Come cambia la vita dopo l’intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea

Molte patologie del sistema biliare portano allo sviluppo di dolore intenso, che provoca molta sofferenza fisica e psicologica ai pazienti. Se la terapia farmacologica non è efficace, ricorrere alla colecistectomia. Il trattamento chirurgico prevede l'escissione completa dell'organo. Per alleviare le condizioni del paziente dopo l'intervento chirurgico, per ridurre il rischio di complicanze, prescrivere una dieta, un regime speciale. Pertanto, la vita dopo la rimozione della cistifellea cambia drasticamente. Vale la pena considerare più in dettaglio per quanto tempo e come le persone vivono dopo la colecistectomia.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Le conseguenze del trattamento chirurgico

Anche se la cistifellea è stata rimossa, il fegato continua a produrre bile nello stesso volume. Tuttavia, al corpo manca un organo per mantenere il segreto, quindi drena costantemente nella cavità del duodeno. Se il paziente dopo l'operazione consuma cibi grassi, il volume assegnato di bile non è sufficiente per la normale digestione. Pertanto, una persona incontra spesso diarrea, flatulenza, nausea.

L'assorbimento incompleto dei grassi provoca un'assunzione insufficiente di acidi grassi essenziali nel corpo, un ridotto assorbimento di vitamine liposolubili. Dopo l'intervento chirurgico per rimuovere la cistifellea, l'assorbimento degli antiossidanti presenti nella maggior parte delle verdure è spesso ridotto. Ciò porta ad un aumento dell'intensità dei processi ossidativi, invecchiamento precoce.

Se la cistifellea viene rimossa, il segreto digestivo provocherà irritazione della mucosa intestinale.

Com'è il periodo postoperatorio?

Se la cistifellea viene rimossa, la durata della riabilitazione è determinata dal metodo di trattamento chirurgico. La chirurgia laparoscopica prevede l'asportazione dell'organo attraverso piccole forature, che aiuta a prevenire lo sviluppo di gravi complicanze. Pertanto, dopo la laparoscopia della cistifellea, il recupero non richiede più di 10-14 giorni. Quando si esegue un intervento chirurgico addominale, il periodo di riabilitazione raggiunge le 8 settimane.

Durante i primi 2-3 giorni dopo le procedure chirurgiche, i pazienti devono essere in ospedale sotto la costante supervisione di un medico. In questo periodo, è possibile lo sviluppo di tali sintomi:

  • Dolore nella superficie della ferita. Il dolore si manifesta entro pochi giorni sullo sfondo dell'uso di antidolorifici;
  • Aumento della formazione di gas e diarrea. I sintomi scompaiono per 10-12 giorni se il paziente aderisce alla dieta prescritta;
  • Dolore addominale che si verifica sullo sfondo dell'introduzione di gas nella cavità addominale. Il sintomo si sviluppa esclusivamente dopo la laparoscopia;
  • Irritabilità, brusco cambiamento di umore. I sintomi neurologici scompaiono da soli durante il periodo di recupero;
  • Nausea. Questo sintomo appare a causa dell'uso di anestetici e antidolorifici. Dopo l'interruzione del farmaco, le condizioni del paziente tornano alla normalità.

Dopo l'intervento chirurgico all'addome, compaiono suture che non devono essere bagnate. Il nuoto è consentito solo 2 giorni dopo le procedure chirurgiche, mentre la superficie della ferita deve essere accuratamente asciugata. Se ai medici è vietato bagnare la ferita, è necessario applicare medicazioni speciali prima di rimuovere le cuciture, che proteggeranno il tessuto danneggiato dall'acqua.

Per 1,5 mesi dopo l'intervento chirurgico, di solito è presente una sindrome da dolore moderato, che è un segno del normale adattamento del corpo alla lesione. Tuttavia, un forte dolore tra nausea e ipertermia indica lo sviluppo di complicanze.

! importante I sintomi elencati si riferiscono alle normali conseguenze del trattamento chirurgico. I sintomi scompaiono rapidamente, quindi non influenzeranno ulteriormente la vita senza la cistifellea.

Caratteristiche della terapia dietetica

Per 24 ore dopo l'operazione, non puoi bere e mangiare, è consentito inumidire le labbra solo con un panno umido. Il secondo giorno, una persona può consumare liquidi chiari (brodo magro, tè debole, brodo di cinorrodo, acqua) per prevenire disidratazione, costipazione. Il terzo giorno vengono introdotti succhi di frutta appena spremuti diluiti, purea di mele, yogurt magro.

Nanovein  Cause di trombosi venosa portale in giovane età

Il 4 ° -5 ° giorno dopo l'operazione, con una salute normale, il paziente è autorizzato a mangiare purè di patate, carne bollita, zuppe di purea di dieta. Nel tempo, puoi tornare alla tua solita dieta, ma dovresti evitare l'uso di cibi grassi, alcool.

Come vivere senza cistifellea per prevenire lo sviluppo di diarrea e flatulenza dopo colecistectomia? I gastroenterologi raccomandano i seguenti suggerimenti:

  • Mangia piccoli pasti fino a 6 volte al giorno, masticando attentamente i piatti in modo che gli alimenti si mescolino meglio con la bile;
  • Il cibo dovrebbe essere a una temperatura calda;
  • Il cibo dietetico prevede l'uso di varietà a basso contenuto di grassi di carne, prodotti a base di latte acido a basso contenuto di grassi, verdure e frutta fresche, pane integrale di ieri;
  • Aumentare l'assunzione di fibre (avena, orzo) per prevenire la costipazione;
  • Ridurre la quantità di grassi, dolci e cibi contenenti caffeina nella dieta.

La rimozione diretta della cistifellea non contribuisce allo sviluppo della costipazione. Tuttavia, dopo l'escissione dell'organo, molti pazienti riducono la quantità di cibo consumato, consumano una quantità insufficiente di fibra alimentare, che riduce la motilità intestinale. Gli esperti non raccomandano l'uso frequente di clisteri per eliminare la costipazione. Dopotutto, questa tecnica può portare alla morte della normale microflora e allo sviluppo della disbiosi intestinale, che aggrava solo il problema.

! importante Se non c'è cistifellea, i pazienti devono aderire a una dieta rigorosa per 2-3 mesi. Questo normalizzerà la digestione, impedirà lo sviluppo di sintomi spiacevoli, complicazioni.

Attività locomotoria dopo colecistectomia

I cambiamenti dello stile di vita dopo la rimozione della cistifellea suggeriscono un aumento dell'attività fisica del paziente. Gli specialisti raccomandano di alzarsi dal letto e muoversi nella stanza il giorno successivo dopo l'intervento chirurgico. Questo è necessario per prevenire la trombosi.

In buona salute, il paziente deve aumentare gradualmente e regolarmente il carico. Nella maggior parte dei casi, è possibile ripristinare la forma fisica preoperatoria per 7-21 giorni, che è determinata dal metodo di trattamento chirurgico e dalla presenza di patologie concomitanti.

Nel corso di 4-8 settimane gli esperti raccomandano di escludere il sollevamento pesi (peso superiore a 5-7 chilogrammi), le restrizioni si applicano all'intenso allenamento fisico. I pazienti possono fare solo lavori domestici leggeri e fare brevi passeggiate. Puoi visitare la sauna, la piscina, fare il bagno solo con il permesso del medico curante. Si consiglia di tornare al lavoro solo 7 giorni dopo l'operazione, se non comporta un grande sforzo fisico.

Molti pazienti si chiedono se sia possibile fare sesso dopo colecistectomia. In buona salute, dopo 2 settimane è consentita una vita intima e attiva.

! importante La colecistectomia non influisce sull'aspettativa di vita del paziente se una persona è conforme a tutte le prescrizioni del medico.

Possibili complicazioni precoci

Durante o dopo l'intervento chirurgico, possono verificarsi le seguenti complicazioni:

  • Infezione della ferita Le infezioni batteriche portano a dolore, gonfiore e arrossamento nell'area della ferita chirurgica;
  • Bleeding. La condizione si sviluppa quando i grandi vasi sanguigni vengono danneggiati durante l'intervento chirurgico;
  • L'introduzione della bile nella cavità addominale. Ciò provoca lo sviluppo del dolore nella cavità addominale, un aumento della temperatura;
  • Lo sviluppo della trombosi venosa profonda degli arti inferiori;
  • Danno intestinale. La condizione porta allo sviluppo di dolore intenso, febbre.
Nanovein  Cosa usare contro le vene varicose

Quali sono le complicazioni tardive?

Nel 5-40% dei pazienti dopo l'escissione della cistifellea, si verifica la sindrome post-colecistectomia. Questa condizione include i seguenti sintomi:

  • Aumento della formazione di gas;
  • Violazione delle feci;
  • nausea;
  • Dolore nell'ipocondrio destro di un personaggio dolorante, che si sviluppa sullo sfondo della disfunzione dello sfintere di Oddi. Il caratteristico aumento del dolore dopo l'assunzione di cibi grassi;
  • Aumento della temperatura corporea;
  • La sclera e la pelle diventano gialle.

In rari casi, i pazienti sullo sfondo di una cistifellea distante hanno di nuovo calcoli nel tratto biliare. Il motivo della loro formazione è una diminuzione del flusso di bile attraverso i dotti. Le pietre formate vengono gradualmente rimosse nel lume del duodeno 12, che non provoca sensazioni dolorose.

La violazione del deflusso della bile a causa della comparsa di restringimento dei dotti biliari o dei calcoli può innescare l'insorgenza di processi infiammatori nel fegato e nel pancreas. Dopo che la cistifellea è stata asportata, possono verificarsi processi infiammatori nel tratto biliare (colangite). La malattia provoca i seguenti sintomi:

  • Aumento della fatica, debolezza generale;
  • Il verificarsi di prurito cutaneo;
  • Un aumento della temperatura;
  • Giallo della pelle e sclera degli occhi;
  • Sviluppo di nausea e vomito;
  • Dolore al fegato;
  • Aumento della formazione di gas, diarrea.

! importante Se la colecistectomia viene eseguita per pazienti che hanno una storia di malattia da reflusso gastroesofageo, l'operazione può portare a paresi dello stomaco e a cattive condizioni di salute.

Come procede la gravidanza dopo la colecistectomia?

Molti pazienti vivono pienamente senza la cistifellea. Ma la mancanza di un organo digestivo nelle donne può complicare il corso della gravidanza. Pertanto, quando si pianifica un bambino, è necessario considerare alcune funzionalità:

  • L'assenza della cistifellea può innescare il verificarsi di prurito cutaneo, un aumento del livello di acidi biliari nel flusso sanguigno;
  • Durante la gravidanza, il fegato si muoverà e i dotti intraepatici vengono compressi, il che provoca una maggiore formazione di calcoli;
  • Per prevenire l'insorgenza di ittero in un neonato, una donna dovrà assumere regolarmente antistaminici, multivitaminici, antiossidanti;
  • Una diminuzione dell'attività motoria del paziente nel terzo trimestre contribuirà alla congestione.

È importante capire che condurre colecistectomia non è una controindicazione diretta alla gravidanza. Dopo l'intervento chirurgico, una donna è in grado di sopportare e dare alla luce un bambino sano, tuttavia, dovrebbe essere costantemente monitorata da specialisti. Ciò contribuirà a prevenire il ristagno delle secrezioni alimentari, ridurre il rischio di sintomi di ittero.

Posso bere alcolici?

Bere alcolici in assenza della cistifellea porta a un forte rilascio di bile nel lume del duodeno. L'alcol provoca anche un cambiamento nelle caratteristiche reologiche della secrezione digestiva, quindi aumenta la quantità di colesterolo e acidi grassi. La sovrasaturazione dei dotti biliari aumenta il rischio di calcoli.

! importante Gli esperti raccomandano di abbandonare l'uso di bevande contenenti alcol durante il primo anno dopo il trattamento chirurgico.

Il consumo regolare di bevande alcoliche porta allo sviluppo di cirrosi epatica, patologie del pancreas, infiammazione del tratto biliare. Di conseguenza, l'alcol provoca una maggiore formazione di bile, ma il suo deflusso sarà compromesso a causa del restringimento dei dotti infiammati. I processi patologici portano al fatto che la secrezione digestiva non porta alla disinfezione dell'intestino tenue. Pertanto, si sviluppa disbiosi e infezione intestinale.

conclusione

Come vivere dopo la rimozione della cistifellea, quali sono i pro e i contro? Dopo il trattamento chirurgico, è importante seguire i principi di uno stile di vita sano, una dieta e seguire le raccomandazioni di uno specialista. Secondo le statistiche, i pazienti di solito conducono una vita piena e attiva, si sentono benissimo. Solo un piccolo numero di persone sviluppa gravi complicanze che possono ridurre la qualità della vita.

Lagranmasade Italia