Come riconoscere e trattare le vene varicose dell’esofago

Le vene varicose nelle gambe sono note a molti. Principalmente le donne di età compresa tra 35 e 40 anni ne soffrono. Tra quelli che soffrono di vene varicose dell'esofago, 2 volte più uomini di 50 anni. Le vene varicose esofagee – una malattia mortale. Può nascondersi a lungo dietro i segni di altre patologie dell'esofago e quindi manifestarsi come un improvviso sanguinamento grave. Per conoscere i segni distintivi delle lesioni vascolari del tratto gastrointestinale superiore è necessario identificare lo stadio iniziale della malattia e un trattamento tempestivo.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Vene varicose esofagee: cosa significa?

Le vene varicose esofagee – un malfunzionamento delle valvole venose, in cui il sangue viene respinto nel vaso. Nella fase iniziale della malattia, c'è un rallentamento del flusso sanguigno, quindi ristagno nelle vene. Il ristagno provoca infiammazione e distensione delle pareti dei vasi sanguigni, l'incapacità delle valvole di trattenere il sangue. C'è insufficienza venosa cronica. In alcuni punti della parete venosa infiammata, si formano coaguli di cellule del sangue, che formano un coagulo di sangue. Un coagulo di sangue rotto è mortale. Con un flusso sanguigno, può entrare in un vaso vitale, bloccarlo e causare la morte.

La rimozione del sangue venoso dall'esofago viene diretta attraverso la vena accoppiata e semi-spaiata, quindi il sangue viene raccolto in un ampio portale. Le vene allargate dell'esofago hanno un lume allargato, pareti allungate e anelastiche.

I vasi pieni di sangue formano pareti sporgenti simili a sacche. Le pareti sottili dei vasi dell'esofago e dello stomaco contribuiscono allo stretching. La fibra che circonda i vasi del tubo esofago è allentata e non supporta le vene all'esterno.

Perché i vasi dell'esofago si espandono?

Vi sono vene varicose dell'esofago a causa della diversione ritardata del sangue venoso nel sistema vena cava. La causa principale delle vene varicose esofagee è considerata ipertensione portale – un aumento della pressione sanguigna nel portale, nei vasi epatici e nella vena cava inferiore. Dopo aver raccolto il sangue esaurito dagli organi addominali, la vena porta lo porta al fegato.

Nanovein  Cosa fare se la vena delle gambe fa male

La pressione nella vena porta aumenta a causa di una serie di circostanze completamente diverse:

  1. Epatite ed epatosi epatica grassa – il danno virale cronico al fegato (epatite) porta alla compressione della bocca della vena porta nel punto in cui entra nel fegato. Disturbi metabolici (diabete, obesità), intossicazione costante con etanolo, farmaci, sostanze nocive porta alla degenerazione grassa degli epatociti – l'epatosi. La circolazione sanguigna dell'organo rallenta, il lume dei vasi diminuisce.
  2. Cirrosi epatica, cirrosi di picco – sostituzione del tessuto epatico funzionale con tessuto connettivo denso, progredendo contro le infezioni e l'alcolismo. O la degenerazione fibrosa è causata da un'insufficienza cardiovascolare estremamente grave. Il sanguinamento dalle vene con cirrosi è pesante, violento, inizia di notte e minaccia la vita senza interventi urgenti.
  3. Fibrosi portale del fegato, mielofibrosi – malattia del fegato con formazione di cicatrici del tessuto connettivo che distruggono l'organo.
  4. I tumori sono benigni e maligni, comprimono e restringono i vasi sanguigni del fegato.
  5. Parassiti: echinococchi, schistosomi vengono introdotti nel fegato, si nutrono dei suoi tessuti, distruggono la struttura dell'organo, causano danni ai vasi sanguigni.
  6. Malattia di Chiari, sindrome di Budd-Chiari – infiammazione, trombosi venosa epatica con conseguente blocco, lesioni vascolari ed emorragie.
  7. Sclerosi, trombosi, stenosi, atresia portale vengono acquisiti o congeniti. Restringere il lume dei vasi sanguigni, causare stasi del sangue.

In rari casi, la causa delle vene varicose (HRV) dell'esofago è l'ipertensione generale grave, le malformazioni congenite dei vasi. L'ipertensione portale è caratterizzata da vene dilatate nei segmenti toracico e addominale dell'esofago. La colonna vertebrale cervicale varicosa indica malattia polmonare, ghiandola tiroidea.

Come viene rivelato l'esofago

I sintomi di fenomeni con vene varicose esofagee possono essere offuscati, sfocati per lungo tempo, senza segni vividi. Le vene dell'esofago si allungano, si contorcono, si espandono e perdono gradualmente il tono. La sporgenza delle pareti forma nodi in cui il sangue si accumula e ristagna. Il paziente avverte dolore e sensazione di bruciore dietro lo sterno, eruttazioni, difficoltà a deglutire, pesantezza dopo aver mangiato. Mancanza di respiro, affaticamento si osserva. Una rete vascolare appare sulla pelle del torace.

Per comodità di diagnosi e trattamento della BPV, l'esofago ha una classificazione in più fasi:

  1. La varicosità esofagea del 1o grado si nota con un aumento della sezione trasversale dei vasi di 2-3 mm. Vengono rilevati piccoli nodi singoli. Il lume dell'esofago presenta aree di espansione e contrazione, non associate alle caratteristiche anatomiche e fisiologiche della struttura. L'espansione delle vene di 1 ° grado è determinata solo da un esame strumentale. Non c'è sanguinamento. La mucosa dell'esofago è normale.
  2. A 2 gradi della malattia, i vasi venosi acquisiscono una struttura tortuosa, i nodi appaiono fino a 3 mm di dimensione. Le pareti dei vasi sono sottili, l'attività fisica aumentata, la caduta, l'eccesso di cibo, il trauma dell'esofago con un grosso pezzo di cibo diventeranno un impulso per il sanguinamento dalle vene dilatate. I sintomi dell'emorragia interna possono essere rutti di sangue, feci color caffè, debolezza generale. Dopo il sanguinamento, la tensione nella nave diminuisce per qualche tempo.
  3. A 3 gradi della malattia, sulla mucosa compaiono plessi vascolari visibili. Le pareti delle vene sono ancora più allungate, la nave è fortemente attorcigliata. Le vene piene di sangue si gonfiano nel lume dell'esofago. Il terzo stadio impone cambiamenti sulla mucosa dell'organo: acquisisce piegatura, come la mucosa gastrica. Esternamente manifesta dolorosi bruciori di stomaco dopo ogni pasto. Il rischio di sanguinamento dalle vene varicose aumenta molte volte. La perdita permanente di sangue è accompagnata da anemia, perdita di forza, sonnolenza.
  4. Per il 4 ° grado, la presenza di un intero gruppo di nodi espansi sulle pareti interne dell'esofago è specifica. Possono ostruire parzialmente o completamente il canale esofageo. Si verifica l'erosione della mucosa dell'esofago. Le navi sono molto diradate, allungate. La probabilità di sanguinamento esofageo è molto alta.
Nanovein  Gradi e stadi delle vene varicose degli arti inferiori

Una mortale complicazione della malattia è il sanguinamento esofageo e gastrointestinale. La rottura del vaso interessato porta a profonde perdite di sangue. Appare il vomito sanguinante di scarlatto o caffè. La pressione scende bruscamente, battiti del cuore, sudore umido e freddo, coscienza alterata. Un caso speciale è una fonte di sangue dalla bocca. La perdita di oltre 2 litri di sangue è considerata fatale. Dopo il primo episodio di sanguinamento, il 25% dei pazienti muore. La perdita di sangue ripetuta dà la possibilità di sopravvivere solo al 50% degli sfortunati.

Diagnosi dell'espansione della vena del tubo esofageo

I metodi per diagnosticare la patologia vascolare comprendono esami esterni, anamnesi, test di laboratorio e hardware. È necessario differenziare le cause del sanguinamento da lesioni ulcerative, erosive, formazioni tumorali, disturbi della coagulazione.

La conclusione si basa su:

  • un esame del sangue per emoglobina, piastrine;
  • esami del sangue fecale;
  • Radiografia dell'esofago con contrasto per restringimento, sporgenza delle pareti;
  • imaging a risonanza magnetica del fegato con l'istituzione della sua patologia;
  • esame ecografico degli organi addominali per identificare la relazione tra la malattia dell'esofago e altri organi;
  • endoscopia dell'esofago con esame dello stato delle pareti dell'organo, presenza di nodi venosi, focolai di sanguinamento, grado di tortuosità delle vene.

Lo studio viene condotto con estrema attenzione, poiché dopo interventi endoscopici si verificano rotture delle pareti vascolari. Un esame completo dà luogo alla nomina di un trattamento terapeutico o chirurgico delle vene varicose dell'esofago.

Lagranmasade Italia