Come trattare le ulcere trofiche

Nonostante l'apparente abbondanza dei metodi proposti di prevenzione e cura, questo problema rimane estremamente urgente.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Ulcere trofiche e cause del loro aspetto

Ulcera trofica: una ferita aperta sulla parte inferiore della gamba o del piede, che non guarisce per più di 6 settimane. Nonostante l'apparente abbondanza dei metodi proposti di prevenzione e cura, questo problema rimane estremamente urgente.

Tra le ragioni che portano allo sviluppo di ulcere trofiche, secondo studi scientifici, le più comuni sono ulcere varicose – 52 percento, arteriose – 14 percento, miste – 13 percento e post-tromboflebite – nel 7 percento dei casi.

Una terapia sistemica e locale impropria può portare a un processo cronico e persino alla diffusione di un focus purulento ben oltre la sua localizzazione primaria. Spesso si possono vedere pazienti in cui i primi segni di formazione di ulcera trofica venosa sono comparsi nella caviglia esterna o interna e dopo qualche tempo questa ulcera ha già occupato quasi l'intera superficie della parte inferiore della gamba come un "golf". Nel processo purulento-infiammatorio, possono essere coinvolti non solo la pelle e il tessuto sottocutaneo, ma anche i muscoli e persino le ossa.

Nanovein  Cause, sintomi, effetti della chirurgia delle vene varicose

Come vengono trattate le ulcere trofiche?

Nel trattamento delle ulcere trofiche, è sempre necessario un approccio integrato, finalizzato principalmente all'eliminazione della causa principale: la malattia che ha causato la comparsa dell'ulcera. Altrimenti, in ogni terzo caso, l'ulcera non può essere completamente guarita e in ogni secondo caso, dopo la dimissione del paziente dall'ospedale, si osserva una ricaduta.

Qualsiasi ulcera trofica richiede anche una terapia locale. Sfortunatamente, a causa di varie circostanze, il trattamento spesso non viene eseguito in ambito ospedaliero. La stragrande maggioranza dei pazienti, di norma, viene prescritta una terapia conservativa, il trattamento viene effettuato utilizzando farmaci che non tengono conto di tutte le caratteristiche della malattia, lo stadio del processo della ferita e la composizione delle specie della microflora.

Antisettici per il trattamento delle ulcere trofiche

Durante l'esame batteriologico, S. aureus, S. epidermidis, Ps. Si trovano più spesso nelle ulcere. aeruginosa, Proteusspp., Spesso vi è un'infezione fungina e persino microrganismi anaerobi che non formano spore: peptococchi, peptostreptococchi, microbi del gruppo fragilis, ecc. Con questa composizione di microflora, il rischio di sepsi è costantemente elevato nella lesione.

Lo studio della sensibilità di questi microrganismi a vari agenti antimicrobici mostra spesso che questi ceppi sono resistenti anche ai moderni antibiotici ad ampio spettro. L'eccezione è un piccolo gruppo di antisettici moderni (soluzione di iodopiron, soluzione di diossidina, soluzione di miramistina). Un'alta attività è inoltre mantenuta da preparati contenenti argento (nitrato d'argento, medicazioni con argento puro o ionizzato, crema con solfatazolo d'argento, ecc.).

Quali sono i rischi degli antibiotici nel trattamento delle ulcere trofiche?

Allo stesso tempo, l'uso irragionevole di antibiotici porta spesso alla sensibilizzazione del corpo, allo sviluppo di gravi reazioni allergiche, fino alla morte. Fino all'80% dei pazienti con ulcere trofiche presenta complicanze dermatologiche come contatto o dermatite allergica, eczema.

Nanovein  Hirudoterapia per le vene varicose

L'uso di antibiotici sistemici senza regolare monitoraggio batteriologico, senza prescrizione di farmaci antifungini durante l'intero periodo della terapia antibiotica spesso porta alla comparsa di microrganismi e funghi stabili nelle ulcere, il che riduce significativamente le possibilità di recupero.

Un trattamento efficace per le ulcere trofiche

Dell'enorme numero di metodi proposti per il trattamento locale delle ulcere trofiche, può essere proposto il seguente metodo.

In un processo infiammatorio acuto, la superficie dell'ulcera e i tessuti circostanti vengono trattati con una soluzione di iodopironio all'1%, anche la pelle degli spazi interdigitali e delle unghie viene trattata con cura, a causa della possibile presenza di infezione fungina. In caso di intolleranza ai preparati di iodio, può essere raccomandata una soluzione allo 0,2% di lavacept, una soluzione di prontosan.

Successivamente, uno strato sottile di crema di argosulfan, che include argento sulfatiazolo, viene applicato sulla superficie dell'ulcera e sulla pelle cambiata intorno. A causa dell'ampia gamma di attività antimicrobica del farmaco, non è necessaria un'ulteriore prescrizione di antibiotici. Oltre all'effetto antimicrobico, il farmaco ha anche una proprietà curativa della ferita, grazie agli ioni d'argento, che accelerano l'epitelizzazione della ferita. L'elevata efficacia di Argosulfan è stata confermata anche da studi clinici.

La medicazione viene cambiata quotidianamente o a giorni alterni, a seconda di quanto sia bagnata. La scarsa solubilità del sale d'argento di sulfatiazolo consente di mantenere una concentrazione costante del farmaco nei tessuti dell'ulcera. La base idrofila della crema di Argosulfan fornisce il suo effetto analgesico e una buona tolleranza.

Indubbiamente, nel trattamento di pazienti con ulcere trofiche venose, si dovrebbe ricordare il bendaggio di compressione obbligatorio degli arti con bendaggi elastici.

L'uso di Argosulfan nel trattamento locale delle ulcere trofiche consente di annullare il processo di infezione nella ferita e ridurre il dolore, e l'accelerazione dell'epitelizzazione porta alla rapida guarigione della superficie della ferita.

Lagranmasade Italia