Come trattare le vene varicose avanzate sulle gambe

Le vene varicose delle gambe sono un disturbo cronico caratterizzato dall'espansione dei vasi venosi e dal flusso sanguigno compromesso negli arti inferiori.

La malattia si verifica sia negli uomini che nelle donne. Il pericolo sta nel fatto che è abbastanza difficile rilevarlo nelle prime fasi e in seguito il trattamento è pieno di complicazioni.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Gambe varicose: trattamento in diverse fasi della malattia

Come vengono trattate le vene varicose sulle gambe dipende dalle condizioni del paziente e dallo stadio in cui è andato dal medico. Si distinguono quattro fasi della malattia. Di seguito analizzeremo ciascuno di essi in dettaglio.

Trattare le vene varicose nelle gambe nella fase iniziale (come nella foto) è la decisione giusta. La cosa principale è diagnosticare la malattia in tempo. In una fase iniziale, il paziente soffre di gonfiore delle gambe, dolore doloroso e pesantezza alle estremità inferiori (soprattutto dopo lunghe camminate).

La terapia dovrebbe includere esercizi regolari in ginnastica speciale, corsi di massaggio, nonché l'uso di creme che alleviano la fatica e il gonfiore.

Per rafforzare ulteriormente le pareti e migliorare il flusso sanguigno, il medico può prescrivere tonici.

Importante: il massaggio è mostrato solo nella fase iniziale. In presenza di ferite, porterà a lesioni e metterà a dura prova le navi.

Primo stadio

I seguenti sintomi vengono aggiunti ai sintomi nella prima fase:

  • la formazione di stelle e noduli sulle gambe;
  • crampi frequenti di notte;
  • sensazione di calore sotto le ginocchia.

In questa fase, si consiglia di eseguire procedure mediche:

  • scleroterapia (introducendo con un ago una sostanza che rafforza i suoi vasi dall'interno e ripristina le aree danneggiate);
  • Ozonoterapia (il farmaco viene iniettato nel lume della nave, incollando le sue pareti).

Per consolidare l'effetto, il paziente per diversi mesi dopo la procedura indossa speciali calze a compressione che esercitano una pressione sulle pareti dei vasi.

Secondo stadio

I noduli e le vene del ragno acquisiscono un colore più intenso, nelle aree colpite si avvertono prurito e bruciore e spesso compaiono pigmentazione e intorpidimento della pelle.

Il trattamento viene effettuato in due modi:

  1. Tradizionale: una combinazione di trattamento farmacologico e terapia compressiva.
  2. Operativo: prevede l'intervento chirurgico e le seguenti operazioni:
  • se la funzione della valvola del paziente non è compromessa, gli viene prescritta la scleroterapia (iniezione di cloruro di ferro);
  • l'esposizione al laser è finalizzata alla lavorazione con un flusso laser caldo, che porta alla "sigillatura" delle vene.

Importante: in questa fase, è necessario consultare immediatamente un flebologo.

Terza fase

Questa è la forma più grave della malattia, caratterizzata da rigonfiamenti di nodi deformati che possono esplodere se premuti con forza.

A volte possono comparire ferite aperte al posto dei noduli e delle vene del ragno, che peggiorano e non guariscono per diverse settimane (ulcere trofiche).

In questa fase, è efficace solo la rimozione del tessuto interessato mediante flebectomia. Dopo la dimissione, il paziente deve indossare biancheria intima a compressione per un lungo periodo di tempo e assumere farmaci che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni.

Se la malattia si è sviluppata fino all'ultimo stadio, non disperare – ci sono moderni metodi indolori per rimuovere le vene varicose – un esempio di tale operazione è la rimozione laser.

Caratteristiche delle vene varicose nelle donne e negli uomini

Si ritiene che le donne siano più inclini a questo disturbo, perché spesso indossano scarpe con i tacchi alti e hanno una tendenza fisiologica. In effetti, la percentuale di pazienti è approssimativamente la stessa per entrambi i sessi, la differenza nella ricerca dell'aiuto è che le donne riconoscono i sintomi e danno l'allarme, mentre gli uomini trascinano questo per lungo tempo o non attribuiscono importanza ai disturbi.

Un altro motivo è la gravidanza. Con un aumento del peso corporeo, aumenta il carico sulle gambe, che è irto di vene varicose.

I sintomi delle vene varicose negli uomini e nelle donne sono simili, ma il decorso della malattia ha le sue caratteristiche.

Il pericolo per gli uomini è che il rischio di diffusione della malattia alle mani e alla regione inguinale (varicocele) sia elevato.

La differenza principale può essere chiamata il fatto che, a causa del loro stile di vita, gli uomini hanno un gruppo di fattori che accelerano significativamente lo sviluppo della malattia:

  • intensa attività fisica;
  • cattive abitudini – fumo, alcool;
  • sollevamento pesi;
  • peso corporeo elevato e, di conseguenza, carico sulle gambe;
  • disattenzione: gli uomini sono meno schizzinosi rispetto ai cambiamenti esterni nella pelle, quindi potrebbero non notare il rafforzamento dei noduli.

Non c'è differenza tra come trattare le vene varicose nelle donne e negli uomini, la cosa principale è prestare attenzione ai sintomi in tempo e consultare un medico. Negli uomini, di solito si verificano casi più avanzati, poiché trattano le vene varicose anche quando ha raggiunto il secondo, o addirittura il terzo stadio.

Importante: il livello di pericolo per gli uomini è uguale alle malattie cardiache.

Trattamenti efficaci

Se la malattia è passata al terzo stadio, la malattia può essere completamente curata solo con il metodo operativo. Molte persone si preoccupano se è possibile curare le vene varicose gravi sulle gambe senza intervento chirurgico. Questo è possibile solo nel caso di trattamenti complessi con metodi tradizionali esclusivamente nelle prime fasi:

  1. La biancheria intima e le bende a compressione esercitano una pressione sulle pareti dei vasi sanguigni, il che contribuisce alla ridistribuzione del flusso sanguigno.
  2. L'uso di fondi esterni: unguenti e gel aiutano ad alleviare il gonfiore, ridurre il dolore e nutrire la pelle. Dopo un uso prolungato, le ulcere trofiche guariscono, la rete venosa e le valvole venose si rafforzano.
    La base di prodotti esterni è costituita da grassi e oli e come ingredienti attivi vengono utilizzati composti organici ed estratti vegetali:

  • Eparina – migliora i processi metabolici nei vasi sanguigni; interferisce con la coagulazione del sangue e favorisce il riassorbimento dei coaguli di sangue. Grazie all'anestezina agisce come anestetico;
  • Unguento di Vishnevsky – efficace in presenza di ulcere trofiche;
  • Lyoton: l'uso nelle prime fasi previene la flebite;
  • Venoruton: aumenta la forza e il tono delle pareti venose.
  1. Trattamento farmacologico: vengono utilizzati farmaci che promuovono il deflusso di sangue: flebotonici, agenti antipiastrinici, anticoagulanti e farmaci antinfiammatori non steroidei, come:
  • Aescusan e Venorutin – per rafforzare i vasi sanguigni;
  • Diclofenac, Indometacina e corticosteroidi – alleviare l'infiammazione;
  • Acido acetilsalicilico, eparina e Trental – miglioramento della microcircolazione;
  • Anavenol, Diclofenac, Detralex, Ginkor-forte – effetto drenante linfatico.

Importante: i farmaci devono essere monitorati da un medico che determina il dosaggio e la durata del trattamento.

  1. Esercizi terapeutici – una moderata attività fisica aumenta l'elasticità e la forza dei vasi sanguigni.
  2. Hirudoterapia: le sanguisughe mediche secernono la sostanza irudina, che impedisce la coagulazione del sangue. L'irudoterapia è efficace in presenza di coaguli di sangue.

Metodi popolari

È possibile affrontare molti disturbi con l'aiuto di metodi popolari.

Le vene varicose in questo caso non fanno eccezione.

Di seguito vedrai esempi di come e come trattare le vene varicose nelle gambe a casa.

Attenzione: il trattamento domiciliare può essere utilizzato solo in aggiunta e sarà efficace nelle fasi iniziali.

È improbabile che queste ricette sostituiscano il trattamento tradizionale, ma sono in grado sia di ridurre le vene varicose che di alleviare i sintomi, ridurre il disagio del paziente:

  1. Pulire le aree interessate con ghiaccio e bagni con acqua fresca aiuterà a eliminare il gonfiore e la tensione delle gambe dopo una giornata lavorativa.
  2. Una miscela di luppolo. Un'arte. un cucchiaio di coni di luppolo viene schiacciato e versa un bicchiere di acqua bollente. La miscela viene preparata a bagnomaria per 10-15 minuti e suddivisa in tre dosi prima dei pasti.
  3. La tintura di ippocastano allevia efficacemente l'infiammazione e gli attacchi di dolore: le castagne verdi vengono tagliate in 4 parti e speronate in un barattolo da un litro. Quindi versare la vodka in cima e insistere in un luogo buio e fresco per 10-14 giorni. La tintura pronta viene sfregata nelle aree malate per alleviare il dolore durante l'esacerbazione e per scopi profilattici.
  4. Le foglie di cavolo vengono imbrattate di miele dall'interno e applicate su punti dolenti per 2-3 ore. Per migliorare l'effetto, l'impacco può essere avvolto con pellicola trasparente e un asciugamano.
  5. In estate, i tuberi delle giovani patate vengono triturati su una grattugia fine e mettono la polpa in uno strato denso sulle gambe, avvolgendole con una garza. L'impacco deve essere indossato per 5-6 ore, cambiando periodicamente le patate in fresche.
  6. La polvere secca di argilla blu o bianca viene diluita con acqua calda in modo da ottenere una miscela simile alla panna acida. L'argilla viene applicata in uno strato spesso, isolata con medicazioni di garza e incubata per 2 ore.
  7. Una parte dell'aglio viene macinata con due parti di burro in modo da ottenere una miscela omogenea. L'unguento risultante viene sfregato nelle vene dilatate prima di coricarsi e sulla parte superiore vengono indossati calzini alti in tessuto naturale. Lavare l'impacco al mattino.
Nanovein  Ha ereditato le vene varicose

conclusione

Riassumendo, possiamo dire che con il giusto approccio al trattamento e l'accesso tempestivo agli specialisti, non solo puoi evitare la manifestazione di complicanze, ma anche fermare completamente lo sviluppo della malattia.

La cosa principale è avvicinarsi alla terapia in modo completo e sistematico secondo le istruzioni del medico, poiché è impossibile curare le vene delle gambe senza chirurgia negli ultimi stadi.

La manifestazione della forma avanzata delle vene varicose: come determinare e cosa farne

Le vene varicose – una malattia spiacevole, anche nella sua forma iniziale, e se viene trascurata, può portare molti problemi. Negli ultimi stadi, la malattia è complicata da ulcere trofiche e tromboflebite, può raggiungere l'amputazione e persino la morte. Questo può effettivamente essere evitato se presti attenzione a sintomi importanti nel tempo.

L'esecuzione delle vene varicose è un forte gonfiore delle vene sotto la pelle, accompagnato da forti dolori, infiammazioni e traumi alla pelle.

La forma avanzata delle vene varicose ha un quarto grado (ultimo stadio). È caratterizzato da un potente rilascio di sangue nei vasi situati nei muscoli degli arti inferiori. In questo caso compaiono i seguenti sintomi:

  • dolore quando si cammina e in uno stato calmo;
  • le vene si gonfiano e diventano cianotiche.
  • si verifica gonfiore dei piedi e dei muscoli del polpaccio;
  • crampi notturni inquietanti;
  • appaiono nodi e vene che sporgono sotto la pelle;
  • si verificano lividi e macchie rosse;
  • compaiono crepe e ulcere trofiche;
  • infiammazione, inizia la suppurazione;
  • la pelle delle gambe si asciuga e diventa ruvida e senza vita.

La manifestazione più pericolosa e dolorosa delle vene varicose avanzate è la proliferazione di "ammassi" venosi. Scoppiarono con una forte pressione o un colpo leggero, con conseguente sanguinamento.

Cosa fare con le vene varicose?

Quando vengono avviate le vene varicose, si possono formare ulcere nel sito delle vene che scoppiano, suppurazione dei tessuti, intasamento dei vasi e un aumento del numero di coaguli di sangue. In tali casi, viene prescritto un trattamento complesso:

  • dieta;
  • farmaci;
  • rifiuto di alcol;
  • esercizio moderato

Ma allo stesso tempo, la maggior parte dei medici è sicura che solo la chirurgia sia la migliore garanzia di guarigione, ma i farmaci possono solo sostenere il corpo nella lotta, far retrocedere la malattia, ma non rimuoverla completamente.

Chi contattare

Molti pazienti affetti da vene varicose si precipitano immediatamente dal terapeuta, perdendo tempo prezioso. Con la forma avanzata delle vene varicose, è necessario visitare immediatamente un flebologo – un medico attraverso le vene. Studia il lavoro dei vasi sanguigni, le patologie emergenti, i cambiamenti nel flusso sanguigno, seleziona il trattamento per rallentare la malattia. Se necessario, attirare altri specialisti.

Anche uno specialista di profilo ristretto come un angiologo è coinvolto nel trattamento delle vene delle gambe. Seleziona i farmaci, prescrive procedure fisioterapiche, diete e opzioni di indurimento. Ma questi metodi sono efficaci solo nelle fasi iniziali. Se si tratta di ulcere trofiche, sono necessarie soluzioni più radicali.

Come trattare

Esistono solo due opzioni di trattamento per le vene varicose avanzate:

La rimozione delle vene è la soluzione più efficace, ma questo approccio ha i suoi svantaggi. La maggior parte delle vene si trovano negli strati superiori dei tessuti e assorbono fino al 30% del flusso sanguigno, quindi anche la rimozione di tutte le vene problematiche non garantisce un buon risultato. Di norma, vengono tagliati solo 2-3, quindi la ricaduta non è affatto esclusa. Pertanto, prima dell'operazione, è necessario eseguire un esame del sangue, eseguire un'ecografia delle vene in modo che il medico possa vedere il quadro completo e decidere il trattamento.

Le opzioni minimamente invasive non sono meno efficaci, quindi dovresti provarle prima di decidere un'operazione.

  • Scleroterapia. Il modo più comune. Uno sclerosante viene introdotto nella vena malata con microcatetere e aghi sottili, quindi la vena si attacca e si risolve gradualmente, cadendo dal sistema di circolazione sanguigna. L'effetto dura per diversi anni, o anche per sempre, la ricaduta si verifica solo nel 25% dei pazienti.
  • Coagulazione laser. Fornisce risultati migliori rispetto alla scleroterapia, ma costa anche di più. Una speciale fibra viene iniettata nella vena, che agisce sull'area interessata dall'interno da un laser ad alta energia integrato. Vienna è saldata senza droghe, in modo più efficiente e molto più veloce. I medici ritengono che questo metodo non funzioni peggio dell'intervento di un chirurgo.
  • Microphlebectomy. L'operazione è identica nelle prestazioni. Piccole forature vengono fatte nei tessuti, che successivamente non lasciano tracce. La procedura dura circa mezz'ora, il paziente non avverte alcun dolore. Il metodo funziona bene se le vene sono gonfiate a una larghezza di 15 millimetri. L'effetto rimane a lungo. A volte è combinato con un intervento chirurgico, se ci sono molte vene colpite e non c'è modo di tagliare tutto.

Il trattamento farmacologico nella lotta contro le vene varicose avanzate non è efficace. Le compresse per le fasi 3-4 sono prescritte per bloccare la malattia, se è necessario posticipare l'operazione o quando è impossibile eseguirla per altri motivi medici.

Previsioni per le vene varicose avanzate

Se non ti occupi in tempo del trattamento delle vene varicose, le conseguenze possono essere estremamente tristi. La temperatura aumenta, la pelle diventa grumosa. Il sanguinamento dai nodi varicosi si apre, un trauma abbastanza leggero è sufficiente per far defluire il sangue in un rivolo difficile da fermare. È difficile e lungo trattare tali conseguenze.

Le vene varicose avviate possono comportare le seguenti diagnosi:

  1. Iperpigmentazione. La pelle delle gambe diventa blu scuro o nero.
  2. Lipodermatosclerosi. Il tessuto adiposo diventa duro e forma cicatrici.
  3. Eczema. Infiammazione cronica della pelle.
  4. Tromboflebite. I vasi ostruiscono i coaguli di sangue, che possono strapparsi in qualsiasi momento e portare alla morte.
  5. Ulcere trofiche. Ferite aperte e non cicatrizzanti aperte sulla pelle. Cominciano con prurito, eruzioni cutanee, quindi compaiono buchi bagnati, da cui il liquido trasuda costantemente. Gonfiore, secrezione di pus, forte dolore, le ferite praticamente non guariscono. È irto di amputazione.

Профилактика

Il trattamento delle vene varicose richiede uno sforzo costante da parte del paziente. Anche dopo un intervento chirurgico riuscito o una minima invasione, non puoi rilassarti. Per non provocare una ricaduta, è necessario aderire a tale prevenzione:

  1. Escludere il fumo e l'alcool.
  2. Non fare bagni caldi.
  3. Quanto più possibile essere al sole.
  4. Dare un'attività fisica moderata, più spesso riscaldarsi da seduti.
  5. Non indossare tacchi alti.
  6. Rispettare la dieta, meno peso, più debole è il carico sulle gambe.
  7. Non sedersi a gambe incrociate.
  8. Cammina di più.
  9. Includere nel menu frutti di mare, alghe, olivello spinoso, limone, ribes nero. Evita cibi fritti e piccanti.

I medici raccomandano anche di usare rimedi popolari per la prevenzione delle vene varicose. Sono molto efficaci nel consolidare i risultati dell'intervento chirurgico o minimamente invasione.

Le conseguenze delle vene varicose avanzate sono estremamente tristi, ma è del tutto possibile evitarle se si presta attenzione alla propria salute. La cosa principale non è disperare, la malattia è completamente curabile anche nelle fasi avanzate, un medico esperto sarà sicuramente in grado di scegliere il complesso ottimale di farmaci e procedure.

Nanovein  Cause delle vene varicose nelle giovani donne

Come trattare le vene varicose a casa

Le vene varicose sono una malattia molto pericolosa e spiacevole, che può portare a gravi conseguenze, fino alla perdita della capacità di muoversi. La patologia può verificarsi per molte ragioni. È importante sapere come trattare le vene varicose sulle gambe e quali misure preventive dovrebbero essere seguite. Per cominciare, capiremo cos'è questa malattia.

Cos'è le vene varicose?

Questa patologia è abbastanza comune. È caratterizzato dal fatto che le vene perdono il loro tono e iniziano ad espandersi dolorosamente. In questo caso, le navi sono deformate, cambiano la lunghezza. Puoi sempre notare una malattia, nonostante abbia diverse fasi di sviluppo. Il fatto è che sulla pelle è possibile vedere la rete vascolare o le vene sporgenti (l'ultimo grado di patologia).

Va notato che il più delle volte la malattia colpisce gli arti inferiori. Pertanto, parleremo di come trattare le vene varicose sulle gambe. Si consiglia di non consentire la manifestazione della patologia in generale, ma in ogni momento c'è stata una predisposizione genetica con la quale nulla può essere fatto.

Cause della manifestazione della malattia

Tra i fattori che contribuiscono allo sviluppo della patologia vi sono:

– Carico troppo forte o insufficiente sulle gambe;

– problemi con sangue e sistema cardiovascolare;

– disturbi ormonali nel corpo;

– malattie del sistema nervoso;

– malattie infiammatorie dei vasi sanguigni e degli organi interni;

– obesità e dieta malsana;

– cattive abitudini: scarsa mobilità, fumo, alcol;

Prima di imparare come trattare le vene varicose sulle gambe, è necessario comprendere il tipo di patologia e quali vasi sono danneggiati.

Come si manifesta la malattia?

Naturalmente, non può rimanere invisibile. Se hai le vene varicose sulle gambe, i sintomi possono dire molto. Tra questi ci sono i seguenti:

– dolore alle gambe, sensazione di dolore e pienezza, affaticamento;

– gonfiore della parte inferiore della gamba e dei piedi;

– sono possibili reti vascolari sulle gambe;

– crampi che si verificano più spesso di notte;

– vene dilatate con nodi che sporgono sopra la superficie delle gambe;

– indurimento e pigmentazione della pelle.

Se hai le vene varicose sulle gambe, i sintomi appariranno molto chiaramente. Tuttavia, è necessaria una diagnosi da parte di un medico.

Sintomi delle vene varicose delle vene profonde

Le navi di grandi dimensioni sono le ultime ad essere colpite. Pertanto, a questo punto, la malattia diventa più complessa. Se hai le vene varicose sulle gambe, i sintomi della malattia vascolare profonda sono:

– edema persistente degli arti inferiori, mentre le vene potrebbero ancora non apparire brillantemente;

– dolori lancinanti e doloranti su tutta la gamba;

– aumento della temperatura a 37 gradi, che può resistere a lungo;

– cianosi della pelle nelle aree interessate;

– la manifestazione di vasi deformi, arrossamento nell'area della formazione di nodi.

Caratteristiche del trattamento tradizionale della patologia

Esistono vari modi per risolvere il problema: tradizionale e non tradizionale. Il primo è di prescrivere iniezioni, farmaci per via orale e unguenti. Fondamentalmente, questi medicinali sono a base di estratto di ippocastano. Se hai le vene varicose avanzate sulle gambe, il medico ti dirà come trattarlo. Per quanto riguarda i farmaci, vengono utilizzati principalmente quelli che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni, tonificano e restringono e portano al diradamento del sangue.

Le iniezioni speciali sono ora molto popolari, con l'aiuto delle quali le navi interessate vengono semplicemente asciugate. Se hai le vene varicose ai piedi, il medico ti dirà anche come trattare le ulcere che si sono formate. Gli unguenti curativi con effetto antibatterico sono principalmente usati qui.

Se il trattamento tradizionale non aiuta, ricorrere a misure radicali. Cioè, viene eseguita un'operazione chirurgica con rimozione completa o parziale della nave interessata. A volte le vene malate devono essere sostituite con vene artificiali. Naturalmente, ogni operazione richiede un lungo periodo di recupero.

Per quanto riguarda le nuove tecnologie, è possibile risolvere il problema con un laser. Naturalmente, tale operazione è costosa, ma il recupero dopo che si verifica abbastanza rapidamente.

Fisioterapia per aiutare

Se non sai come trattare le vene varicose sulle gambe, immagina che il medico dovrebbe prescrivere una terapia complessa, che include un gran numero di procedure. Naturalmente, la fisioterapia è indispensabile.

Questo, prima di tutto, include la ginnastica terapeutica, che aiuta a rafforzare le pareti dei vasi sanguigni. Va tenuto presente che il carico deve essere minimo, ma efficace. Inoltre, potrebbero essere prescritti magnetoterapia, agopuntura, elettroforesi.

E il medico può dirti come curare le vene varicose nelle gambe con l'aiuto della compressione. Cioè, devi riavvolgere gli arti con una benda elastica o indossare speciali collant. Naturalmente, non è necessario indossarli costantemente, ma danno il loro effetto.

Trattamento alternativo di patologia

Se ti ritrovi con le vene varicose sulle gambe, i sintomi e il trattamento di questa malattia diventano un argomento importante per la riflessione. Naturalmente, ogni persona si sforza di non andare più dai medici. Tuttavia, tale percorso è falso. Il trattamento alternativo non è una panacea, ma può accelerare significativamente il recupero se usato in combinazione con preparati medici.

Ci sono molti strumenti che sono già stati testati dalle persone. Tuttavia, i seguenti possono essere considerati i più efficaci:

– Patate grattugiate o aceto di mele. Per il trattamento, basta strofinare i piedi ogni giorno con questo strumento. Tra una settimana o due sentirai sollievo. Tuttavia, tali metodi dovrebbero essere utilizzati nelle prime fasi della malattia.

– Tintura alcolica di ippocastano. Questo strumento è stato usato per molti anni dalla medicina tradizionale e alternativa. Per prepararlo, avrai bisogno di 50 g di fiori e 1 litro di vodka. Insistere, è necessario lasciare la miscela per due settimane in un luogo fresco e buio. Allo stesso tempo, si noti che l'infusione richiede un agitazione quotidiana. Devi bere il farmaco in 2 cucchiai grandi prima dei pasti per 7 giorni. Successivamente, devi fare una pausa di una settimana. Il corso viene ripetuto almeno 3 volte.

– Brodo di cipolle. Per preparare il prodotto avrai bisogno di un bicchiere di buccia tritata, 2 cucchiai di aceto di mele, 100 ml di olio d'oliva. Tutti gli ingredienti vengono accuratamente miscelati e lasciati in un luogo buio per 2 settimane. Usalo come segue: fai il bagno ogni giorno per 25 minuti. In questo caso, la miscela deve essere riscaldata.

– Pomodori verdi. Devono essere usati se le vene si sono già notevolmente espanse e gonfie. I pomodori dovrebbero essere applicati come impacco durante la notte sulle aree interessate e riavvolti con una benda. Si noti che in questo modo ci vorrà molto tempo per essere trattati. Tuttavia, il metodo è efficace.

Quindi, se hai le vene varicose ai piedi, il trattamento a casa può aiutarti a liberarti più rapidamente della patologia.

Quale dovrebbe essere il cibo?

Affinché il trattamento sia efficace, è necessario modificare la dieta. Prova a consumare cibi ricchi di vitamine E e A. Grazie a questo, sarai in grado di rimuovere il dolore e i crampi muscolari.

Prova a bere più succhi di verdura e acqua. Rimuovere completamente le bevande alcoliche, i cibi dolci e piccanti dalla dieta. Limitare l'assunzione di acqua minerale, tè e caffè. Meglio mangiare frutta e verdura. È buono mangiare spinaci e carote. Le noci sono considerate molto utili. Prova a fare giorni di digiuno per te due volte a settimana. Mangia mirtilli, fichi, olivello spinoso. Questi frutti aiutano a mettere in ordine il tuo sangue.

Per curare la malattia, preparati decotti e zuppe di ortiche, soprattutto se hai già 30 anni. Al fine di rafforzare le pareti dei vasi sanguigni, utilizzare grano e segale germogliati, uva spina, fragole, cinorrodi. Mangia pesce, manzo, granchi. Condisci le insalate solo con olio vegetale. Elimina i grassi dalla tua dieta.

Prevenzione della malattia

Se hai le vene varicose ai piedi, il trattamento, le cui recensioni sono sia positive che negative, dovrebbe essere completo. Tuttavia, è in tuo potere prevenire lo sviluppo della patologia.

Cerca di condurre una vita attiva: fai ginnastica, cammina di più, nuota e vai in bicicletta. Cerca di evitare carichi pesanti sull'arco del piede. Cioè, devi dimenticare sport come tennis, aerobica, sollevamento pesi. Non indossare abiti e scarpe troppo stretti. Se ti piacciono le scarpe col tacco alto, allora dovrebbe avere un'altezza media.

Prova a cambiare la tua posa statica il più spesso possibile. Se sei in sovrappeso, devi liberartene. Non usare farmaci che contengono troppi ormoni. Una doccia di contrasto aiuterà a prevenire l'insorgenza della malattia. Durante il sonno, le gambe devono essere leggermente sollevate in modo da poter migliorare la circolazione sanguigna.

Ora sai come curare le vene varicose nelle gambe. Sii in salute!

Lagranmasade Italia