Chirurgia di rimozione varicosa

L'articolo è stato verificato il 18.04.2019/XNUMX/XNUMX. L'articolo è stato controllato da uno specialista: Oleg Votyakov, chirurgo, proctologo, flebologo, categoria più alta.

Paziente B., diagnosi: vene varicose di grado 3 con disturbi trofici. È indicato EVLK (coagulazione laser endovasale).

L'operazione viene eseguita su una grande vena safena, che in questo caso "spegneremo" dalla circolazione sanguigna della gamba. Ma che dire di una gamba senza vena? Bene, in primo luogo, questa vena non funziona più in sostanza e causa al disagio del paziente sia fisico che estetico. In secondo luogo, ci sono ancora le principali vene profonde, che sono sufficienti per garantire un normale deflusso di sangue. Dove vengono tracciate le linee, sporgono estesi affluenti del tronco principale. E dove i punti sono i punti di uscita dei perforatori (vene che collegano i tronchi profondi e superficiali).

L'operazione è sotto il controllo di un'ecografia, infatti è nella foto sotto. È necessario per vedere la fibra laser nel lume della vena:

Determiniamo il luogo in cui inseriremo il catetere attraverso il quale introdurremo ulteriormente la fibra laser:

Ed ecco la stessa fibra che la vena coagulerà (si uniranno):

Di seguito è riportato l'apparato a cui è collegata la guida di luce. Imposta tutte le caratteristiche del raggio che funzionerà all'interno della vena:

Ecco come brilla:

Stiamo cercando un buon posto per inserire un catetere nella parte inferiore della gamba:

Un piccolo pezzo di ciò che sta accadendo nel video:

Il catetere è inserito, il LED è inserito, tutto è controllato dagli ultrasuoni:

Mentre la guida della luce è all'interno, la luce si spegne in sala operatoria. Ciò è necessario per vedere meglio l'immagine sul monitor a ultrasuoni e sul raggio laser pilota.

Nanovein  Dolore ai testicoli negli uomini, possibili cause e trattamento

E così siamo arrivati ​​al punto in cui la vena superficiale si collega con il profondo. Non è il sensore a ultrasuoni che brilla, ma il laser stesso nel lume venoso. Non andremo oltre. Da qui inizieremo la coagulazione:

Ora il LED viene condotto lentamente nella direzione opposta, mentre il chirurgo, utilizzando un pedale speciale, lo accende e si verifica la stessa coagulazione. Il sangue bolle letteralmente e la vena si attacca dall'interno. Tutto ciò accade di nuovo sotto la supervisione di un'ecografia per monitorare l'intero processo. Quindi torniamo indietro nel tempo.

Dopo la coagulazione, dobbiamo rimuovere quegli affluenti precedentemente contrassegnati:

Le vene non sono in realtà così fragili come sembrano. Sono molto resistenti. Qui eliminiamo il prossimo pugno:

Un piccolo video del processo:

Sezioni della vena che sono state rimosse:

Sigilliamo le forature con un cerotto speciale (strisce):

Una fascia elastica viene applicata sulla gamba dopo l'intervento chirurgico per comprimere le vene trattate:

Chirurghi: Votyakov Oleg Nikolaevich e Nemkova Anna Igorevna

Medico ecografico: Gavrilova Evgenia Aleksandrovna

Infermiera operativa: Grishunina Elena Vladimirovna

Anestesisti: Polikarpov Leonid Lazarievich ed Eltsova Maria Georgievna

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.
Lagranmasade Italia