Cosa causa le vene varicose sulle gambe

La malattia varicosa è un'espansione patologica delle vene superficiali. In questo caso, si verificano il loro allungamento e aumento del diametro, che porta a vari cambiamenti nei tronchi venosi. Allo stato attuale, le vene varicose sulle gambe sono una malattia molto comune. Il tasso di incidenza nelle donne è 3 volte superiore rispetto agli uomini. Ciò è dovuto alla struttura anatomica delle navi, alla loro posizione e gravidanza.

Negli ultimi decenni, c'è stato un "ringiovanimento" della malattia – spesso le vene varicose sulle gambe, i cui segni sono già pronunciati, si trovano anche negli scolari. L'OMS classifica le vene varicose come una malattia potenzialmente letale, "sparando prima nelle gambe e poi nel cuore", a causa delle sue complicazioni mortali.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Vene varicose – cause

A differenza delle arterie, le vene hanno valvole, a causa della presenza di un flusso sanguigno inverso impossibile. In caso di malfunzionamento di queste valvole, con uno squilibrio di elastina e collagene nel corpo, l'elasticità delle pareti diminuisce drasticamente, si verificano assottigliamento e allungamento. Di conseguenza, le valvole e i vasi stessi non possono far fronte alle loro funzioni, si verifica un flusso sanguigno inverso, si sviluppa il ristagno. Questo è il meccanismo di formazione delle vene varicose.

Con la formazione di vene varicose sulle cause delle cause che portano al suo sviluppo, diversi.

Predisposizione ereditaria

Questa è una delle principali cause delle vene varicose – è definita nei pazienti 1 / 3 con questa patologia. In presenza di vene varicose a parenti stretti (genitori, nonni, bisnonna), la probabilità di insorgenza della malattia è 70%. Il fattore ereditario non è la malattia, ma la struttura anatomica geneticamente condizionata dei vasi:

• valvole difettose congenite;

• tessuto connettivo insufficientemente sviluppato delle pareti delle vene.

A questo proposito, le vene varicose, i cui sintomi si trovano in misura diversa nei giovani di entrambi i sessi e anche nei bambini, sono così diffuse.

Squilibrio ormonale nel corpo

Con le vene varicose, le cause del suo sviluppo sono diverse, ma tra queste il più importante è lo squilibrio ormonale che si verifica quando:

• gravidanza e parto;

• trattamento con ormoni o uso in contraccezione.

Gli ormoni sessuali femminili (progesterone, ecc.) E i loro analoghi causano la distruzione del collagene nelle pareti delle vene. Questo riduce significativamente il loro tono.

Processi infiammatori degli organi genitali

L'infiammazione negli organi pelvici porta a disturbi ormonali e cambiamenti nel flusso sanguigno nelle piccole vene. Di conseguenza, appare un messaggio tra le vene e le arterie, il volume e la pressione sanguigna nelle vene aumenta. Si espandono, le valvole non sopportano il flusso inverso del sangue, compaiono le vene varicose.

Disturbi nervosi

Il tono di tutte le navi è regolato da terminazioni nervose. Se nel sistema nervoso si verificano determinati disturbi (stress, depressione, nevrosi, ecc.), Il tono venoso diminuisce e il diametro dei vasi aumenta.

I sovraccarichi fisici portano ad una maggiore pressione nelle vene. Con grandi carichi statici (eccesso di peso corporeo, trasferimento di peso, gravidanza e parto, prolungamento della permanenza sulle gambe senza movimento), la pressione nelle vene aumenta significativamente. Il gruppo di rischio comprende venditori, insegnanti, parrucchieri, caricatori.

Uno stile di vita sedentario o lavoro

La piaga della vita moderna è "vene varicose del computer". I muscoli delle gambe sono una sorta di "pompa": quando si contraggono, il sangue venoso si muove più velocemente. Nella posizione seduta, i muscoli non si contraggono, tranne che le vene sono pizzicate, il loro tono diminuisce, la circolazione sanguigna è disturbata.

L'aumento della pressione intra-addominale porta ad un'alta pressione nelle vene delle gambe, che interrompe il funzionamento delle valvole. Ciò si verifica con costipazione prolungata, starnuti, tosse.

Lo sviluppo delle vene varicose può causare una riduzione dell'immunità, traumi. Il sesso gioca un certo ruolo. In connessione con la predisposizione genetica nelle donne, le vene varicose, i cui segni possono essere espressi in vari gradi, sono molto più comuni che negli uomini. Anche gli uomini si rivolgono al medico quando arrivano pericolose complicazioni e senza un intervento chirurgico è già impossibile.

Varicose sui piedi – i primi sintomi

Con le vene varicose sulle gambe, i primi sintomi con cui inizia la malattia possono essere lievi e non attirare immediatamente l'attenzione. Questi includono:

• una sottile rete vascolare di colore cremisi – blu;

• dolore, affaticamento, sensazione di bruciore o prurito alle gambe la sera;

• intorpidimento o contrazioni muscolari convulsive di notte.

Man mano che i cambiamenti nei vasi venosi progrediscono con le vene varicose sulle gambe, i primi sintomi della malattia vengono aggravati e ci sono più lamentele:

• la pelle in punti di vene varicose sulle gambe si ispessisce, si sbuccia, si ricopre di macchie cianotiche;

• il dolore ai muscoli del polpaccio diventa permanente, peggio ancora quando si cammina;

• compaiono nodi venosi, che sono accompagnati da dolore alla palpazione.

Successivamente, con le vene varicose sulle gambe, i segni della malattia si intensificano e appare l'edema. Sono un segnale che le vene non stanno affrontando la loro funzione. Questo periodo è pericoloso per le complicazioni che possono portare alla morte:

• sanguinamento che può verificarsi da un piccolo ictus, è difficile fermarlo.

Pertanto, le vene varicose sulle gambe, i cui segni stanno crescendo, devono essere trattate in tempo a causa di possibili complicazioni. La tromboflebite (infiammazione delle pareti interne delle vene) contribuisce alla formazione di coaguli di sangue, che possono bloccare il flusso sanguigno nel vaso (flebotrombosi) o, venendo fuori, entrare nei polmoni con il flusso sanguigno (tromboembolia), che può finire fatalmente.

Per evitare complicazioni fatali, si dovrebbe fare un appello tempestivo al flebologo (angiosurgeon) e al controllo della coagulabilità.

Vene varicose – trattamento

Quando compaiono sintomi di varicosi sulle gambe, il trattamento deve iniziare immediatamente. Attualmente, la medicina ha compiuto progressi significativi nel trattamento di questa patologia.

Se i primi segni di vene varicose si trovano sulle gambe, il trattamento è ancora possibile senza intervento chirurgico e si compone di diverse procedure:

1. Farmaci: sono assegnati, a seconda della condizione dei vasi (vasi sanguigni risultati di screening per ultrasuoni o venografia contrasto), venotonics, FANS, anticoagulanti. È possibile usare medicine di questi gruppi localmente nella forma di gel, unguenti, creme.

Il ruolo principale nel trattamento delle vene varicose è svolto dalla terapia volta a ripristinare il tono delle pareti venose, ad esempio utilizzando il farmaco Phlebof. Questa è una moderna preparazione altamente purificata di diosmina, l'unica tra i prodotti domestici senza rivestimento film, coloranti e conservanti, grazie alla quale il principio attivo viene assorbito il più rapidamente possibile e la probabilità di reazioni allergiche è ridotta al minimo.

2. Trattamento a compressione: indossare calze speciali, golf, in casi estremi – l'uso di bende elastiche.

3. Pneumomassage: migliora la nutrizione dei tessuti, porta ad un miglioramento del flusso sanguigno venoso.

4. Scleroterapia – l'introduzione di farmaci speciali nella vena, che si sovrappongono al flusso sanguigno lungo di essa. C'è una graduale atrofia della nave, scompare.

5. La coagulazione vascolare laser è il metodo più moderno. È effettuato sotto anestesia, un risultato positivo arriva in un mese.

Vene varicose – prevenzione

Con le vene varicose, la prevenzione della malattia in senso lato consiste di tre regole:

1. Cammina meglio che stare in piedi.

2. Sedersi è meglio che stare in piedi.

3. Mentire è meglio che stare seduti.

Affinché le vene funzionino normalmente, i muscoli delle gambe dovrebbero contrarsi. O le gambe dovrebbero essere in posizione orizzontale, rialzata con le ginocchia dritte.

Se una persona è costretta a stare in piedi o seduta per un lungo periodo, è in un gruppo ad alto rischio. Per una buona circolazione del sangue venoso, ci devono essere le contrazioni dei muscoli delle gambe e del cuore. Pertanto, con le vene varicose, la profilassi è uno stile di vita attivo, tra cui, se possibile:

Nanovein  Metodi per la rimozione dell'osso sulla gamba

• camminare a passo veloce;

• ciclismo.

Lo stress fisico non dovrebbe essere prolungato e debilitante.

Con una lunga durata – "spostamento" da un piede all'altro, muovendo le dita dei piedi.

Misure preventive per una seduta prolungata:

• alzare periodicamente le gambe al tavolo o al livello del cuore per migliorare il deflusso del sangue:

• puoi mettere i piedi in piedi e con uno sforzo di alzare le dita dei piedi più volte verso te stesso – questo ridurrà la pressione venosa;

• una pausa di 10 minuti per camminare o riscaldare le gambe dopo ogni ora di seduta;

• in tutti i casi di sforzo fisico (allenamento, corsa, allenamento sul simulatore), nonché durante la gravidanza, prima di volare in aereo, per lunghi viaggi in auto, è necessario utilizzare maglieria a compressione.

Controindicato nelle vene varicose:

• eccesso di cibo, l'uso di una grande quantità di piccante, salato, grasso;

• sollevare e trasportare carichi pesanti;

• bagni caldi per più di 10 minuti con temperature superiori a 36,70 C, saune, bagni, solarium;

• assunzione di farmaci ormonali, incluso il controllo delle nascite;

• il tallone supera i 4 cm (i muscoli della parte inferiore della gamba iniziano a contrarsi parzialmente, il che porta a una compromissione della circolazione venosa).

Non automedicare. Ai primi segni di vene varicose è necessario consultare un medico e iniziare un trattamento tempestivo – questo aiuterà ad evitare gravi complicazioni.

Le vene varicose nelle gambe: sintomi e trattamento

Le vene varicose nelle gambe non sono solo un problema estetico che causa preoccupazione tra le persone per la loro attrattiva, ma anche una malattia pericolosa che richiede un trattamento adeguato e il rispetto delle misure preventive.

Ci sono molte ragioni per l'insorgenza di vene varicose: a partire da uno stile di vita sedentario, sovraccarico fisico e termina con interruzioni ormonali, debolezza congenita delle pareti dei vasi sanguigni e gravidanza. Cosa succede durante le vene varicose? Con le vene varicose degli arti inferiori, perdono la loro normale elasticità e si allungano sotto la pressione del sangue.

Le valvole nelle vene nello stato normale sono determinate serrature e quando il sangue le attraversa, si chiudono e offrono la possibilità di un deflusso inverso del sangue. Se c'è un malfunzionamento nelle valvole, il sangue può essere rilasciato liberamente, il che porta a un ristagno di sangue.

A questo proposito, le vene non possono far fronte alla pressione, si espandono, le valvole non sono più in grado di bloccare un ampio gioco … tutto ciò provoca l'inizio dello stadio iniziale delle vene varicose (vedi foto).

Perché si verificano le vene varicose e che cos'è? I principali fattori di rischio per lo sviluppo della malattia sono considerati una predisposizione genetica e un genere. A causa dell'amore per i tacchi alti, l'adeguamento ormonale durante la gravidanza e l'assunzione di contraccettivi, le donne hanno il doppio delle probabilità rispetto agli uomini di soffrire di vene varicose.

Lo sviluppo della malattia contribuisce a:

  1. Eredità. Non è la malattia stessa a ereditare, ma la struttura geneticamente determinata delle vene: tessuti connettivi deboli delle pareti venose, valvole venose difettose congenite. Questo è il motivo per cui le vene varicose possono essere osservate in persone giovani, sane e attive (indipendentemente dal genere) e persino nei bambini. Secondo gli scienziati, una predisposizione genetica è il principale fattore che porta alle vene varicose delle gambe.
  2. Cambiamenti ormonali A causa delle caratteristiche del corpo nelle donne, i periodi di interruzione ormonale diventano cause di ristagno di sangue. Per loro, i periodi più pericolosi sono la pubertà, la gravidanza e il tempo dopo il parto. Anche pericoloso è il momento in cui si verifica la menopausa. Questa categoria di genere dei pazienti si rivolge ai medici 2-3 volte più spesso. Non ci sono abbastanza ormoni chiamati estrogeni negli organi femminili. Invece, prevalgono i cosiddetti ormoni corpus luteum. Si ritiene che sia lui ad avere un effetto rilassante sui muscoli. Ciò contribuisce all'espansione delle vene.
  3. Uno stile di vita sedentario o sedentario o un lavoro che richiede una lunga permanenza in piedi, contribuisce allo sviluppo delle vene varicose.
  4. Età. Nel corso del tempo, le valvole e le pareti delle vene si assottigliano, ciò porta a un'interruzione del loro lavoro.
  5. L'obesità. Essere in sovrappeso porta ad un aumento del carico sulle vene delle gambe.

Le vene varicose secondarie si verificano con lesioni alle gambe, difetti cardiaci, compromissione della funzionalità epatica e della milza. In questo caso, prima di tutto, viene eseguito il trattamento corrispondente della malattia primaria.

Ci sono 3 fasi della progressione dei sintomi nello sviluppo delle vene varicose.

  1. Fase di compensazione. Nessuna lamentela. All'esame, si osservano le vene varicose su una o due gambe.
  2. Fase di sottocompensazione. Quando esaminati sulle gambe, sono visibili le vene varicose pronunciate. I pazienti lamentano una sensazione di pienezza, parestesia ("pelle d'oca") nella parte inferiore delle gambe, crampi notturni. C'è un leggero gonfiore di piedi, caviglie e gambe la sera. Al mattino, il gonfiore scompare.
  3. Fase di scompenso. Dermatite, eczema si uniscono a questi segni. I pazienti sono preoccupati per il prurito della pelle. La pelle diventa secca, lucida, strettamente fusa con il tessuto sottocutaneo. Lievi emorragie e successiva deposizione di emosiderina causano iperpigmentazione.

La stessa varicosi non è considerata una malattia molto grave, ma se si è già sviluppata, non scomparirà mai da sola e, inoltre, progredirà, portando a tutti i tipi di complicazioni, che rappresentano il pericolo maggiore.

I primi segni che indicano l'inizio delle vene varicose:

Nelle fasi successive, si può notare la comparsa di asterischi vascolari sulla pelle, vene sporgenti e varie foche, che indicano un ristagno nei vasi.

Sintomi delle vene varicose nelle gambe

Nelle diverse fasi delle vene varicose, i sintomi possono essere diversi – da piccole "stelle" vascolari praticamente asintomatiche a manifestazioni gravi e dolorose.

Lo sviluppo della fase iniziale può essere sospettato dai seguenti sintomi:

  • la comparsa di dolore alle gambe, una sensazione di calore e talvolta bruciore nelle vene delle gambe;
  • pesantezza alle gambe;
  • la sera ci sono gonfiori alle gambe;
  • i crampi alle gambe iniziano di notte;
  • vene dilatate;
  • la pelle della parte inferiore della gamba assume un colore scuro, compaiono foche, sono possibili ulcere trofiche.

Se trovi segni primari in te stesso, devi iniziare immediatamente il trattamento per le vene varicose – i sintomi stessi non scompariranno.

Foto delle vene varicose: fase iniziale

Come appare la malattia, offriamo di visualizzare foto dettagliate delle vene varicose sulle gambe nella fase iniziale.

diagnostica

Al fine di diagnosticare le vene varicose degli arti inferiori e prescrivere il trattamento appropriato, lo specialista offrirà al paziente di sottoporsi a un esame completo, che comprende vari metodi.

  1. La scansione duplex (ultrasuono delle vene) è il metodo più informativo per diagnosticare le vene varicose delle gambe, dando un'idea del grado di espansione delle vene, della direzione del flusso sanguigno attraverso le vene e della loro pervietà, oltre a rilevare la presenza di coaguli di sangue (coaguli di sangue).
  2. La venografia a contrasto, che è un metodo di esame che consente di rilevare vene dilatate e conoscere il grado di pervietà del sangue.

Solo un flebologo altamente qualificato può diagnosticare le vene varicose delle vene profonde.

Conseguenze

Il complicato decorso delle vene varicose è accompagnato dalla formazione di trombosi e infiammazione delle vene, ulcere trofiche e disturbi della pelle. Queste complicazioni si manifestano in un cambiamento nel colore della pelle delle gambe, arrossamento, oscuramento e pelle blu.

Anche l'edema costante della caviglia è caratteristico, particolarmente grave quando si cammina o si sta in piedi. Nella zona del polpaccio, si manifesta dolore durante la deambulazione, dolore lungo la vena contorta, irrigidimento della pelle e formazione di ulcere di varie dimensioni su di essa.

Профилактика

Se hai una tendenza a questa malattia, le seguenti raccomandazioni aiuteranno a rallentare la sua progressione:

  1. Indossa scarpe comode, basse o con tacco basso.
  2. Sotto carichi, puoi fare un bendaggio delle gambe o indossare maglieria medica, ma solo dopo aver consultato un medico.
  3. Non stare in piedi e non sederti a lungo in un punto – muoviti, riscaldati, cambia la posizione del tuo corpo più spesso.
  4. Non fare bagni caldi, soprattutto al mattino: è meglio sostituirli con una doccia calda con una doccia fredda finale.
  5. Smetti di fumare, a causa del quale le condizioni delle navi peggiorano.

La principale prevenzione è l'attività fisica moderata: nuoto, passeggiate, ciclismo, esercizio fisico.

Во время беременности

La gravidanza aumenta significativamente il rischio di sviluppare vene varicose degli arti inferiori, questo è dovuto a tali motivi:

  1. Gli ormoni che circolano nel sangue durante la gravidanza aumentano l'estensibilità della parete venosa e contribuiscono al ristagno del sangue venoso nelle gambe.
  2. L'aumento della pressione intra-addominale nella tarda gravidanza complica il deflusso di sangue attraverso le vene delle gambe.
  3. Le vene varicose che si sono verificate durante la gravidanza possono scomparire completamente dopo il parto o progredire ulteriormente, a seconda dei singoli fattori (ereditarietà, presenza di altri fattori che contribuiscono).

Trattamento delle vene varicose nelle gambe

Con le vene varicose sulle gambe, il trattamento potrebbe non essere una necessità medica, se i sintomi non sono problematici.

Nanovein  Causa del fegato varicoso

Tuttavia, alcune persone potrebbero voler essere trattate per le vene varicose per motivi estetici perché non sono contente del loro aspetto.

Analizzeremo i principali metodi che aiuteranno a sbarazzarsi di questo problema.

  1. Scleroterapia. Questo metodo di trattamento viene utilizzato sia in modo indipendente che in combinazione con procedure conservative. La sua essenza sta nel fatto che un farmaco speciale viene iniettato nella vena con un ago o una siringa sottili, e successivamente la vena scompare completamente. Le sessioni si svolgono una volta alla settimana, sono necessarie da 3 a 6 sessioni di questo tipo. Il metodo evita cicatrici e cicatrici.
  2. Trattamento non chirurgico. Se le vene varicose sono nella fase iniziale e se non causano troppi inconvenienti, si possono raccomandare calze elastiche compressive. Sono indossati durante le attività quotidiane. Aiutano a comprimere le vene, impedendo loro di allungare e limitare qualsiasi disagio o dolore.
  3. Il trattamento farmacologico delle vene varicose allevia i sintomi, riduce il gonfiore e il dolore, rallenta il processo di sviluppo, ma non è in grado di arrestare completamente la malattia e ripristinare le vene danneggiate. I seguenti farmaci sono usati per cure mediche: Venitan, Venoplant, Heparoid, Ascorutical Forte, Venza, Hepatrombin, Eskuzan, Troxerutin, ecc.
  4. Il trattamento laser delle vene varicose nelle gambe può essere utilizzato sulla superficie della pelle. Con l'aiuto di un piccolo lampo di luce laser, nella parete venosa si sviluppa un processo sclerosante e la vena varicosa scompare come se fosse stata rimossa.

Un ruolo importante nel trattamento e nella prevenzione è svolto dall'attività fisica – camminata veloce, ginnastica, nuoto e esercizi in acqua (esclusi gli esercizi sportivi con un grande carico sulle gambe – tennis, sollevamento pesi, salto).

Preparazioni venotoniche

L'azione di questi farmaci ha lo scopo di aumentare il tono della muscolatura liscia nelle pareti dei vasi sanguigni, che consente loro di mantenere la loro elasticità e normalizzare la circolazione sanguigna nelle aree interessate.

  1. Detraleks. Il farmaco ha un effetto venotonico dovuto alla composizione basata su derivati ​​dei flavonoidi. Queste sono alcune delle sostanze strutturali più efficaci per la creazione di venotonica.
  2. Phlebodia – le compresse sono prodotte da Innothera Chouzy (Francia), contengono 600 mg di diosmina come principio attivo. L'effetto aumenta con l'aumentare del dosaggio. È stata dimostrata la capacità di ridurre l'estensibilità dei vasi venosi e dei capillari, un maggiore deflusso di sangue dalla periferia e una diminuzione della permeabilità vascolare.
  3. Excuzan è un preparato a base di sostanza "Escina", che viene estratto dalla castagna. Il farmaco è disponibile sotto forma di gocce, nonché sotto forma di compresse per uso interno. Questo farmaco ha un ampio spettro di azione ed è raccomandato per combattere varie malattie.

Molti dei venotonici sono farmaci ad azione complessa. L'effetto che si ottiene con il loro uso si estende non solo alle vene, ma anche a tutti i vasi del nostro corpo.

Come trattare i rimedi popolari delle vene varicose

Esistono un numero enorme di metodi di trattamento per le vene varicose nelle gambe con rimedi popolari, sia per uso esterno che interno. I seguenti sono i più comuni:

  1. I fiori di ippocastano (50 grammi) sono necessari per riempire 500 g di alcol e quindi lasciarlo in infusione per 14 giorni, agitando una bottiglia ogni giorno. Passa la tintura attraverso la rete e consuma un cucchiaio, lavato con acqua, tre volte al giorno prima dei pasti. Come guarire per una settimana – fai una pausa per due settimane. Quindi il trattamento può essere iniziato di nuovo.
  2. L'infusione di ortica essiccata viene utilizzata per le vene varicose. Le foglie secche tritate della pianta vengono versate in un thermos 1/2 litro di acqua bollente, insistono per 30-40 minuti, filtrano e prendono 1/3 di tazza 3 volte al giorno 1 ora dopo aver mangiato.
  3. Un impacco di pomodori. Pomodoro finemente tritato, adagiato su una benda, una garza e applicato in un punto dolente. Per comodità, puoi legare un elastico o altra benda. Tale impacco dura per 2 ore alla vena, quindi passa a uno nuovo e così via per un totale di 3 volte. La comodità di questo impacco è che può essere ripetuto ogni giorno.
  4. Tintura di olio di noci: tritare noci immature, versare in una ciotola di vetro, aggiungere olio d'oliva e lasciare per 40 giorni in un luogo soleggiato. Tintura pronta per lubrificare i punti dolenti. Il corso del trattamento è lungo, come con l'uso di Kalanchoe.

Oltre ai rimedi popolari, molti pazienti con vene varicose integrano la terapia con una ginnastica speciale: gli esercizi di Mikulin ti permettono di sentire un miglioramento significativo.

Una revisione completa delle vene varicose nelle gambe: cause, trattamento, prognosi

Da questo articolo imparerai: quali sono le vene varicose sulle gambe, quali sono i principali segni esterni di patologia. Cause, sintomi e possibili complicanze. Metodi di trattamento della malattia.

L'autore dell'articolo: Victoria Stoyanova, medico di categoria 2, capo del laboratorio presso il centro diagnostico e terapeutico (2015-2016).

La patologia vascolare cronica si chiama vene varicose sulle gambe, a seguito della quale si sviluppano deformazioni (allungamento, espansione) dei vasi sanguigni e insufficienza delle valvole intravascolari.

Clicca sulla foto per ingrandirla

Cosa succede con la patologia? Il normale apporto di sangue agli arti è fornito da un intero sistema di vasi sanguigni (profondi e superficiali). Il sangue scorre dal cuore agli arti senza difficoltà (dall'alto verso il basso), la corrente inversa (dal basso verso l'alto) fornisce una contrazione del cuore e un sistema di valvole venose che "bloccano" il fluido tra le contrazioni, impedendogli di muoversi nella direzione opposta.

Per vari motivi (predisposizione ereditaria, sovrappeso in gravidanza, insufficienza ormonale), le pareti venose sono allungate, deformate, perdono elasticità, il lume della nave in questo posto aumenta. Ciò comporta una chiusura insufficiente delle valvole vicine, un flusso sanguigno alterato, una stasi del sangue. A causa di fenomeni stagnanti, la deformazione è aggravata dal tempo sempre di più, si formano un nodo varicoso, un cappio, una curva delle vene superficiali della gamba.

Nelle fasi iniziali, la patologia è asintomatica o si dona dall'aspetto del cosiddetto modello reticolare (sotto forma di una maglia sottile), asterischi vascolari di colore blu-violetto, chiaramente visibili attraverso la pelle. Con tali manifestazioni, la malattia è considerata non pericolosa, non peggiora la prognosi, non complica la vita del paziente.

Le ultime fasi delle vene varicose sulle gambe sono pericolose per le loro complicanze. A causa di una violazione della permeabilità della parete vascolare e della comparsa di ostacoli al flusso sanguigno nelle vene danneggiate, iniziano a formarsi coaguli di sangue, che alla fine bloccano il lume della nave. Si sviluppa la tromboflebite (infiammazione di una nave bloccata da un trombo), viene interrotta l'afflusso di sangue ai tessuti adiacenti, che porta alla necrosi della pelle e alla formazione di ulcere trofiche. In questa fase, la malattia limita fortemente l'attività motoria del paziente e peggiora temporaneamente la qualità della vita (l'ulcera trofica guarisce per circa 3 mesi).

Le vene varicose non possono essere completamente curate. I metodi chirurgici possono ottenere un effetto duraturo e prolungato e la scomparsa delle vene deformate superficiali, ma nel tempo la malattia può ripresentarsi (nell'80% dei casi ciò accade).

I pazienti con vene varicose nelle gambe sono trattati e monitorati da un flebologo, gestito da angiosurgeons.

Qualche parola sul meccanismo di sviluppo della patologia

Le vene varicose compaiono non solo a causa della debolezza delle pareti vascolari e dell'insufficienza delle valvole venose. Il terzo collegamento attivo nel sistema di movimento del sangue dal basso verso l'alto (dalle estremità al cuore) sono le contrazioni muscolari delle gambe e dei fianchi o la pompa muscolare.

Normalmente, queste contrazioni comprimono leggermente i vasi, fornendo movimento di sangue attraverso i vasi dalla parte inferiore della gamba e fino alla coscia nella piccola pelvi.

Quando i muscoli sono indeboliti o rilassati (mancanza di esercizio fisico, uno stile di vita sedentario), la pompa muscolare non funziona in modo efficiente, il flusso di sangue alla piccola pelvi rallenta, la pressione nei vasi profondi aumenta e sotto la sua influenza il sangue entra nel sistema venoso superficiale.

Insieme all'insufficienza valvolare e alla debolezza delle pareti vascolari, l'indebolimento della pompa muscolare crea terreno favorevole per lo sviluppo delle vene varicose.

Le cause della comparsa della patologia

Le principali cause delle vene varicose nelle gambe:

  1. Predisposizione ereditaria
  2. Debolezza delle pareti vascolari e dell'apparato valvolare.

Le seguenti malattie e condizioni contribuiscono all'indebolimento della parete vascolare e all'insufficienza valvolare:

  • cambiamenti ormonali (durante la gravidanza, la menopausa);
  • sollevamento pesi;
  • carico sugli arti inferiori a causa del sovrappeso (con obesità);
  • mancanza di esercizio;
  • processi infiammatori cronici (pielonefrite, reumatismi);
  • malattie epatiche croniche (epatite, cirrosi);
  • disturbi metabolici (iperlipidemia);
  • lesioni e compressione (compressione) degli arti inferiori;
  • assunzione di contraccettivi ormonali;
  • aumento della pressione addominale (gonfiore degli organi addominali).

I fattori che aumentano la probabilità delle vene varicose sono l'età (nel 60%, la malattia appare dopo 45 anni) e il sesso (negli uomini 2 volte in meno rispetto alle donne).

Sintomi caratteristici

Le vene varicose sulle gambe hanno diversi segni esterni caratteristici.

Lagranmasade Italia