Come trattare le vene varicose (5)

Da questo articolo imparerai: metodi per il trattamento delle vene varicose nelle gambe a casa (così come il trattamento domiciliare per le vene varicose del bacino e altri tipi di malattia). Una selezione di ricette efficaci.

L'autore dell'articolo: Victoria Stoyanova, medico di categoria 2, capo del laboratorio presso il centro diagnostico e terapeutico (2015-2016).

Le vene varicose sono una malattia cronica in cui i vasi venosi vengono allungati o allungati. Le vene varicose si verificano non solo nelle vene delle gambe (ma questa è la sua forma più comune), ma può anche svilupparsi nei vasi sanguigni di altri organi interni. Con tutte le forme di vene varicose, i metodi per trattarla a casa sono molto simili.

Un flebologo o un chirurgo vascolare conduce una diagnosi della malattia, inoltre determina come trattare la malattia in un caso particolare. Il trattamento della patologia si basa su due metodi: trattamento conservativo delle vene varicose, che viene effettuato a casa, e intervento chirurgico.

Vene varicose

A seconda del grado di sviluppo della patologia venosa, il trattamento delle vene varicose a casa può essere:

  • Il trattamento principale è solo nelle prime fasi della malattia. Cercare un aiuto medico nella fase in cui si verificano piccoli gonfiori dei piedi o quando appare un modello vascolare sulle gambe può curare la malattia a casa.
  • Terapia ausiliaria – nelle fasi avanzate della malattia, quando la patologia sviluppata richiede una terapia specializzata e gli esercizi a domicilio volti a migliorare il deflusso di sangue sono un'aggiunta necessaria al trattamento principale.
  • Misura preventiva dopo l'intervento chirurgico, prevenendo l'ulteriore sviluppo della patologia.

La base delle vene varicose è la debolezza del tessuto connettivo della parete dei vasi venosi, quindi il trattamento conservativo della malattia mira principalmente a rafforzare questa parete. Questo approccio al trattamento è fondamentale e consente di trattare le vene varicose di qualsiasi posizione: sia sulle gambe che sulle vene degli organi interni.

Inoltre, il trattamento delle vene varicose sulle gambe a casa richiede una serie di misure aggiuntive:

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Da dove viene la varicosità e come trattarla

Le vene gonfie sulle gambe possono portare a ulcere e arresto cardiaco.

Che cosa sono le vene varicose

Con le vene varicose o le vene varicose, le pareti dei vasi attraverso i quali il sangue scorre dai tessuti al cuore diventano più larghe, deformate e, peggio, svolgono le loro funzioni. Molto spesso, le vene varicose colpiscono le vene sottili esterne sulle gambe delle vene varicose e delle vene del ragno.

Normalmente, il sangue scorre attraverso le vene fino al cuore e ai polmoni, perché le contrazioni muscolari lo aiutano. Ma nessuno ha annullato la forza di gravità, è logico che il liquido scenda in un modo o nell'altro. Affinché ciò non accada e il sangue vada dove dovrebbe, le valvole esistono nelle vene. Si aprono nella direzione del flusso sanguigno e si chiudono in modo da non lasciarlo tornare alle vene varicose.

Quando le valvole non funzionano bene e non si chiudono completamente, il sangue scorre ancora nelle vene. Le navi non possono accogliere tutto questo sangue, allungarsi e iniziare a sporgere sopra la pelle con i tubercoli.

Come rilevare le vene varicose

I sintomi delle vene varicose sono generalmente visibili a occhio nudo. Queste sono vene grandi e gonfie che sono visibili sotto la pelle e assomigliano a noduli.

Non tutte le vene visibili sono malate. Nonostante il fatto che la malattia sia comune, a volte le vene visibili sono solo una caratteristica del corpo.

Le vene varicose, oltre ai segni esterni, presentano altri sintomi dell'educazione del paziente: Malattia venosa cronica: dolore e sensazione di pesantezza alle gambe.

Quando la malattia progredisce e passa a uno stadio più grave, vengono aggiunti:

  1. Gonfiore dei piedi o delle caviglie.
  2. Scolorimento della pelle sulla vena interessata.
  3. Infezioni della pelle.
  4. Ulcere vene varicose. Appare dove le vene sono maggiormente sovraccaricate. Guarisci con difficoltà.

Il medico (e il flebologo si occupa delle vene) esamina i vasi e prescrive gli ultrasuoni ai pazienti: con l'aiuto degli ultrasuoni, è possibile determinare quali valvole non funzionano, se ci sono coaguli di sangue nelle vene.

Il pericolo di vene varicose

Ma il dolore e le ulcere non sono i problemi principali. Esiste un altro pericolo che non può essere rilevato ad occhio nudo. A causa del ristagno di sangue nei vasi sanguigni, si formano coaguli di sangue – densi coaguli di sangue. Possono "attaccarsi" alla parete del vaso e restringere il suo lume, oppure possono strapparsi e viaggiare verso altri vasi con flusso sanguigno, aumentando il rischio che si ostruiscano con le vene varicose. Questa condizione si chiama tromboembolia. È molto pericoloso e può persino portare alla morte.

Perché compaiono le vene varicose

Non esiste un unico motivo che porterebbe alle vene varicose. Ma ci sono diversi fattori che aumentano i rischi:

  1. Predisposizione genetica. Senza genetica, da nessuna parte, e se i genitori soffrivano di vene varicose, c'è la possibilità di ereditarla.
  2. Paul. Le donne soffrono di vene varicose molto più spesso degli uomini. In uno studio, Prevalenza e fattori di rischio per la malattia venosa cronica nella popolazione russa generale, sono state riscontrate vene varicose nel 63% delle donne e nel 37% degli uomini in Russia.
  3. Lesioni e interventi chirurgici. Possono interferire con il funzionamento dei vasi sanguigni.
  4. Peso in eccesso. Per questo motivo, il carico sulle gambe aumenta e questo porta a problemi.
  5. Grande attività fisica. I carichi statici sono particolarmente pericolosi. Ad esempio, sedersi costantemente o stare molto è dannoso. È meglio muoversi, cambiare la posizione del corpo per far funzionare diversi muscoli.
  6. Età. Più vecchio sei, più deboli sono le pareti delle navi.
  7. Gravidanza. Lo stress e i cambiamenti aggiuntivi nel corpo aumentano il rischio di vene varicose.

Come trattare le vene varicose

Fondamentalmente, il trattamento scende per ridurre il carico sulle vene e ripristinare il flusso sanguigno. Se non ci sono sintomi e minacce spiacevoli di coaguli di sangue, il trattamento potrebbe non richiedere il trattamento delle vene varicose.

Attività fisica

L'esercizio fisico leggero, in particolare la camminata, è un buon modo per far lavorare le gambe come dovrebbero. I muscoli, che si contraggono costantemente mentre si cammina, aiutano a pompare il sangue fino al cuore e riducono la congestione.

L'esercizio moderato è anche il modo migliore (e solo provato) per prevenire le vene varicose.

L'auto-massaggio aiuta molto dalle manifestazioni delle vene varicose (puoi anche usare creme o unguenti con esso). L'esercizio più semplice non richiede affatto movimento – devi solo sdraiarti e sollevare le gambe per ridurre il gonfiore.

Lingerie a compressione

Le calze a compressione, che comprimono leggermente le gambe, non consentono fisicamente alle vene di gonfiarsi, e questo è uno dei principali metodi di trattamento delle vene varicose. Sono indossati con una forma lieve della malattia e con una grave.

Nanovein  Coagulo di sangue nel polpaccio

La biancheria varia in termini di resistenza a compressione, forma. Pertanto, prima di acquistare, è meglio consultare un medico e tenere conto delle sue raccomandazioni.

Ricorda: l'indumento di compressione viene gradualmente allungato, quindi è necessario gettarlo via dopo diversi mesi di calzini e acquistarne uno nuovo.

farmaci

Qualsiasi farmaco è prescritto da un medico. A volte hai bisogno di fondi per prevenire la formazione di coaguli di sangue, a volte hai bisogno di antibiotici per trattare infezioni o creme che aiutano a lenire la pelle irritata.

In alcuni casi, è indicato un intervento chirurgico: questo è il metodo più efficace. Le moderne operazioni eseguite mediante laser, metodo a radiofrequenza o scleroterapia vengono eseguite in anestesia locale.

Il significato di questi metodi è quello di chiudere la vena interessata. Quando non funziona, il sangue troverà una soluzione alternativa: andrà al cuore attraverso vasi profondi sani, che raramente sono sensibili alle vene varicose (sono più spessi e più forti, non sono così facili da allungare).

I vasi vengono rimossi estremamente raramente oggi e solo in casi gravi.

Quando vedere un dottore

Sempre, se noti una rete vascolare, vene gonfie o grave gonfiore alle gambe. Questo è necessario per non auto-medicare. Solo un esame aiuterà a determinare se andare in farmacia per la biancheria intima a compressione e bere farmaci per fluidificare il sangue.

Recensioni dei pazienti sul trattamento delle vene varicose: 5 storie vere

Il trattamento delle vene varicose nelle gambe è un processo che può essere eseguito con tre metodi principali: chirurgia, scleroterapia o farmaci. Anche le ricette della medicina tradizionale, gli esercizi di fisioterapia e l'uso di maglieria medica sono attivamente utilizzati come terapia.

La storia del trattamento delle vene varicose con la chirurgia di Olga, 35 anni

Ho avuto il problema delle vene varicose nelle gambe da molto tempo, dall'età di 15 anni. La malattia ha iniziato a svilupparsi a causa di sport eccessivi, più precisamente, a causa di un allenamento improprio. Inoltre, ho una cattiva eredità in questa materia. Voglio notare che le caratteristiche "stelle" non sono mai apparse in me – le vene all'interno della parte inferiore della gamba e della coscia immediatamente sporgevano.

In primo luogo, mi sono rivolto a una buona clinica nella capitale. Hanno promesso di sbarazzarsi delle vene varicose senza intervento chirurgico – con la scleroterapia. La procedura mi è stata eseguita in mezz'ora in anestesia locale. Rimasi sdraiato nella stanza per un paio d'ore, dopo di che fui mandato a casa. Qui a casa è iniziato il più terribile. Si è scoperto che ho avuto un'infezione durante la procedura di medicazione. Non era realistico provare nulla, non c'era nessuno da lamentarsi.

Complicazioni gravi sono andate nelle vene. Sono andato più volte nella stessa clinica, o mi prescrivono costose pillole o una specie di unguento, ma niente di buono. Così ho sofferto fisicamente e finanziariamente per circa sei mesi, dopo di che ho sputato su tutto e sono tornato a casa per essere curato con la medicina tradizionale. O meglio, non essere nemmeno trattato, ma liberarsi delle conseguenze del "trattamento insufficiente" della capitale.

Ho applicato foglie di cavolo e pomodori in punti dolenti. Le gravi conseguenze furono eliminate, ma le macchie scure sul sito della vena rimasero, apparentemente, per la vita già.

Sono tornato nella capitale tra un paio d'anni e ancora per le cure. Ho deciso una seconda operazione. Sono stato fortunato ad arrivare ai luminari della medicina, che mi hanno tagliato tutto ciò che era rimasto dopo il primo tentativo fallito. Si è scoperto che nei miei punti dolenti, iniziarono a formarsi delle foche, qualcosa come una ricaduta dopo il primo trattamento. In generale, hanno pulito tutto e sono rimasto soddisfatto. Non erano rimaste nemmeno grandi cicatrici dopo l'operazione – solo un paio di piccole croci sulla gamba.

Dopo qualsiasi operazione da vene varicose, è necessario indossare speciali bendaggi sulle gambe per un paio di mesi. E durante l'intervento chirurgico, tra l'altro, le vene della seconda gamba erano già visibili in me, ma il medico ha risposto che finora non è necessario fare nulla lì. Se pianifico i bambini nei prossimi 2-3 anni, è meglio farlo dopo il parto.

Indossavo collant a compressione, mi imbrattavo le vene con unguenti, ma durante la gravidanza le vene sulla seconda gamba continuavano a fuoriuscire. Sono andato per essere esaminato – hanno detto che l'operazione può essere eseguita non prima di un anno dopo la nascita. Fatto: mi sono liberato completamente delle vene varicose.

Durante il trattamento a lungo termine, che è durato anni, ho realizzato per me stesso quanto segue: i problemi con le vene sorgono a causa dell'eccesso di peso, con uno stile di vita sedentario o a causa di una predisposizione genetica. Nel mio caso, questo è l'ultimo.

Se trattate i primi sintomi – "stelle", allora dovreste farlo in diverse direzioni contemporaneamente. In primo luogo, collant speciali. Li ho raggiunti tardi, il mio grado di vene varicose non poteva essere curato da loro. In secondo luogo, le pillole. Per un appuntamento, ovviamente, è meglio andare dal medico e non automedicare. In terzo luogo, unguenti. Lyoton e Kapilar mi hanno aiutato bene.

Ancora più importante, non correre fino a dossi enormi. Altrimenti, possono essere trattati solo con un intervento chirurgico. Parlo solo per lei con la mia esperienza, nessuna sclerosi mi ha aiutato. Anche se, non escludo che sono stato semplicemente sfortunato con la clinica.

Revisione del trattamento delle vene varicose con esercizio Svetlana, 26 anni

La mia famiglia ha una ricca storia di vene varicose. Dopo la nascita del mio primo figlio, apparve una rete vascolare sulle gambe. Non è molto evidente, ma mi spaventa, dal momento che ho visto ciò che tali stelle "innocue" sulle mie gambe potevano portare. Mio padre e mia nonna avevano enormi protuberanze sulle gambe che ci perseguitavano giorno e notte. E questo non è solo un difetto estetico. Mia nonna è morta con i coni e mio padre è stato operato per rimuovere le vene varicose.

In generale, ho deciso di non iniziare e fare la profilassi. Ora provo a non indossare tacchi troppo alti, indossare collant a compressione e fare esercizi speciali.

Il complesso di esercizi è semplice:

    La posizione di partenza è sulla schiena, gambe dritte, gettiamo le mani dietro la testa su un piccolo cuscino, alziamo i gomiti in diverse direzioni. Sollevare un po 'e, a turno, piegare e piegare le gambe.

La posizione di partenza è la stessa. Le gambe dritte sono divaricate al massimo, senza sollevarle, e all'espirazione le riportiamo indietro.

La posizione di partenza è la stessa. Facciamo una "bicicletta" in aria.

Descriviamo un cerchio in aria con ogni piede.

La posizione di partenza è sul lato sinistro, la mano destra è sul retro della testa e la mano sinistra è estesa lungo il corpo. Prendi la gamba sinistra dritta verso l'alto. Ripeti l'esercizio sul lato destro.

La posizione di partenza è sul lato sinistro. Pieghiamo la gamba destra e premiamo il ginocchio sullo stomaco. Allunga la gamba e riportala il più lontano possibile. Ripeti l'esercizio dall'altra parte.

Posizione di partenza – in piedi. Eseguiamo movimenti circolari in direzioni diverse con ciascun piede.

  • La posizione di partenza è la stessa. Facciamo altalene con le gambe dritte a turno avanti e indietro. In questo caso, pieghiamo il corpo.
  • Ogni esercizio dovrebbe essere eseguito 6-10 volte.

    Faccio questi esercizi da un paio d'anni e finora le vene varicose non stanno progredendo. Spero che a livello di "stelle" si fermerà.

    Come curare le vene varicose con un laser Victoria, 34 anni, recensione reale

    Ti racconterò la mia storia sul trattamento delle vene varicose. Dopo la nascita di mio figlio, il congedo di maternità e il lavoro sedentario, ho iniziato ad avere problemi con le vene delle gambe. Inizialmente, queste erano piccole "stelle" su una gamba, poi una piccola corona tortuosa sull'altra.

    Praticamente non ho prestato attenzione a questo, e dopo due anni le mie gambe hanno iniziato a gonfiarsi fortemente. Ho iniziato a usare unguenti speciali, come Lyoton e Thrombocide, ma non hanno dato alcun effetto. Ho cercato di visitare la piscina quando possibile, ma il nuoto non mi ha più aiutato nel mio caso trascurato.

    Nanovein  Le vene varicose in 25 anni cosa fare

    Così ho sofferto per circa cinque anni e alla fine ho deciso di andare dal dottore. Non c'erano dubbi sulla scleroterapia, non mi avrebbe aiutato. All'inizio ho pensato di fare l'operazione, ma poi mi è stato consigliato di una buona clinica specializzata nel trattamento laser delle vene varicose. Ho deciso di rischiare.

    L'essenza del metodo è la seguente: una sonda viene introdotta nel lume della nave. Alla sua punta c'è un emettitore laser. Produce un raggio che agisce su una nave malata incollandolo insieme. La procedura viene eseguita in anestesia locale, è meno traumatica e presenta una piccola percentuale di complicanze.

    Non c'erano sangue, dolore, cicatrici o cicatrici. Il giorno dopo, dopo il trattamento laser, ho corso per i piani dell'ospedale, congedato per malattia. È vero, un prerequisito per tale trattamento delle vene varicose laser sulle gambe indossa calze a compressione per almeno 3 mesi.

    Ora non ci sono praticamente tracce di vene varicose. È vero, ovviamente, mantengo le gambe in buona forma, di tanto in tanto bevo medicine Antistax. Non economico, ma efficace. È anche utile fare il versamento freddo dei piedi, se possibile lo faccio più volte alla settimana. E, naturalmente, non dimenticare di nuotare. Un paio di volte a settimana vado in piscina, d'estate – in acque naturali.

    Recensione e la vera storia di come Valentina, 47 anni, ha trattato le vene varicose con impacchi

    Con l'età, le mie gambe hanno iniziato a stancarsi molto alla fine della giornata lavorativa. Per tutta la vita ho corso con i tacchi, non ci sono stati problemi con il sovrappeso, ma poi il piccolo gonfiore è iniziato la sera e ho notato una rete vascolare sulla parte inferiore della gamba. Ho frugato in Internet, mi sono reso conto che queste sono le prime manifestazioni delle vene varicose. Non avevo davvero voglia di camminare con le gambe sconnesse. Ha iniziato a cercare metodi per il trattamento delle vene varicose sulle gambe con rimedi popolari.

    Mia cognata su un forum ha trovato il modo di avvolgere le gambe con aceto di mele. Ho deciso di provarlo. Ho appena imbevuto di una garza tagliata in aceto 1: 1 diluito con acqua e applicato su punti dolenti. Avvolto sulla parte superiore con un altro strato di tessuto e cellophane. Quindi ho lasciato le gambe per un'ora e mezza. Quindi lavò via il composto e unse i piedi con una crema o unguento nutriente. La condizione principale è nessun massaggio. Con le vene varicose, è controindicato.

    Poi ho trovato un altro rimedio popolare che può essere usato per avvolgere. Questa è una tintura di fiori di ippocastano. Devi prendere 50 grammi di infiorescenze e versarle con un litro di vodka ordinaria. La miscela viene lasciata per 10 giorni in un luogo buio. Ogni giorno, dovrebbe essere agitato o mescolato.

    Quindi il prodotto viene filtrato e la tintura viene impregnata di garza, che avvolge la gamba dolorante. Metti uno strato di pellicola trasparente sulla garza. Quindi devi camminare per circa un'ora. Quindi lavare il farmaco con acqua fredda. È meglio eseguire la procedura di notte, prima di coricarsi.

    Puoi anche prendere la tintura all'interno parallelamente agli involucri. La dose raccomandata è di 30 gocce tre volte al giorno. Il corso di tale trattamento è di 3 settimane. Quindi puoi fare una pausa di cinque giorni e ripetere il corso.

    La castagna è un buon rimedio che aiuta a risolvere i coaguli di sangue, rafforza la parete vascolare e riduce la coagulazione del sangue.

    Quindi, combinando i metodi, sono stato trattato per circa due mesi. Dopo una settimana di avvolgimenti, ho sentito una vera leggerezza nelle gambe. L'effetto massimo è diventato evidente da qualche parte in un mese. Il gonfiore è sparito, le gambe diventano meno stanche e la maglia è diventata quasi invisibile.

    Ora prendo più attenzione alle mie gambe, conduco periodicamente impacchi preventivi e bevo tintura di castagne. Di tanto in tanto bevo Ascorutin su consiglio di un medico. Rafforza le pareti dei vasi sanguigni. Grazie a Dio, non ci sono state operazioni.

    La storia del trattamento delle vene varicose con bagni di fango Alexander, 43 anni

    Ho lavorato come cameraman per oltre 20 anni. Nel corso degli anni, ha acquisito non solo abilità, ma anche molte cattive abitudini e disturbi professionali. Trascorro gran parte della mia vita seduto dietro la telecamera. Fumo anche molto e bevo alcolici di volta in volta. Ovviamente, tutti questi fattori sono diventati decisivi e hanno portato alla malattia.

    Un paio d'anni fa in estate sono tornato a casa tardi, faceva molto caldo. Arrivato a casa, sono andato a letto, ma prima ho acceso il condizionatore d'aria. Al mattino mi sono svegliato con un forte dolore alle gambe. Ha cercato di capire cosa potesse averla causata – non è caduto, non è andato a fare sport il giorno prima. Quindi si ricordò del condizionatore d'aria e si rese conto che, ovviamente, la ragione era in esso. Ho deciso di avere il raffreddore. Inizialmente ha provato a superare la malattia da solo – ha preparato lozioni dalle erbe, si è massaggiato i piedi con l'alcol. Ma non è stato più facile, le gambe mi facevano male, così non sapevo come lavorare.

    Una settimana dopo l'inizio del dolore, c'era la necessità di assumere antidolorifici. Poi ho deciso che era tempo di andare in ospedale.

    Il primo medico mi disse che probabilmente ero solo stanco e che dovevo riposare. Immagina, riesco a malapena a rimettermi in piedi per il dolore, e mi dicono: sdraiarsi sul divano.

    Il secondo medico ha immediatamente detto che devi andare in ospedale. Ma non volevo andare in ospedale senza nemmeno una diagnosi. E solo il terzo specialista ha inviato una vena ecografica. Successivamente, mi è stato finalmente diagnosticato un varicose. Questo, francamente, è stata una sorpresa completa per me. Si è scoperto che avevo una predisposizione a questo disturbo e l'ipotermia ha provocato un'esacerbazione. Il medico che ha fatto la diagnosi ha consigliato di andare in chirurgia.

    Ho provato con tutte le mie forze a ritardare l'intervento chirurgico e cercavo vari modi per curare le vene varicose sulle gambe. Ho deciso di ricorrere a metodi popolari. Ha fatto i bagni dall'infuso di menta e tiglio. Ogni sera ho abbassato le gambe per 15 minuti in una composizione così calda. È diventato un po 'più facile, ma mi sono reso conto che non era abbastanza.

    Poi ho trovato un'altra ricetta. Era un decotto di diverse erbe che doveva essere assunto per via orale. Ho bevuto ogni giorno, ma se le condizioni miglioravano, non di molto. Il mio medico ha detto che le erbe non sono una cura. Certo, a fondo ho capito che aveva ragione, ma non volevo davvero fare l'operazione.

    Il dottore mi ha fissato una scadenza: alla fine dell'estate facciamo un secondo esame e prendiamo una decisione sull'operazione. Mi restava quasi un mese. Decisi di non sprecarlo e andai in Crimea su laghi di fango.

    Ogni giorno andavo "nella terra". Alla fine della prima settimana mi sentivo significativamente meglio. Quindi ho "imbrattato" ogni giorno per tre settimane. Alla fine della terapia con il fango, il dolore era finalmente diminuito. Tornando a casa, ero sicuro di non aver bisogno di un intervento chirurgico. Quando fui esaminato, il mio dottore rimase piuttosto sorpreso e definì la mia guarigione un miracolo.

    Voglio aggiungere che la cosa principale non sono tanto i metodi di trattamento quanto il sincero desiderio di recuperare. L'ho avuto e mi ha aiutato a guarire. Sono andata a letto e mi sono svegliata pensando di essere in buona salute e non avevo bisogno di alcun intervento chirurgico. Ovviamente, i pensieri positivi sono la chiave per il recupero.

    Come trattare le vene varicose – guarda il video:

    Lagranmasade Italia