Cosa devi sapere durante la gravidanza se ci sono vene varicose pelviche

Ogni donna che decide di diventare madre deve conoscere una malattia come le vene varicose pelviche, in modo che quando è incinta possa vedere i segni della malattia in tempo e prendere le misure necessarie. Ogni terza donna che partorisce per la prima volta sviluppa questo disturbo spiacevole, le cui conseguenze possono essere pericolose per la vita di una madre e un bambino. È possibile prevenirli, conoscendo le regole di base della prevenzione.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Perché le vene pelviche si gonfiano

La causa principale delle vene varicose sono considerate pareti deboli dei vasi sanguigni che non sono in grado di sopportare il carico del flusso sanguigno durante la gravidanza. Il volume di sangue di una donna incinta aumenta del 36% entro la 40a settimana. Se le valvole, che dovrebbero contenere la pressione sanguigna, vengono ereditate deboli, allora si aprono e si verifica un deflusso di ritorno del sangue venoso e la sua stagnazione. La conseguenza è l'espansione delle pareti dei vasi sanguigni e la loro infiammazione.

È inoltre necessario tenere conto dei fattori che contribuiscono allo sviluppo della malattia e, se possibile, indebolire il loro effetto:

  1. La crescita uterina durante la gestazione peggiora il flusso sanguigno negli organi, schiacciandoli.
  2. Le caratteristiche della vita sessuale – con l'interruzione del rapporto sessuale – aumentano il flusso di sangue nella parte inferiore del corpo.
  3. Precedenti gravidanze, aborti spontanei, aborti, parto indeboliscono le fibre muscolari delle vene.
  4. Un forte aumento del peso corporeo ha un effetto negativo sull'intero sistema circolatorio del corpo.
  5. Il sollevamento pesi e lo sforzo fisico aumentano la pressione sanguigna negli organi pelvici.
  6. Stile di vita fisso, permanenza prolungata in una posizione scomoda contribuiscono al ristagno e all'ispessimento del sangue.
  7. Se la gravidanza non è la prima, e la precedente mostrava un deterioramento delle vene, o la donna ha già vene varicose sulle gambe, allora deve solo prestare attenzione ai primi sintomi di questa malattia nell'attuale gravidanza.
Nanovein  Cause di un ictus in giovane età

Qual è l'espansione delle vene pericolose durante la gravidanza

Le complicazioni che possono derivare dalle vene varicose durante l'intero periodo della preparazione di una donna a diventare madre comportano un potenziale pericolo sia per il nascituro che per la futura mamma:

  1. La formazione di coaguli di sangue – porta all'ostruzione delle palpebre, al deterioramento dell'afflusso di sangue alla placenta e, di conseguenza, all'insufficienza placentare e all'ipossia fetale.
  2. Il flusso sanguigno alterato nel sistema generale associato al bambino può causare un parto prematuro.
  3. L'incapacità di dare alla luce in modo naturale è spesso causata dalla probabilità di sanguinamento interno.
  4. Il pericolo per la vita della madre può verificarsi quando le vene si rompono durante il parto.

Possono verificarsi anche condizioni complesse di vene durante la gravidanza, dopo le quali non è raccomandato un successivo parto, poiché rappresentano un pericolo diretto per la vita della donna.

Segni di malattia delle vene pelviche

I medici esortano le donne in gravidanza a prestare attenzione a tutte le anomalie nel normale corso della gravidanza al fine di identificare quelle che hanno vene varicose pelviche. L'espansione venosa è quasi impossibile da rilevare nella fase iniziale del suo sviluppo, come si può fare, ad esempio, se vi sono vene varicose delle gambe. Le donne incinte tendono ad attribuire i suoi sintomi alle conseguenze della loro "posizione interessante".

Tuttavia, devono sapere:

  • disegnando dolori nell'addome inferiore, che si intensificano con una posizione prolungata o dopo il sesso;
  • una sensazione di pesantezza all'inguine e al perineo;
  • un aumento delle secrezioni mucose dalla vagina;
  • dolore durante la minzione;
  • la comparsa di una rete vascolare all'interno delle cosce e dei glutei, nonché un modello blu visibile di una corona nella regione dei genitali esterni.

Tutti i sintomi sopra suggeriti suggeriscono l'esistenza e lo sviluppo di vene varicose nell'area pelvica, quindi le donne in gravidanza non devono essere ignorate. Il medico può effettuare una diagnosi accurata dopo un esame strumentale condotto sulla base dei reclami del paziente.

Per non interferire con il corso della gravidanza e non danneggiare la madre e il nascituro, è possibile utilizzare solo alcuni metodi:

  • esame ecografico degli organi pelvici – per rilevare le vene dilatate e i loro nodi infiammati;
  • Dopplerografia: per l'esame della circolazione sanguigna nell'utero e nella placenta;
  • flebografia transcutanea – per rilevare la formazione di coaguli di sangue;
  • laparoscopia: viene utilizzata solo, come ultima risorsa, per chiarire la diagnosi.
Nanovein  Crampi con cause e trattamento delle vene varicose

Molto spesso, dopo il parto, le vene tornano alla normalità e non disturbano più la donna. Ma sarà dopo il parto. E, in stato di gravidanza, è necessario avvicinarsi alla propria salute in modo responsabile ed eseguire esattamente il trattamento prescritto dal medico.

Come trattare le vene varicose durante la gravidanza

Quanto prima vengono diagnosticate le vene varicose pelviche nella fase iniziale di sviluppo, tanto più sicuro e affidabile sarà il trattamento. La chirurgia è estremamente rara, in quanto può essere un pericolo per il bambino. Pertanto, se si verifica un'espansione delle vene del bacino, durante la "posizione interessante" applicare misure delicate per controllarne le condizioni.

Considera situazioni che si verificano di frequente:

  1. Se viene rilevato un ultrasuono, viene rilevato un ristagno di sangue nelle vene, è possibile che vengano prescritti esercizi terapeutici, l'adempimento di uno stile di vita sano e l'uso di biancheria intima a compressione.
  2. Se vengono rilevate vene varicose della vulva, è necessario l'uso di misure più drastiche: assunzione di farmaci venotonici: Detralex, Phlebodia e unguenti per uso esterno come Troxevasin, Venoruton.
  3. Se esiste una minaccia per il feto a causa di grave ipossia, il trattamento viene eseguito con il ricovero in ospedale e vengono prescritti antiipossanti.

Se vengono rilevate vene varicose di una donna incinta, dovrebbe essere sotto la supervisione di due specialisti: un ginecologo e un flebologo.

Come prevenire una malattia

Si raccomanda a ogni donna che decide di diventare madre, anche prima dell'inizio di questa condizione, di avviare misure preventive per ridurre le vene varicose degli organi pelvici.

Le principali misure di prevenzione consisteranno in semplici punti:

  • scoprire lo stato dei vasi sanguigni prima della gravidanza e, come minimo, sottoporsi a trattamento;
  • condurre uno stile di vita mobile, impedendo al sangue di ristagnare;
  • mangiare il cibo che contribuisce alla rapida pulizia dell'intestino;
  • Non indossare biancheria intima attillata e scarpe scomode;
  • Abituati a dormire su un fianco con le gambe sollevate;
  • fare una doccia quotidiana a contrasto, soprattutto nel perineo e nelle gambe;
  • fare regolarmente esercizi terapeutici e dedicarsi al nuoto in una modalità speciale;
  • Indossare indumenti a compressione che riducono la vasodilatazione.

Particolare attenzione alle condizioni delle loro vene dovrebbe essere data alle donne che hanno una predisposizione genetica e ai primi segni della malattia consultare uno specialista. Una donna incinta dovrebbe essere consapevole della responsabilità che le spetta per la salute e la vita del futuro bambino: lei, in nessun caso, non dovrebbe auto-medicare. E condurre uno stile di vita sano e abbandonare tutte le cattive abitudini sarà la migliore prevenzione delle vene varicose.

Lagranmasade Italia