, l'amputazione viene eseguita a livello del terzo superiore della coscia, poiché alle amputazioni inferiori è difficile ottenere la guarigione della ferita postoperatoria.

Endarterite cancellante

La classificazione internazionale delle malattie ICD-10 non fornisce tale diagnosi. È necessario utilizzare altre diagnosi indicate in questo documento: "arteriosclerosi delle arterie", "tromboangiite obliterante", "altre malattie specifiche dei vasi periferici", "altre malattie non specificate dei vasi periferici".

Nanovein  Come trattare le ulcere trofiche con le vene varicose

La malattia colpisce principalmente uomini di mezza età e persino giovani. La causa esatta della malattia non è ancora nota. Suggeriscono il ruolo del trauma freddo e meccanico, nonché dei processi autoimmuni.

Le piccole arterie delle gambe sono interessate. A differenza dell'aterosclerosi, che si sviluppa gradualmente, l'eliminazione dell'endarterite è caratterizzata da un decorso ondulato – le esacerbazioni si alternano alle remissioni. Sintomi, complicanze ed esiti sono quasi gli stessi: claudicatio intermittente, possibile amputazione con cancrena, ecc.

Annullamento della trombangite (malattia di Berger)

Questa è una "malattia dei giovani fumatori". Si suggerisce un meccanismo di sviluppo autoimmune. Le esacerbazioni si alternano a remissioni. Ogni secondo paziente viene sottoposto ad amputazione a livello delle dita, del piede o della coscia.

Una caratteristica della tromboangiite obliterante e dell'endarterite è la simmetria delle lesioni agli arti e il possibile coinvolgimento non solo degli arti inferiori, ma anche degli arti superiori nel processo. Allo stesso tempo, la lesione aterosclerotica è spesso unilaterale e colpisce quasi esclusivamente le gambe.

Embolia e trombosi arteriosa

Con l'embolia, un'arteria si ostruisce con qualsiasi sostanza (con trombosi – un coagulo di sangue).

Nell'area alimentata dall'arteria ostruita, si verifica dolore versato. L'arto prima diventa pallido, quindi diventa blu. Il suo polso cessa di essere sentito su di esso. Intorpidimento appare, nei casi più gravi, può svilupparsi la paralisi. In tali casi, se il trattamento non viene avviato in modo tempestivo, tutto termina con ischemia in rapido sviluppo, cancrena umida e amputazione dell'arto.

Malattie delle vene

Dolore alle gambe accompagnato da:

  • vene varicose degli arti inferiori;
  • flebite e tromboflebite;
  • sindrome post-tromboflebite.

Vene varicose degli arti inferiori

Questa malattia è diffusa ed è un problema molto urgente di medicina e cosmetologia.

Flebite e tromboflebite

La flebite è un'infiammazione di una vena. La tromboflebite è una complicazione della flebite o delle vene varicose degli arti inferiori. Con tromboflebite, un trombo si forma in una vena infiammata. Il dolore è inquietante, è possibile il gonfiore delle gambe.

La trombosi venosa profonda è piena di complicazioni, le più pericolose delle quali sono la cancrena venosa dell'arto (con elevato blocco e blocco di tutte le vie di deflusso del sangue venoso) ed embolia polmonare. Il rischio di tromboembolia è maggiore in presenza di trombi fluttuanti non fissi. Maggiore è il frammento distaccato del trombo, maggiore è la probabilità di un esito avverso, fino a un fatale

Una frequente complicazione della tromboflebite venosa profonda è la sindrome post-tromboflebite.

Lagranmasade Italia