Coagulazione endovasale laser di oms delle vene

! IMPORTANTE Per aggiungere un articolo ai segnalibri, premere: CTRL + D

Puoi porre una domanda a un MEDICO e ottenere una RISPOSTA GRATUITA compilando un modulo speciale sul NOSTRO SITO a questo link >>>

Il sito del medico Drobyazgo S.V.

Per il trattamento di grandi vene varicose, con insufficienza della valvola venosa, possono essere utilizzati diversi metodi. Come ha dimostrato la pratica, gli interventi chirurgici, come la flebectomia (chirurgia per rimuovere le vene), non hanno vantaggi rispetto a operazioni più moderne e meno traumatiche.

Noto subito che non tutte le tecniche sono state incluse nella mia recensione. A causa della mancanza di affidabilità (solo il 70-80%), non ho deliberatamente incluso la scleroterapia con staminali e le sue modifiche (scleroterapia con catetere, ablazione meccanochimica, ecc.) Nella revisione. Questi metodi hanno anche il diritto di esistere e, a causa del loro basso costo, sono spesso raccomandati come prima linea nel trattamento delle vene varicose nella salute pubblica. Questa pratica esiste anche in alcuni paesi dell'Europa occidentale. In Russia, a causa del gran numero di ospedali chirurgici, nel sistema MHI è preferita l'operazione di rimozione delle vene: la flebectomia.

Ma cosa è meglio direttamente per il paziente? Successivamente, parleremo di metodi con efficienze vicine al 100%, che sono allo stesso tempo molto più sicuri della chirurgia tradizionale, molto meno traumatici e alcuni non richiedono affatto la riabilitazione. Attualmente vengono utilizzati tre metodi principali, che, in linea di principio, sono intercambiabili:

  1. Coagulazione laser endovasale (EVLK, ablazione laser endovenosa, EVLO, EVLK)
  2. Cancellazione della radiofrequenza – RFO (ablazione, RFA)
  3. VenaSeal – tecnologia per il trattamento delle vene varicose a base di bioglue (Venasil)
Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Trattamento laser delle vene varicose

Perché rimuovere le vene varicose attraverso i tagli se le vene varicose possono essere eliminate attraverso una puntura?

Il trattamento laser delle vene varicose è un metodo altamente tecnologico, cosmetico ed efficace per il trattamento radicale delle vene varicose. Il significato dell'intervento è l'effetto termico del raggio laser attraverso la guida di luce sulla parete della vena varicosa, che porta alla scomparsa di questa vena e alla cessazione della progressione delle vene varicose.

La coagulazione laser viene eseguita attraverso una puntura con un ago in una vena sotto il controllo della scansione ad ultrasuoni. Non sono richiesti tagli. Una speciale fibra viene inserita nella vena varicosa, dopo di che viene iniettato un anestetico locale intorno alla fibra e la fibra viene collegata al dispositivo laser. Quindi la fibra viene collegata a un dispositivo speciale per l'estrazione lenta, viene fornita energia luminosa e viene eseguita la coagulazione delle vene laser.

La procedura EVLK è indolore, eseguita senza incisioni ed è adatta a quasi tutti i casi di vene varicose degli arti inferiori. Non è necessario il ricovero in ospedale per il trattamento laser delle vene.

Vantaggi del Centro vascolare innovativo

Gli specialisti dell'Innovation Vascular Center sono stati tra i primi in Russia dal 2005 a iniziare a utilizzare la tecnologia laser per il trattamento delle vene varicose. Durante questo periodo, sono stati studiati tutti gli aspetti dell'applicazione dell'energia laser in flebologia e i nostri flebologi hanno acquisito una preziosa e vasta esperienza nel trattamento.

I nostri medici hanno proposto una serie di miglioramenti al metodo EVLK, quindi abbiamo vantaggi nell'utilizzare questo metodo di trattamento:

  • Utilizziamo un programma per calcolare i parametri della coagulazione laser, che fornisce un effetto ottimale sulla parete venosa.
  • Abbiamo proposto e sviluppato un dispositivo speciale per l'estrazione automatica di una fibra durante un intervento, che è abbinato a un programma di calcolo e consente di garantire un'esposizione laser uniforme durante la procedura.
  • I nostri medici hanno sviluppato un protocollo unico per la correzione emodinamica del laser per le vene varicose, che implica solo l'eliminazione degli scarichi patologici nelle vene superficiali, senza rimuovere le vene delle gambe sane.
  • Il trattamento laser delle vene varicose nell'innovativo centro vascolare è il metodo più efficace, sicuro e basato sulla scienza, che viene eseguito dagli specialisti più esperti nel nostro paese.
  • Offriamo ai nostri pazienti una garanzia a vita del risultato dopo il trattamento laser delle vene varicose, a condizione che vengano seguiti il ​​programma di monitoraggio e le raccomandazioni del nostro specialista. Qualsiasi ricaduta delle vene varicose viene eliminata gratuitamente.

Preparazione per il trattamento laser delle vene varicose

Dopo che il flebologo ti ha diagnosticato le vene varicose e ti ha offerto un trattamento laser, inizia la preparazione per questa procedura. Innanzitutto è necessario eseguire i test necessari (esami del sangue e delle urine generali, esami del sangue per RW, HIV ed epatite, coagulazione). Se in passato hai avuto tromboflebite profonda, forse il flebologo suggerirà un'analisi per la tendenza alla trombosi (trombofilia).

Per il trattamento laser delle vene varicose, si consiglia di indossare abiti leggeri, scarpe comode e preferibilmente in pantaloni. 3 ore prima del trattamento non assumere cibo e acqua.

Prima dell'EVLK, ti verrà chiesto di firmare un consenso informato all'intervento, che descriverà in dettaglio la procedura per i suoi possibili rischi e le tue reazioni al trattamento.

Nel preoperatorio, ti verrà chiesto di spogliarti con le mutande e andare al tavolo operatorio. L'intervento viene eseguito in anestesia locale, puoi portare un lettore musicale con te per prendere tempo durante l'intervento chirurgico.

Anestesia con EVLK

La coagulazione laser endovenosa è una procedura minimamente invasiva e non richiede l'anestesia generale. Per l'anestesia vengono utilizzate soluzioni deboli di anestetici locali (novocaina o lidocaina). L'anestesia inizia con l'anestesia del sito di puntura. Di norma, questo è l'unico posto in cui il paziente sentirà un'iniezione. Ulteriori azioni sono completamente indolori.

Dopo aver installato la fibra nella vena, il flebologo conduce un'infiltrazione (anestesia tumorale) intorno alla vena per anestetizzare il processo di coagulazione laser. Per questo, viene utilizzato un grande volume di una soluzione debole di anestetico, che viene fornito intorno alla vena utilizzando un dispositivo speciale: una pompa idraulica. Si scopre una stretta infiltrazione attorno al tronco della vena safena, che non solo anestetizza la procedura, ma preme anche la vena varicosa contro la fibra, fornendo un contatto stretto e rimuovendo il sangue dall'area di esposizione laser.

Trattamento laser per vene varicose

Il paziente viene posto sul tavolo operatorio sulla schiena, dopo di che l'operazione della gamba operata viene eseguita con un antisettico e il campo chirurgico viene coperto con fogli sterili. La posa e l'isolamento del campo chirurgico vengono effettuati con un metodo speciale che consente di spostare la gamba operata nello spazio, per un facile accesso. L'intera procedura EVLK è controllata mediante un dispositivo a ultrasuoni, i cui dati possono essere visualizzati su un ampio monitor in modo che il paziente possa osservare il processo di trattamento. L'operazione di coagulazione laser endovenosa con vene varicose si articola in diverse fasi:

Installare una fibra in una vena

La coagulazione laser endovenosa inizia con l'installazione di una fibra speciale attraverso una puntura nella parete venosa, che corre lungo l'intera lunghezza della vena varicosa. La realizzazione e l'installazione sono controllate da uno scanner a ultrasuoni.

Dopo aver installato la fibra lungo la vena, viene iniettato un anestetico locale (novocaina o lidocaina), che comprime il tronco venoso e anestetizza la procedura. Per riempire strettamente lo spazio paraveno, viene utilizzato un dispositivo speciale: una pompa idraulica.

Coagulazione laser endovenosa

Dopo l'anestesia, la fibra viene collegata al dispositivo laser e al dispositivo di estrazione (riavvolgitore). Viene avviata la coagulazione laser della vena, che è impostata da un programma speciale, e la fibra viene estratta dal riavvolgitore, riscaldando la parete della vena con un raggio laser termico. Come risultato della coagulazione delle vene, il collagene della parete venosa viene ricostruito e la vena varicosa si chiude. Una vena ha un diametro significativamente ridotto, a seconda del grado di danno alla parete venosa.

Trattamento tributario varicoso

Dopo l'estrazione della fibra, gli afflussi varicosi vengono rimossi attraverso forature (miniflebectomia) o viene eseguita la scleroterapia a forma di schiuma. Quando si utilizza la moderna tecnica emodinamica per il trattamento delle vene varicose con un laser, gli afflussi non vengono rimossi e le loro dimensioni diminuiscono significativamente nel tempo.

Nanovein  Cosa fare se le gambe fanno male con le vene varicose

Compressione elastica

Dopo EVLK, i siti di puntura vengono sigillati con sfere di garza e su di essi viene messa una calza elastica di compressione. Il termine d'uso di una calza a compressione è determinato da un flebologo e di solito non è più di 5-7 giorni.

Possibili complicazioni dopo il trattamento

Nei primi giorni dopo la procedura, viene determinata una pelle densificata e arrossata durante la vena prodotta dal laser ed è possibile lividi. Dopo alcuni giorni, i lividi si risolvono, ma il sigillo potrebbe rimanere. Un paziente su 10 ha una leggera febbre.

Circa 2-3 settimane dopo EVLK può essere disturbato da un piccolo sorso lungo la vena della coscia, che tuttavia non richiede sollievo dal dolore. Nell'area degli affluenti varicosi sclerotici, possono formarsi coaguli, che si risolvono completamente dopo 3-4 mesi e non causano problemi ai pazienti.

Lo scolorimento temporaneo della pelle (iperpigmentazione) con l'obliterazione laser è piuttosto raro e passa senza lasciare traccia dopo 2-4 mesi.

Molto raramente si sviluppa tromboflebite di una vena trattata con laser. Per eliminarlo, nel prossimo futuro dopo l'intervento è obbligatoria una ecografia dell'area operativa. Se viene rilevata la tromboflebite, può essere necessario un intervento chirurgico in anestesia locale – legatura della bocca della vena safena. Tali problemi sono stati riscontrati durante l'utilizzo di vecchi tipi di laser e fibre ottiche in un rapporto di 1: 1000 casi di trattamento. Con il passaggio a una lunghezza d'onda e fibre radiali diverse, abbiamo smesso di notare questa complicazione.

Trombosi venosa profonda dopo trattamento laser delle vene varicose non è stata osservata nella nostra pratica, ma casi isolati sono stati descritti in letteratura in pazienti con tendenza congenita alla trombosi (trombofilia).

Non ci sono state complicazioni pericolose nella nostra pratica, tuttavia, secondo la letteratura, l'uso incurante del laser può causare ustioni alla pelle e al tessuto sottocutaneo. In mani esperte, la probabilità di queste complicanze è trascurabile.

Prognosi dopo trattamento laser delle vene varicose

In tutti i pazienti, entro un mese dal trattamento, è possibile ottenere la completa eliminazione della sindrome varicosa.

La ricanalizzazione precoce (ripristino del lume) della vena varicosa trattata è osservata nel 3% dei pazienti entro un anno, EVLK ripetuto risolve completamente questo problema.

L'assenza di nodi varicosi durante il periodo di osservazione di 5 anni è stata osservata nel 96% dei pazienti. Alla ricaduta iniziale, è sufficiente condurre una sessione di scleroterapia con schiuma per prevenire la progressione delle vene varicose.

Nella nostra pratica non è stata osservata la ricaduta delle ulcere trofiche dopo il trattamento laser delle vene varicose.

Programma di follow-up post-EVLK

Il primo esame dopo il trattamento viene effettuato il giorno successivo. Il medico nota le condizioni della pelle, la presenza di edema, lividi. Un'ecografia di follow-up delle vene è obbligatoria.

Dopo 2 settimane, il prossimo esame di follow-up da parte del medico, in cui eseguirai di nuovo un esame ecografico e valuterai i risultati. Durante questo periodo, lividi e sigilli si risolveranno e sarà possibile esaminare in dettaglio i luoghi degli ex nodi varicosi. Se vengono rilevati noduli varicosi residui, vengono rimossi utilizzando la scleroterapia con microfoam.

Dall'esame di follow-up dopo 6 mesi dalle ex vene varicose, di norma non rimane traccia, il medico esegue una diagnosi ecografica approfondita e fornisce raccomandazioni per ulteriori stili di vita.

Successivamente, i controlli con un flebologo dovrebbero essere effettuati ogni anno. Se vengono rilevate vene varicose ricorrenti, vengono eliminate gratuitamente con l'aiuto della scleroterapia o della miniflebectomia.

Le vene varicose – una comune malattia chirurgica

La flebologia (il campo della medicina responsabile della salute delle nostre vene) classifica in modo inequivocabile le vene varicose come patologie chirurgiche.

Lo sviluppo delle vene varicose si basa sulla debolezza ereditaria della parete del tessuto connettivo dei vasi venosi e delle loro valvole. Numerosi fattori contribuiscono alla realizzazione dello scenario triste per lo sviluppo delle vene varicose, come ad esempio:

  • stile di vita sedentario (le contrazioni dei muscoli del polpaccio aiutano a "distillare" il sangue fino al cuore);
  • rischi professionali (il lavoro forzato a lungo è in piedi (barista, venditore) o seduto (impiegato));
  • in sovrappeso;
  • gravidanza e parto (questo è uno dei motivi per cui le donne soffrono di vene varicose il doppio delle volte rispetto agli uomini);
  • cattive abitudini (fumo, scarpe a tacco alto scomode, l'abitudine di sedersi a gambe incrociate, ecc.).

Il trattamento conservativo delle vene varicose offerte oggi è in grado di sospendere il processo, tuttavia, non può restringere le vene già dilatate e ripristinare deformità della valvola di vasta portata. Pertanto, la chirurgia è l'unico metodo efficace per combattere le manifestazioni delle vene varicose.

Chirurgia della vena laser – nuovo minimamente invasivo metodo trattare le vene varicose

tutto chirurgia delle vene delle gambe può essere diviso in due gruppi. Il primo gruppo prevede la rimozione meccanica di vasi patologicamente alterati. Interventi chirurgici di questo tipo vengono di solito eseguiti nelle fasi avanzate delle vene varicose e hanno un pronunciato effetto traumatico sul corpo, pertanto richiedono che il paziente sia ricoverato in ospedale e prevedere un periodo di recupero relativamente lungo.

Il secondo gruppo è rappresentato da metodi minimamente invasivi (meno traumatici) di trattamento delle vene varicose degli arti inferiori, come:

  • scleroterapia;
  • rimozione della vena della gamba laser;
  • cancellazione della radiofrequenza.

Il principio di funzionamento di questi metodi si basa sul "legame" delle pareti delle vene varicose sotto l'influenza di fattori chimici (scleroterapia) o fisici (laser coagulazione, RFA).

Tali operazioni possono essere eseguite ambulatorialmente, prevedere un numero minimo di restrizioni dopo la procedura e consentire al paziente di tornare a una vita attiva piena nel più breve tempo possibile.

che cosa coagulazione laser endovasale delle vene

La coagulazione laser endovasale (obliterazione laser endovasale, EVLO) comporta l'introduzione di una sorgente di irradiazione laser nella vena varicosa. Le radiazioni laser provocano "ebollizione" del sangue venoso, con conseguente cauterizzazione termica della superficie interna della parete di un vaso affetto da vene varicose.

Di conseguenza, la vena viene liberata dal sangue e le sue pareti bruciate collassano ("restano uniti"). In futuro, il lume della vena cresce, in modo che al posto del vaso varicoso si formi un cordone del tessuto connettivo che non può essere rilevato visivamente.

Pertanto, la coagulazione laser endovasale "rimuove" completamente i vasi venosi esteticamente sgradevoli senza lasciare traccia (la sorgente laser viene iniettata attraverso una piccola puntura, che successivamente guarisce senza lasciare cicatrici).

L'indicazione principale per un intervento chirurgico per rimuovere le vene è dimostrata da un appuntamento di persona con un medico (esame consultivo con test speciali, ultrasuoni delle vene) insufficienza della valvola dei vasi venosi in combinazione con vene varicose.

Inoltre, le indicazioni per la coagulazione laser possono includere:

  • eventuali manifestazioni cliniche di insufficienza venosa (dolore e / o pesantezza alle gambe che compaiono la sera, crampi, gonfiore, ecc.);
  • complicanze dell'insufficienza venosa (ulcera trofica, tromboflebite, ecc.);
  • pronunciato difetto estetico.

Quando si sceglie un metodo di chirurgia, il flebologo tiene conto della prevalenza del processo, quindi se si desidera rimuovere le vene in modo minimamente invasivo, è meglio non aspettarsi lo sviluppo di un quadro dettagliato della malattia.

Vantaggi e svantaggi trattamento laser per vene varicose

Il trattamento laser delle vene varicose è l'ultimo metodo di rimozione delle vene minimamente invasive, che presenta i seguenti vantaggi:

  • alta efficienza;
  • precisione garantita (controllo ultrasonico);
  • secondo le indicazioni durante la procedura, è possibile eseguire la rimozione di condotti dilatati;
  • rischio minimo di complicanze;
  • indolore (l'unica sensazione spiacevole è un'iniezione anestetica locale);
  • gravità minima del dolore e altri effetti collaterali spiacevoli dopo la rimozione delle vene;
  • periodo di recupero più breve.

Gli svantaggi del trattamento laser delle vene varicose comprendono il costo più elevato della procedura (rispetto alla scleroterapia), nonché l'uso limitato del metodo da parte di vene di piccole dimensioni (fino a 10 mm di diametro).

Nei casi in cui è necessario l'intervento su vasi venosi più grandi, viene utilizzato un metodo più costoso – cancellazione della radiofrequenza (TFYL).

Ci sono delle controindicazioni a operazioni coagulazione laser delle vene?

La controindicazione all'operazione mediante flebologia laser è un'insufficienza arteriosa pronunciata degli arti inferiori (claudicatio intermittente, endarterite obliterante, angiopatia diabetica), poiché la rimozione delle vene in questi casi può aggravare la situazione.

Inoltre, l'operazione non viene eseguita se il laboratorio ha una maggiore tendenza alla trombosi, nonché in presenza di gravi malattie che non consentono al paziente di muoversi autonomamente (artrosi grave, conseguenze di un ictus cerebrale, ecc.).

Con cautela, le operazioni vengono eseguite per gravi gradi di obesità, poiché depositi significativi di grasso possono rendere difficile la compressione delle vene rimosse e possono "sporgere".

I flebologi consigliano alle donne in gravidanza di attendere 3-5 mesi dopo la nascita, poiché in tali casi l'espansione delle vene può essere associata ad un aumento dello stress.

La preparazione per la rimozione laser delle vene include la consultazione di persona con un flebologo specializzato e l'esame ecografico dei vasi venosi.

Inoltre, saranno necessari tutti i test standard e i test effettuati con qualsiasi intervento chirurgico (esami delle urine e del sangue, indicatori della coagulazione del sangue e dei sistemi anticoagulanti, test per pericolose infezioni ematiche, ecc.).

Nanovein  Ragazze, vi siete rasate prima della laparoscopia

La coagulazione laser delle vene non richiede restrizioni speciali da parte del paziente prima della procedura. Tuttavia, è necessario informare in anticipo il medico dell'elenco di tutti i medicinali che sta assumendo, poiché alcuni di essi (contraccettivi, aspirina) possono avere effetti negativi.

Se hai avuto una reazione allergica a qualsiasi farmaco, informa anche il tuo flebologo.

La coagulazione laser viene eseguita in anestesia locale: la vena da rimuovere viene perforata con un anestetico: questa è l'unica sensazione dolorosa che avvertirai durante l'operazione.

Attraverso una piccola puntura, una fibra viene inserita nella vena, che viene eseguita sotto la guida degli ultrasuoni nel punto in cui la vena safena interessata dal varicosio scorre nelle vene profonde dell'arto inferiore (la cosiddetta anastomosi safeno-femorale).

L'effettiva azione laser si verifica durante la graduale trazione (rimozione) della fibra nella direzione dall'anastomosi al sito di puntura. Poiché la vena è circondata da un anestetico, il paziente non presenta alcun inconveniente durante questa procedura.

Lineamenti Comportamento dopo coagulazione laser delle vene

Dopo il trattamento laser delle vene varicose, si raccomanda al paziente di indossare una calza della seconda classe di compressione. Per evitare complicazioni trombotiche, è indicato camminare a un ritmo moderato (circa un'ora).

Il giorno della procedura, è consigliabile evitare uno sforzo fisico significativo. Il giorno successivo, il flebologo rimuoverà le bende e potrai tornare al solito ritmo della vita: andare al lavoro, correre, saltare, ecc. Le prime due settimane dovrai indossare calze a compressione della seconda classe di compressione ed evitare procedure termiche (bagno, sauna, spiaggia, ecc.).

Dalla terza settimana vengono rimosse tutte le restrizioni.

Potrebbe essere spiacevole all'indomani dopo rimozione laser delle vene varicose?

Le conseguenze più gravi dopo la coagulazione laser delle vene sono complicanze trombotiche. Pertanto, il giorno dell'intervento, così come il giorno dopo la procedura, i medici prescrivono farmaci speciali che fluidificano il sangue (anticoagulante).

Inoltre, per la prevenzione delle complicanze trombotiche, sarà necessario seguire tutte le istruzioni del medico, vale a dire, camminare circa un'ora dopo l'operazione. Come dimostrato da molti anni di esperienza clinica, nei casi in cui vengono seguite tutte le regole di sicurezza, non si sviluppano complicanze.

Il trattamento laser delle vene varicose viene di solito confrontato con l'estrazione del dente, poiché la sindrome del dolore postoperatorio ha approssimativamente la stessa intensità. Questo tipo di dolore è facilmente alleviato dagli antidolorifici convenzionali.

Le spiacevoli conseguenze dell'operazione dovrebbero includere anche lividi che si sono verificati nel sito di puntura, tuttavia, non si verificano in tutti i pazienti e passano indipendentemente dopo 2-4 settimane.

C'è vita dopo? operazioni o garanzie per il corso delle vene varicose senza ricadute

Con la rimozione laser delle vene, le ricadute sono estremamente rare. Tuttavia, va tenuto presente che la causa delle vene varicose è una debolezza ereditaria delle pareti venose e / o imperfezione dell'apparato valvolare.

Pertanto, i pazienti devono prendere precauzioni in modo che le vene varicose non si verifichino in altre parti della rete venosa. Attività fisica dosata raccomandata (camminare), abbandono di cattive abitudini (fumo, abitudine di seduta, gambe incrociate, ecc.), Rispetto della salute professionale, ecc.

Inoltre, con un aumento del carico sulle vene degli arti inferiori (gravidanza, lavoro associato a una lunga permanenza in posizione eretta), i medici raccomandano di indossare biancheria intima a compressione. Secondo le indicazioni, sono prescritti corsi ventonici profilattici.

È possibile posticipare "per domani" trattamento delle vene laser?

Il pericolo delle vene varicose è l'alto rischio di complicanze come ulcere trofiche e tromboflebite. I coaguli di sangue formati nelle vene possono staccarsi e con il flusso del sangue portano al cuore. Di conseguenza, sono possibili conseguenze catastrofiche come arresto cardiaco, infarto polmonare, ecc.

Lo sviluppo di tali complicanze può essere prevenuto in modo affidabile solo dall'uso della biancheria intima a compressione (unguenti e venotonica sono assolutamente impotenti in questo senso).

Tuttavia, le calze a compressione dovrebbero essere indossate ogni giorno, anche nella calura estiva (nella stagione calda, il rischio di sviluppare trombosi è particolarmente elevato). Nel frattempo, la rimozione laser delle vene comporta solo un uso a breve termine della biancheria intima a compressione (2 settimane).

Inoltre, va tenuto presente che le vene varicose si riferiscono a malattie costantemente progressive. Pertanto, rimandando l'operazione, si rischia di perdere l'opportunità di utilizzare un metodo di trattamento relativamente poco costoso e meno traumatico come la coagulazione laser.

Olga Ho chiesto (a):
come ottenere una consulenza con Grachev SG

Baygazova Tatiana Egli rispose:
Benvenuti! Grachev Sergey Gennadievich consulta la nostra clinica ogni venerdì dalle 15:00 alle 18:00. La consultazione è a pagamento. Per fissare un appuntamento, chiamare il registro della clinica al numero 8 (3852) 22-66-25.

Chirurgia cardiovascolare

Trattamento laser delle vene varicose

Il trattamento laser delle vene varicose è l'uso di un raggio di luce concentrato, la cui azione principale è la cauterizzazione dei tessuti. Irradiazione delle pareti delle vene dal loro lato interno. Pertanto, la vena non viene rimossa, ma "sigillata".

Questo è il metodo più conservativo per il trattamento delle vene varicose, poiché un'altra opzione è un'operazione di 8-10 incisioni nella gamba in anestesia per rimuovere una vena. Il centro medico Health Park esegue le operazioni utilizzando 1 puntura in anestesia locale! Questo è il metodo più indolore disponibile.

Cos'è le vene varicose?

La malattia varicosa è l'assottigliamento delle pareti venose degli arti inferiori, con conseguente allungamento ed espansione delle vene. Il flusso sanguigno è disturbato, il che porta a un ristagno di sangue nelle vene. Forma di ulcere.

Sintomi delle vene varicose degli arti inferiori

  • Dolore alla gamba;
  • Ipersensibilità al polpaccio o all'intera gamba (uno dei segni più importanti);
  • Gonfiore delle gambe;
  • gonfiore delle vene
  • Aumento del calore nella gamba;
  • color rosso;
  • Colorazione bluastra della pelle delle gambe;
  • Disagio quando le gambe si raddrizzano.

Sfortunatamente, molti pazienti con vene varicose in pochi anni possono scoprire nuove vene varicose in altri luoghi. La debolezza delle pareti venose e il funzionamento improprio delle valvole nelle vene saranno le cause della comparsa di nuove vene varicose.

! Se trovi i primi sintomi in te stesso, è importante contattare immediatamente un chirurgo cardiovascolare. Inoltre, i flebologi esperti del Parco della salute conducono consultazioni gratuite e forniscono un trattamento tempestivo per le vene varicose secondo la polizza assicurativa medica obbligatoria.

Il principale pericolo delle vene varicose è lo sviluppo della tromboflebite, che porta al blocco parziale o completo delle arterie colpite.

Metodi per risolvere il problema delle vene varicose

EVLK:

Operazione aperta:

I vantaggi della coagulazione laser delle vene varicose:

  • Indolore. L'operazione viene eseguita in anestesia locale, il paziente non avverte alcun dolore o nota un lieve disagio.
  • Minimamente invasivo. Invece di tagli multipli, viene eseguita una puntura. Dopo l'operazione, non rimangono quasi ematomi sottocutanei.
  • Nessun ricovero in ospedale richiesto.
  • Non esiste un periodo di riabilitazione. 1,5-2 ore dopo la procedura, è possibile tornare alla normale routine. La disabilità non è violata.
  • La possibilità di un intervento chirurgico in presenza di ulcere trofiche.

I risultati del trattamento delle vene varicose con EVLK

  • Un eccellente effetto cosmetico e terapeutico si osserva 2-4 settimane dopo la procedura EVLK. I nodi varicosi si risolvono senza lasciare traccia.
  • Il trattamento con le vene laser è il metodo più radicale e indolore disponibile. Nella sua lontana efficacia, il metodo laser è superiore all'operazione "classica" per le vene varicose.
  • La ricaduta è inferiore all'1-2%!

  • Dopo la procedura, si consiglia al paziente di fare una passeggiata per 40 minuti!
  • I nostri flebologi consigliano 3 ore su XNUMX di indossare calze a compressione nei primi XNUMX giorni dopo il trattamento delle vene varicose con un laser.
  • Quindi per 3 settimane – calze a compressione di giorno. Nel periodo postoperatorio, si verifica la compressione delle vene colpite dalle vene varicose. Pertanto, le calze sono necessarie per mantenere un certo livello di pressione. Il grado di compressione è discusso con il chirurgo vascolare curante.
  • Lo sport e altre attività fisiche possono essere ripresi gradualmente in un paio di settimane.
  • Una corretta alimentazione

Sbarazziamoci delle vene varicose secondo la polizza assicurativa medica obbligatoria – Health Park Medical Center

Altri trattamenti in chirurgia cardiovascolare

Il risultato delizierà gli abitanti del territorio di Altai

IL NOSTRO MOTTO È SENZA DOLORE. SENZA Cicatrici. SENZA ANNOSI.

Ma questo è interessante

Trattamento laser delle patologie tiroidee

Il principale metodo di trattamento in Russia è chirurgico, tuttavia, nella stragrande maggioranza dei pazienti, il trattamento chirurgico provoca reazioni negative associate alla paura di un intervento chirurgico, durante il quale esiste un rischio abbastanza elevato di intra- e postopera.

Trattamento dell'ischemia degli arti inferiori

L'innovativo farmaco Neovasculgen® è destinato al trattamento di pazienti con ischemia cronica degli arti inferiori (HINC). La malattia è dovuta a manifestazioni cliniche di lesioni aterosclerotiche dei vasi delle gambe (restringimento del lume delle navi e ridotto.

Trattamento dell'ischemia degli arti inferiori

L'innovativo farmaco Neovasculgen® è destinato al trattamento di pazienti con ischemia cronica degli arti inferiori (HINC). La malattia è dovuta a manifestazioni cliniche di lesioni aterosclerotiche dei vasi delle gambe (restringimento del lume delle navi e ridotto.

Lagranmasade Italia