Coagulazione laser endovasale

Circa 10 anni fa, nel campo della chirurgia vascolare, apparve una nuova invenzione rivoluzionaria, il trattamento laser delle vene varicose. La tecnologia per l'obliterazione (chiusura del lume) delle vene, sviluppata da scienziati tedeschi, era chiamata coagulazione laser endovasale (EVLK) ed è ora ampiamente utilizzata nelle principali cliniche russe e straniere. Presso il Medical Center OLMED, dove vengono sempre utilizzati i moderni dispositivi e tecnologie medici, viene utilizzato con successo anche il trattamento laser delle vene varicose.

La coagulazione endovasale è uno dei metodi moderni meno traumatici e rapidi per eliminare le vene varicose. Il trattamento laser è sempre più chiamato il metodo "chirurgia dell'ufficio", il che implica che il processo stesso richiede circa 40 minuti, l'operazione viene eseguita in anestesia locale e la riabilitazione dopo la procedura richiede 2-4 ore, dopo di che il paziente lascia la clinica da solo e può tornare al processo di lavoro.

Nonostante il fatto che la coagulazione laser endovasale sia stata praticata per circa 10 anni, la procedura è un complesso processo tecnologico e di manipolazione che richiede una formazione professionale e attrezzature di alta qualità. Grazie all'alto livello di base scientifica, professionale e tecnica, i medici del Centro medico OLMED trattano con successo le vene varicose con un laser da diversi anni. Gli esperti osservano che la coagulazione laser endovenosa eseguita in una clinica specializzata, sotto la supervisione di medici esperti e macchine ad ultrasuoni, è considerata veramente efficace.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Chi aiuterà EVLK?

Il trattamento laser delle vene varicose non è giustificato in tutti i casi: esistono numerose indicazioni specifiche per l'obliterazione venosa laser. Pertanto, il trattamento laser delle vene varicose sarà il più efficace e di successo per il paziente se ha:

  • Un moderato numero di vene con grave trasformazione varicosa.
  • La dilatazione estuarica della grande vena safena (BPV) non supera i 10 mm.
  • Le vene safene grandi o piccole hanno un tronco uniforme. In una situazione in cui il tronco del tronco si piega, è quasi impossibile curare tale vena endovasalmente, dal momento che non è possibile passare tale vena né da un conduttore, un catetere o una sonda.
  • Disturbi trofici della parte inferiore della gamba. Questa indicazione è particolarmente significativa per una manipolazione separata: la coagulazione laser endovasale delle vene perforanti. Questo metodo non è praticamente inferiore nell'affidabilità di aprire la medicazione e la dissezione endoscopica (estensione degli strati di tessuto), mentre ha un basso trauma e la possibilità di ripetizione. Le vene perforanti EVLK possono essere eseguite in combinazione con quasi tutti i tipi di interventi chirurgici sulle vene safene grandi e piccole.

Sei passi per la salute delle tue gambe

Oltre ai suddetti fattori per la corretta conduzione di EVLK, il trattamento laser delle vene varicose deve essere eseguito rigorosamente in più fasi, secondo la metodologia accettata. Gli esperti osservano che il trattamento efficace delle vene varicose con un laser consiste in sei passaggi eseguiti successivamente:

  • Inserimento di un catetere sottile in una vena varicosa – la manipolazione viene eseguita sotto il controllo della scansione duplex. Attraverso il catetere inserito, anche sotto il controllo degli ultrasuoni, viene fatta passare una guida d'onda laser ancora più sottile.
  • Posizionamento della parte di lavoro della fibra. La guida di luce è installata nel punto in cui la vena varicosa scorre nella vena femorale o poplitea.
  • Creando un "cuscino analgesico" – anestetizzando con un anestetico locale lungo la vena coagulata, il paziente viene anestetizzato. Inoltre, un tale "cuscino" protegge il tessuto circostante dalle ustioni.
  • In realtà, la coagulazione laser delle vene varicose stessa – EVLK. Il medico ricontrolla la posizione dell'estremità della fibra, accende il laser e quindi rimuove gradualmente la fibra dalla vena coagulata.
  • Il giorno successivo viene eseguita la scleroterapia dei grandi affluenti varicosi dilatati delle vene safene grandi o piccole.
  • L'ultimo stadio è l'applicazione di una speciale fasciatura a compressione da speciali cuscinetti e fasciature adesive. Quindi viene applicata la fasciatura di compressione della classe di compressione II. Inoltre, si consiglia al paziente di camminare per un'ora, dopo di che può andare al lavoro o a casa. Si noti che rimuovere la calzetteria a compressione, vestita dopo EVLK, non deve essere precedente a 3-5 giorni.
Nanovein  Da quale parte è meglio dormire con bruciore di stomaco

Pro e contro di EVLK

Tra i principali vantaggi dell'obliterazione laser endovasale:

  • L'assenza di incisioni durante l'intervento chirurgico, rispettivamente – il risultato cosmetico ideale
  • Breve tempo per condurre EVLK – la procedura richiede solitamente non più di un'ora
  • Il trattamento laser delle vene varicose non richiede molto tempo per la riabilitazione: il paziente può abbandonare autonomamente la clinica il giorno dell'intervento e tornare ai suoi affari quotidiani.
  • La coagulazione laser delle vene varicose viene eseguita sotto la supervisione degli ultrasuoni, il che migliora la qualità del trattamento e, di conseguenza, riduce al minimo il numero di complicanze postoperatorie.
  • La coagulazione endovasale minimizza il disagio nel periodo postoperatorio.

Tuttavia, confrontando tutti i pro e i contro, un medico professionista sarà in grado di scegliere il modo migliore per condurre la coagulazione endovasale – sia economicamente che metodicamente, notato nel centro medico OLMED. Anche il costo relativamente elevato, a prima vista, del trattamento laser, con un'analisi individuale di tutti i vantaggi di EVLK, di regola, risulta essere l'opzione più vantaggiosa.

Lagranmasade Italia