Caratteristiche dell’operazione per rimuovere i fibromi uterini

Quasi la metà delle donne in età fertile sa nella propria esperienza quali sono i fibromi uterini. Nella maggior parte dei casi, questa formazione benigna non si fa sentire per molto tempo e una donna può scoprire la presenza di nodi solo durante un esame ginecologico di routine.

La rimozione dei fibromi uterini viene eseguita con diversi metodi. La scelta di un metodo particolare dipende dalla dimensione della formazione, dalla sua posizione, dalle condizioni generali del paziente e dalla presenza di patologie concomitanti.

Questo articolo prenderà in considerazione solo il problema della chirurgia, non verranno prese in considerazione informazioni dettagliate sul mioma, pertanto ti forniamo un link a un articolo dettagliato sul tumore – fibromi uterini: che cos'è ed è pericoloso.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Qual è il trattamento per i fibromi diversi da quelli chirurgici?

La necessità di un trattamento chirurgico dei fibromi uterini non è sempre giustificata. Nella fase iniziale della malattia, quando la formazione è piccola, è possibile rinunciare alla terapia ormonale. In questo caso, vengono prescritti antigonadotropine, contraccettivi orali e derivati ​​del dicianenero steroide.

Il trattamento medico non può garantire l'assenza di recidive, pertanto i medici raccomandano più spesso di ricorrere all'intervento chirurgico, soprattutto perché la maggior parte dei metodi moderni sono classificati come poco traumatici e preservano l'organo, il che significa che dopo tale operazione il paziente può ancora sopportare una prole sana.

Devo rimuovere il mioma?

Molte donne a cui viene diagnosticato questo, specialmente dopo 40 anni, hanno una domanda ragionevole: devo rimuovere i fibromi uterini o no?

È anche abbastanza difficile decidere un intervento chirurgico per un tumore benigno, se non disturba una donna. Per sapere esattamente se un'operazione è necessaria per il mioma uterino, è necessario sottoporsi a un esame completo e consultare un ginecologo esperto. La decisione viene presa in base alla disponibilità di prove e all'assenza di controindicazioni all'intervento chirurgico.

È anche importante capire che è necessario rimuovere nodi miomatosi di grandi dimensioni, poiché il loro trattamento conservativo non porterà risultati.

Indicazioni per la chirurgia

Una delle principali indicazioni per la rimozione dell'istruzione è la sua dimensione. Poiché i fibromi si formano nello strato muscolare dell'utero, causando il suo aumento di volume, è consuetudine misurare le sue dimensioni entro settimane di gravidanza quando si stabilisce lo stadio di sviluppo del tumore:

  • i piccoli fibromi di dimensioni corrispondono a un'età gestazionale di 5 settimane, mentre il diametro dei nodi raggiunge i 2 cm;
  • le formazioni secondarie raggiungono un diametro di 2-6 cm e corrispondono alle dimensioni 10-11 settimanali dell'utero;
  • il mioma grande raggiunge le dimensioni di 12-15 settimane di gravidanza e il diametro supera i 6 cm;
  • le formazioni giganti corrispondono al periodo di gravidanza di un bambino per più di 16 settimane.

Formazioni di grandi e gigantesche dimensioni sono indicazioni incondizionate per il trattamento chirurgico, ma ci sono casi in cui anche con una dimensione minima del tumore, è necessaria la sua rimozione. Considera in quali casi è necessario rimuovere il fibroma:

  • se la sua dimensione è superiore a un periodo di gestazione di 12 settimane;
  • se ci sono malattie concomitanti (oncologia delle ovaie, endometriosi);
  • se inizia la necrotizzazione del tessuto tumorale, causata dalla torsione delle gambe o da altri disturbi della sua alimentazione;
  • se c'è una violazione delle funzioni degli organi adiacenti all'utero (intestino o urea);
  • se la presenza di fibromi è accompagnata da dolore acuto;
  • se esiste il rischio che il tumore possa degenerare in sarcoma maligno;
  • se ci sono sanguinamenti frequenti e pesanti, non correlati al flusso mestruale, che causano grave anemia;
  • se l'istruzione aumenta rapidamente di volume;
  • se sullo sfondo della formazione di fibromi il paziente ha infertilità.

Controindicazioni

L'intervento chirurgico per rimuovere questa formazione è con la conservazione della funzione riproduttiva (rimozione del solo tumore stesso – miomectomia) e con rimozione simultanea sia di mioma che di utero (isterectomia). La seconda opzione è più radicale, ma viene eseguita in casi estremi, quando la dimensione del tumore è gigantesca, e la donna ha già più di 40 anni e non ha più intenzione di partorire, in tutti gli altri casi è preferita la miomectomia.

Ma questo metodo di risoluzione dei problemi ha alcune controindicazioni per:

  • se la formazione è molto grande e consiste di molti nodi;
  • se il tumore si trova nel collo;
  • se il sanguinamento uterino è di natura generosa e provoca anemia profonda, che è pericoloso per la vita del paziente;
  • se il tessuto tumorale muore, è colpito da batteri patogeni, endometrite settica, inizia la trombosi o ci sono alte probabilità di peritonite;
  • se il mioma cresce rapidamente in una donna in menopausa;
  • se i fibromi di grandi dimensioni causano lo spostamento di compressione degli organi adiacenti del sistema escretore e digestivo.

Nelle condizioni sopra elencate, vengono utilizzati solo metodi chirurgici radicali di trattamento dell'educazione.

Come prepararsi

Qualunque sia il metodo di rimozione della neoplasia che può essere scelto dal medico curante, qualsiasi intervento minimamente invasivo o addominale richiede una preparazione speciale per l'operazione di rimozione dei fibromi uterini. Include le seguenti attività:

  • raccogliere e studiare la storia del paziente;
  • gli indicatori di età sono determinati;
  • vengono raccolti test di base (sangue, urina, biopsia del nodo miomato e dei tessuti uterini) e viene eseguito un esame aggiuntivo: colposcopia, ultrasuoni, TC, risonanza magnetica, se necessario;
  • viene determinato il volume dell'intervento chirurgico.

Per le giovani donne in età riproduttiva, gli interventi di conservazione degli organi sono più spesso prescritti, mentre l'isterectomia è raccomandata per le donne in età adulta. Ma la decisione finale sulla scelta dell'uno o dell'altro tipo di intervento spetta sempre al paziente.

Immediatamente prima dell'operazione, la donna dovrebbe farsi una doccia e radersi i peli pubici. L'ultimo pasto dovrebbe essere la sera prima. Il cibo dovrebbe essere facilmente digeribile e non abbondante. Di notte, il paziente prende sonniferi per un sonno buono e sano. Solo dopo un buon riposo può sottoporsi all'operazione prescritta per eliminare i fibromi.

Come rimuovere i fibromi uterini

La scelta dei metodi per la rimozione dei fibromi dipende dalla specifica situazione clinica, dalla presenza di patologie concomitanti, dalla posizione del nodo miomatoso, dal loro numero e natura, nonché dal desiderio del paziente di avere successivamente figli. Consideriamo più in dettaglio la rimozione chirurgica dei nodi miomatosi e le procedure alternative volte ad eliminare questo disturbo.

Con il metodo chirurgico, il mioma viene rimosso solo nei casi in cui il trattamento conservativo è inefficace. Durante la procedura, alcuni rischi per la salute di una donna possono presentarsi sotto forma di ricadute, complicanze e situazioni impreviste durante l'intervento chirurgico stesso. Innanzitutto, considera le tecniche chirurgiche di base.

Nanovein  Edema dei piedi causa, sintomi e metodi di trattamento

Chirurgia addominale

Un'operazione di cavità per rimuovere i fibromi uterini viene eseguita nei casi in cui non è più possibile utilizzare altre tecniche mini-invasive, specialmente in presenza di necrosi dei nodi miomatosi o torsione delle gambe. Questo metodo di rimozione viene utilizzato molto raramente, poiché nella maggior parte dei casi i medici usano interventi più delicati.

L'operazione viene eseguita in anestesia generale, mentre il paziente subisce un'incisione longitudinale o trasversale sulla parete addominale, quindi i restanti tessuti vengono sezionati e separati in strati. L'organo viene rimosso al di fuori della cavità addominale e solo dopo che il nodo nell'utero è ben visualizzato, il medico può decidere la sua escissione. Dopo la rimozione del tumore, vengono applicate suture interne, i vasi sanguinanti vengono legati e anche la parete addominale viene suturata a strati.

Dopo un'operazione addominale, una donna deve rimanere in ospedale per diversi giorni. Il processo di recupero si svolgerà per un lungo periodo di circa 2 mesi.

laparoscopia

La miomectomia laparoscopica si riferisce a un intervento chirurgico meno traumatico, viene eseguita attraverso forature nella parete addominale anteriore nelle regioni iliache. Viene introdotta una camera nell'anello ombelicale, viene iniettato anche biossido di carbonio per sollevare gli organi interni. Questa tecnica viene utilizzata per ottenere spazio sufficiente per l'operazione. Dopo il taglio, i nodi del mioma vengono rimossi attraverso le stesse forature, quindi gli strumenti vengono rimossi, l'anidride carbonica viene evacuata, se necessario, e le cuciture vengono forate.

Quando si verifica l'anestesia, il paziente viene trasferito in una stanza normale ed è in esso per qualche tempo sotto la supervisione del personale medico. Un'indicazione per tale operazione sono nodi subserous. Se l'ampia base del tumore è più della metà del suo volume, è necessaria una laparotomia. Dopo la miomectomia laparoscopica, il periodo di recupero dura circa 2 settimane. È mostrato nei seguenti casi:

  • nodi non più di 1 cm di diametro;
  • la dimensione dell'utero corrisponde a un'età gestazionale di 15-16 settimane;
  • se ci sono da 3 a 4 nodi con un diametro fino a 1,5 cm.

Dopo questa procedura, non si verificano aderenze, ma viene eseguita utilizzando un laparoscopio.

laparotomia

Questa è un'operazione di cavità, che è indicata con una disposizione profonda di nodi subserous, il loro numero elevato, se ci sono complicazioni della malattia, aderenze o cicatrici grossolane dell'utero. L'accesso ai nodi con questa tecnica è fornito attraverso sezioni piuttosto grandi della parete addominale, quindi il processo di riabilitazione dopo la manipolazione dura almeno 4 settimane, mentre il paziente avvertirà un disagio specifico.

Complicazioni dopo la laparotomia possono verificarsi in caso di errori nel funzionamento o a causa di difficoltà tecniche, ad esempio, può verificarsi un sanguinamento grave se i vasi degli organi vicini sono interessati durante la laparotomia.

isteroscopia

L'isteroscopia si riferisce ai metodi di rimozione endoscopica dei fibromi uterini, altrimenti questa operazione è chiamata isteroresectoscopia. Questa è un'operazione di conservazione dell'organo che non richiede la rimozione dell'utero e la dissezione della cavità addominale. Tutte le manipolazioni vengono eseguite utilizzando uno strumento speciale, un isteroscopio, che viene inserito nell'utero attraverso la vagina.

Questo metodo viene mostrato se esiste un singolo nodo sulla parete posteriore o anteriore dell'utero. L'intervento viene eseguito in anestesia generale, mentre il paziente può già tornare alla vita normale entro la sera della giornata operativa.

È meglio quando l'isteroscopia dell'utero viene eseguita nella prima settimana dopo le mestruazioni.

isterectomia

Questo è un grado estremo di intervento chirurgico, che comporta la completa rimozione dell'utero. È prescritto quando altri metodi sono impotenti o controindicati. Esistono casi speciali che richiedono solo un'isterectomia:

  • tumori grandi e giganteschi;
  • c'è il rischio di malignità del tumore;
  • se il tumore è costituito da un gran numero di nodi eterogenei.

Inoltre, la procedura è più spesso prescritta ai pazienti durante la menopausa o con tendenza al cancro.

Oltre ai metodi chirurgici per il trattamento dei fibromi, ci sono quelli alternativi. Questi includono il trattamento laser, l'ablazione FUS, l'embolizzazione e altri.

Laser terapia

Questa è una tecnica delicata in cui un effetto misurato viene eseguito direttamente sui nodi miomatosi. Quando escisi, i tessuti vicini non sono interessati, non ci sono cicatrici sull'utero e la procedura è completamente priva di sangue.

Il recupero del paziente si verifica il terzo giorno.

La rimozione laser dei fibromi uterini è una procedura molto efficace, sicura e quasi indolore, che è molto costosa.

embolizzazione

L'embolizzazione delle arterie uterine con i fibromi uterini è altamente efficace rispetto ai metodi chirurgici per l'eliminazione dei fibromi. Per fare un confronto, la percentuale di recidive dopo "un intervento chirurgico" è del 40% e dopo l'EMA – solo il 2%.

La procedura viene eseguita in anestesia locale, mentre un microcatetere con una sostanza speciale viene iniettato attraverso l'arteria femorale, che agisce sui vasi che alimentano il tumore. Si intasano, si corrugano e muoiono nel tempo e il mioma senza nutrizione dopo un po 'si risolve da solo.

Con l'EMA, la qualità della procedura è importante, poiché una manipolazione impropria può causare suppurazione e infarto del corpo uterino e, di conseguenza, la sua rimozione. L'embolizzazione non viene eseguita con nodi subserous. Il 5% dei pazienti dopo l'EMA ha il problema della mancanza di mestruazioni.

FUZ-ablyatsiya

Questa tecnica prevede l'evaporazione dei fibromi mediante esposizione a ultrasuoni focalizzati. L'intera procedura è sotto il controllo della risonanza magnetica. Le onde ultrasoniche si concentrano sul nodo, lo riscaldano fino a 90 gradi, le cellule iniziano a collassare attivamente.

A causa della sua mancanza di conoscenza, tale tecnica viene utilizzata raramente e solo nei casi in cui il mioma si trova sulla parete anteriore dell'utero, sul suo fondo e non influisce sulla cervice. Un'altra condizione per condurre l'ablazione FUS è che il diametro dei nodi non deve essere superiore a 2-9 cm.

Non può essere eseguito nullipare, con una storia di infertilità o in presenza di nodi subserous sulla gamba.

Periodo postoperatorio

Il periodo di riabilitazione dopo l'operazione per rimuovere i fibromi uterini dipende dal tipo di manipolazione eseguita, ma esiste un insieme generale di regole a cui il paziente deve attenersi per accelerare il processo di guarigione e recupero.

La riabilitazione dopo la rimozione dei fibromi comprende varie misure di recupero, dalla nutrizione agli sport leggeri.

Cosa è controindicato

Dopo la rimozione dei fibromi uterini, non puoi fare sesso per i prossimi 2 mesi, ci sono anche una serie di restrizioni nel periodo postoperatorio:

  • è vietato visitare il bagno e la sauna;
  • escludere il sollevamento e il trasporto di carichi pesanti;
  • non puoi camminare senza una benda speciale;
  • al posto dei tamponi, devono essere utilizzati assorbenti;
  • devi attenersi a una dieta.

Dopo un intervento chirurgico addominale, il paziente può rimanere in ospedale per un massimo di 2 settimane, il 7 ° giorno vengono rimossi punti e graffette. E il termine del recupero finale dipenderà dalle caratteristiche individuali della donna operata.

Se c'è stata una rimozione completa dell'utero con legamenti e linfonodi, il periodo di recupero sarà significativamente aumentato.

cibo

Molti pazienti sono interessati a ciò che si può mangiare dopo la rimozione dei fibromi. I medici di solito raccomandano una dieta frazionata e delicata dopo che la rimozione dei fibromi non è diversa dalla dieta dopo qualsiasi altro intervento chirurgico. È necessario escludere prodotti che irritano la mucosa e causano l'accumulo di gas, non mangiare dolciumi, caffè, tè forte, ricotta, prodotti da forno, cioccolato.

Nanovein  Come scegliere una crema per le vene varicose per le donne in gravidanza e come usarla

Per iniziare l'intestino è necessario mangiare in piccole porzioni. Bevi almeno 2-4 litri di acqua al giorno. La dieta dovrebbe contenere cereali, brodi di carne e latte acido.

complicazioni

Poiché la rimozione dei fibromi non è un'operazione complicata e pericolosa per la vita, le complicazioni dopo di essa sono estremamente rare. Può essere una ricaduta della malattia, può aumentare anche la probabilità di cancro al seno, malattia coronarica e infezione, come dopo qualsiasi altra operazione.

Se l'utero è stato rimosso contemporaneamente al tumore, le conseguenze della rimozione dei fibromi possono manifestarsi più intensamente per un lungo periodo di tempo. Immediatamente dopo l'intervento chirurgico, possono verificarsi le seguenti conseguenze: debolezza, dolore e lividi nella sutura e nella cavità addominale. Il dolore può accompagnare il paziente per circa 2 settimane, quindi il medico può prescrivere antidolorifici. A volte con danni alla mucosa del canale, ci sono problemi con la minzione, c'è anche un alto rischio di peritonite, embolia polmonare, polmonite, ecc.

Le complicanze postoperatorie tardive includono:

  • infertilità;
  • la formazione di aderenze nella cavità addominale con dolore e difficoltà a urinare;
  • menopausa precoce;
  • prolasso della vagina.

Queste conseguenze possono verificarsi dopo la completa rimozione dell'utero insieme al mioma. Dopo operazioni di conservazione degli organi, in rari casi è possibile l'assenza di mestruazioni, il rischio di aborti spontanei, il complesso decorso del parto e la malattia adesiva sono aumentati.

La natura dello scarico dopo aver eliminato i fibromi

Lo scarico dopo la rimozione dei fibromi uterini conterrà una certa quantità di impurità insanguinate, che diventeranno ogni giorno meno intense e alla fine diventeranno incolori. Questo sanguinamento non può essere chiamato mensilmente, ma se il volume di scarico non diminuisce e non scompare dopo 2 settimane, ma compaiono coaguli e odori putrefattivi, è necessario cercare urgentemente un aiuto medico.

Quanto dura l'operazione per rimuovere i fibromi

La durata dell'operazione dipende da molti fattori, in particolare dal tipo di anestesia utilizzata, dal tipo di accesso, dalla necessità di sutura, dalle caratteristiche del tumore da rimuovere e dalle caratteristiche individuali del paziente stesso. Un altro aspetto importante è la professionalità del chirurgo che conduce l'operazione e il grado di personale dell'istituzione medica. La possibilità di complicazioni impreviste durante la procedura non può essere esclusa.

In media, la chirurgia per rimuovere il tumore in modo isteroscopico dura da 10 a 30 minuti, la miomectomia con il metodo laparoscopico viene eseguita fino a 2 ore. È necessario circa la stessa quantità di tempo con il metodo addominale per rimuovere l'educazione. Se l'operazione viene eseguita per rimuovere l'utero, ciò richiederà più di 2 ore.

Ospedale dopo l'intervento chirurgico

Molti pazienti sono preoccupati per la domanda su quanti giorni concedono un congedo per malattia dopo la rimozione dei fibromi? In media, questo periodo è di 29 giorni, ma può variare a seconda del tipo di operazione eseguita, di come va il periodo di recupero e del tipo di lavoro svolto da una donna. Nella maggior parte dei casi, la metà di questo periodo, i pazienti sono in ospedale, il resto del tempo la riabilitazione avviene a casa.

Gravidanza dopo l'intervento chirurgico

Esiste un'alta probabilità di gravidanza dopo l'intervento chirurgico solo se l'utero e il tumore non sono stati rimossi. Inoltre, dopo l'intervento, il paziente deve recuperare completamente sia fisicamente che mentalmente, seguire un ciclo di farmaci ormonali per normalizzare il ciclo mestruale e solo dopo quel piano e dare alla luce un bambino.

Il tempo durante il quale puoi rimanere incinta dipende dal tipo di operazione eseguita, quindi dopo la laparoscopia e l'isteroscopia, puoi pianificare il concepimento in un anno e dopo l'intervento chirurgico addominale questo periodo è esteso a 3 anni.

La ricaduta è possibile?

Il ri-sviluppo del tumore è possibile se la causa originale di questa formazione non è stata eliminata. Molto spesso, questo è uno squilibrio ormonale, quindi, per prevenire il ripetersi dei fibromi, i medici raccomandano di sottoporsi a terapia ormonale dopo l'intervento chirurgico.

Taglio cesareo e rimozione del fibroma contemporaneamente

Se si trovano fibromi uterini in una donna incinta, in alcuni casi può essere rimosso usando un'incisione durante il taglio cesareo. Questa pratica viene utilizzata in caso di educazione multipla e complicata, nonché se una donna ha una storia di malformazioni genitali, infertilità prolungata, insufficienza placentare e gravidanza avanzata.

Il taglio cesareo è accompagnato da miomectomia solo se i nodi del tumore sono subsosi, situati in un punto accessibile per l'escissione, non ce ne sono più di 5 con un diametro inferiore a 10 cm. . Inoltre, non ricorrere a questa manipolazione con una dimensione di nodi miomatosi inferiore a 2 cm.

Cosa possono essere le mestruazioni

Dopo l'operazione, si verifica una scarica sanguinolenta, ma questa non è una mestruazione, quindi, un nuovo ciclo non può essere considerato dalla data dell'intervento. Nel calcolo, è necessario tenere conto del giorno in cui è iniziata la precedente mestruazione.

Come dimostra la pratica, le mestruazioni dopo la rimozione dei fibromi si verificano 30-40 giorni dopo l'intervento chirurgico, mentre la durata di uno o due cicli può essere ridotta o aumentata di 1-2 giorni. Dopo l'EMA, sono possibili scarsi periodi mensili o la loro completa assenza, questa non è la norma e richiede una consulenza medica.

Come ottenere una quota per la rimozione dei fibromi?

La chirurgia per rimuovere i fibromi mantenendo la funzione riproduttiva è un'assistenza medica di alta tecnologia. Di solito questa è una procedura piuttosto costosa, che non tutti i pazienti possono permettersi. Un certo importo viene stanziato dal bilancio statale per liberare i cittadini dai disturbi che utilizzano l'alta tecnologia. Una quota per la rimozione dei fibromi può essere ottenuta solo dopo un esame approfondito, come prescritto dal medico curante e in presenza di buone ragioni mediche.

Le quote per le operazioni costose vengono assegnate solo se non esiste un'alternativa meno costosa.

Se il paziente passa attraverso tutte le commissioni e ottiene una quota, l'operazione verrà eseguita a spese dello stato.

Giudizi

La chirurgia uterina per il mioma è una procedura individuale, pertanto le recensioni di ogni donna sul metodo di trattamento e le sue conseguenze possono differire anche con la stessa diagnosi e la terapia prescritta. Ecco un paio di tali messaggi dai forum medici di donne a cui è stato rimosso il mioma:

Vitalina, 39 anni.

Sono andato per un esame ginecologico di routine, si è scoperto che avevo un mioma, fino a 5 nodi. Durante la miomectomia conservativa, sono stati trovati 8. I medici mi hanno raccomandato di rimuovere l'intero utero, ma non ero pronto per una decisione così radicale, ho rifiutato. Ora abbiamo trovato un nuovo nodo nuovo, fresco, ma non ha senso, perché nella nostra famiglia ci sarà presto un'aggiunta!

Anna, 36 anni.

Durante la laparotomia, furono rimossi 2 nodi miomatosi di medie dimensioni e trovarono anche una cisti ovarica, che fu anche rimossa. Lungo la strada, ho bruciato l'endometriosi sulle ovaie giuste. Tutto è andato bene e la riabilitazione è stata più difficile, ma è stata dimessa il 5 ° giorno senza complicazioni.

Non appena una donna scopre che esiste un'educazione nell'utero, una delle prime domande è: quanto costa un'operazione per rimuovere i fibromi uterini? Il prezzo dell'intervento chirurgico varia a seconda dello stato della clinica, della regione in cui si trova, del tipo di manipolazione e dell'entità del danno all'organo. Il costo medio di un'operazione per rimuovere i fibromi uterini sarà il seguente:

  • isteroscopia da 20 a 80 mila rubli;
  • laparoscopia da 17 a 90 mila rubli;
  • Ablazione FUZ da 50 a 117 mila rubli;
  • Emo 150-180. R.
Lagranmasade Italia