Come realizzare un riscaldamento a pavimento d’acqua

Nelle stanze il cui riscaldamento è realizzato con la tecnologia del riscaldamento a pavimento, le sensazioni sono molto più confortevoli rispetto a un tradizionale sistema di radiatori. Quando si riscalda il pavimento, la temperatura verrà distribuita in modo ottimale: è più calda dei piedi e a livello della testa è già più fredda. Esistono due modi per riscaldare: acqua ed elettrico. L'acqua è più costosa da installare, ma più economica da utilizzare, quindi è quello che fanno più spesso. Puoi ridurre leggermente i costi di installazione se realizzi un pavimento caldo a base d'acqua con le tue mani. La tecnologia non è la più semplice, ma non richiede conoscenze enciclopediche.

Distribuzione del flusso di calore per diversi sistemi di riscaldamento

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Dispositivo e principio di funzionamento

Per il riscaldamento dell'acqua del pavimento caldo, viene utilizzato un sistema di tubi attraverso il quale circola il liquido di raffreddamento. Molto spesso, i tubi vengono versati nel massetto, ma ci sono sistemi di installazione a secco – in legno o polistirolo. In ogni caso, ci sono molti tubi di piccola sezione disposti sotto il rivestimento del pavimento.

Dove montare

A causa del gran numero di tubi, il riscaldamento dell'acqua viene effettuato principalmente nelle case private. Il fatto è che il sistema di riscaldamento di grattacieli di prima costruzione non è progettato per questo metodo di riscaldamento. È possibile creare un pavimento caldo dal riscaldamento, ma c'è un'alta probabilità che sia troppo freddo per te o per i vicini sopra o sotto, a seconda del tipo di alimentazione del sistema. A volte l'intero riser diventa freddo: la resistenza idraulica del fondo dell'acqua è diverse volte superiore al sistema di riscaldamento del radiatore e può ostruire il movimento del liquido di raffreddamento. Per questo motivo, ottenere l'autorizzazione dalla società di gestione per installare il riscaldamento a pavimento è molto difficile (l'installazione senza autorizzazione è un reato amministrativo).

Riscaldamento a pavimento ad acqua significa un gran numero di tubi di piccolo diametro

La buona notizia è che sono stati realizzati due sistemi in nuovi edifici: uno per il riscaldamento del radiatore e il secondo per il riscaldamento a pavimento dell'acqua. In tali case, l'autorizzazione non è richiesta: è stato sviluppato un sistema adeguato che tiene conto della maggiore resistenza idraulica.

Principi organizzativi

Per capire di cosa hai bisogno per realizzare un pavimento riscaldato ad acqua con le tue mani, devi capire in cosa consiste il sistema e come funziona.

Regolazione della temperatura del liquido di raffreddamento

Per rendere i piedi comodi sul pavimento, la temperatura del liquido refrigerante non deve superare i 40-45 ° C. Quindi il pavimento si riscalda a valori confortevoli – circa 28 ° C. La maggior parte degli apparecchi di riscaldamento non può produrre questa temperatura: almeno 60-65 ° C. L'eccezione sono le caldaie a gas a condensazione. Mostrano la massima efficienza proprio a basse temperature. Dalla loro uscita, il refrigerante riscaldato può essere fornito direttamente ai tubi del pavimento caldo.

Quando si utilizza qualsiasi altro tipo di caldaia, è necessaria un'unità di miscelazione. In esso, il liquido di raffreddamento raffreddato dal tubo di ritorno viene aggiunto all'acqua calda dalla caldaia. La composizione di questo legame che vedi sullo schema di collegamento di un pavimento caldo alla caldaia.

Lo schema del dispositivo per il riscaldamento a pavimento d'acqua

Il principio di funzionamento è il seguente. Il refrigerante riscaldato proviene dalla caldaia. Entra nella valvola termostatica che, quando viene superata la temperatura di soglia, apre una miscela di acqua dal tubo di ritorno. Nella foto di fronte alla pompa di circolazione è presente un ponticello. Al suo interno è installata una valvola a due o tre vie. Aprendolo e mescolando refrigerante raffreddato.

Il flusso misto attraverso la pompa di circolazione entra nel termostato, che controlla la valvola termostatica. Quando viene raggiunta la temperatura impostata, il flusso dalla linea di ritorno si interrompe, quando viene superato, si riapre. Ecco come si verifica la temperatura del vettore di calore del riscaldamento a pavimento.

Distribuzione dei contorni

Successivamente, il liquido di raffreddamento entra nel pettine di distribuzione. Se viene realizzato un pavimento riscaldato ad acqua in una piccola stanza (bagno, ad esempio), in cui è posato un solo circuito di tubi, questo nodo potrebbe non esserlo. Se sono presenti più anelli, tra questi è necessario distribuire in qualche modo il liquido di raffreddamento, quindi in qualche modo raccoglierlo e inviarlo al tubo di ritorno. Questa attività viene eseguita da un pettine di distribuzione o, come chiamano anche, un collezionista di un pavimento caldo. In realtà, si tratta di due tubi: sull'alimentazione e sul ritorno, a cui sono collegati gli ingressi e le uscite di tutti i circuiti di riscaldamento a pavimento. Questa è l'opzione più semplice.

Nanovein  Gogulan May

Gruppo di miscelazione per riscaldamento a pavimento con controllo automatico della temperatura

Se il pavimento riscaldato è realizzato in più stanze, è meglio mettere un collettore con la possibilità di regolare la temperatura. Innanzitutto, stanze diverse richiedono temperature diverse: qualcuno preferisce + 18 ° C in camera da letto, qualcuno ha bisogno di + 25 ° C. In secondo luogo, molto spesso, i contorni hanno lunghezze diverse e possono trasmettere diverse quantità di calore. In terzo luogo, ci sono stanze "interne" – in cui una parete si affaccia sulla strada, e ce ne sono altre – con due o addirittura tre pareti esterne. Naturalmente, la quantità di calore in essi contenuta dovrebbe essere diversa. Fornire questi pettini con termostati. L'apparecchiatura non è economica, il circuito è più complicato, ma tale installazione consente di mantenere una determinata temperatura nella stanza.

I termostati sono diversi. Alcuni controllano la temperatura dell'aria nella stanza, il secondo – la temperatura del pavimento. Digita te stesso. Indipendentemente da ciò, controllano i servomotori montati sul pettine di alimentazione. I servomotori, a seconda del comando, aumentano o diminuiscono l'area di flusso, regolando la portata del liquido di raffreddamento.

Teoricamente (e praticamente accade), possono verificarsi situazioni in cui l'alimentazione a tutti i circuiti è bloccata. In questo caso, la circolazione si arresterà, la caldaia potrebbe bollire e non funzionare. Per evitare che ciò accada, è obbligatorio un bypass, attraverso il quale passa parte del refrigerante. Con questa struttura del sistema, la caldaia è sicura.

Puoi guardare una delle opzioni di sistema nel video.

Posa del riscaldamento a pavimento

Uno dei componenti chiave del sistema sono i tubi e il loro sistema di fissaggio. Esistono due tecnologie:

    Secco – polistirolo e legno. Le strisce di metallo con canali stampati per la posa di tubi sono posate su un sistema di stuoie in polistirene espanso o piastre di legno. Sono necessari per una distribuzione più uniforme del calore. I tubi vengono inseriti negli incavi. Il materiale duro è impilato sulla parte superiore – compensato, OSB, GVL, ecc. Su questa base è possibile posare un pavimento morbido. È possibile posare piastrelle su colla per piastrelle, parquet o laminato.

Sistema di riscaldamento a pavimento in legno

Riscaldamento a pavimento ad acqua massetto

Entrambi i sistemi sono imperfetti, ma è più economico impilare i tubi in un massetto. Sebbene abbia molti svantaggi, è lei che, a causa del costo inferiore, è più popolare.

Quale sistema scegliere

I sistemi a secco costano di più in termini di costi: i loro componenti (se si prendono pronti, in fabbrica) sono più costosi. Ma pesano molto meno e vengono messi in funzione più velocemente. Ci sono diversi motivi per cui dovresti usarli.

Primo: un grande peso del massetto. Non tutte le fondamenta e i soffitti delle case sono in grado di sopportare il carico creato da un pavimento riscaldato ad acqua in un massetto di cemento. Uno strato di cemento di almeno 3 cm dovrebbe essere al di sopra della superficie dei tubi Se si tiene conto del fatto che anche il diametro esterno del tubo è di circa 3 cm, lo spessore totale del massetto è di 6 cm. Il peso è più che significativo. E in cima ci sono spesso piastrelle su uno strato di colla. Bene, se la fondazione è progettata con un margine – resisterà, ma in caso contrario – i problemi iniziano. Se si sospetta che il pavimento o la fondazione non sopportino il carico, è meglio realizzare un sistema di legno o polistirolo.

Secondo: bassa manutenibilità del sistema nel massetto. Sebbene si consiglia di posare solo bobine di tubi interi senza giunti durante la posa dei circuiti di riscaldamento a pavimento, periodicamente i tubi vengono danneggiati. O durante la riparazione hanno ottenuto un trapano o sono scoppiati a causa del matrimonio. Il luogo del danno può essere determinato da un punto umido, ma è difficile da riparare: devi rompere il massetto. Allo stesso tempo, i circuiti adiacenti possono essere danneggiati, a causa dei quali la zona di danno diventa più grande. Anche se sei riuscito a farlo con cura, devi fare due cuciture, vale a dire che sono potenziali posti per il prossimo danno.

Il processo di installazione del riscaldamento a pavimento d'acqua

Terzo: la messa in servizio di un pavimento riscaldato in un massetto è possibile solo dopo che il calcestruzzo ha acquisito una resistenza del 100%. Ci vogliono almeno 28 giorni. Fino a questo momento, non puoi accendere il pavimento caldo.

Quarto: hai realizzato un pavimento in legno. Un carico pesante su un pavimento di legno in sé non è una buona idea, ma anche un massetto ad alta temperatura. Il legno crollerà rapidamente, l'intero sistema crollerà.

Le ragioni sono serie. Pertanto, in alcuni casi, è più consigliabile utilizzare la tecnologia a secco. Inoltre, un pavimento in legno riscaldato ad acqua con le proprie mani non è così costoso. Il componente più costoso sono le piastre di metallo, ma possono anche essere realizzate in lamiera sottile e, meglio, in alluminio. È importante essere in grado di piegare, formando scanalature per tubi.

Nanovein  Le vene varicose degli arti inferiori sono una malattia molto grave e pericolosa

Nel video è mostrata una variante di un sistema in polistirolo di un pavimento caldo senza massetto.

Materiali per riscaldamento a pavimento

Molto spesso fanno un riscaldamento a pavimento d'acqua in un massetto. La sua struttura e i materiali necessari saranno discussi. Un diagramma di un pavimento di acqua calda è presentato nella foto qui sotto.

Schema di riscaldamento a pavimento massetto

Tutti i lavori iniziano con il livellamento della base: senza isolamento, i costi di riscaldamento saranno troppo elevati e l'isolamento può essere posato solo su una superficie piana. Pertanto, la prima cosa che fanno è preparare la base: realizzare un massetto ruvido. Successivamente, descriviamo passo dopo passo l'ordine di lavoro e i materiali utilizzati nel processo:

  • Un nastro smorzatore è anche arrotolato attorno al perimetro della stanza. Questa è una striscia di materiale isolante con uno spessore non superiore a 1 cm che impedisce la dispersione di calore dal riscaldamento delle pareti. Il suo secondo compito è di compensare l'espansione termica che si verifica quando i materiali vengono riscaldati. Il nastro può essere speciale e puoi anche stendere una sottile schiuma tagliata a strisce (non più di 1 cm di spessore) o altro isolamento dello stesso spessore.
  • Sul massetto ruvido viene posato uno strato di materiali termoisolanti. Per l'installazione del riscaldamento a pavimento, la scelta migliore è il polistirene espanso. La cosa migliore è estrusa. La sua densità dovrebbe essere di almeno 35 kg / m 2. È abbastanza denso per resistere al peso del massetto e ai carichi operativi, ha caratteristiche eccellenti e una lunga durata operativa. Lo svantaggio è che è costoso. Altri materiali più economici (schiuma di polistirolo, lana minerale, argilla espansa) presentano molti svantaggi. Se puoi, usa il polistirolo espanso. Lo spessore dell'isolamento termico dipende da molti parametri: dalla regione, dalle caratteristiche del materiale di base e dell'isolamento, dall'organizzazione del sottofondo. Pertanto, deve essere calcolato in relazione a ciascun caso.
  • Successivamente, spesso inseriscono una rete di rinforzo con un passo di 5 cm e vengono anche legati i tubi, con morsetti di filo o plastica. Se è stata utilizzata la schiuma di polistirene, puoi fare a meno del rinforzo: puoi fissarlo con speciali staffe di plastica che vengono spinte nel materiale. Per altri riscaldatori, è richiesta una rete di rinforzo.
  • I beacon sono installati sulla parte superiore, quindi viene versato il massetto. Il suo spessore è inferiore a 3 cm sopra il livello dei tubi.
  • Successivamente, viene posato un rivestimento per pavimenti pregiato. Qualsiasi adatto per l'uso in impianti di riscaldamento a pavimento.

Questi sono tutti gli strati di base che devono essere posati quando si crea un pavimento riscaldato ad acqua con le proprie mani.

Tubi per riscaldamento a pavimento e schemi di posa

L'elemento principale del sistema sono i tubi. Polimero più spesso usato – realizzato in polietilene reticolato o metallo-plastica. Si piegano bene e hanno una lunga durata. Il loro unico ovvio inconveniente non è la conducibilità termica troppo elevata. Questo aspetto negativo non si trova nei tubi corrugati di acciaio inossidabile appena apparsi. Si piegano meglio, non costano più, ma a causa della loro scarsa fama, vengono ancora raramente utilizzati.

Il diametro dei tubi per il pavimento caldo dipende dal materiale, ma di solito è di 16-20 mm. Sono impilati secondo diversi schemi. Il più comune – una spirale e un serpente, ci sono diverse modifiche che tengono conto di alcune caratteristiche dei locali.

Schemi di posa di tubi per pavimenti di acqua calda

Stendere con un serpente è il più semplice, ma passando attraverso i tubi il refrigerante si raffredda gradualmente e raggiunge la fine del circuito già molto più freddo di quanto non fosse all'inizio. Pertanto, la zona in cui entra il liquido di raffreddamento sarà la più calda. Questa funzione viene utilizzata – iniziano a posare dalla zona più fredda – lungo le pareti esterne o sotto la finestra.

Il doppio serpente e la spirale sono quasi privi di questo inconveniente, ma sono più difficili da posare: è necessario disegnare un diagramma su carta per non confondersi durante la posa.

colino

È possibile utilizzare la normale malta di cemento e sabbia a base di cemento Portland per riempire l'acqua di riscaldamento a pavimento. Il marchio del cemento Portland dovrebbe essere alto – M-400 e preferibilmente M-500. Marchio concreto – non inferiore a M-350.

Massetto semisecco per riscaldamento a pavimento

Ma i normali massetti “bagnati” ottengono la loro forza progettuale per un tempo molto lungo: almeno 28 giorni. Per tutto questo tempo non puoi accendere il pavimento caldo: andranno le crepe che possono persino rompere i tubi. Pertanto, i cosiddetti massetti semi-secchi vengono sempre più utilizzati – con additivi che aumentano la plasticità della soluzione, riducendo significativamente la quantità di acqua e il tempo di "maturazione". Puoi aggiungerli tu stesso o cercare miscele secche con le proprietà appropriate. Costano di più, ma ci sono meno problemi: secondo le istruzioni, aggiungi la quantità d'acqua necessaria e mescola.

È possibile realizzare un pavimento riscaldato ad acqua con le proprie mani, ma saranno necessari un periodo di tempo decente e fondi considerevoli.

Lagranmasade Italia