Chirurgia per le vene varicose degli arti inferiori

Le vene varicose sono una malattia molto comune che si verifica in quasi ogni secondo paziente. Oltre alle spiacevoli sensazioni agli arti, la malattia ha un effetto negativo su tutto il corpo. È importante iniziare un trattamento tempestivo della malattia al fine di evitare conseguenze negative. La medicina moderna offre una cura per la malattia con un laser.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Operazioni laser per vene varicose

Il trattamento laser delle vene varicose è un metodo moderno e indolore per risolvere questo problema. Prima dell'operazione, vengono eseguite una scansione delle vene obbligatoria e una ecografia.

Esistono due metodi di guarigione laser:

  • coagulazione endovasale;
  • coagulazione laser percutanea.

Coagulazione endovasale

Questo metodo è l'effetto dell'energia termica sulla nave dall'interno. Il risultato è l'adesione delle pareti dei vasi sanguigni. Nel tempo, il sito di esposizione è sostituito dal tessuto connettivo. La procedura viene eseguita in regime ambulatoriale.

Assolutamente tutte le azioni di uno specialista sono controllate da un dispositivo ad ultrasuoni specializzato. L'intera operazione non richiede più di un'ora e mezza. L'intervento stesso non dura più di un'ora. Questo metodo presenta numerosi vantaggi:

  • periodo minimo di recupero del paziente;
  • mancanza di dolore;
  • un'operazione viene eseguita in anestesia locale;
  • la durata di tutte le azioni non è lunga;
  • risultato duraturo;
  • neinvazivnostь;
  • la capacità di eseguire un intervento chirurgico su due arti contemporaneamente.

Tale operazione di vene varicose sulle gambe è estremamente positiva.

Coagulazione laser percutanea

Il secondo metodo consiste nell'irradiare i vasi sanguigni senza contatto con la pelle. Sotto l'influenza di un dispositivo specializzato, le pareti delle ghirlande vengono riscaldate a 70 gradi e saldate. Questo metodo ha l'unica indicazione: l'eliminazione della rete venosa.

Metodi di trattamento chirurgico delle vene varicose

L'intervento chirurgico per le vene varicose è il trattamento principale per la patologia. L'operazione eseguita correttamente consente non solo di eliminare i sintomi spiacevoli, ma impedisce anche il ripetersi della malattia. Dei metodi per il trattamento chirurgico delle vene varicose oggi sono più spesso utilizzati:

  1. Spogliarello. Durante l'operazione, vengono praticate due piccole incisioni sulla pelle del paziente. Il primo all'inizio della corona rimossa e il secondo alla fine. L'operazione viene eseguita utilizzando una sonda. Dopo aver fissato la vena, si rovescia e viene rimosso.
  2. Microphlebectomy. Questo è un metodo minimamente invasivo in cui vengono praticate incisioni molto piccole. Con il loro aiuto, una vena viene rimossa.
  3. Coagulazione laser. Nel caso di questo metodo, un laser specializzato coagula la parete interna della vena. Per questo motivo, il lume della vena è invaso.
  4. Flebectomia. Questa è un'operazione tradizionale con una tale patologia. Tutte le azioni vengono eseguite per rimuovere completamente la vena. Questo metodo è efficace per i sintomi pronunciati.

! importante Il metodo di cura delle vene varicose viene selezionato individualmente in base ai sintomi.

Recensioni dei pazienti

Anna Markevich, 34 anni, San Pietroburgo

“Ho sempre avuto molta paura delle vene varicose, visto che soffriva mia madre. Tutto è iniziato con il fatto che ho iniziato a diventare molto stanco e alla fine della giornata le gambe mi ronzavano. Ho messo un tacco molto piccolo. Dopo questo spiacevole sintomo, apparve una piccola rete vascolare. Mi sono reso conto che queste erano le prime manifestazioni delle vene varicose, quindi ho deciso di non tirare e mi sono rivolto a uno specialista per chiedere aiuto. Dopo l'esame, mi consigliò sulla terapia laser.

Arrivato a casa, ho letto le recensioni sull'intervento chirurgico sulle vene degli arti inferiori con un laser. All'inizio è diventato spaventoso e anche un po 'inquietante. Ma dopo aver ricevuto tutti i chiarimenti, ho accettato l'operazione. Passò molto rapidamente e completamente indolore. Il prezzo dell'operazione è stato piacevolmente sorpreso, poiché contavo molto. Sono stato anche contento del momento in cui non ci è voluto molto tempo per l'operazione stessa e il recupero. Non c'è stato dolore. Sono stato solo in grado di tornare a casa. Dopo 2 settimane, è venuta per un secondo esame senza sintomi. "

Tatyana Pishenina, 28 anni, Nizhny Novgorod

“Ho avuto a che fare con le vene varicose dopo la mia seconda nascita. Ho sopportato il primo figlio assolutamente normale e non ci sono stati problemi e complicazioni. Ma dopo la seconda nascita, le vene varicose hanno iniziato a disturbarmi. Tutto è iniziato con le solite gambe stanche.

Presto apparve il gonfiore. Non mi ha dato molto fastidio, quindi ho cercato di non prestarci molta attenzione. Dopo il gonfiore, ho avuto una maglia venosa. Non ho avuto tempo di visitare un dottore. Due bambini piccoli, il lavaggio costante è stato estenuante. Non c'era nessuno a lasciare i bambini in quel momento. Solo l'apparenza del dolore mi ha fatto rivolgersi a un flebologo per chiedere aiuto, ma era già troppo tardi. La malattia ha assunto una forma grave e non è stato possibile curarla con creme convenzionali.

Il mio medico mi ha consigliato la terapia laser, poiché è un metodo efficace e indolore per risolvere il problema. Si credeva molto debolmente. Ho deciso di pensarci su. A casa, ho letto recensioni sulla chirurgia delle vene delle gambe. Comunque, ne dubitavo da molto tempo, ma se il medico lo consiglia, allora è necessario. L'operazione è andata a buon fine. Come ha promesso il dottore, non mi sono fatto male e ci sono voluti letteralmente circa un'ora e mezza. Dopo tutte le azioni, indossano una speciale calza da spremitura, che provoca disagio. Questa è una parte molto spiacevole della procedura. Ma dopo una settimana sono tornato alla solita immagine.

Alexander Zlishchev, 48 anni, Omsk

“Varicose mi ha seccato per molto tempo. Ma non riuscivo ancora a decidere di andare dal dottore. Ho cercato di dedicarmi all'auto-trattamento, ho acquistato vari unguenti e creme, gel, ricette applicate di medicina tradizionale, ma nulla ha portato al successo. Forse la composizione non si adattava, o forse le droghe lo sono.

Quando i sintomi hanno iniziato a portare un disagio terribile, ho pensato all'operazione. Ho letto recensioni sulla venectomia, ma non mi hanno affatto ispirato. Alcune persone sono soddisfatte, il secondo è rimasto paralizzato. Mi sono imbattuto in un nuovo metodo di terapia: il trattamento laser. Molto interessato, perché non ne avevo mai sentito parlare prima. A giudicare dalla descrizione e dalle recensioni, il metodo è davvero efficace. Ho deciso di consultare un medico me stesso.

Il flebologo mi ha parlato di tutti i vantaggi di questo metodo di cura delle vene varicose. La nostra piacevole conversazione mi ha ispirato e ho deciso un'operazione. Ero preoccupato solo perché non riuscivo a ottenere un congedo per malattia, ma con mia sorpresa, l'operazione non ha richiesto molto. Inoltre, il periodo di recupero è estremamente breve. Il giorno dopo sono andato tranquillamente a lavorare. Mi sento benissimo e non rimpiango assolutamente i soldi spesi. ”

Tamara Nikonorova, 43 anni

“Le vene varicose sono sorte non molto tempo fa, ma sono riuscite a causare molto disagio. Non sono un sostenitore delle operazioni, poiché credo che con una lieve forma di qualsiasi malattia, il problema possa essere risolto amichevolmente. Ho sentito molto parlare del nuovo metodo: la terapia laser, ma non ci credo. Sì, e il trattamento delle vene varicose senza chirurgia, le recensioni ne hanno solo di buone.

Basta scegliere la crema o il gel giusto. Mi sono rivolto al mio medico e mi ha consigliato un unguento contro le vene varicose. Forse questo metodo mi andava bene, perché non ho una forma trascurata della malattia. Con l'aiuto del rimedio, ho affrontato i sintomi. Mancanza di dolore alle gambe, gonfiore e sensazione di bruciore. La sera, le gambe non si fanno sentire. Pertanto, credo che non abbia senso fare un intervento chirurgico per le vene varicose. Altri rimedi efficaci possono curare la malattia. "

Nanovein  Benefici e danni ai semi di lino come prendere per purificare e perdere peso

Victor Pavlusenko, 37 anni

“Lavoro come guardia di sicurezza, quindi il più delle volte devo stare in piedi. Per questo motivo, le vene varicose hanno iniziato a svilupparsi. Inizialmente, non attribuiva alcuna importanza, ma presto i dolori e i nodi sporgenti iniziarono a disturbare. Già con tali sintomi, ho deciso di consultare un medico. Il flebologo mi ha permesso di fare una scelta: un intervento chirurgico o un trattamento locale.

Nonostante sia un uomo, ho una paura tremenda dei chirurghi. Pertanto, ho deciso di fare a meno dell'intervento chirurgico. Non me ne sono pentito affatto. Il rimedio prescritto dal medico è davvero efficace. Certo, ho trascorso molto più tempo nel trattamento, ma il risultato è ancora sul viso. "

Attenzione! Cari lettori, lasciate i vostri commenti e feedback sui metodi di trattamento laser per le vene varicose sotto forma di commenti. Dobbiamo mantenere informazioni pertinenti e veritiere sulla pagina. Grazie!

conclusione

Secondo tutte le recensioni, possiamo dire che la chirurgia laser ha molti vantaggi e rimane vincente. In ogni caso, il trattamento delle vene varicose è necessario in una fase iniziale, mentre i sintomi non sono ancora pronunciati. In questo caso, la cura locale con l'aiuto di creme e unguenti per le vene varicose è efficace. Sono selezionati esclusivamente individualmente. Ma tali unguenti non sono in grado di far fronte alla malattia se è passata in una forma grave.

Il trattamento laser delle vene varicose è efficace già nelle fasi avanzate delle vene varicose, quando compaiono dolore intenso, gonfiore e nodi sporgenti. Pertanto, si raccomanda di ricorrere a questo metodo in caso di complicanze delle vene varicose.

Da quanto precede, possiamo concludere che la terapia laser è un nuovo metodo altamente efficace per combattere le vene varicose. Ha molti vantaggi. Aiuta non solo a eliminare i sintomi che si presentano, ma anche a prevenire il ripetersi della malattia. Con lievi manifestazioni della malattia, è possibile recuperare utilizzando creme convenzionali. Ma in ogni caso, se si verifica almeno un sintomo, dovresti consultare un medico.

Chirurgia venosa per vene varicose degli arti inferiori

Le vene varicose – una malattia in cui vi è una debolezza delle valvole nelle vene e disfunzione della parete vascolare. Inoltre, le vene varicose sono accompagnate da ristagno di sangue nelle vene degli arti inferiori. La condizione patologica viola la normale alimentazione (trofica) dei tessuti, che a sua volta porta a una guarigione prolungata delle ulcere trofiche.

Le vene varicose sono pericolose perché il sangue stagnante si addensa gradualmente, formando coaguli di sangue che si diffondono attraverso il corpo con un flusso sanguigno. Senza un trattamento tempestivo, questa condizione porta alla tromboflebite degli arti inferiori. Lo stadio iniziale della malattia può essere facilmente eliminato con l'aiuto di farmaci, tuttavia è possibile sbarazzarsi delle vene varicose dello stadio avanzato solo chirurgicamente.

Quando eseguire un'operazione e quando è controindicato

La venectomia (chirurgia per rimuovere le vene varicose) è prescritta se il paziente ha le seguenti condizioni:

  • Costante sensazione di pesantezza, gonfiore e dolore alle gambe.
  • Violazione del trofismo dei tessuti degli arti inferiori. La pelle delle gambe cambia colore e nella regione delle gambe e dei piedi la temperatura della pelle diminuisce notevolmente.
  • Una vasta area di danno alle vene safene.
  • Ulcere trofiche non cicatrizzanti.
  • Rischio di sviluppo o tromboflebite già iniziato.
  • Frequenti esacerbazioni di tromboflebite.

Ci sono condizioni in cui è escluso anche un intervento chirurgico minimo nel sistema venoso sulle gambe:

  • gravidanza nel 2 ° e 3 ° trimestre;
  • persone anziane;
  • ipertensione;
  • malattia coronarica;
  • ictus acuto o infarto del miocardio;
  • esacerbazione di una malattia cronica (diabete mellito, asma bronchiale, ulcera gastrica, ecc.);
  • malattia della pelle degli arti inferiori (eczema, erisipela)
  • la presenza di malattie del cuore, dei polmoni, dei reni e del fegato.

Si raccomanda di evitare la procedura durante i processi infiammatori nel corpo o con lo sviluppo di malattie infettive. Una fase troppo avanzata delle vene varicose esclude anche la chirurgia venosa.

Tipi di operazioni per le vene varicose

Le vene alle estremità inferiori possono essere operate utilizzando diversi metodi. Un flebologo o un chirurgo vascolare prescrive un'operazione per le vene varicose secondo una storia completa e i sintomi della malattia. Può trattarsi di coagulazione laser, scleroterapia o chirurgia.

Prima dell'intervento chirurgico, consultazione ed ecografia delle vene degli arti inferiori. È anche necessario superare una serie di test, sottoporsi a un elettrocardiogramma e una radiografia del torace. Puoi pre-radere i capelli sulla zona operata da soli. Alla vigilia della procedura, dovresti mangiare una cena leggera e venire all'operazione a stomaco vuoto.

È importante avvertire in anticipo il chirurgo e l'anestesista dell'intolleranza a determinati farmaci.

Sklerozirovanie

La procedura è un modo efficace per trattare le vene varicose, soprattutto nelle prime fasi. Questa operazione per le vene varicose degli arti inferiori comporta l'introduzione di una sostanza speciale – sclerosante nel vaso interessato. Agisce sulle vene dall'interno, incollandole dall'interno. Al suo posto si forma una cicatrice e la nave stessa scompare, escludendo la vena dal flusso sanguigno. Le sue funzioni vengono trasferite su navi più profonde.

La manipolazione è indolore, non richiede alcuna preparazione speciale e praticamente non provoca disagio. Il farmaco viene somministrato utilizzando aghi molto sottili, quindi quasi non si sente. Per un effetto pronunciato, è necessario passare da 3 a 5 procedure. Fatte salve tutte le raccomandazioni, la vena rimane sclerotica per sempre. L'operazione è adatta per il trattamento delle vene varicose delle gambe, nonché per il trattamento del varicocele.

La tecnica per la scleroterapia delle vene varicose nelle gambe è di diversi tipi, a seconda delle condizioni iniziali del paziente:

  1. Il metodo a forma di schiuma o la scleroterapia con schiuma delle vene. Lo sclerosante si presenta sotto forma di una schiuma speciale, che non si mescola al sangue, ma lo sposta dalla nave. Ciò garantisce uno stretto contatto della sostanza con la parete vascolare, aumentando l'efficacia del trattamento.
  2. Eco scleroterapia. Questo metodo di somministrazione della sostanza garantisce la massima accuratezza, quindi è adatto per il trattamento di vene profonde con un diametro di 1 cm Lo sclerosante entra nella nave sotto il controllo di uno scanner duplex. La tecnica consente di ridurre la nave per completare la scomparsa.
  3. Mikroskleroterapiya. La procedura è di solito prescritta per risolvere problemi estetici sotto forma di vene ragno sulle gambe. Questa scleroterapia consente di rimuovere quasi completamente i piccoli vasi danneggiati, nonché di alleggerire notevolmente le grandi macchie sulle gambe.

Coagulazione laser

La chirurgia laser per le vene varicose è l'ultimo trattamento. La coagulazione laser endovasale (EVLK) si svolge in anestesia locale, motivo per cui praticamente non si avverte.

Durante la procedura, il medico inserisce una sottile guida di luce laser nella vena interessata. Sotto l'azione puntuale della radiazione laser, la nave interessata è intasata e dopo qualche tempo si dissolve completamente. Questa operazione è assolutamente innocua per i vasi sani, poiché non sono esposti alle radiazioni. La coagulazione laser elimina le incisioni cutanee, quindi non lascia segni sulle gambe. Il vantaggio della chirurgia laser è il rischio minimo di ri-sviluppo delle vene varicose degli arti inferiori.

La tecnica è prescritta per:

  • segni trofici sulle gambe;
  • lume dilatato in vena;
  • un piccolo numero di "afflussi" di vene nel paziente.

Immediatamente dopo la procedura, il paziente è in grado di camminare autonomamente e dopo un'ora e mezza di dimissione. La tecnica ti consente di tornare al lavoro pochi giorni dopo l'intervento chirurgico.

L'intervento chirurgico

La chirurgia per le vene con vene varicose degli arti inferiori è prescritta se è impossibile utilizzare metodi meno radicali. Il trattamento viene effettuato con vari metodi chirurgici, a seconda delle condizioni del paziente.

Durante l'operazione, la pelle nella zona interna della coscia viene incisa e la vena varicosa danneggiata viene rimossa attraverso l'incisione. Dopo la rimozione dei vasi safeni, la loro funzione passa alle vene più profonde. La durata della procedura è di circa 2 ore. Per accelerare il recupero, al paziente vengono prescritti farmaci venotonici. Uno svantaggio significativo della flebectomia è l'elevato rischio di cicatrici nel sito dell'incisione. Tuttavia, la moderna chirurgia consente di eseguire interventi di chirurgia plastica sulle valvole della vena safena senza rimuoverla.

Chirurgia tradizionale

Questa procedura prevede la puntura della pelle attraverso la quale vengono rimosse le vene interessate. I vantaggi dell'operazione sono le piccole cicatrici, che successivamente vengono sfregiate, pur mantenendo un aspetto attraente della pelle sulle gambe.

Nanovein  Albero dei soldi (Crassula) come prendersi cura di casa

Questo tipo di flebectomia consente l'uso ambulatoriale con anestesia locale. Le vene varicose danneggiate sulle gambe vengono rimosse utilizzando speciali sonde. Le cicatrici nel sito dell'incisione vengono gradualmente rafforzate e quasi invisibili. La flebectomia combinata riduce significativamente la probabilità di ri-sviluppo della malattia.

È classificato come un tipo di terapia chirurgica della vena safena. Durante la procedura, viene incisa una zona del solco inguinale, attraverso la quale viene rimossa una grande vena safena insieme agli affluenti. In stripping parziale, la vena interessata viene rimossa utilizzando una sonda sottile. Le vene perforanti non funzionanti delle estremità inferiori sono fasciate e l'area operata è coperta da una fasciatura stretta.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico

Un'operazione per rimuovere le vene comporta un periodo di riabilitazione al fine di ripristinare il normale funzionamento degli arti inferiori. La riabilitazione inizia in un ospedale, immediatamente dopo la procedura di vena, ma la maggior parte avviene a casa.

Riabilitazione ospedaliera

La maggior parte delle operazioni viene eseguita in anestesia generale o epidurale, quindi la riabilitazione primaria avviene in ospedale. Il primo giorno dopo l'intervento chirurgico viene prescritto il riposo a letto, ma dopo 6-7 ore al paziente è consentito alzarsi e il secondo giorno – camminare a un ritmo calmo.

Riabilitazione ospedaliera

Affinché il ripristino abbia esito positivo, vengono seguite le seguenti misure:

  • In posizione supina, le gambe sono sollevate di 10-15 cm durante il sonno o il riposo.
  • Il forte dolore nei primi giorni è alleviato dagli antidolorifici.
  • Dopo l'operazione, le gambe sono coperte con una benda elastica per ripristinare la circolazione sanguigna, che non viene rimossa nei primi 2 giorni.
  • Le medicazioni in punti di forature e tagli vengono eseguite nei giorni 1, 3, 6.

In assenza di complicanze, le suture vengono rimosse il 6-7 ° giorno e il paziente viene dimesso.

Riabilitazione domiciliare

La parte principale del periodo di riabilitazione si svolge a casa e implica il rispetto di 4 condizioni di base.

La biancheria intima a compressione sostituisce le bende elastiche sulle gambe e consente di distribuire uniformemente la pressione sulle vene. Grazie all'effetto di compressione, indossare una maglieria speciale aiuta a proteggere i piccoli vasi nei primi giorni dopo l'intervento, a ripristinare il flusso sanguigno nelle gambe e prevenire la ricaduta della malattia. La maglieria a compressione è selezionata individualmente dal medico curante. Il prodotto viene indossato per 1 mese tutto il giorno, quindi – solo durante il giorno. Grazie alla sua alta qualità, la maglia medica mantiene il suo stato originale per lungo tempo: una nuova coppia viene acquisita dopo 4-6 mesi di utilizzo quotidiano.

Il primo mese dopo l'intervento chirurgico esclude qualsiasi carico, tranne che per camminare a un ritmo calmo. Dopo la guarigione delle suture, è necessario eseguire uno speciale programma di esercizi per ripristinare il flusso sanguigno nelle estremità inferiori. La ginnastica terapeutica viene eseguita con forza moderata e si alterna a riposo. Quando si eseguono esercizi, è necessario mantenere una corretta compressione degli arti.

Una corretta alimentazione è una fase importante nel periodo di riabilitazione. Per un efficace recupero ed eliminazione della ricaduta, l'indice di massa corporea dovrebbe essere compreso tra 18 e 25. Durante la riabilitazione, la dieta dovrebbe includere: acqua, verdure, frutta, frutti di mare, crusca, rosa canina, tè verde. Le zuppe sono preparate su brodo di carne vegetale e magro. Alcol, bevande gassate, grassi animali, carni affumicate, sale sono esclusi dalla dieta.

Per evitare complicazioni, al paziente viene prescritta una terapia farmacologica dopo l'intervento chirurgico per le vene varicose. I farmaci speciali possono aumentare il tono e l'elasticità vascolari delle pareti venose, aumentare la circolazione sanguigna e ridurre la probabilità di coaguli di sangue. I siti di puntura e incisione sono trattati con antisettici per prevenire lo sviluppo dell'infezione. Quando si verifica un'infiammazione, vengono prescritti farmaci antibatterici.

Recensioni dei pazienti

Victoria, 45 anni, Orenburg

L'operazione per le vene varicose è stata effettuata un anno fa. Rinviava costantemente il trattamento, sebbene la procedura fosse semplice. La cosa più difficile era rispettare tutte le prescrizioni del medico, ma la riluttanza a tornare al tavolo operatorio motivata. Ora non c'è dolore o gonfiore alle gambe e l'incisione è quasi invisibile.

Natalia, 25 anni, Voronezh

Il mio lavoro prevede l'uso quotidiano di tacchi, quindi molto presto le gambe hanno iniziato ad apparire vene blu brillante. Ho dovuto ricorrere alla chirurgia in giovane età, ma ora posso esporre liberamente le gambe. L'operazione è stata indolore, praticamente non c'erano tracce sulla pelle e la biancheria intima a compressione ti consente di non preoccuparti della ricaduta.

Elena, 37 anni, Mosca

Ho deciso l'operazione 2 mesi fa, ora c'è un periodo di riabilitazione. Sebbene una certa tensione nelle gambe sia ancora preoccupante, il risultato sulle gambe è già evidente. Non ci sono vene varicose, di cui sono estremamente felice.

Operazione o no? (vene varicose degli arti inferiori)

Ciao cari flebologi,
Sto cercando un consiglio.
Donna, 45 anni, altezza 160, peso 60 kg, nessuna cattiva abitudine, mancanza di esercizio fisico, lavoro sedentario. Una storia di epatite A e presumibilmente B, trasferita all'età di 7 e 12 anni ("presumibilmente" a causa del fatto che nel 1980 non era stata diagnosticata l'epatite B, in Russia l'analisi dell'epatite B era sempre negativa, passava una volta in Germania – risultato "condizione dopo epatite B"). Osteocondrosi lombosacrale, ernia nel segmento L5-S1. È possibile una predisposizione ereditaria, il nonno da parte del padre è morto di ulcere trofiche negli anni '60, prima della mia nascita, non c'è modo di stabilire esattamente.
Con un trattamento costante. niente droghe. Gravidanza 3, due nascite, senza complicazioni.
Negli ultimi 10 anni, le condizioni delle vene sono peggiorate, specialmente nella regione dello stinco (foto). Cinque anni fa, le mie gambe si gonfiarono molto, specialmente in estate, ora meno. Gonfiore del viso al mattino (borse sotto gli occhi, reni esaminati, senza patologia). Dolore, disagio alle gambe, intorpidimento. Quando si vola in aereo – una sensazione di dolore e tensione nei muscoli e nelle vene, come se invece di una vena nella gamba, un filo di ferro.
Sono andato dai medici, prescritto principalmente flebodia per 1 mese, corsi 2 volte l'anno, calze a compressione. Hanno raccomandato l'operazione cinque anni fa, ma alcune paure sono cessate e hanno sentito parlare di un possibile deterioramento dopo l'operazione e la ripresa delle vene varicose in altri luoghi.
Attualmente, l'aspetto cosmetico delle gambe è notevolmente peggiorato. Inoltre, un punto sfocato costituito da piccoli punti rossi è apparso sul piede destro nel sito del nodo sulla pelle e non scompare entro 1 mese. All'inizio ho pensato che potesse colpire da qualche parte, ma il punto non cambia il suo aspetto (foto allegata). La macchia è indolore.
L'esame è stato condotto, l'ecografia e l'ecografia eseguite in posizione supina, allego la foto dei documenti. Chirurgia raccomandata sulla gamba destra, ha detto che la sinistra non può essere ancora eseguita. Viene proposta una scelta: la rimozione delle vene nel solito modo o mediante laser. Alla domanda su quale dei metodi sia preferibile, hanno spiegato che non vi è alcuna differenza per il paziente, entrambi i metodi hanno conseguenze identiche. Ho letto molte opinioni e recensioni sugli svantaggi e sui vantaggi di ciascun metodo, ma non vi è stata alcuna convinzione finale e una scelta informata.
Sembra che alla fine abbia deciso l'operazione, gli ultimi dubbi sono rimasti, chiedo di dissiparli, perché mi affido all'opinione obiettiva dei partecipanti al forum.
Domande:
1. La necessità di un intervento chirurgico nel mio caso non è secondo le indicazioni cosmetiche, ma secondo le indicazioni per la vita e la salute in generale.
2. Tuttavia, quale metodo sarebbe preferibile nel mio caso con un bisturi o un laser? forse qualcos'altro?
3. La prognosi della cura?
4. Effetti a lungo termine dell'operazione eseguita in modo tradizionale e utilizzando un laser.

Se possibile, ti chiedo di avvisarmi.
Grazie per l'attenzione.
Documenti e foto delle gambe:
conclusione
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]
spot
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]
UZD 2012
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]
UZD 2014
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]
uzi
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]
ultrasuono 2
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]
PIEDE DELLA FOTO
[I collegamenti sono disponibili solo per gli utenti registrati]

Lagranmasade Italia