Cause, diagnosi e trattamento delle vene varicose dell’esofago

Una varietà di vene varicose sono le vene varicose dell'esofago. Durante questo processo patologico, le vene dell'esofago vengono deformate, le estensioni compaiono su di esse e la mucosa dell'organo in queste aree diventa più sottile e diventa soggetta a infiammazione. Il pericolo della malattia sta nel fatto che questa patologia potrebbe non manifestarsi in alcun modo fino al primo sanguinamento.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

motivi

Tutte le cause delle vene varicose esofagee possono essere combinate in un piccolo elenco:

  • ipertensione portale (causa principale);
  • ipertensione;
  • patologia congenita.

L'ipertensione sistemica è la causa di questa malattia molto meno spesso del portale. Questa è una conseguenza del cuore cronico e dell'insufficienza vascolare, a causa della quale la pressione aumenta nella circolazione sistemica. Se l'ipertensione sistemica diventa la causa dell'espansione delle vene, i nodi sulle vene sono 2-3 volte più piccoli e si trovano lungo l'intera lunghezza dell'esofago, e con il portale, i nodi si formano nella parte inferiore di questo organo e nella parte superiore dello stomaco.

L'ipertensione portale si sviluppa a seguito di epatite o epatosi epatica grassa, sviluppo anormale dei suoi vasi, cirrosi di varia origine e altre patologie complesse del fegato o del pancreas. Se questi organi schiacciano la vena porta, il sangue viene espulso lungo i rami dal flusso sanguigno centrale attraverso i vasi dello stomaco nelle vene dell'esofago e la pressione in essi aumenta.

Le vene dell'esofago non sono progettate per carichi elevati: le loro pareti sono sottili e il tessuto circostante non è abbastanza denso da fornire il giusto livello di compressione. Con sovraccarichi, le pareti si allungano e i nodi sporgono nelle aree assottigliate.

sintomi

Se le vene varicose dell'esofago non vengono rilevate per caso, i segni della malattia compaiono solo con l'inizio del primo sanguinamento quando il nodo si rompe.

Pochi giorni prima della complicazione, si può sentire pesantezza dietro lo sterno, nonché difficoltà a deglutire cibo solido, bruciore di stomaco, eruttazione con un sapore aspro.

Il sanguinamento può essere attivato da fluttuazioni della pressione sanguigna, che spesso si verificano dopo un eccesso di cibo o uno sforzo fisico. Se la perdita di sangue è minima, potrebbero non essere notati, poiché il processo non è accompagnato da chiari sintomi, ma gradualmente si farà sentire una violazione della sintesi dell'emoglobina dovuta a carenza di ferro e successiva anemia. Una lieve perdita di sangue con vene varicose dell'esofago si manifesta come segue:

  • nausea;
  • feci nere a causa della presenza di sangue coagulato in esso;
  • vomito con striature di sangue nel contenuto.

Un'abbondante perdita di sangue si fa sentire da un aumento della frequenza cardiaca con un calo simultaneo della pressione, forte debolezza, vomito sanguinante grave, confusione.

Diagnosi delle vene varicose dell'esofago

La diagnosi non può essere fatta esclusivamente sulla base dei sintomi sopra elencati. Pertanto, oltre a un esame del sangue eseguito per valutare le condizioni generali del paziente, vengono prescritti esami hardware:

  • radiografia dell'esofago (con l'aiuto di un mezzo di contrasto, puoi vedere la deformazione delle pareti causata da nodi dilatati delle vene);
  • endoscopia (il metodo più informativo per rilevare le vene varicose esofagee e la scelta delle tattiche terapeutiche).
Nanovein  Pulizia vascolare per le vene varicose

Per identificare la malattia primaria che ha portato alle vene varicose dell'esofago, il medico può prescrivere una risonanza magnetica del fegato, un'ecografia degli organi addominali.

Classificazione

Sono state sviluppate diverse classificazioni delle vene varicose esofagee. Più in dettaglio, vengono considerati 4 stadi (gradi) di un difetto nelle vene e nella mucosa dell'esofago:

  • a 1 grado, le vene non sono allungate di più di 3 mm, si osservano sporgenze singole, rilevate solo quando l'esofago viene esaminato con un endoscopio;
  • a 2 gradi, i noduli nelle vene si estendono per una dimensione superiore a 3 mm, i vasi diventano irregolari e contorti, non si osserva alcun restringimento nei lumi venosi. Questo grado di patologia è visibile con la radiologia del contrasto. Non ci sono cambiamenti sulla mucosa dell'esofago;
  • con 3 gradi, compaiono venectasie persistenti, il tono delle pareti vascolari diminuisce, i nodi appaiono chiaramente all'interno dell'esofago. La mucosa dell'esofago cambia, si sviluppa il reflusso gastroesofageo. All'endoscopia si trovano vene blu sinuose con aree arrossate o erosive. La radiografia rivela una superficie che sembra essere coperta di verruche e polipi;
  • a 4 gradi, i nodi diventano grandi e si collegano in gruppi che si sovrappongono al lume dell'esofago, la cui mucosa si assottiglia.

In Russia, la classificazione sviluppata nel 1997 è diffusa, dividendo la patologia in 3 gradi a seconda del diametro dei noduli nelle vene: fino a 5 mm, 5-10 mm e più di 10 mm. All'esofago varicoso viene assegnato un codice secondo il classificatore internazionale. Il codice ICD-10 per una malattia con sanguinamento è I85.0, senza sanguinamento – I85.9.

Trattamento delle vene varicose esofagee

La causa principale del sanguinamento esofageo è una crisi ipertensiva nel sistema portale, deterioramento della coagulazione del sangue, alterazioni trofiche della mucosa dell'esofago dovute all'esposizione a succhi gastrici con reflusso esistente e disturbi della circolazione sanguigna.

È impossibile curare le vene varicose esofagee e quando si tratta di trattamento, significano la prevenzione del sanguinamento che può portare alla morte. Il metodo di trattamento dovrebbe essere completo e dipendere dai sintomi della malattia:

  • un gastroenterologo tratta la malattia primaria che ha portato a problemi dell'esofago e sviluppa uno schema di prevenzione del sanguinamento, prescrive farmaci che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni;
  • L'intervento chirurgico viene eseguito quando è iniziata l'emorragia o esiste il pericolo che il nodo varicoso venga danneggiato e si sviluppi un'emorragia estesa.

Il trattamento consiste in una serie di misure che richiedono al paziente di conformarsi a uno stile di vita adeguato, compresa la dieta, la limitazione dell'attività fisica, seguendo attentamente le raccomandazioni del medico curante.

Rimedi popolari

La medicina tradizionale viene utilizzata solo come complemento del trattamento tradizionale. Erbe selezionate che rafforzano le pareti dei vasi sanguigni, coleretiche, supportando il fegato, contribuendo allo svuotamento tempestivo e delicato dell'intestino.

Un decotto di una miscela di bacche secche di sorbo rosso e rosa selvatica ha un effetto coleretico e rinforza le pareti vascolari. Per preparare il brodo, fai bollire per 5 minuti in 2 bicchieri d'acqua 1 cucchiaio. materie prime, raffreddare un po 'e filtrare. Prendi 1/2 tazza più volte al giorno.

I fiori giapponesi di Sophora contengono molta vitamina PP e rafforzano bene le pareti dei vasi sanguigni, la cui infusione viene utilizzata in corsi di 2 o 3 mesi con un intervallo obbligatorio di almeno 10 giorni tra di loro. Le materie prime essiccate vengono preparate come tè (1 cucchiaio per 1 tazza di acqua bollente) e bevute 3-4 volte al giorno, indipendentemente dall'assunzione di cibo.

Dietetico

La terapia dietetica, insieme a eliminare le cattive abitudini e la moderata attività fisica, non è il metodo principale, ma importante per il trattamento delle vene varicose esofagee. La dieta dovrebbe essere completa, non traumatica alle pareti dell'esofago, per non provocare l'esofagite da reflusso (reflusso di succhi gastrici nell'esofago) e contribuire a ridurre la densità del sangue. Il paziente deve aderire ai seguenti principi di nutrizione:

  • scegliere prodotti che influenzano lo stato del sangue per la cottura: frutti di mare e alimenti ad alto contenuto di vitamina C e fibre vegetali;
  • rifiutare cibi che irritano l'esofago: condimenti piccanti, carni affumicate, sottaceti, marinate, tè e caffè forti, bevande contenenti alcol;
  • i prodotti devono essere bolliti in acqua o al vapore, a volte puoi cuocere in forno, rifiutare di friggere;
  • il cibo dovrebbe essere morbido, avere una consistenza pastosa;
  • le situazioni che provocano reflussi notturni di succhi gastrici nell'esofago devono essere evitate: non mangiare per 3-4 ore prima di coricarsi e sollevare il letto dalla testa della testa di 10-15 cm;
  • osservare il regime di consumo bevendo almeno 1,5 litri di acqua al giorno;
  • la funzionalità epatica dovrebbe essere facilitata eliminando i cibi grassi dalla dieta.
Nanovein  Malattia varicosa degli arti inferiori - cause, sintomi, fasi, diagnosi e trattamento

Devi mangiare in piccole porzioni, preferibilmente con un cucchiaino, in modo che il cibo entri un po 'nell'esofago. Se sei in sovrappeso, dovresti limitare il contenuto calorico degli alimenti, poiché l'obesità influisce negativamente sulle condizioni degli organi interni, dei vasi sanguigni e dei livelli ormonali.

farmaci

Il compito principale del trattamento delle vene varicose nelle prime fasi è quello di ridurre al minimo la possibilità di sanguinamento. Ciò sarà facilitato da una diminuzione della pressione sanguigna, dalla prevenzione dei suoi picchi. Per rimuovere il carico dalle vene dell'esofago, è necessario ridurre la pressione nei vasi portale. Le medicine con un'azione simile sono divise in 2 gruppi:

  1. Vasodilatatori che rilassano la muscolatura liscia delle pareti dei vasi sanguigni. Sono inclusi nel regime terapeutico dopo la stabilizzazione della pressione arteriosa a un intervallo di 100-110 mm RT. Art.
  2. Vasocostrittori che riducono la pressione sanguigna e riducono il volume del sangue nel canale portale.

Se viene rilevata una malattia del grado iniziale, ci si dovrebbe concentrare sull'eliminazione della causa della patologia, da cui dipende la selezione dei medicinali e lo schema per la loro somministrazione.

Con sanguinamento, viene prescritto un ciclo di terapia emostatica.

Il regime di trattamento comprende vitamine, preparati di calcio, plasma appena congelato. Per molti pazienti, i metodi di terapia conservativa sono insufficienti.

Хирургия

Il compito della chirurgia è fermare radicalmente l'emorragia. La scelta della metodologia dipende da diversi fattori, il principale dei quali è la condizione dell'esofago del paziente. La chirurgia tradizionale viene utilizzata per irrigare le vene varicose dell'esofago contemporaneamente alle vene dello stomaco. Poiché l'operazione è addominale, il recupero richiede molto tempo.

La chirurgia endovascolare (chiamata anche radiologia interventistica) consente l'intervento chirurgico attraverso piccole punture. Vengono eseguite operazioni radiologiche per applicare shunt – bypassando l'area interessata della vena, viene creato un percorso aggiuntivo per il flusso sanguigno.

Con l'esofagoscopia, viene praticata la legatura dell'arteria splenica, del portale e delle vene non accoppiate, vengono eseguite operazioni endoscopiche per la legatura delle vene dilatate. Con l'aiuto dell'endoscopia, uno sclerosante viene anche introdotto nel lume della vena o nei tessuti che circondano il nodo varicoso con l'obiettivo della sua successiva compressione da parte del tessuto connettivo gradualmente formato.

Профилактика

La prevenzione della dilatazione esofagea mira principalmente a mantenere un buono stato del sistema vascolare e del fegato sano. Le malattie emergenti devono essere trattate immediatamente. Le raccomandazioni generali riguardano lo stile di vita e includono l'abbandono delle cattive abitudini, una dieta sana e un moderato esercizio fisico.

complicazioni

A causa di complicanze, le vene varicose esofagee si riferiscono a malattie con un'alta percentuale di decessi.

La malattia è incurabile, ma se viene fatta una diagnosi tempestiva, il problema viene rilevato e viene avviato un trattamento adeguato, la qualità della vita del paziente migliora e viene impedito il possibile sanguinamento.

Se inizia il sanguinamento, la morte si verifica nel 50% dei casi. Il risultato dipende dalle condizioni generali del corpo e dalla malattia primaria che porta alla malattia esofagea. La metà dei pazienti sopravvissuti recidiva entro 1-2 anni dopo l'emorragia. La prognosi dopo sanguinamento primario è sfavorevole perché l'emorragia inizia solo con una malattia primaria grave.

Lagranmasade Italia