Come rimuovere le vene varicose sulle gambe con un laser

Oggi una malattia come le vene varicose è abbastanza comune. Le vene varicose sono una malattia insidiosa. Oltre al fatto che le vene dilatate sembrano molto poco attraenti (cosa che si può vedere guardando le foto su Internet), in assenza di un trattamento adeguato, le vene varicose possono portare a gravi complicazioni e, in alcuni casi, persino potenzialmente letali.

Fino a poco tempo fa, la rimozione chirurgica dei vasi sanguigni era il trattamento più comune per le vene varicose. Ma ora c'è un metodo di trattamento più moderno e sicuro, se hai le vene varicose, la chirurgia laser.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Principio di trattamento laser

Come effetto aggiuntivo, le pareti della vena sono spasmodiche e di dimensioni ridotte. La rimozione laser delle vene varicose colpisce solo i vasi danneggiati, senza influire sulle aree sane.

Il trattamento laser delle vene varicose consiste in diverse fasi:

  1. Diagnosi preliminare ed esame mediante ultrasuoni, che consente di determinare le aree interessate e selezionare la modalità di coagulazione corretta.
  2. Direttamente il funzionamento delle vene varicose sulle gambe con un laser, durante il quale un LED laser viene iniettato in una grande vena e coagula le sezioni desiderate della nave. Una procedura viene eseguita in anestesia locale.
  3. Immediatamente dopo l'operazione, le estremità devono indossare calze a compressione o calzettoni e camminarci intorno per circa 40 minuti, quindi il paziente può tornare a casa. La biancheria intima a compressione dovrà essere indossata per circa 2 mesi.
  4. Il secondo giorno dopo l'intervento chirurgico, è necessario consultare il medico curante.

La tecnica combinata nel trattamento delle vene varicose

La tecnica combinata nel trattamento delle vene varicose è ben tollerata dai pazienti

A volte, se ci sono vene varicose complicate, il laser non può farcela da solo. In questo caso, viene utilizzata una tecnica combinata, che prevede sia un intervento invasivo che un trattamento laser.

Molto spesso, con questo metodo di trattamento, è necessaria un'incisione sulla pelle per la legatura della vena principale. L'anestesia epidurale può essere utilizzata per alleviare il dolore. La terapia combinata è stata utilizzata con successo nelle forme gravi della malattia ed è ben tollerata dai pazienti.

Non sempre con le vene varicose, è possibile eseguire la coagulazione laser. Questo metodo ha le sue indicazioni e controindicazioni.

indicazioni:

  • afflussi venosi dilatati in piccola quantità;
  • una grande vena safena nell'area della bocca ha un'estensione non superiore a 1 cm;
  • le vene safene hanno un decorso uniforme del tronco.

Controindicazioni:

  • trombofilia;
  • malattie acute;
  • violazione dell'afflusso di sangue alle estremità di natura cronica;
  • se dopo la coagulazione è impossibile eseguire la terapia compressiva e l'attivazione precoce del paziente (camminare);
  • grande espansione del tronco della vena safena;
  • processi infiammatori locali nell'area di trattamento.

vantaggi del metodo

Il trattamento laser delle vene varicose presenta molti vantaggi, come evidenziato dalle recensioni dei pazienti. Le sensazioni dolorose e il disagio durante la procedura sono ridotti a zero. In termini estetici, ci sono anche vantaggi: non ci sono tagli, cicatrici, cicatrici o lividi sugli arti.

La coagulazione laser viene eseguita in anestesia locale, che è più sicura per il paziente rispetto all'anestesia generale. La procedura non dura a lungo e lo stesso giorno il paziente può tornare a casa e fare le solite cose.

Sebbene i prezzi per il trattamento laser siano più elevati rispetto a quelli chirurgici, i pazienti notano che la procedura ne vale la pena, ha molti vantaggi, è sicura e confortevole, il periodo di recupero è minimo, non ci sono problemi estetici e complicazioni in futuro.

Suggerimenti per il recupero rapido

  • Dopo la coagulazione laser, è necessario indossare calze a compressione, che aiuteranno a recuperare rapidamente dopo la procedura. Di solito è necessario indossare calze 1,5-2 mesi.
  • Nella posizione di grandi vasi, è possibile utilizzare tamponi di cotone o lattice.
  • Dopo la rimozione laser delle vene, è necessario camminare attivamente per migliorare la circolazione sanguigna nei vasi.
  • Puoi usare la camminata, è abbastanza attivo e veloce, il che contribuisce alla guarigione e al ripristino dei vasi sanguigni.

Il trattamento laser per le vene varicose è sicuro e come va la rimozione?

Il trattamento laser per le vene varicose sta diventando sempre più popolare. Inizialmente, non vi era alcuna particolare fiducia da parte dei pazienti su questo metodo. Tuttavia, nel tempo, i risultati hanno convinto le persone della sicurezza e dell'efficacia del laser. Come procede la procedura e cosa bisogna temere?

Trattamento laser: l'essenza della procedura

Navigazione articolo

Quando le vene sono molto dilatate, è impossibile riportarle al loro stato originale anche con le migliori pillole e unguenti per le vene varicose.

È probabile che la sezione patologica della nave esploda o provochi la formazione di un coagulo di sangue.

L'unica via d'uscita nelle ultime fasi delle vene varicose è la chirurgia.

Metodi chirurgici tradizionali precedentemente utilizzati per la rimozione dei vasi sanguigni. Ma la tecnologia moderna ha reso possibile farlo in modo meno traumatico e indolore. L'essenza della procedura è incollare una sezione di una vena suscettibile alle vene varicose, dopo di che non partecipa al flusso sanguigno generale e il sangue viene distribuito uniformemente sulle vene sane vicine.

Nanovein  L'uso dell'ippocastano per le vene varicose

Quando è prevista la procedura: indicazioni

L'indicazione principale per la nomina della procedura sono le vene varicose. La coagulazione laser può essere utilizzata in qualsiasi fase della malattia. Particolarmente efficace è l'uso della coagulazione laser nei seguenti casi:

  1. Il decorso delle vene staminali è alterato patologicamente. La flessione non consente il trattamento dei vasi sanguigni con altri metodi, ad esempio l'ablazione con radiofrequenza.
  2. Il lume delle vene è espanso di non più di 10 mm.
  3. Ci sono segni di disturbi della pelle trofica nella zona interessata.

Oggi il laser è un'alternativa al bisturi. Le moderne procedure sostituiscono la classica procedura chirurgica, che richiede incisioni cutanee e un lungo periodo di recupero.

Controindicazioni

La coagulazione laser non viene eseguita nei seguenti casi:

  1. In presenza di cambiamenti dal sistema di coagulazione del sangue.
  2. Con l'obesità delle estremità, che rende impossibile la compressione vascolare richiesta dopo l'intervento chirurgico.
  3. Al paziente viene diagnosticata l'aterosclerosi.
  4. Donne durante la gravidanza e l'allattamento.
  5. C'è endarterite concomitante.
  6. La presenza di difetti cardiaci.
  7. Incapacità di usare la compressione dopo l'intervento chirurgico.

Trattamento laser per le vene varicose nelle gambe

La rimozione laser delle vene varicose causa meno negatività nei pazienti rispetto alla chirurgia convenzionale.

Il processo sembra davvero pulito e avviene abbastanza velocemente. Fasi della terapia laser:

  1. Innanzitutto, il campo chirurgico viene trattato con antisettici e il medico determina il posto più conveniente per l'introduzione della fibra.
  2. Una puntura venosa viene eseguita sotto il controllo di una macchina ad ultrasuoni, che mostra l'accuratezza del colpo e l'ulteriore movimento del laser.
  3. La parte operativa del dispositivo raggiunge la base della vena interessata e viene fissata lì.
  4. Al paziente viene somministrata l'anestesia locale.
  5. Successivamente, inizia la stessa procedura di coagulazione: il laser viene gradualmente rimosso dalla vena, il che porta alla sua adesione a causa degli effetti termici sulle pareti interne del vaso.

Possibili complicazioni

La rimozione laser delle vene varicose si è rivelata molto più efficace dell'intervento chirurgico classico. Complicazioni o reazioni impreviste quando si usano metodi moderni sono estremamente rare. Tuttavia, i medici ammettono la possibilità di lamentele temporanee come:

  1. Dolore alle gambe entro 2 giorni dalla terapia laser.
  2. Lievi lividi lungo la vena incollata.
  3. Leggero aumento della temperatura.
  4. Disegnando sensazioni nella gamba, a volte è difficile estendere completamente l'arto.

In casi eccezionali, si verificano conseguenze più gravi:

Меры профилактики

La rimozione laser delle vene varicose di solito si verifica nelle ultime fasi della malattia.

Al fine di prevenire decisioni così radicali, è necessario iniziare misure terapeutiche quando compaiono i primi sintomi di insufficienza venosa. Il paziente deve prestare attenzione a:

  1. Sensazione di pesantezza e stanchezza alle gambe.
  2. Gonfiore.
  3. L'aspetto delle vene del ragno.
  4. Sensazione di intorpidimento o formicolio.

Non appena noti che le vene sulle gambe fanno male, devi avviare misure preventive. Per fare questo, devi:

  1. Indossa scarpe comode e le donne rifiutano i tacchi.
  2. Non schiacciare le vene in una posizione scomoda, comprese le gambe.
  3. Conduci una moderata attività fisica ogni giorno.
  4. Un sacco di camminare all'aria aperta.
  5. Mantenere il peso entro limiti normali.
  6. Ridurre al minimo lo stress.
  7. Smetti di fumare.

Per prevenire gravi vene varicose, aiuterà una speciale calzetteria a compressione, che supporta meccanicamente le navi in ​​buona forma.

Vantaggi della terapia laser delle vene

Il trattamento laser delle vene varicose è una procedura piuttosto costosa. Tuttavia, il prezzo è giustificato non solo da attrezzature di alta qualità, ma anche dai numerosi vantaggi di questo metodo moderno. Tra questi vale la pena notare:

  1. È possibile rimuovere la vena dilatata in regime ambulatoriale senza andare in ospedale.
  2. La procedura non richiede più di un'ora.
  3. Il ripristino della struttura e delle funzioni dei tessuti avviene rapidamente.
  4. Non ci sono segni o cicatrici sulla pelle.
  5. La tecnica è indolore.
  6. Ti consente di ottenere un elevato effetto terapeutico e cosmetico.

Confronto con altre terapie

Oltre alla coagulazione laser, metodi efficaci sono:

  1. Ablazione con radiofrequenza. La tattica della procedura è simile alla coagulazione laser, ma con RFA vengono utilizzate temperature più basse per un periodo di tempo più lungo.
  2. Flebectomia. È un intervento chirurgico classico, a seguito del quale viene rimossa una sezione patologica di una vena e una gamba piuttosto grande rimane sulla gamba. Dopo il trattamento, il paziente deve essere osservato da un flebologo per diversi mesi.
  3. Scleroterapia. L'essenza del metodo consiste anche nell'incollare alcune parti della nave, tuttavia ciò non si verifica per esposizione termica, ma introducendo una sostanza speciale.

Secondo le recensioni dei pazienti, molti preferiscono la coagulazione laser, poiché questa procedura è rapida e indolore. Il costo medio del trattamento delle vene laser in Russia varia tra 40-60 mila rubli.

Cosa fare immediatamente dopo il trattamento laser delle vene varicose?

Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, il paziente deve indossare calze a compressione o altro intimo medico per fornire pressione sulle vene.

Successivamente, il medico ti consentirà di alzarti dal tavolo operatorio e di consigliarti una passeggiata veloce.

Tale attività fisica nella maglieria medica garantirà la corretta ridistribuzione del flusso sanguigno nell'area interessata. Entro mezz'ora dalla coagulazione laser, il medico può lasciare che la persona torni a casa.

Si consiglia di camminare almeno un'ora per consolidare l'effetto della procedura. Successivamente, inizia un periodo di recupero, durante il quale è molto importante aderire alle raccomandazioni del medico e alle regole di prevenzione.

Puoi trovare il miglior rimedio per le vene varicose in questo articolo. Ricorda che le vene varicose non sono uniche per le vene degli arti inferiori. Negli uomini, appare nelle vene del pene, nelle donne – nell'area pelvica.

Video su chi è controindicato nel trattamento delle vene varicose con un laser

Dal video qui sotto, imparerai da un medico che non è raccomandato per il trattamento delle vene varicose con la terapia laser:

Trattamento laser delle vene varicose nelle gambe

Dopo aver raggiunto un certo stadio di sviluppo, le vene varicose delle gambe non sono più un problema estetico, ma piuttosto una patologia grave e pericolosa.

Nanovein  Causa del fegato varicoso

La medicina moderna offre un gran numero di opzioni per combattere questo disturbo. Quando i metodi di trattamento conservativi non danno più l'effetto desiderato, il trattamento laser delle vene varicose è uno dei metodi di trattamento più efficaci, moderni e popolari. Questo metodo è meno traumatico e dà buoni risultati.

Trattamenti chirurgici per le vene varicose

Con le vene varicose, i vasi venosi si deformano (perdono elasticità ed espandono), a causa della disfunzione delle valvole venose, la circolazione sanguigna è disturbata.

Queste valvole sono una sorta di serrature: durante il passaggio del sangue attraverso le valvole verso l'alto, queste serrature vengono chiuse in modo che non possano tornare indietro.

Se le valvole venose smettono di funzionare in modo efficiente, il sangue inizia a fluire nella direzione opposta (verso il basso), il che porta al fatto che alla fine ristagna. Alla fine, il sangue penetra nei vasi sottocutanei, creando pressione, a causa della quale si deformano e aumentano.

Il sintomo più evidente delle vene varicose sono le vene spesse che sporgono sotto la pelle.

A seconda del grado di danno, viene utilizzato un metodo di trattamento conservativo o chirurgico. Esistono diverse opzioni per eseguire le operazioni, tra cui quelle classiche e innovative, che utilizzano gli ultimi sviluppi e tecniche.

I metodi più comunemente usati di intervento chirurgico per le vene varicose sono:

  • flebectomia – eseguita mediante legatura delle navi e rimozione della sezione danneggiata della vena attraverso piccole incisioni;
  • scleroterapia: attraverso una piccola puntura, una sostanza sclerosante viene introdotta nella vena, che blocca il lume del vaso e previene il reflusso di sangue;
  • dissezione endoscopica delle vene – eseguita da speciali strumenti endoscopici sotto il controllo di un endoscopio. L'operazione è essenzialmente simile alla flebectomia (rimozione della zona interessata), ma è minimamente invasiva e quindi significativamente meno traumatica;
  • coagulazione laser – sotto il controllo di apparecchiature ad ultrasuoni, una fibra viene inserita nel vaso, quando viene raggiunta l'area desiderata, il laser viene acceso, con l'aiuto del quale il lume venoso viene bloccato.

Qualsiasi versione dell'operazione comporta la rimozione o la rimozione di vene danneggiate dal flusso sanguigno.

Ciascuna delle operazioni sopra descritte ha le proprie tecnologie e varie varianti di implementazione.

Il trattamento laser delle vene varicose nelle gambe è di gran lunga il metodo più popolare.

Dettagli di funzionamento del laser

Il trattamento laser delle vene varicose è considerato il modo più efficace. La base della tecnica è l'uso del calore per la saldatura vascolare. Una guida di luce inserita nell'area interessata inizia a generare forti radiazioni luminose con una lunghezza d'onda di 1500 nm.

Questa radiazione assorbe l'emoglobina, seguita dal calore, riscaldando le pareti dei vasi sanguigni e delle cellule del sangue. Il sangue viene espulso dalla nave e la vena stessa è "sigillata". La circolazione sanguigna si ferma completamente. Il processo circolatorio viene eseguito attraverso altri vasi venosi sani intatti.

Rimuovere le vene varicose con un laser – questo non significa sbarazzarsi della malattia. Dopo l'operazione, sono necessari indumenti di compressione, che consolideranno l'effetto della procedura. Creerà la pressione necessaria, eliminando così la possibilità di ripristinare il flusso sanguigno in una vena danneggiata.

L'ulteriore aderenza alle misure preventive aiuterà a prevenire la deformazione di altre vene. Quindi possiamo parlare di una cura completa.

I principali vantaggi del metodo sono significativamente meno traumi, assenza quasi completa di perdita di sangue e incisioni visibili. Non ci sono porte per la penetrazione di eventuali infezioni, che elimina il rischio di danni ai tessuti vicini e lo sviluppo di complicanze.

La chirurgia laser sarà efficace nei seguenti casi:

  • la vena safena nell'area di connessione con il profondo non dovrebbe essere più di 1 cm;
  • tutte le navi sottocutanee devono avere una rotta uniforme, necessaria per il passaggio senza ostacoli della trave;
  • un piccolo numero di navi colpite.

Se il diametro delle vene safene è superiore a 1 cm, i medici combinano la chirurgia laser con quelli classici (il più delle volte con flebectomia).

Esistono numerose controindicazioni per la chirurgia laser:

  1. Tromboflebite e suscettibilità alla trombosi.
  2. Grave danno alle pareti dei vasi sanguigni.
  3. Disturbo cronico della circolazione sanguigna e linfatica negli arti inferiori.
  4. Sovrappeso.
  5. Il processo infiammatorio nella vena interessata.
  6. Malattie concomitanti in forma acuta.

Inoltre, l'operazione non viene eseguita durante la gravidanza e l'allattamento – in questo momento l'immunità della donna è indebolita e le sue gambe sono sotto stress.

Algoritmo per funzionamento laser

Prima che inizi la procedura, è necessario sottoporsi a un esame in cui viene specificata la posizione delle vene interessate e viene selezionato il metodo appropriato di EVLK (Endovasal Laser Coagulation) per ogni situazione specifica.

Processo operativo

La coagulazione laser delle vene varicose viene eseguita in più fasi con una chiara sequenza:

  1. In primo luogo, un flebologo e uno specialista degli ultrasuoni segnano le vene con un marcatore speciale. Usando gli ultrasuoni, identificano le aree interessate delle vene e le segnano sulla pelle. La durata della procedura dipende dall'entità del danno vascolare.
  2. Quindi, l'anestesia locale viene eseguita introducendo il farmaco (Novocain, Lidocain) nella zona venosa. La manipolazione può avvenire sotto la supervisione degli ultrasuoni.
  3. Dopo il completamento delle procedure preparatorie, lo specialista procede all'esecuzione della coagulazione laser delle vene varicose. Una piccola puntura (circa 2 mm) viene eseguita nella pelle della parte inferiore della gamba, attraverso la quale viene inserito un LED collegato al dispositivo laser. Grazie alle sue radiazioni, si verifica il processo di coagulazione (saldatura) della nave danneggiata.

Al termine dell'operazione, la guida della luce viene rimossa e il sito di puntura viene disinfettato, seguito da una medicazione sterile.

L'operazione richiede meno di mezz'ora per una gamba.

Dopo l'operazione, dovresti alzarti molto lentamente, all'inizio è meglio sedersi e dopo dovresti alzarti. Un brusco cambiamento di posizione può portare al collasso vascolare.

conclusione

La medicina moderna è andata molto avanti nel trattamento di molte malattie. Comprese le vene varicose delle gambe. La chirurgia addominale con enormi incisioni è una fase ormai lontana.

I metodi moderni, come la coagulazione laser endovasale, consentono di eliminare rapidamente e accuratamente una specifica vena danneggiata senza lasciare cicatrici o segni sulla pelle.

Lagranmasade Italia