Come si formano le ulcere trofiche con le vene varicose

! IMPORTANTE Per aggiungere un articolo ai segnalibri, premere: CTRL + D

Puoi porre una domanda a un MEDICO e ottenere una RISPOSTA GRATUITA compilando un modulo speciale sul NOSTRO SITO a questo link >>>

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Trattamento delle ulcere trofiche con vene varicose

Le ulcere trofiche con vene varicose sono una lesione patologica degli strati superficiali dell'epidermide, caratterizzata dalla comparsa di ferite non cicatrizzanti e suppurazioni umide. Il pericolo sta nel fatto che con la progressione del processo infiammatorio, si diffonde più in profondità e colpisce le aree sane del corpo. In alcuni pazienti, le ferite potrebbero non guarire per più di due mesi, la patologia è anche chiamata ulcera venosa attiva o aperta.

È possibile sospettare che una persona abbia sviluppato un'ulcera trofica in base a sintomi caratteristici, tra i quali uno dei principali è il luogo di localizzazione – l'estremità della gamba (livello superiore). L'espressione stessa ha una forma rotonda e i suoi bordi sono bordati da un solco irregolare. Guardando in profondità nella formazione, puoi notare la presenza di ulcere e il contenuto corrispondente, nonché un odore sgradevole, in fondo ci sono granuli. La superficie della ferita è rossa ed è ruvida al tatto, accompagnata da prurito.

Ci sono due ragioni principali per la comparsa di un'ulcera trofica: diabete mellito e vene varicose di uno stadio avanzato. Si verificano sullo sfondo della distruzione delle pareti vascolari, che si verifica con malnutrizione, metabolismo e circolazione sanguigna impropria.

Sfortunatamente, anche nella medicina moderna, il trattamento delle ulcere trofiche è un processo piuttosto complicato e lungo. È molto importante che una tecnica terapeutica sia sviluppata da uno specialista esperto.

L'algoritmo di trattamento farmacologico è il seguente:

  1. L'uso di antisettici. Ogni giorno è necessario trattare la superficie della ferita con agenti antisettici. Riducono significativamente il processo di suppurazione e prevengono anche un aumento della colonia di batteri patogeni. Molto spesso, la soluzione di furacilina viene utilizzata per questi scopi, ma può anche essere usata Miramistin.
  2. Uso di fondi con un effetto curativo. Tali farmaci sono parte integrante del trattamento, perché è necessario assicurarsi che l'ulcera guarisca il più rapidamente possibile. Spesso i medici prescrivono fondi sotto forma di unguenti che migliorano la rigenerazione dei tessuti, hanno un effetto calmante e alleviano l'irritazione. Gestisce perfettamente questo Levomikol.
  3. Farmaci generici. È necessario avere un effetto complesso sulla condizione, quindi sono sicuramente prescritti farmaci antinfiammatori e battericidi, nonché venotonici, che aiutano a migliorare il tono vascolare e ridurre il rischio di coaguli di sangue.
  4. Vitamine. Per rafforzare il sistema immunitario e ripristinare la funzione protettiva del corpo, i medici raccomandano di assumere complessi multivitaminici. Si noti inoltre, con l'aggiunta di infezioni respiratorie acute anche lievi, il decorso della malattia di base è significativamente complicato.
  5. Agenti antibatterici. Spesso i medici prescrivono il farmaco Argosulfan, che contribuisce al rapido sollievo del processo di suppurazione.

Non è fortemente raccomandato selezionare in modo indipendente i farmaci per il trattamento. È indispensabile consultare un medico per un problema che, sulla base del quadro clinico, prescriverà il farmaco corretto.

Le ulcere varicose possono anche essere trattate con un intervento chirurgico. Tutte le procedure di questo piano sono finalizzate alla rapida guarigione delle ferite istruite. Per correggere l'emodinamica venosa in medicina, vengono utilizzate tecniche minimamente invasive: EVLO (obliterazione laser endovenosa) e RFO (obliterazione a radiofrequenza).

Se le condizioni del paziente sono gravi e il processo patologico è in una forma trascurata, o la fase iniziale procede con complicazioni, si consiglia di rimuovere la superficie dell'ulcera, compresi i tessuti circostanti, a strati. Successivamente, la dermoplastica viene necessariamente eseguita, è anche possibile condurla insieme a EVLO.

Esiste un altro metodo di terapia, che si chiama scleroterapia con microfoam. Solo grazie ad esso può liberarsi completamente delle vene varicose, dopo di che si formerà un'emodinamica positiva per chiudere le ulcere trofiche. L'essenza dell'intervento è l'iniezione di uno sclerosante nella cavità della vena interessata, sotto l'influenza della quale si dissolve il rivestimento interno della vena, e quando entra in contatto con il rivestimento centrale della parete, si fondono, il che porta all'arresto circolatorio in questa zona.

A seconda della concentrazione e del tempo di contatto dello sclerosante con la vena, il risultato sarà migliore o peggiore. Fino a poco tempo fa, la sostanza veniva utilizzata in forma liquida, a causa della quale veniva rilasciata abbastanza rapidamente insieme al flusso sanguigno. Ma quando si utilizza una sostanza schiumosa, il flusso sanguigno si chiude rapidamente e l'area della sua distribuzione è molte volte più elevata. Per questo motivo, è in contatto con la parete venosa per 10 minuti. Per ottenere il massimo effetto non saranno necessarie più di 2 procedure e tre iniezioni.

La scleroterapia è efficace anche per le lesioni delle vene di grandi dimensioni e la procedura stessa è controllata da una macchina ad ultrasuoni.

Puoi curare la malattia in combinazione con metodi non tradizionali. Puoi influenzare la pelle colpita a casa come segue: usa oli naturali di origine vegetale, uova fatte in casa, miele (se non c'è allergia), succo di aloe e Kalanchoe, perossido di idrogeno e infusi di piante medicinali.

Come efficace agente curativo per le ferite, è noto unguento al miele. Per prepararlo, devi prendere un cucchiaio di miele fresco fatto in casa e aggiungere proteine ​​da un uovo di gallina, lasciare il composto per 3 ore. Dopo il tempo assegnato, è necessario prendere la massa risultante e applicarla sulla superficie dell'ulcera, dopo di che la superficie della ferita deve essere avvolta con cellophane o pellicola trasparente e avvolta con un panno caldo. L'impacco deve essere indossato senza rimuoverlo per otto ore, quindi rimosso, risciacquare tutto e applicarne uno nuovo. Dopo 7 procedure, si noterà che l'ulcera ha iniziato a guarire.

Inoltre, per un migliore effetto e per prevenire la diffusione dell'infezione, è necessario trattare la ferita prima di applicare l'impacco con un decotto di camomilla o calendula da farmacia.

Metodi di trattamento delle ulcere trofiche in pazienti con vene varicose degli arti inferiori

La comparsa di ulcere trofiche sulle gambe è considerata la complicazione più pericolosa e grave delle vene varicose. La loro formazione è accompagnata da necrosi tissutale, grave infiammazione e sviluppo di ferite profonde non cicatrizzanti sulla superficie della pelle. Affinché il trattamento delle ulcere trofiche dia un risultato positivo, il medico deve non solo interrompere il processo di infiammazione, ma anche normalizzare la circolazione sanguigna nelle gambe.

Metodi di terapia

Il regime di trattamento per le ulcere trofiche degli arti inferiori è compilato individualmente per ciascun paziente. Dipende dalla causa e dal progresso della malattia. Per ridurre al minimo i sintomi della stasi venosa e per evitare la ricaduta, viene effettuata una lotta contro le vene varicose allo stesso tempo. L'intero corso terapeutico dovrebbe consistere in farmaci e fisioterapia e, se necessario, intervento chirurgico. Ecco un esempio di regime terapeutico per ulcere trofiche inedite:

  • Nella fase del processo di infiammazione e necrosi tissutale, i cambiamenti trofici della pelle sono trattati con antibiotici. Affinché il trattamento sia efficace, viene effettuata un'analisi per determinare il tipo di microflora patogena e la sua sensibilità a un particolare farmaco antibatterico. Allo stesso tempo, la cosa principale è trattare e lavare correttamente le ferite al fine di evitare l'insorgenza di un'infezione batterica secondaria.
  • Il prossimo passo è la normalizzazione del deflusso di sangue, che contribuisce alla guarigione e al ripristino dell'epitelio cutaneo degli arti inferiori. Se l'area della ferita non supera i 10 centimetri quadrati, il paziente ha la possibilità di liberarsi con successo di un'ulcera trofica sulle gambe senza usare l'innesto cutaneo. Le aree interessate continuano a essere trattate con antisettici e viene utilizzata una rete di cera come medicazione, che non si attacca alla ferita.
  • Al terzo stadio, i tessuti iniziano a riprendersi e le ulcere trofiche vengono gradualmente rafforzate da croste, sotto le quali appare una sottile striscia di epitelio. Deve essere protetto da vari danni. Inoltre, un gel o unguento che promuove la guarigione viene applicato quotidianamente sulla zona interessata della pelle delle gambe (Bepanten, Mefenat).
Nanovein  Chirurgia delle vene varicose delle gambe (2)

Per i pazienti con ulcera trofica degli arti inferiori, il medico può prescrivere terapia laser, procedure UVR, plasmaferesi e ultrafiltrazione del sangue. Se la gamba con vene varicose è colpita da ulcere trofiche estese e profonde, viene eseguita la chirurgia.

La terapia laser sta guadagnando sempre più popolarità ogni anno.

Terapia farmacologica

Il trattamento farmacologico e l'eliminazione delle ulcere trofiche formate sulle gambe con vene varicose possono essere eseguite sia in modo indipendente (nelle fasi iniziali), sia in combinazione con un intervento chirurgico. La terapia farmacologica è divisa in diversi passaggi, a seconda del progresso della malattia.

In primo luogo, vengono prescritti antibiotici ad ampio spettro e farmaci antinfiammatori non steroidei (Diclofenac, Ketoprofene). Quindi, le iniezioni endovenose di farmaci che prevengono i coaguli di sangue (pentossifillina) vengono aggiunte al regime di trattamento, che è particolarmente importante per le vene varicose degli arti inferiori e un farmaco antiallergico (Suprastin, Tavegil).

Inoltre, il trattamento farmacologico ha lo scopo di purificare l'area interessata della gamba da batteri e cellule morte. Per questi scopi, utilizzare soluzioni antisettiche (furacilina, miramistina, clorexidina). E quando si applica una benda, viene utilizzato uno speciale unguento terapeutico (Levomikol, Solcoseryl, Actovegin).

Dopo l'inizio della fase di guarigione, nel trattamento compaiono cambiamenti. Per il trattamento delle ulcere trofiche sulle gambe, anziché terapeutico, viene utilizzato un unguento curativo. E sulla superficie danneggiata imporre rivestimenti speciali (Sviderm, Algipor). Successivamente, tutto il trattamento farmacologico è diretto ad eliminare le vene varicose, che hanno provocato la formazione di ulcere trofiche.

Metodi chirurgici

Durante la procedura chirurgica, i tessuti soggetti a necrosi vengono eliminati e il focus dell'infiammazione viene rimosso. Se si formano ulcere trofiche profonde con vene varicose degli arti inferiori, viene utilizzata una pompa a vuoto per pulirle da batteri patogeni e cellule morte. Permette non solo di eliminare il pus o il gonfiore, ma anche di ridurre le dimensioni dell'ulcera a causa dell'aumento del flusso sanguigno. Inoltre, per curare l'area interessata della pelle sulla gamba, viene eseguito il curettage (curettage).

Se si formano ulcere trofiche profonde con vene varicose degli arti inferiori, viene utilizzata una pompa a vuoto per pulirle da batteri patogeni e cellule morte.

Nel caso in cui il trattamento di un'ulcera trofica sulla gamba non abbia dato un risultato, applicare metodi come:

  • Il cateterismo è particolarmente rilevante per ferite profonde e piangenti.
  • Rimuovendo l'osso metatarsale e l'articolazione adiacente senza violare l'integrità del piede, allo stesso tempo, il problema dei focolai di infezione ossea e l'eccessiva pressione è completamente risolto.
  • Se l'ulcera trofica delle estremità inferiori è diventata troppo estesa (più di 10 centimetri quadrati), quindi trattarla ulteriormente con metodi conservativi è inutile, è necessario eseguire la chirurgia plastica della pelle. La sua essenza risiede nell'asportazione del tessuto interessato e nel successivo trapianto di pelle prelevato da un altro sito nell'area della ferita.

I medici preferiscono trattare le ulcere trofiche degli arti inferiori con vene varicose con metodi minimamente invasivi, a differenza delle operazioni aperte, sono meno traumatiche e presentano molti vantaggi.

Medicazioni di fisioterapia e compressione

Nella fase di guarigione, i medici conducono la fisioterapia per migliorare l'effetto delle procedure mediche. Il metodo più popolare è la terapia laser. Si basa sull'uso di raggi laser che possono eliminare i disturbi della circolazione sanguigna durante le vene varicose, nonché accelerare la guarigione degli arti inferiori anche con un'estesa ulcera trofica. La procedura viene eseguita attraverso forature, che eliminano gravi danni alla pelle.

Inoltre, l'area della pelle colpita da ulcere trofiche è influenzata dalla magnetoterapia. Ha proprietà vasodilatatorie, analgesiche e decongestionanti. Insieme a questa procedura, al paziente possono essere prescritte radiazioni ultraviolette e ozono terapia.

L'uso di biancheria intima e medicazioni a compressione è un componente essenziale del trattamento delle ulcere trofiche degli arti inferiori con vene varicose. Devi indossarli costantemente e cambiarli ogni giorno. Attenzione, usare biancheria intima a compressione è possibile solo durante il periodo di guarigione; se c'è una ferita aperta sulla gamba, è vietato qualsiasi spremitura.

La medicina tradizionale

È possibile trattare le ulcere trofiche con vene varicose che si sono già sviluppate con rimedi popolari solo in combinazione con la terapia prescritta dal medico curante. Il trattamento della pelle colpita è facilitato dal trattamento della zona interessata con unguenti, decotti e tinture medicinali. Ecco alcune ricette:

  • Il succo di cavolo o barbabietola allevia bene l'infiammazione. Per fare questo, macina le verdure e spremi la massa risultante.
  • Alle lesioni purulente degli arti inferiori 2 volte al giorno, vengono applicate le foglie schiacciate della medunica.
  • Puoi anche lubrificare l'area della gamba con un'ulcera trofica di olio di olivello spinoso.
  • Un forte decotto di eucalipto è adatto per la disinfezione.

Il succo di barbabietola allevia bene l'infiammazione.

Qualsiasi trattamento con rimedi popolari dovrebbe essere effettuato solo dopo aver consultato un medico. L'automedicazione porta allo sviluppo di complicanze, può causare ripetute violazioni della pelle con la formazione di nuove ulcere trofiche.

Misure preventive

Anche dopo un ciclo completo di trattamento e liberarsi della malattia, la ricaduta è possibile, quindi la prevenzione della malattia è una misura obbligatoria. È vero, con l'intervento chirurgico, una nuova formazione di ulcere trofiche è praticamente esclusa. In altri casi, prima di tutto, dovrebbe essere effettuata la prevenzione della malattia di base – le vene varicose.

Le persone con vene varicose degli arti inferiori dovrebbero indossare biancheria intima a compressione per tutta la vita. Se il lavoro di un paziente con vene varicose è associato a un carico prolungato sulle gambe, è meglio cambiarlo, altrimenti le ricadute sono inevitabili. Oltre a queste misure, la prevenzione delle ulcere trofiche comprende:

  • Cura dei piedi approfondita.
  • Mancanza di cattive abitudini
  • Rispetto della dieta terapeutica.
  • Terapia fisica quotidiana.
  • Passare le ispezioni di routine 2 volte all'anno.

Il trattamento e la prevenzione delle ulcere trofiche sulle gambe devono essere eseguiti solo sotto la supervisione di uno specialista. Senza un'adeguata terapia, il tessuto interessato può degenerare in maligno e portare all'oncologia.

Perché le ulcere trofiche si formano con le vene varicose e come curarle?

L'ulcera varicosa, come suggerisce il nome, è un difetto cutaneo che si sviluppa a causa di disturbi trofici (nutrizionali) in una certa area della pelle. Di regola, soffrono gli arti inferiori (piedi, gambe, fianchi – gambe). Meno comunemente, le mucose. A seconda della natura e della profondità di penetrazione del processo patologico, le ulcere trofiche (varicose) variano.

Forse un danno superficiale allo strato dermico, in questo caso soffre solo l'epidermide, e possibilmente la distruzione profonda del tessuto, fino al raggiungimento dell'ipoderma (strato interno della pelle). In tutti i casi, le ulcere peptiche rappresentano un rischio significativo per la salute.

Cosa devi sapere su una malattia così difficile?

Le cause dell'aspetto e dello stadio della malattia

L'ulcera varicosa è considerata una malattia polietiologica e multifattoriale. Ciò significa che un intero gruppo di fattori prende parte alla formazione di difetti.

Quali sono le principali cause del problema?

  • Prima di tutto, è l'aterosclerosi obliterante degli arti inferiori. Durante il processo patologico, il colesterolo si deposita sulle pareti delle strutture circolatorie. Forma delle cosiddette placche. Causano occlusione (restringimento) del lume delle arterie, provocando un deterioramento della nutrizione dei tessuti. La pelle al posto di insufficiente afflusso di sangue si secca, si ricopre di ulcere.
  • Vene varicose o, altrimenti, insufficienza venosa-linfatica. Le ulcere trofiche con vene varicose si formano più spesso. Il fatto è che con questa malattia si verifica l'ischemia dei tessuti. Il sangue venoso a causa dell'interruzione delle valvole dei vasi sanguigni non può fuoriuscire dai tessuti, l'arteria non può fluire verso la "destinazione". Ipossia e ischemia derivano da insufficiente alimentazione dei tessuti. In primo luogo, si sviluppano piccole ferite e quindi grandi difetti ulcerativi.
  • Trombosi venosa profonda. Il meccanismo di formazione dell'ulcera in questo caso è simile a quello delle vene varicose. Viene di nuovo l'insufficienza veno-linfatica. Questa volta ciò accade a causa di un intasamento del lume delle strutture che riforniscono il sangue di un trombo – un coagulo di sangue.
  • Lesioni infettive e infiammatorie della pelle in combinazione con una delle patologie di cui sopra. Si osserva un complesso processo patologico. Molti tipi di microrganismi patogeni, ad esempio la flora piogena (stafilococchi, streptococchi) possono distruggere i tessuti tegumentari ed epiteliali e, a causa dei processi di ischemia e ipossia, la rigenerazione diventa inadeguatamente lenta. Il risultato è un'ulcera varicosa non cicatrizzante.
  • Diabete mellito e altre malattie di natura angiopatica. Con lo sviluppo del diabete mellito, si osserva un restringimento patologico dei vasi sanguigni. Il risultato di questa condizione è la mancanza di flusso di sangue arterioso, ricco di ossigeno e sostanze nutritive.

Esistono altri fattori che determinano indirettamente la formazione di difetti ulcerativi trofici. Tra questi, secondo la ricerca medica:

  • Appartenente al sesso femminile. Il rapporto tra il sesso più giusto e gli uomini è determinato da un rapporto di 2: 1 (circa). Apparentemente, un eccesso di estrogeni e uno sfondo ormonale instabile svolgono un ruolo nella formazione delle ulcere.
  • Età. L'età media dei pazienti è di 60 anni. In giovane età, le ulcere trofiche si formano raramente e regrediscono spontaneamente più spesso.
  • Predisposizione ereditaria Se c'era una persona nella famiglia che soffriva della malattia descritta, la probabilità di un'ulcera nel fenotipo di un particolare paziente è del 25%, in presenza di due o più parenti – circa il 50%. Fortunatamente, non sono le stesse patologie ad essere ereditate, ma solo la predisposizione ad esse, in particolare, le caratteristiche dei sistemi circolatorio ed endocrino.
  • Mancanza di esercizio fisico. Mancanza di mobilità. Provoca il ristagno di sangue negli arti inferiori. Fortunatamente, questo fattore viene facilmente corretto mediante la prevenzione.
  • Gravidanza e altre condizioni ormonali di picco. Come puoi capire, i rappresentanti del sesso più debole sono più suscettibili alle fluttuazioni del background ormonale. Pubertà, menopausa, inizio del ciclo mestruale: questi sono fattori indiretti nella formazione di un'ulcera trofica o nella sua ricaduta.
  • Sforzo fisico pesante.
  • Disturbi dell'immunità
Nanovein  Metodi di chirurgia per le vene varicose nelle gambe

In alcune situazioni cliniche, non è possibile stabilire la causa esatta della formazione del difetto dell'ulcera, che è associata al decorso latente della malattia di base.

! importante Una caratteristica del processo in esame è l'impossibilità quasi completa della sua regressione indipendente, ad eccezione di rari casi. Affinché l'ulcera trofica passi, la causa principale che l'ha causata deve essere eliminata. Pertanto, è sempre secondario alla malattia di base.

La formazione di un'ulcera trofica

Questo non è un processo istantaneo o spontaneo. Passa attraverso diverse fasi:

  • Al primo stadio, appare un punto cianotico, biancastro o rossastro. Ti rende consapevole di prurito, bruciore, dolore lieve. La pelle nel sito della lesione si gonfia, diventa lucida, come se fosse lucida, il che è insolito per una copertura cutanea sana. Il primo stadio dura da 1 a 40-42 giorni e termina con la formazione di un difetto ulcerativo a tutti gli effetti.
  • Al secondo stadio, si verifica la necrotizzazione (morte e successivo rigetto del tessuto morto) del derma e dell'ipoderma (grasso sottocutaneo). I bordi del difetto sono uniformi, nitidi, lisci. C'è una separazione attiva di essudato purulento, mucoso o sanguinante con un odore sgradevole. Questo è un contenuto necrotico. Il suo aspetto testimonia a favore di un processo di vasta portata. La clinica è diversa. L'ulcera prude dolorosamente, prude, sanguina costantemente. Questo è un cancello aperto per l'infezione, quindi è probabile che la ferita venga nuovamente infettata con lo sviluppo di un danno tissutale massiccio (inclusi flemmone e cancrena gassosa completa). È possibile la manifestazione di sintomi generali, come ipertermia, segni di intossicazione generale del corpo. La durata di questa fase della malattia è di circa 1-2 mesi.
  • Terzo stadio. Il più significativo in termini di probabile minaccia alla vita e alla salute del paziente. Durante questo periodo, si osserva una lesione profonda dei tessuti molli. La ferita “calcia fuori” fino all'osso. La probabilità di cancrena aumenta molte volte. Il terzo stadio del decorso dell'ulcera trofica è il più sfavorevole in termini di prognosi. È richiesto un trattamento chirurgico obbligatorio.
  • Quarta fase La fase di regressione. Si nota estremamente raramente, in non più del 3-5% di tutte le situazioni cliniche. Durante questo periodo, iniziano le cicatrici spontanee della ferita, la sua epitelizzazione. Durante questo periodo, è particolarmente importante prescrivere un trattamento di supporto. La durata della fase di guarigione è indefinitamente lunga.

Diagnosi di ulcere varicose

Dal punto di vista della diagnosi, l'ulcera varicosa presenta alcune difficoltà. In circa il 12% dei casi, come notato sopra, non è possibile determinare la causa principale delle lesioni trofiche degli arti o delle mucose.

In presenza di ulcere varicose, si consiglia di consultare un flebologo o almeno un chirurgo. Alla consultazione iniziale, viene condotto un sondaggio orale del paziente per i reclami, la loro natura e limitazione. È importante identificare tutti i sintomi, condurre una valutazione visiva del difetto dell'ulcera che circonda le vene, raccogliere un'anamnesi (identificare cosa e quando una persona era malata prima di contattare uno specialista).

È possibile che già in questa fase venga identificata la causa principale della patologia. Almeno, il medico sarà in grado di fare un quadro approssimativo della malattia.

Per la verifica (conferma) della diagnosi, vengono assegnati i seguenti studi di natura profilo:

  • Emocromo completo. L'eritrocitosi indica un aumento della viscosità del sangue, che causa il suo scarso deflusso. Leucocitosi – un processo infiammatorio.
  • Biochimica del sangue. Ti permette di valutare glucosio, colesterolo.
  • Una macchia da un'ulcera. È necessario valutare la natura dell'essudato. Forse contiene microrganismi patologici, che sono diventati la causa principale della distruzione del derma.
  • Dopplerografia dei vasi sanguigni. Consente di valutare la velocità e la natura del flusso sanguigno nelle vene e nelle arterie. Richiesto in tutti i casi.
  • Angiografia al computer. Permette di considerare la struttura dei vasi sanguigni nel complesso.
  • Imaging a risonanza magnetica. Ha quasi lo stesso contenuto informativo.
  • Angiografia a contrasto. Studio del profilo. Uno speciale agente di contrasto viene iniettato nei vasi, dopo di che le aree anatomiche bersaglio vengono sottoposte all'esame radiografico.
  • Flussimetria. Assomiglia alla Dopplerografia in natura, con l'eccezione che in questo caso viene utilizzato un raggio laser.

Metodi di trattamento

Includono sia metodi tradizionali sia metodi terapeutici alternativi.

Eliminazione della causa principale

Questo è l'obiettivo principale del trattamento. Sono prescritti farmaci specializzati che possono correggere la condizione patologica. I nomi specifici sono selezionati dal medico. In alcuni casi (con vene varicose avanzate, trombosi e altri), può essere necessario un intervento chirurgico.

Terapia locale

Sono mostrati preparati specializzati sotto forma di unguenti dei seguenti gruppi farmaceutici:

  • Antisettici. Consentire di fermare una sindrome del dolore. Questo include clorexidina, furatsilina, acqua ossigenata e altri.
  • Farmaci antinfiammatori Levomekol, Dioxikol.
  • Unguenti rigeneranti ("Solcoseryl" in primo luogo, è possibile utilizzare "Actovegin").
  • Medicinali per migliorare la circolazione sanguigna (Rutozid, Venolife).
  • Anestetici locali ("Diclofenac", "Ketorolac").
  • Antibiotici (unguenti antibatterici). I nomi specifici vengono selezionati dal medico dopo aver ottenuto i risultati di una macchia sulla flora.
  • Farmaci per normalizzare la circolazione sanguigna (Antistax e altri).

Intervento chirurgico

Consiste nell'asportazione di tessuti patologici con successiva applicazione di un bendaggio. Ti consente di eliminare le aree di necrosi, pulire la ferita e normalizzare i processi rigenerativi. Viene mostrato un trattamento simile, a partire dal terzo stadio del disturbo trofico.

Metodi alternativi di trattamento delle ulcere con le vene varicose

I rimedi popolari possono essere utilizzati a casa.

! importante L'uso di metodi terapeutici non tradizionali non sostituisce in alcun modo il trattamento tradizionale. Questo è solo un aiuto.

Medicazioni curative

Prendi il miele e l'albume. Mescolare gli ingredienti in un rapporto di 1: 1. Miscelare accuratamente il prodotto. Applica la bardana sul lenzuolo, attaccala alla ferita e alla benda. Lasciare la benda durante la notte. Promuove la rigenerazione, la disinfezione delle ferite.

Uso del tuorlo

Prendi il tuorlo di un uovo. Mescolare con una piccola quantità di soluzione di iodio (in un rapporto di 1: 1, per cucchiaio di tuorlo puro un cucchiaio di iodio). Lubrificare la superficie della ferita con l'unguento e coprire con uno strato di tessuto dall'alto. Se necessario, ripetere la procedura. Aiuta ad ammorbidire i tessuti, accelera i processi rigenerativi.

Bagni contro le ulcere

Hanno un effetto essiccante sulle ferite. Puoi ricorrere alla seguente ricetta:

  • Sciogliere il permanganato di potassio in acqua calda fino a quando una soluzione è satura di colore.
  • Metti l'arto interessato nel bagno per 30 minuti.
  • Quindi sciacquare la ferita con acqua pulita e trattare con una soluzione antisettica.

Foglie di cavolo dalle ulcere

Applicare il miele sulla foglia di cavolo, applicare l'impacco risultante sulla ferita. Benda e tieni la notte. Contribuisce all'essiccamento dell'ulcera e alla sua guarigione più rapida e indebolisce anche i sintomi.

Unguento universale per vene varicose

Ha un effetto rigenerativo, contribuisce alla disinfezione della superficie della ferita.

  • Prendi un cucchiaio di olio vegetale (oliva o girasole).
  • Bollire a bagnomaria (per 10 minuti).
  • Aggiungi un cucchiaio di olio di pesce.
  • Bollire la stessa quantità di tempo e rimuovere dal fuoco.
  • Prendi 10-20 compresse di streptocide. Macinali e aggiungili al prodotto. Mescola accuratamente gli ingredienti dell'unguento.

L'unguento viene applicato sulla ferita prima di coricarsi. Quindi l'ulcera deve essere bendata.

Insidiosità delle complicazioni

Il pericolo principale di un'ulcera trofica è la probabilità di cancrena o almeno infezione secondaria della superficie della ferita. Ciò porterà alla formazione di un difetto non curativo, che è ancora più difficile da affrontare.

Профилактика

Le misure preventive non sono molto difficili:

  • È necessario aderire al livello ottimale di attività fisica, ma non al superlavoro.
  • È importante consultare un chirurgo o un flebologo ogni anno per una diagnosi precoce delle vene varicose.
  • È necessario trattare tempestivamente tutte le malattie che possono causare lo sviluppo di ulcere varicose.
  • Dovrebbe essere completamente mangiato.

La comparsa di ulcere varicose è dovuta a una violazione del tessuto trofico. Per far fronte a questa malattia, devi consultare un medico, non puoi fare nulla da solo. Più veloce è il trattamento, migliore è la prognosi.

Lagranmasade Italia