Chirurgia laser per il trattamento delle vene varicose nelle gambe

Il trattamento chirurgico delle vene varicose spaventa molti pazienti. Le persone hanno paura di mentire sotto il bisturi del chirurgo, negarsi il trattamento tempestivo e sopportare forti dolori. Il trattamento laser delle vene varicose è un metodo di esposizione moderno e impeccabile. Grazie al dispositivo di guida della luce, le vene vengono trattate con la terapia laser, vengono incollate insieme.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Di cosa stiamo parlando?

La patologia vascolare più comune nell'uomo sono le vene varicose. Le estremità inferiori si gonfiano, diventano costantemente pesanti, anche senza evidenti sovraccarichi fisici, difetti estetici con uno stato di disagio morale – questa è una lista incompleta dei sintomi delle vene varicose sulle gambe.

Se si esegue un'operazione classica

Con la maggior parte dei metodi chirurgici classici per rimuovere le vene varicose degli arti inferiori, ci sono:

  • numerose cicatrici della pelle delle gambe;
  • periodo di riabilitazione con evidente dolore;
  • probabili complicazioni sotto forma di infezioni.

Un tempo, la chirurgia non garantisce una soluzione completa al problema dei vasi venosi varicosi, poiché esiste la possibilità che appaiano nuovamente le vene varicose. Il metodo chirurgico, in cui è necessario rimuovere l'intera vena, è troppo traumatico e doloroso, c'è un'alta probabilità di infezione. Con la parziale rimozione della nave venosa e lo stripping, rimangono anche cicatrici della pelle.

Con il metodo della scleroterapia, la nave si ostruirà e si desolerà, in alcuni pazienti questo metodo può causare allergie.

Da ciò ne consegue che la coagulazione laser endovasale delle vene varicose è il modo più adatto di trattamento terapeutico.

Chi è mostrato

La rimozione laser delle vene varicose aiuterà a rimuovere ovunque i vasi venosi superficiali varicosi. Il più popolare tra i pazienti è il trattamento laser delle vene varicose degli arti inferiori, spesso trattando le vene situate nel bacino.

Con il trattamento laser delle vene varicose, è indispensabile consultare un chirurgo vascolare, condurre la diagnostica di laboratorio e strumentale, compresa l'ecografia delle vene degli arti inferiori.

Con le vene varicose, il trattamento laser viene utilizzato nei casi in cui le bocche venose non hanno un'estensione superiore a 1 cm e le vene stesse sono lisce, non presentano forti curvature con rami normali e leggermente in espansione.

Il trattamento laser delle vene varicose dovrebbe avvenire nelle prime fasi della malattia con trascuratezza minima e solo sui vasi venosi safenici. Con patologia cronica e dilatazione delle vene superiore a 1 cm, esiste il rischio che in futuro la nave venosa venga nuovamente "incollata" e il trattamento laser delle vene non porterà l'effetto desiderato. Quando le vene varicose laser vengono rimosse su vaste aree dei vasi interessati e vene profondamente distese, questa operazione non sarà efficace.

Nanovein  È possibile liberarsi delle vene varicose senza intervento chirurgico

A chi è controindicato il trattamento laser

La procedura per il trattamento delle vene varicose sulle gambe con un laser è assolutamente controindicata se:

  • il paziente è incline alla tromboflebite, alla formazione di coaguli di sangue;
  • ha disturbi cronici della linfa e della circolazione sanguigna degli arti inferiori;
  • c'è una grave distruzione delle pareti venose.

Se in tali condizioni verrà eseguita un'operazione laser, le pareti delle vene saranno danneggiate, è possibile un'estesa trombosi venosa. Inoltre, l'attività motoria deve essere ridotta al minimo, il paziente deve indossare maglieria a compressione anti varicose.

Il trattamento laser delle vene non viene eseguito se una donna è incinta, sta allattando a causa di un sistema immunitario indebolito e un elevato sovraccarico sulle gambe. Inoltre, la chirurgia è vietata per i pazienti con sovrappeso.

Come spendere

Il metodo laser consiste nell'introdurre un dispositivo di guida della luce collegato a un'unità laser attraverso una piccola puntura della pelle nella parte inferiore della gamba a un vaso venoso varicoso. Quindi, grazie al raggio laser, si verificano processi di coagulazione nella nave danneggiata. Successivamente, la guida della luce deve essere rimossa, l'area in cui è stata praticata la puntura deve essere trattata con un antisettico locale, viene applicata una medicazione sterile.

La durata dell'esposizione al laser ad un arto inferiore va da 15 a 30 minuti. Dopo la procedura, non si dovrebbe immediatamente alzarsi bruscamente, prima è necessario sedersi, solo dopo il paziente si alza. Quindi puoi prevenire il collasso vascolare. Dopo un breve periodo di tempo, il paziente può essere libero.

Periodo di riabilitazione

Questo periodo dopo il trattamento laser dei vasi venosi varicosi agli arti inferiori non richiede misure speciali. Inoltre, il paziente non ha bisogno di:

  • trattamento ospedaliero;
  • riposo a letto lungo;
  • corsi di antibiotici per la prevenzione delle infezioni;
  • stanco a lungo quando si cammina su gambe bendate incessanti.

Un punto importante di questo periodo è che il paziente dopo l'intervento chirurgico deve indossare una calzetteria a compressione specifica per un lungo periodo (fino a due mesi). Solo questo impedirà il flusso sanguigno nei vasi venosi superficialmente localizzati, eliminando il gonfiore.

L'entità dell'effetto di compressione di questa biancheria dovrebbe essere chiarita dal medico curante.

Durante i primi due giorni, la biancheria non viene rimossa nemmeno di notte. Quindi viene sempre indossato durante il giorno e di notte viene rimosso. Questo importante punto deve essere preso in considerazione durante l'operazione, che viene eseguita al meglio nel periodo autunno-primavera, altrimenti il ​​paziente si sentirà a disagio con il caldo.

Nanovein  Macchie scure sulla gamba con trattamento delle vene varicose

Il sovraccarico fisico grave è controindicato per il paziente; non si dovrebbe visitare un bagno con sauna nei primi 7 giorni dopo l'intervento chirurgico. In futuro, l'uomo vive la sua vita ordinaria.

Informazioni sulla prevenzione

Un paziente con vene varicose degli arti inferiori è tenuto ad osservare semplici misure preventive:

  • per controllare il peso corporeo;
  • Non sedersi o stare in piedi in una posizione per lungo tempo;
  • Non sedersi in una posizione in cui una gamba viene gettata all'indietro sull'altra;
  • escludere il fumo;
  • camminare con scarpe comode con tacco basso (fino a 5 cm);
  • camminare a piedi più spesso, osservare un'attività fisica moderata.

Sulla depilazione

Durante la depilazione, i peli superflui vengono temporaneamente rimossi. Se esegui la depilazione, il follicolo pilifero sarà completamente distrutto. Gli epilatori elettrici per le vene varicose in forma trascurata sono vietati.

Sono utilizzati solo nelle fasi iniziali, quando il lume venoso non è troppo grande e le vene superficiali non sono visibili. Ma vale la pena ricordare che la formazione di coaguli di sangue è provocata dall'epilatore. Questo dispositivo può danneggiare i vasi capillari, eventualmente sviluppando un'infezione.

La depilazione laser per le vene varicose non influenza i vasi venosi, colpisce solo il follicolo pilifero. Ma prima di condurre questo tipo di epilazione, è necessario consultare un flebologo.

Le complicanze della terapia laser

Gli effetti terapeutici laser sulle vene varicose sono popolari a causa del breve periodo di riabilitazione, dell'assenza di sintomi del dolore e della minima probabilità di sviluppare condizioni complicate. Durante la procedura, il dolore è possibile a causa di un'anestesia impropria.

Dopo l'intervento chirurgico, il dolore può manifestarsi nell'area del vaso venoso operato.

Se il dolore dura 2 giorni, è necessario consultare un medico per eliminare le complicanze. La manipolazione eseguita in modo errato provoca lesioni da ustioni della pelle con tessuti molli, emorragie nell'area della puntura, infiammazione e processi purulenti. Talvolta è possibile la trombosi dei vasi venosi superficiali e profondi, il benessere del paziente peggiora.

Un paziente necessita di cure mediche urgenti se:

  • per i primi 2 giorni, il dolore nell'area in cui la nave venosa sta andando con la zona di puntura non diminuisce, ma aumenta;
  • iperemia con ipertermia locale, suppurazione apparso sulla pelle vicino al sito di puntura;
  • il paziente cammina, quindi sente dolore ai muscoli degli arti inferiori, c'è gonfiore con una sensazione di pesantezza;
  • apparvero pigmenti malsani sulla pelle delle gambe;
  • il paziente ha ipertermia;
  • la sensibilità degli arti inferiori sotto forma di parestesia era compromessa.

Tra gli svantaggi della terapia laser vale la pena notare:

  • il metodo non è utilizzato per le vene varicose gravi;
  • in situazioni se la dimensione della vena safena è grande, il trattamento laser è combinato con il solito metodo chirurgico;
  • gli indumenti compressivi vengono indossati una settimana dopo l'operazione;
  • L'aspetto negativo è il costo di questo servizio.

Va ricordato che è meglio seguire la prevenzione e prevenire la manifestazione delle vene varicose e se la malattia disturba il paziente, solo uno specialista esperto può aiutarlo.

Lagranmasade Italia