Coagulazione laser delle vene varicose varietà di procedure e loro essenza

Le vene varicose – una malattia delle vene in cui viene disturbato il deflusso di sangue dalle parti inferiori del corpo alla parte superiore. Di conseguenza, la pressione nei vasi aumenta, le valvole venose si guastano, le pareti vascolari vengono allungate e deformate. Per curare le vene varicose, gli specialisti usano vari metodi. Uno dei modi moderni per sbarazzarsi della malattia è la terapia laser endovascolare. Ti consente di rimuovere quasi istantaneamente i segni esterni della malattia e ripristinare la salute normale dopo una breve riabilitazione. I flebologi tendono a ricorrere al trattamento laser delle vene varicose con l'inefficacia di altri metodi.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

L'essenza della procedura

L'essenza della coagulazione laser delle vene degli arti inferiori è la "sigillatura" del lume della nave. L'effetto è ottenuto grazie all'energia termica, sotto l'azione della quale si verifica la coagulazione delle proteine ​​che compongono la parete vascolare. Sotto l'azione della radiazione laser, le molecole proteiche si riscaldano e si "piegano", riducendo il diametro del lume della vena. La rimozione laser delle vene varicose provoca un vaso sigillato, che alla fine guarisce, cioè viene sostituito dal tessuto connettivo.

Per rimuovere le vene varicose con un laser, non è necessario praticare incisioni sulla pelle, come nel caso di altri metodi di trattamento. Tutte le manipolazioni vengono eseguite attraverso la pelle o direttamente all'interno della nave introducendo un emettitore laser in miniatura. L'operazione per rimuovere le vene varicose con un raggio laser è assolutamente indolore e dura non più di mezz'ora.

Il periodo di riabilitazione dopo il trattamento laser delle vene varicose è 5-7 volte più breve rispetto alla flebectomia. Le complicazioni dopo l'intervento chirurgico sono improbabili.

Pro e contro della procedura

Il vantaggio principale della coagulazione laser delle vene varicose, che è più spesso menzionato dai pazienti, è l'estetica dell'operazione. Dopo l'intervento, non rimangono tracce sul corpo, poiché l'integrità della pelle e dei tessuti molli non viene violata. Dopo l'intervento, non ci sono lividi, arrossamenti o altri segni di chirurgia sul corpo. Inoltre, i vantaggi della coagulazione laser endovasale o EVLK includono:

  • velocità operativa: il paziente è in ufficio per non più di un'ora, dopo di che può immediatamente lasciare la clinica;
  • mancanza di riabilitazione a lungo termine e un rapido ritorno alla capacità lavorativa – il periodo post-operatorio precoce dura solo un giorno, dopo di che il paziente può svolgere il normale lavoro senza il rischio di complicanze o ricadute;
  • impatto minimo sul corpo a causa dell'assenza di anestesia generale – l'operazione è indolore e il leggero disagio viene completamente soppresso attraverso l'uso di anestetici locali;
  • rischi minimi di effetti collaterali e complicanze.
Nanovein  Il rimedio più efficace per le recensioni sulle vene varicose

I flebologi definiscono una vasta gamma di indicazioni il principale vantaggio dell'ostruzione laser endovascolare o EVLO sulle vene varicose. La procedura può essere utilizzata quando altri metodi di trattamento sono controindicati. È adatto per eliminare piccoli plessi venosi (reti) e per rimuovere grandi vene.

Tra gli svantaggi della procedura, medici e pazienti chiamano l'alto costo della procedura. Per questo motivo, non è disponibile per alcuni pazienti. È anche menzionato, anche se basso, ma la probabilità di una ricaduta della malattia sui vasi più vicini dell'arto inferiore. Gli esperti sostengono che ciò è possibile in caso di mancato rispetto delle misure preventive e delle raccomandazioni in fase di recupero. Inoltre, l'inefficienza con una grave dilatazione delle vene, quando il loro diametro supera i 10 mm, è uno degli svantaggi della terapia laser per le vene varicose.

A differenza della flebectomia, che è raccomandata in un contesto di aterosclerosi, la terapia laser è controindicata in presenza di placche di colesterolo nei vasi adiacenti, che possono anche essere chiamati uno svantaggio della procedura.

Tipi di coagulazione laser

Esistono diverse varietà di trattamento laser per le vene varicose, che vengono utilizzate per lesioni di vene di diverso diametro e localizzazione:

  1. La procedura per la coagulazione laser endovasale delle vene è l'eliminazione di un vaso alterato a profondità medie e profonde con un diametro non superiore a 10 mm. Per rimuovere una vena, il medico esegue una piccola incisione sopra la nave e inserisce una sottile guida di luce in essa – un tubo flessibile, al termine del quale è presente un emettitore laser. Quando l'estremità della fibra raggiunge la parte della vena che deve essere "sigillata", il medico accende il laser, c'è un lampo, a seguito del quale le vene sulle gambe si uniscono. L'effetto della procedura è immediatamente evidente: le vene cadono, diventano meno evidenti.
  2. La procedura per la coagulazione laser percutanea delle vene o la correzione percutanea è una procedura eseguita senza incisioni. Molto spesso, viene utilizzato per la sconfitta di piccoli vasi con un diametro non superiore a 3 mm sulla superficie delle gambe. La coagulazione laser di vene varicose di questo tipo viene eseguita senza incisioni e lesioni alla pelle. Il medico porta un'ampia base sulla superficie del corpo del paziente, si verifica un focolaio che colpisce i vasi situati direttamente sotto l'emettitore. La coagulazione delle vene, come nel caso precedente, si verifica quasi all'istante.

Quando si rimuove la rete superficiale sulle gambe, il medico valuta visivamente la localizzazione dei vasi sanguigni. Nel caso del trattamento laser endovasale, devono essere utilizzati metodi di monitoraggio delle onde. Molto spesso, si tratta di scansione duplex o ultrasuoni.

Trattamento laser delle vene varicose

Prima del trattamento laser delle vene varicose, il paziente sarà sottoposto a un esame completo. È necessario per escludere la presenza di controindicazioni nascoste alla procedura. Poiché il diabete è una controindicazione per la chirurgia della varicosità laser, una tendenza alla trombosi o insufficiente coagulazione del sangue, il paziente dovrà sottoporsi a test generali e biochimici, glicemia, fattore protrombinico e test di coagulazione. Possono anche essere richiesti test, i cui risultati possono indicare infezioni latenti.

Nanovein  Proprietà e composizione benefiche del tè anti-varicoso

Prima della rimozione laser delle vene varicose, al paziente viene chiesto di rimuovere i peli in luoghi in cui si trovano vasi dilatati patologicamente. Prima di iniziare il trattamento con un laser per vene profonde usando il metodo EVLO, il medico esegue una scansione duplex dell'arto e fa un markup. Su di esso, segna sezioni di vasi sanguigni che verranno rimossi. Solo dopo questo, il medico può procedere direttamente alla coagulazione laser dei vasi sulle gambe.

Con una disposizione superficiale delle vene, i segni non vengono eseguiti, poiché il medico può valutare visivamente la posizione dei vasi patologici.

L'operazione laser secondo il metodo EVLO inizia con l'applicazione di un anestetico locale. Dopo che agisce, il medico esegue un'incisione nella pelle e inserisce una guida leggera nella nave. Inoltre, sotto il controllo delle apparecchiature ad ultrasuoni, lo promuove nei segmenti desiderati dei vasi e li coagula. In media, l'intero processo dura dai 30 ai 60 minuti.

Dopo l'intervento, le incisioni vengono trattate con antisettici e sigillate con colla chirurgica. Dopo l'indurimento, viene applicata una benda, piccoli cuscinetti di silicone vengono posizionati nella proiezione delle incisioni, il che creerà pressione e previene il sanguinamento.

Nel trattamento delle vene superficiali, il medico applica un anestetico, quindi procede alla coagulazione dei vasi. L'emettitore dell'unità laser viene portato sulla pelle, dopo diversi lampi viene spostato e viene trattata una nuova area. A seconda dell'area della lesione, la procedura richiede da 10 a 45 minuti. Dopo la correzione laser della rete venosa, viene applicata una medicazione sterile standard, su di essa viene applicata una maglieria a compressione compressiva, che è vietato rimuovere durante il giorno.

Reinserimento

La riabilitazione dopo la coagulazione laser delle vene non può essere definita complicata nell'esecuzione e comportando cambiamenti significativi nella vita del paziente. La dieta e il livello di attività fisica non cambiano, non è richiesto l'uso di farmaci speciali. Se è stato eseguito un intervento endovasale, non è consigliabile bagnare la posizione dell'incisione nei primi giorni. Quando visiti una doccia, dovresti coprirla con uno strato di pellicola. Entro 1-2 mesi dovrai indossare costantemente calze a compressione in modo che le vene possano riprendersi.

Dal primo giorno dopo l'intervento chirurgico, si consiglia ai pazienti di camminare di più. Questo aiuterà le navi a riprendersi più velocemente. All'inizio, quando le vene coagulate non sono ancora guarite, i medici ti consigliano di spostarti attivamente in casa, ma allo stesso tempo evitare carichi pesanti sulle gambe. Non appena appare la fatica, dovresti sederti o sdraiarti con le gambe leggermente sollevate. Anche camminare all'aria aperta sarà utile. Dopo 30-45 giorni, puoi praticare sport.

Lagranmasade Italia