Coagulazione retinica laser

La coagulazione laser della retina dell'occhio è un intervento chirurgico senza sangue sulla retina, che è la creazione di aderenze tra la retina e la coroide situata al di sotto di essa. In considerazione della bassa morbilità, l'intervento viene eseguito in regime ambulatoriale a pazienti di qualsiasi età, compresi quelli con patologie cardiovascolari.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Procedura

L'essenza dell'intervento è quella di "saldare" la retina ai tessuti sottostanti creando una forte adesione. La retina è "saldata" con speciali laser coagulanti che causano microburns locali.

L'operazione viene eseguita in posizione seduta. La durata dell'intervento è di 15-20 minuti. La procedura si presenta così per gradi.

  1. Instillazione di una soluzione di pupilla dilatante e gocce di anestetico.
  2. Installazione di un obiettivo Goldman a tre specchi. Ti consente di focalizzare il laser sulla zona dell'occhio desiderata.
  3. L'impatto sulla retina con due laser: a bassa potenza, utilizzato per la mira e ad alta potenza, creando una commisura. 3-5 file di aderenze laser sono sufficienti per la formazione della fusione corioretinica, che impedisce il distacco della retina. La fusione si forma entro 10-14 giorni.

Per quanto riguarda il dolore, sono minimi. I medici avvertono che il dolore può verificarsi quando un laser colpisce determinate aree dell'occhio, ma sono più simili a sensazioni di formicolio. Ciò è confermato dalle recensioni dei pazienti che parlano di disagio, ma non di dolore. Il disagio è causato dalla luce intensa della lampada a fessura, dalla necessità di fissare lo sguardo in un punto e non fare gesti inutili.

Se viene indicata la coagulazione di una vasta area della retina, la procedura viene eseguita in più fasi.

Reinserimento

Per evitare complicazioni postoperatorie, è necessario seguire le raccomandazioni mediche.

Nanovein  Caratteristiche del pensiero della prima infanzia

Nel primo giorno dopo la coagulazione, non affaticare gli occhi, non usare lenti a contatto, occhiali.

Per due settimane:

  • escludere il sale dalla dieta;
  • rifiutare di bere alcolici;
  • minimizzare la quantità di liquido che bevete;
  • indossare occhiali da sole;
  • instillare gli occhi con le gocce prescritte dal medico.

Durante tutto il mese, sono esclusi tutti i tipi di attività fisica, sport legati a movimenti improvvisi, inclinazioni. Anche durante questo periodo devi rifiutare di visitare saune e bagni, la spiaggia.

Dopo la coagulazione, un oculista deve essere esaminato prima ogni mese, poi ogni tre mesi, quindi ogni sei mesi.

Indicazioni e controindicazioni

  • distrofia retinica (compresa quella legata all'età);
  • patologia vascolare delle vene;
  • distacco della retina;
  • trombosi della vena centrale o dei rami della retina;
  • angiomatosi (eccessiva proliferazione dei vasi sanguigni);
  • rottura della retina;
  • miopia elevata;
  • retinopatia diabetica e patologia causate da ipertensione;
  • tumori della retina (cattivi e benigni).

Molti oftalmologi prescrivono la coagulazione laser per i pazienti con un alto grado di miopia prima della correzione laser. La procedura viene eseguita anche per le donne in gravidanza per prevenire complicazioni durante il parto. Il fatto è che con i tentativi aumenta il rischio di rottura della retina. Se esiste una tale possibilità, l'oculista può prescrivere la coagulazione retinica della donna incinta per un periodo fino a 35-36 settimane. Per l'operazione, è richiesta l'autorizzazione non solo dall'oculista, ma anche dal ginecologo.

In caso di opacizzazione del mezzo oculare, gliosi di 3 ° e 4 ° grado, emorragie sul fondo, formazione di nuovi vasi sull'iride, acuità visiva inferiore a 0.1, la coagulazione laser è controindicata. È vero, queste controindicazioni non sono assolute. Dopo un trattamento appropriato, è possibile una procedura di coagulazione.

Pro e contro

L'indicatore di rischio / efficacia è il più significativo quando si decide sull'opportunità della coagulazione della retina laser.

Nel 70% dei casi dopo la "cauterizzazione" laser della retina, la vista migliora e il rischio di distacco della retina scompare. Il giorno successivo, puoi iniziare a svolgere mansioni lavorative. È vero, si dovrà monitorare la pressione sanguigna ed escludere l'attività fisica per l'intero periodo di crescita di nuovi tessuti e vasi sanguigni. Solo un medico può giudicare il successo dell'intervento, che durante l'esame della periferia del fondo (ogni 6 mesi) monitora la comparsa di nuove zone di degenerazione della retina.

Vantaggi

La coagulazione laser presenta numerosi vantaggi, tra cui:

  1. metodo di esposizione senza contatto, in cui i rischi di complicanze infettive e altre sono ridotti a zero;
  2. mancanza di formazione specifica e degenza ospedaliera a lungo termine;
  3. l'uso dell'anestesia locale durante la coagulazione, che evita molte delle complicanze che possono verificarsi con l'anestesia generale;
  4. la possibilità di eseguire la procedura per persone di qualsiasi categoria di età, donne in gravidanza (fino a 35 settimane);
  5. semplicità del periodo di riabilitazione;
  6. indolore.
  • migliorare la circolazione sanguigna e la nutrizione della retina;
  • per prevenirne il danno;
  • migliorare il rilievo del fondo;
  • rimuovere le formazioni tumorali;
  • eliminare la deformazione del bulbo oculare.
Nanovein  Le vene varicose sulle mani delle donne

complicazioni

Ha la coagulazione laser e le sue complicanze. Più spesso sono insignificanti, associati all'esposizione laser, sono temporanei. Ad esempio, arrossamento congiuntivale ed edema corneale, accompagnati da insufficienza visiva, scompaiono pochi giorni dopo la procedura e la vista viene ripristinata.

Se si sviluppa un processo infiammatorio postoperatorio, lo specialista prescrive colliri adatti (Tobrex e altri). In alcuni pazienti, dopo la coagulazione, si nota un fenomeno come la sindrome dell'occhio secco. Una produzione insufficiente di liquido lacrimale provoca sensazione di secchezza, bruciore e disagio. I sintomi spiacevoli possono essere rimossi con gocce idratanti per gli occhi. In futuro, quando le funzioni delle strutture oculari saranno completamente ripristinate, l'uso di questi fondi non sarà necessario.

In casi isolati, quando il laser è nelle mani di uno specialista inetto, possono sorgere problemi più gravi. Se viene applicata una bruciatura a punti nell'area sbagliata, si verifica una riduzione della visione. È anche possibile:

  • infezione da congiuntivite;
  • aumento della pressione intraoculare;
  • sviluppo della cataratta (annebbiamento dell'obiettivo);
  • un cambiamento nella forma della lente e dell'iride;
  • visione crepuscolare alterata;
  • curvatura dei contorni della pupilla;
  • la comparsa di punti scuri o luminosi, altri difetti del campo visivo;
  • emorragia retinica, rottura del nervo ottico, distacco del corpo vitreo (si verifica quando i coagulanti non vengono applicati correttamente durante la procedura);
  • perdita irreversibile della vista.

Giudizi

Le recensioni di coloro che sono stati sottoposti a coagulazione retinica sono per lo più positive. L'operazione praticamente non provoca dolore e disagio, complicazioni impreviste. Alcuni pazienti lamentano lieve formicolio, vertigini o nausea durante la procedura, ma questi effetti collaterali sono di breve durata.

La coagulazione laser è un metodo abbastanza semplice, efficace e meno traumatico per prevenire il distacco della retina. E le uniche condizioni per un esito positivo della procedura sono l'elevata professionalità del medico e l'implementazione da parte del paziente delle raccomandazioni prescritte in fase di riabilitazione.

Lagranmasade Italia