Clinica di chirurgia mini-invasiva

  • Principale
  • Servizi e prezzi
  • flebologia
  • Trattamento delle vene varicose con laser e onde radio

Il principio principale del trattamento delle vene varicose è l'eliminazione della stasi del sangue nelle vene dilatate al fine di prevenire complicazioni e prevenire l'espansione delle vene sane. A seconda della gravità e della prevalenza della malattia, esistono diversi metodi per il trattamento delle vene varicose. Metodi chirurgici: rimozione chirurgica delle vene varicose. Di solito viene eseguito in un ospedale in anestesia generale.

Metodi mini-invasivi: miniflebectomia – rimozione cosmetica delle vene safene attraverso mini-forature. Legatura – legatura sottocutanea delle vene dilatate. Coagulazione laser endovenosa – "infusione" endovenosa della vena interessata con un laser. La coagulazione delle onde radio è un analogo della tecnica laser. Metodi non chirurgici: attualmente il metodo non chirurgico più efficace e sicuro per il trattamento delle vene varicose è la scleroterapia a compressione. Il trattamento laser delle vene varicose presso il Yuzhny Medical Center viene effettuato su apparecchiature tedesche Biolitec AG e VNUS. Utilizziamo anche altri metodi di trattamento delle vene varicose, ad esempio il metodo delle onde radio. Le caratteristiche delle tecniche minimamente invasive sono che minimizzano il trauma delle operazioni e il raggio laser viene esposto a un LED sulla parete venosa attraverso il minor accesso. Durante il trattamento con questo metodo, non è necessario essere trattati in ospedale, il trattamento viene eseguito in regime ambulatoriale e il paziente viene rapidamente ripristinato.

Il principio principale del trattamento per le vene varicose è l'eliminazione della stasi del sangue nelle vene dilatate al fine di prevenire complicazioni e prevenire l'espansione delle vene sane. A seconda della gravità e della prevalenza della malattia, esistono diversi metodi per il trattamento delle vene varicose. Metodi operativi Rimozione chirurgica delle vene varicose. Di solito viene eseguito in un ospedale in anestesia generale. Metodi mini-invasivi Miniflebectomia – rimozione cosmetica delle vene safene attraverso mini-forature. Legatura – legatura sottocutanea delle vene dilatate Coagulazione laser endovenosa – "infusione" endovenosa della vena interessata utilizzando un laser Coagulazione delle onde radio – un analogo della tecnica laser

Metodi non chirurgici Attualmente, la scleroterapia a compressione è il metodo non chirurgico più efficace e sicuro per il trattamento delle vene varicose. La sua essenza sta nel fatto che nella vena dilatata vengono introdotti farmaci speciali, che agiscono sulla parete interna della vena, contribuendo al suo "legame". Questa tecnica è stata utilizzata per diversi decenni con successo in tutto il mondo, tra cui in Russia, a volte sostituendo completamente altre, trattamenti più traumatici per le vene varicose. Opzioni di scleroterapia Microscleroterapia – utilizzata per il trattamento delle vene del ragno e delle vene reticolari Scleroterapia iniettabile – scleroterapia delle vene safene più grandi. Vengono utilizzate sia forme liquide che schiume di sclerosante. La scleroterapia a forma di schiuma staminale sotto il controllo degli ultrasuoni è un metodo efficace per il trattamento delle vene varicose delle grandi vene degli arti inferiori. In alcuni casi, può sostituire completamente l'operazione.

Nanovein  Come curare uno sperone calcaneare rapidamente a casa

La coagulazione endovasale a radiofrequenza e la coagulazione laser endovasale (EVLK) sono trattamenti minimamente invasivi per le vene varicose. Queste tecniche sono considerate un'alternativa alle operazioni chirurgiche. Il trattamento laser delle vene varicose in combinazione con vari metodi innovativi fornisce un risultato eccellente. Quando EVLK con una piccola puntura di una vena, una fibra sottile viene introdotta nelle vene principali sotto la supervisione degli ultrasuoni. Viene effettuato un effetto laser sulla parete interna delle navi.

Il risultato dell'esposizione al laser è la completa chiusura della vena. Al suo posto, si forma il tessuto connettivo, che poi si dissolve. Il diametro della vena diminuisce notevolmente. Dopo aver rimosso la fibra, viene eseguita la scleroterapia per chiudere le vene più piccole. La procedura dura solo 1 ora, dopo tale procedura, il paziente viene ripristinato molto rapidamente alla vita normale. Con la coagulazione endovasale a radiofrequenza, vengono utilizzati vari tipi di laser. Differiscono nelle proprietà del raggio di luce dell'onda e della guida di luce. Per il trattamento laser delle vene varicose, vengono utilizzate tecnologie con una lunghezza d'onda di 1470 nm.

Nel trattamento delle vene varicose con il laser, i dispositivi di tipo W-laser mostrano buoni risultati. Rappresentano una nuova generazione di fibre radiali. Dalla fibra, le onde si disperdono in un raggio anulare di 360 g. Viene eseguito l'effetto dell'energia, che viene distribuito uniformemente sulla parete del vaso. L'esposizione puntuale viene effettuata utilizzando fibre terminali.

Nel centro medico "Sud" viene effettuata su moderne apparecchiature di fabbricazione tedesca Biolitec AG. Il produttore di apparecchiature Biolitec AG è uno dei leader nella produzione di apparecchiature per il trattamento delle vene varicose con una nuova generazione di laser che utilizza nuovi metodi di trattamento. Le apparecchiature Biolitec AG vengono utilizzate con particolare efficacia per il trattamento di patologie per problemi alle valvole nel sistema venoso.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

TRATTAMENTO LASER DELLA VARICOSI

Il trattamento laser delle vene varicose con ELVeS (endo Laser Vein System) presenta numerosi vantaggi rispetto alle operazioni classiche (flebectomia):
1. Questo metodo di trattamento può essere eseguito in regime ambulatoriale.
2. Lesioni basse
3. Eccellente risultato estetico
4. Un rapido ritorno alla vita normale del paziente

Nanovein  Cause, sintomi e complicanze delle vene varicose

VNUS – trattamento laser delle vene varicose con distruzione delle radiofrequenze. Con questo metodo di trattamento delle vene varicose, un catetere a radiofrequenza viene inserito nel lume vascolare. L'anestesia viene eseguita, quindi si verifica un effetto operativo sulla parete venosa della nave.

L'irradiazione con radiofrequenza colpisce le pareti dei vasi sanguigni e sigilla il vaso. La base dell'esposizione alle radiofrequenze sono le microcorrenti ad alta frequenza. La terapia laser viene confrontata con l'ablazione con radiofrequenza. Ma con la terapia laser, la vena si chiude a causa dell'esposizione al laser e con l'ablazione a radiofrequenza per esposizione alle radiazioni delle onde radio.

– Indolore e buona tolleranza
– nessuna complicazione dopo la procedura
– è trattato in regime ambulatoriale
– l'anestesia non è applicata
– piccolo trauma e metodo minimamente invasivo
– mancanza di incisioni dopo l'intervento chirurgico
– mancanza di dolore dopo la procedura, solo un leggero disagio

Dopo la scleroterapia per 7-10 giorni, potrebbe esserci una pigmentazione rosso-violetta brillante. Per 2-3 mesi nella proiezione delle vene, noterai un pigmento marrone chiaro che passa da solo. In rari casi, la pigmentazione può persistere fino a un anno. Si raccomanda che pochi giorni dopo la scleroterapia usi impacchi con badagi o unguenti contenenti eparina. Un bendaggio errato può causare gonfiore alla caviglia. È innocuo, passa da solo in 3-5 giorni. Se si verifica gonfiore, è necessario allentare la benda, riposare il piede in una posizione elevata per 2-3 ore al giorno. Violazione della sensibilità, brividi, dolore moderato nella gamba operata. Al tatto potrebbero esserci sigilli che si risolvono da soli dopo 1,5-2 mesi. La sensibilità ritorna dopo alcuni mesi senza una terapia speciale. La febbre di basso grado fino a 37,5 gradi è associata a una reazione infiammatoria della pelle e del tessuto sottocutaneo. Passa 3-4 giorni dopo il trattamento.

Lagranmasade Italia