Coagulazione laser con vene varicose

La malattia varicosa è una malattia in cui si verifica la distruzione dell'apparato valvolare delle vene degli arti inferiori, con conseguente deflusso inferiore di sangue, le vene si espandono gradualmente. Inizialmente, questo è solo un difetto puramente estetico, ma con la progressione della malattia, sorgono anche sintomi clinici, fino a complicazioni pericolose – tromboflebite e tromboembolia.

Poiché il meccanismo delle vene varicose è tuttavia in un difetto anatomico, i metodi di trattamento conservativi sono inefficaci qui. Nonostante la crescente pubblicità di farmaci per questa malattia, qualsiasi farmaco può essere considerato solo un mezzo per prevenire la progressione della malattia nelle fasi iniziali.

È logico che il metodo più radicale per trattare questa patologia sia la chirurgia. Lo scopo dell'operazione è eliminare il letto venoso espanso stesso. Ciò si ottiene rimuovendo la vena varicosa o mediante la cancellazione (ovvero sclerosando le pareti e chiudendone il lume).

Fino a poco tempo fa, l'operazione più comune per le vene varicose era la flebectomia, cioè la completa rimozione di una vena fallita, una procedura piuttosto traumatica e spiacevole eseguita in anestesia generale, dopo di che c'erano cicatrici ed ematomi a lungo termine.

Negli ultimi decenni, altri metodi di trattamento chirurgico delle vene varicose sono stati introdotti nella pratica: elettrocoagulazione, metodi criochirurgici, scleroterapia, ablazione con radiofrequenza e altri. Tuttavia, tra tutti i metodi mini-invasivi proposti, il più popolare era il metodo di coagulazione laser endovasale (endovenosa) delle vene.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

I vantaggi della coagulazione laser delle vene varicose

La coagulazione delle vene laser endovasale (EVLK) è stata applicata per la prima volta poco più di 10 anni fa. Oggi, questa procedura è il principale metodo di trattamento delle vene varicose all'estero e la sua popolarità sta crescendo ogni giorno in Russia. Questa operazione viene costantemente migliorata.

I principali vantaggi della coagulazione laser delle vene varicose:

  • Minimamente invasivo. Invece di tagli multipli, viene eseguita una puntura. Dopo l'operazione, non rimangono quasi ematomi sottocutanei.
  • Non è necessaria l'anestesia generale o l'anestesia spinale.
  • Indolore. L'operazione viene eseguita in anestesia locale, il paziente non avverte alcun dolore o nota un lieve disagio.
  • Non è richiesta la possibilità di eseguire un intervento chirurgico in regime ambulatoriale, il ricovero in ospedale.
  • Non c'è bisogno di riabilitazione a lungo termine. 1,5-2 ore dopo la procedura, è possibile tornare alla normale routine. La disabilità non è violata.
  • La percentuale più bassa di complicanze rispetto ad altri metodi.
  • La possibilità di un intervento chirurgico in presenza di ulcere trofiche.
  • La coagulazione laser può essere ripetuta più volte.

L'essenza del trattamento laser delle vene varicose

Le indicazioni per EVLK sono la presenza di vene varicose. EVLK è spesso suggerito per una minore espansione degli affluenti venosi.

EVLK non viene utilizzato per l'espansione della vena safena con diametro superiore a 10 mm, nonché in presenza di una vena dilatata fortemente contorta. In questi casi, questa procedura sarà inefficace e tecnicamente impossibile.

Se ci sono molti affluenti varicosi ingranditi, è anche necessaria la loro rimozione. Il trattamento laser in questo caso diventa economicamente inopportuno (questo metodo è piuttosto costoso).

Il trattamento laser delle vene varicose è un metodo abbastanza giovane, quindi il suo sviluppo e miglioramento continuano. Sono in corso discussioni sulla potenza laser ottimale e sono state sviluppate e introdotte nuove fibre.

L'essenza del metodo di coagulazione laser è che l'effetto dell'energia laser porta a "ebollizione" del sangue all'interno del vaso, ad alta temperatura agisce sulla parete interna della vena, c'è un'ustione termica e un'adesione delle pareti della vena con la distruzione del suo lume.

Questo elimina il substrato anatomico per le vene varicose – la vena dilatata scompare e si trasforma in un cordone del tessuto connettivo (o semplicemente una cicatrice) che non è visibile sotto la pelle. Successivamente, di norma, si verifica un completo riassorbimento della vena.

Come è la procedura EVLK

Nella versione classica, EVLK esclude qualsiasi taglio.

  • Sotto il controllo degli ultrasuoni in posizione verticale, la vena è marcata, soggetta all'obliterazione laser: la proiezione della vena viene semplicemente disegnata con un pennarello sulla pelle. Si distinguono anche i suoi affluenti.
  • Attraverso una piccola puntura (dopo anestesia locale preliminare), viene eseguita una puntura venosa con uno speciale catetere venoso. In realtà, un'iniezione di anestetico prima di una puntura è l'unica sensazione dolorosa durante questa operazione.
  • Una fibra laser viene inserita attraverso il catetere. Sotto il controllo degli ultrasuoni, la fibra viene effettuata nel sito dell'anastomosi della vena.
  • Viene eseguita l'anestesia tumescente – infiltrazione intorno alla vena alterata con una soluzione combinata contenente lidocaina anestetica, adrenalina e fisica. soluzione. Questa infiltrazione non solo fornisce l'anestesia, ma protegge anche il tessuto circostante dalle ustioni.
  • Quindi viene eseguito lo stesso EVLO: la radiazione laser viene attivata e la fibra viene rintracciata a una determinata velocità (la velocità della fibra è solitamente standard, sviluppata sulla base di studi clinici, ma può variare a seconda del diametro della vena e della lunghezza d'onda della radiazione laser).
  • Gli affluenti varicosi dilatati vengono sclerosati o rimossi mediante micropuntura.
  • Dopo la procedura, viene applicata una benda di compressione (speciali rulli in lattice sulla vena, attaccati alla pelle con un cerotto) e calze a compressione del secondo grado di compressione.

Le calze a compressione vengono acquistate in anticipo, quali – il medico consiglia in una consultazione preliminare.

Controindicazioni al trattamento delle vene laser

Le principali controindicazioni sono:

  • Cambiamenti infiammatori nella pelle e nel tessuto sottocutaneo nel sito della procedura pianificata.
  • Il diametro della vena è superiore a 1 cm.
  • Disfunzione del camminare dovuta ad altre malattie (artrosi, conseguenze dell'ictus, altre malattie degli arti inferiori).
  • Malattie infettive acute o scompenso di malattie somatiche croniche.
  • Stenosing malattie delle arterie degli arti inferiori. Con queste malattie, l'afflusso di sangue alle gambe è disturbato ed EVLK può aggravare questa situazione.
  • Aumento della conta piastrinica nel sangue (aumento del rischio di trombosi).
  • Trombosi ripetuta nell'anamnesi.
  • Gravidanza e allattamento.
  • Alta obesità, in quanto complica la necessaria compressione postoperatoria.

Preparazione per EVLK

Prima dell'operazione, è necessario sottoporsi a un esame. Di norma, viene assegnato un set standard di analisi:

  • Analisi generale di sangue, urina.
  • Analisi biochimiche.
  • Studio del sistema di coagulazione del sangue.
  • Sangue per marcatori di epatite virale, HIV, sifilide.
  • ECG.
  • X-ray.
  • Esame del terapista.
  • Ginecologo per le donne.
Nanovein  Le gambe possono ferire a causa delle vene varicose

Oltre a un esame standard, è obbligatorio un esame ecografico dei vasi delle gambe.

Anche le calze a compressione sono acquistate in anticipo. Sono selezionati individualmente da un flebologo. Di norma, possono essere acquistati nella stessa clinica in cui è pianificata l'operazione o in un salone specializzato.

Prima dell'intervento chirurgico, è necessario radersi le gambe.

Video: preparazione e avanzamento dell'operazione

Periodo postoperatorio

L'intera operazione non richiede più di 40 minuti. Dopo l'intervento chirurgico, è necessario camminare per un'ora, dopo di che il paziente può tornare a casa.

  • Dopo 2-3 giorni, è richiesto il controllo di un medico con un esame ecografico obbligatorio.
  • Se è necessario un intervento chirurgico sull'altra gamba, è prescritto almeno una settimana dopo.
  • La maglieria a compressione non viene rimossa per cinque giorni, quindi per 1,5-2 mesi viene indossata solo di giorno. A questo proposito, non è consigliabile condurre un intervento chirurgico nella stagione calda.
  • Consigliato camminare quotidiano a passi rapidi per almeno 1 ora.
  • Per qualche tempo, piccoli lividi e pigmentazione rimangono nel sito della vena cancellata e nei siti di puntura.
  • Per diverse settimane, dovrebbero essere evitati carichi statici prolungati sulle gambe, seduta prolungata, visita al bagno e alla sauna, bagni caldi.

Possibili conseguenze e complicanze di EVLK

La procedura EVLV provoca infiammazione asettica e necrosi venosa.

Di conseguenza, possono verificarsi:

  • Dolore moderato agli arti entro 2-3 giorni.
  • Una sensazione di tensione lungo la vena, disagio durante l'estensione della flessione.
  • Breve aumento della temperatura in cifre subfebriliche.
  • La comparsa di lividi.

Tutti questi sintomi spiacevoli sono di breve durata e scompaiono in pochi giorni.

Va inoltre segnalata la possibilità di ricaduta: un'insufficiente cancellazione del lume della vena porta alla sua ricanalizzazione – ripristino del flusso sanguigno in essa e ri-espansione. Molto spesso ciò si verifica quando non vengono seguite le raccomandazioni postoperatorie.

Molto raramente possono verificarsi complicazioni più formidabili: tromboflebite di una vena coagulata o trombosi venosa profonda. Queste complicanze si verificano dal 4 ° al 6 ° giorno dopo l'operazione, è necessario ricordare la possibilità del loro verificarsi e sintomi, in cui è necessario consultare immediatamente il medico:

  • Il verificarsi di un forte dolore alla gamba.
  • La temperatura supera i 38 gradi.
  • La comparsa di arrossamento, ispessimento, dolore lungo la vena.
  • La comparsa di gonfiore delle gambe.

Il principale svantaggio della rimozione laser delle vene varicose è il suo costo. Questa operazione è a pagamento. Il costo dell'operazione va da 30 a 60 mila rubli. Il prezzo dipende principalmente dal volume dell'operazione (la lunghezza della vena, la necessità di rimuovere e il numero dei suoi afflussi sono presi in considerazione), il tipo di apparecchiatura utilizzata (l'elaborazione con un laser radiale è più costosa). Anche i prezzi per la calzetteria a compressione non sono piccoli e non vale la pena salvarli.

Tuttavia, la stragrande maggioranza dei pazienti sottoposti a distruzione laser delle vene sono solo positivi. Nessuna anestesia, nessun dolore significativo! 40 minuti dopo l'operazione, puoi camminare, dopo 2 ore puoi tornare a casa e tornare ai soliti affari. L'effetto si nota dopo pochi giorni: nessun dolore, nessun gonfiore, nessuna imbracatura sporgente sotto la pelle. L'opinione principale dei pazienti: l'operazione di EVLK costa questo denaro.

Video: trattamento laser per le vene varicose

Trattamento laser delle vene varicose

Il trattamento delle vene varicose con chirurgia tradizionale o un laser viene eseguito se altri metodi di terapia sono inefficaci. Il raggio laser ha un effetto selettivo, quindi l'integrità dei tessuti adiacenti all'area trattata non viene violata.

Cos'è la coagulazione laser

In precedenza, in assenza di un effetto pronunciato dal trattamento conservativo della malattia, veniva eseguita la chirurgia. In questo caso, la vena interessata è stata completamente rimossa. Dopo l'intervento chirurgico, le cicatrici sono rimaste sul corpo del paziente.

Il moderno trattamento laser delle diverse fasi delle vene varicose non è accompagnato da sensazioni dolorose. Il processo di riabilitazione del paziente è abbastanza veloce.

La coagulazione laser delle vene varicose interessate comporta l'uso di un raggio laser che ha una lunghezza d'onda specifica. Per mezzo di cellule del sangue, l'impulso che entra nel corpo viene convertito in energia termica. Di conseguenza, la vena malata è "sigillata", il processo di circolazione sanguigna migliora.

Indicazioni e controindicazioni

EVLK viene eseguito se l'espansione delle vene alla bocca non supera i 10 mm. Altrimenti, non sarà possibile eliminare il problema attraverso la coagulazione laser. Inoltre, il corso del tronco venoso dovrebbe essere regolare, quindi il LED passerà facilmente lungo di esso senza incontrare ostacoli.

! importante Non ricorrono a una procedura medica quando ci sono troppe vene colpite da vene varicose.

Il trattamento laser di varie fasi delle vene varicose è controindicato in presenza delle seguenti patologie in un paziente:

  • tendenza alla tromboflebite;
  • gravi malattie del sistema ematopoietico;
  • cambiamenti infiammatori nella zona interessata;
  • scarsa mobilità del paziente dovuta alla presenza di problemi di salute;
  • la presenza di cancro nel paziente;
  • malattie infettive accompagnate da febbre.

! importante Se si ignorano le controindicazioni appropriate, possono apparire complicazioni negative che sono difficili da trattare.

Non è consigliabile ricorrere al trattamento laser delle vene varicose durante il periodo di attesa del bambino e durante l'allattamento. Lo specialista deve essere estremamente attento a un paziente a cui vengono diagnosticate le seguenti deviazioni: grave malattia polmonare, ulcera allo stomaco, glicemia alta, il paziente ha calcoli renali, sanguinamento uterino prolungato nelle donne, anemia e adenoma prostatico, che si verifica in gravi formare.

Tipi di trattamento laser

Se il paziente ha vene varicose, viene eseguita la coagulazione laser endovenosa (endovasale) (obliterazione) delle vene interessate. Questa procedura è estremamente popolare nei paesi europei. EVLO delle vene varicose consente di abbandonare la chirurgia.

Durante la coagulazione laser endovasale delle vene varicose (EVLK, EVLO), viene praticata un'incisione microscopica sul corpo. Attraverso di essa, una fibra viene inserita nella vena interessata. Questo aiuta a "incollare" una vena danneggiata, il cui diametro non supera i 10 mm. La procedura viene eseguita sotto il controllo delle apparecchiature a ultrasuoni. La probabilità di un errore medico è ridotta al minimo.

In alcuni casi, viene eseguita la correzione laser percutanea. La manipolazione medica elimina la rete venosa, che si verifica nella fase iniziale delle vene varicose. Quando si esegue la correzione laser percutanea, non vi è alcun contatto diretto con la pelle. La procedura aiuta a ottenere risultati stabili. In questo caso, il diametro della vena interessata non dovrebbe essere superiore a 3 mm.

Come è la procedura

Uno specialista qualificato nomina un paziente sottoposto a trattamento laser delle vene varicose delle vene interessate con un esame adeguato. In particolare, prima della procedura, si raccomanda al paziente di sottoporsi a test per identificare i seguenti parametri: contenuto di glucosio nel corpo, tempo di coagulazione del sangue, fattore Rh del paziente, indice di protrombina.

! importante Prima della coagulazione laser, è necessario informare il medico della presenza di un'allergia a determinati farmaci. Ciò aiuterà lo specialista a scegliere un farmaco sicuro per l'anestesia.

Prima di iniziare la procedura, l'area di influenza viene trattata con un rasoio, rimuovendo i peli in eccesso. Quindi, lo specialista, sotto il controllo degli ultrasuoni, appone la marcatura corrispondente sul corpo del paziente, determinando le aree dei vasi sanguigni che devono essere rimosse.

Dopo un'attenta marcatura, viene eseguita l'anestesia locale. Quindi lo specialista fa una piccola puntura della pelle. Una guida di luce viene introdotta nel foro microscopico risultante. Si trova nelle immediate vicinanze della valvola vascolare interessata.

Nanovein  3 modi per sbarazzarsi delle vene del ragno sulle gambe

Quindi lo spazio vicino alla nave interessata viene riempito con una soluzione dotata di proprietà anestetiche. Aiuta ad eliminare il dolore e proteggere i tessuti dagli effetti termici. Successivamente, l'energia necessaria per la coagulazione della nave interessata entra nella fibra.

La durata della procedura varia da 30 a 60 minuti. Dopo aver eseguito la coagulazione laser, viene applicata una medicazione speciale sull'area trattata del corpo. 24 ore dopo la procedura, si consiglia di ricorrere alla scansione duplex.

Le conseguenze e le possibili complicanze della terapia

La coagulazione laser delle vene varicose colpite può portare alle seguenti complicazioni:

  • temporanea riduzione della sensibilità degli arti inferiori; si verifica in circa il 40% dei pazienti sottoposti a coagulazione laser;
  • coaguli di sangue;
  • sanguinamento;
  • sviluppo di tromboflebite superficiale;
  • la formazione di ematomi negli arti inferiori;
  • la comparsa di macchie dell'età sul corpo;
  • formazione di compattazione nel sito del raggio laser;
  • sindrome del dolore severo; si osserva in circa il 6% dei pazienti.

! importante Se l'uso di un laser con vene varicose gravi ha portato alla comparsa di dolore, è consentito assumere antidolorifici.

Il costo del trattamento laser per le vene varicose

La rimozione delle vene varicose con un moderno laser è una procedura abbastanza costosa. Il suo costo varia da 25 a 40 mila rubli. Il prezzo della procedura dipende da molti fattori: la gravità della malattia, la politica dei prezzi dell'istituzione medica, la convenienza della posizione della clinica, la regione in cui vive il paziente, le qualifiche del medico, la qualità delle attrezzature utilizzate nel processo.

Vantaggi e svantaggi della tecnica

Prima di decidere una procedura come la coagulazione laser dei vasi interessati sulle gambe, è necessario valutare attentamente tutti gli svantaggi e i vantaggi di questa tecnica.

I principali vantaggi della rimozione laser delle vene malate includono:

  • la procedura viene eseguita in regime ambulatoriale; non è necessario collocare il paziente in ospedale;
  • quando si applica la coagulazione laser, viene utilizzata l'anestesia locale;
  • la probabilità di edema ed ematomi dopo la procedura è piuttosto bassa;
  • La procedura prevede una rapida riabilitazione.

Il trattamento laser ha anche aspetti negativi:

  • la manipolazione medica non è abbastanza efficace nella fase avanzata delle vene varicose;
  • con un diametro relativamente grande della vena interessata, è necessario combinare il trattamento laser con un'operazione chirurgica che coinvolge una profonda incisione della pelle;
  • il costo della procedura è piuttosto elevato.

Periodo di riabilitazione

La coagulazione laser endovasale delle vene varicose colpite estremamente raramente porta a complicazioni avverse. Al fine di ridurre la probabilità di una ricaduta della malattia, è necessario seguire le seguenti raccomandazioni:

  1. Si consiglia al paziente di indossare biancheria intima a compressione. Il grado di compressione deve essere discusso direttamente con il medico.
  2. Per 14 giorni, il paziente deve abbandonare il forte carico sugli arti inferiori. L'attività fisica aumenta gradualmente.
  3. Non dimenticare di una corretta alimentazione. Ti permette di aumentare la forza delle vene. I frutti di mare dovrebbero essere presenti nella dieta del paziente, contribuendo al riassorbimento delle placche aterosclerotiche. Con le vene varicose, anche le alghe sono utili. Questo prodotto contiene minerali che aiutano a rafforzare i vasi sanguigni. I condimenti naturali (timo, curcuma) vengono aggiunti ai piatti. Tali spezie hanno un effetto benefico sulla composizione del sangue.
  4. A scopo preventivo, si consiglia di visitare un flebologo una volta ogni 3-6 mesi.
  5. Dopo il trattamento delle vene varicose con un laser, si consiglia di smettere di fumare, bevande alcoliche.
  6. Dopo la procedura, sono utili passeggiate all'aperto. L'attività fisica aiuta a saturare il sangue con l'ossigeno.
  7. Se necessario, il paziente deve assumere farmaci che aumentano l'elasticità delle pareti venose.

In alcuni casi, il paziente lamenta disagio durante il primo giorno dopo l'esposizione alle vene con un laser. La comparsa di sensazioni spiacevoli nella maggior parte dei casi è normale. Pertanto, il disagio non dovrebbe causare preoccupazione al paziente.

Trattamento laser delle vene varicose

Oggi una malattia come le vene varicose è abbastanza comune. Le vene varicose sono una malattia insidiosa. Oltre al fatto che le vene dilatate sembrano molto poco attraenti (cosa che si può vedere guardando le foto su Internet), in assenza di un trattamento adeguato, le vene varicose possono portare a gravi complicazioni e, in alcuni casi, persino potenzialmente letali.

Fino a poco tempo fa, la rimozione chirurgica dei vasi sanguigni era il trattamento più comune per le vene varicose. Ma ora c'è un metodo di trattamento più moderno e sicuro, se hai le vene varicose, la chirurgia laser.

Principio di trattamento laser

Come effetto aggiuntivo, le pareti della vena sono spasmodiche e di dimensioni ridotte. La rimozione laser delle vene varicose colpisce solo i vasi danneggiati, senza influire sulle aree sane.

Il trattamento laser delle vene varicose consiste in diverse fasi:

  1. Diagnosi preliminare ed esame mediante ultrasuoni, che consente di determinare le aree interessate e selezionare la modalità di coagulazione corretta.
  2. Direttamente il funzionamento delle vene varicose sulle gambe con un laser, durante il quale un LED laser viene iniettato in una grande vena e coagula le sezioni desiderate della nave. Una procedura viene eseguita in anestesia locale.
  3. Immediatamente dopo l'operazione, le estremità devono indossare calze a compressione o calzettoni e camminarci intorno per circa 40 minuti, quindi il paziente può tornare a casa. La biancheria intima a compressione dovrà essere indossata per circa 2 mesi.
  4. Il secondo giorno dopo l'intervento chirurgico, è necessario consultare il medico curante.

La tecnica combinata nel trattamento delle vene varicose

La tecnica combinata nel trattamento delle vene varicose è ben tollerata dai pazienti

A volte, se ci sono vene varicose complicate, il laser non può farcela da solo. In questo caso, viene utilizzata una tecnica combinata, che prevede sia un intervento invasivo che un trattamento laser.

Molto spesso, con questo metodo di trattamento, è necessaria un'incisione sulla pelle per la legatura della vena principale. L'anestesia epidurale può essere utilizzata per alleviare il dolore. La terapia combinata è stata utilizzata con successo nelle forme gravi della malattia ed è ben tollerata dai pazienti.

Non sempre con le vene varicose, è possibile eseguire la coagulazione laser. Questo metodo ha le sue indicazioni e controindicazioni.

indicazioni:

  • afflussi venosi dilatati in piccola quantità;
  • una grande vena safena nell'area della bocca ha un'estensione non superiore a 1 cm;
  • le vene safene hanno un decorso uniforme del tronco.

Controindicazioni:

  • trombofilia;
  • malattie acute;
  • violazione dell'afflusso di sangue alle estremità di natura cronica;
  • se dopo la coagulazione è impossibile eseguire la terapia compressiva e l'attivazione precoce del paziente (camminare);
  • grande espansione del tronco della vena safena;
  • processi infiammatori locali nell'area di trattamento.

vantaggi del metodo

Il trattamento laser delle vene varicose presenta molti vantaggi, come evidenziato dalle recensioni dei pazienti. Le sensazioni dolorose e il disagio durante la procedura sono ridotti a zero. In termini estetici, ci sono anche vantaggi: non ci sono tagli, cicatrici, cicatrici o lividi sugli arti.

La coagulazione laser viene eseguita in anestesia locale, che è più sicura per il paziente rispetto all'anestesia generale. La procedura non dura a lungo e lo stesso giorno il paziente può tornare a casa e fare le solite cose.

Sebbene i prezzi per il trattamento laser siano più elevati rispetto a quelli chirurgici, i pazienti notano che la procedura ne vale la pena, ha molti vantaggi, è sicura e confortevole, il periodo di recupero è minimo, non ci sono problemi estetici e complicazioni in futuro.

Lagranmasade Italia