Adesioni nel trattamento dei sintomi pelvici

La malattia pelvica adesiva (pelvioperitonite plastica) è una malattia caratterizzata dalla formazione di filamenti di tessuto connettivo o aderenze tra gli organi interni della piccola pelvi (utero, appendici, legamenti, vescica e anse dell'intestino crasso).

Gli organi interni sono coperti esternamente da una membrana sierosa – il peritoneo viscerale, mentre l'intera cavità addominale è avvolta dal peritoneo parietale. A causa del liquido peritoneale nella cavità addominale, il peritoneo viscerale fornisce uno spostamento libero degli organi l'uno rispetto all'altro (ad esempio, durante la gravidanza, l'utero in crescita cambia la topografia dei cicli intestinali e vescicali, che non interferisce con il loro normale funzionamento). Le aderenze nella piccola pelvi violano la libertà di movimento degli organi, che provoca alcuni sintomi.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Cause di aderenze negli organi pelvici

Le ragioni che portano alla formazione di tale patologia, gli esperti sono divisi in 5 gruppi:

  • Vari processi infiammatori;
  • Lo sviluppo dell'endometriosi;
  • Interventi chirurgici;
  • Sangue nel bacino o nell'addome;
  • Lo sviluppo di appendicite.

È l'infiammazione che si verifica negli organi pelvici che spesso provoca la formazione di aderenze. Queste possono essere malattie come parametrite, salpingooforite e pelvioperitonite.

Le cause dell'infiammazione possono essere le seguenti:

  • infezioni genitali
  • infezione da tubercolosi (nelle appendici dell'utero, il Koch Bacillus può essere localizzato);
  • se il trattamento non è stato effettuato o l'automedicazione dei processi infiammatori che si verificano negli organi pelvici è stata effettuata;
  • chirurgia uterina, come aborto, curettage o isteroscopia;
  • se è stato installato un dispositivo intrauterino.

Esistono numerosi fattori che aumentano il rischio di aderenze:

  • frequente cambio di partner sessuali e rifiuto di usare il preservativo durante il contatto sessuale;
  • ignorando le regole di base dell'igiene personale;
  • ipotermia frequente;
  • dieta impropria;
  • cattive condizioni di vita.

L'endometriosi è la crescita dell'endometrio in quei luoghi in cui non dovrebbe formarsi. Se ciò accade, quindi durante le mestruazioni tali aree iniziano a sanguinare, il sangue entra nella cavità pelvica, dove dopo qualche tempo si sviluppa il processo infiammatorio, che porta alla formazione di aderenze.

In molti casi, le aderenze iniziano a formarsi dopo le operazioni eseguite sugli organi pelvici. Di grande importanza è quanto sia stata lunga e difficile l'operazione, poiché l'abbondanza di suture, la prolungata permanenza degli organi interni nell'aria, l'essiccazione dei fogli del peritoneo e la prolungata carenza di ossigeno nei tessuti possono provocare lo sviluppo di aderenze. Inoltre, qualsiasi lesione degli organi pelvici può influire.

Il sangue nel bacino o nell'addome può verificarsi durante l'apoplessia ovarica o durante la gravidanza extrauterina. Durante il ciclo mestruale, può verificarsi un reflusso di sangue attraverso la tuba di Falloppio.

L'appendicite è la malattia più comune che è di natura infiammatoria e richiede un intervento chirurgico.

Ma non dovresti pensare che in presenza di uno dei motivi descritti, una donna inizierà sicuramente a formare aderenze nella pelvi piccola. Se i problemi descritti vengono corretti in tempo e correttamente, nella maggior parte dei casi il trattamento viene eseguito correttamente ed è possibile impedire l'avvio del processo di adesione. Dopo aver subito operazioni sugli organi pelvici, è necessario iniziare a muoversi non appena il medico lo consente. Ciò ridurrà il rischio di sviluppare tali cavi.

Sintomi della formazione di aderenze negli organi pelvici

La gravità dei sintomi nella malattia adesiva dipende interamente dal grado di diffusione delle aderenze nello spazio pelvico. Sono possibili opzioni da un decorso asintomatico a un quadro clinico pronunciato. Esistono tre principali forme cliniche della malattia:

1) acuto. I pazienti con questa forma di malattia hanno lamentele abbastanza pronunciate: il dolore aumenta gradualmente, il vomito, la nausea sono preoccupanti, la temperatura aumenta e la frequenza cardiaca aumenta. L'esame dell'addome (pressione) provoca forte dolore. C'è ostruzione intestinale. Dopodiché le condizioni del paziente peggiorano drasticamente: la pressione diminuisce drasticamente, la quantità di urina rilasciata diminuisce, si verificano debolezza e sonnolenza. Ha interrotto il metabolismo del sale e delle proteine ​​nel corpo. La condizione dei pazienti con una forma acuta di malattia adesiva è valutata come estremamente grave;

2) forma intermittente: il dolore si verifica periodicamente, può disturbare i disturbi intestinali – costipazione, diarrea.

3) forma cronica – caratterizzata da un quadro clinico nascosto: la clinica è assente, o di volta in volta dolori doloranti nell'addome inferiore, costipazione. È la forma cronica di malattia adesiva che si trova più spesso nella pratica ginecologica. Abbastanza spesso, è una manifestazione di endometriosi e infezioni latenti, di cui né il paziente né il ginecologo sono a conoscenza. Il processo adesivo provoca l'ostruzione delle tube di Falloppio, che porta alla sterilità. È con questa lamentela che l'incapacità di rimanere incinta durante l'anno è il paziente e si rivolgono al ginecologo per il decorso asintomatico della forma cronica di malattia adesiva.

Leggi l\'articolo:  Arrossamento della pelle con vene varicose rispetto al trattamento

In caso di attacco di dolore e segni di intossicazione (vomito, nausea e febbre), il paziente deve consultare urgentemente un ginecologo. Se i reclami sono pronunciati, devi chiamare un'ambulanza. Sulla base dei sintomi, la malattia adesiva può essere confusa con molte malattie, che vanno dalla patologia chirurgica acuta (appendicite, ostruzione intestinale, gravidanza ectopica) e termina con un avvelenamento banale.

L'automedicazione in questo caso è inaccettabile: solo la consulenza di un esperto competente ti aiuterà a proteggerti da conseguenze spiacevoli.

Diagnosi della malattia

  • sbavature sulla microflora della vagina;
  • Diagnostica PCR per infezioni genitali latenti;
  • Ultrasuoni ginecologici;
  • Risonanza magnetica degli organi pelvici.
  • Fase 1: le aderenze sono localizzate intorno all'ovidotto, all'ovaio o in un'altra area, ma non interferiscono con la cattura dell'uovo;
  • Fase 2: le aderenze sono localizzate tra l'ovidotto e l'ovaio o tra queste strutture anatomiche e altri organi e causano difficoltà nel catturare l'uovo;
  • Fase 3: la tuba di Falloppio è attorcigliata, la tuba è ostruita da aderenze, il che indica l'impossibilità assoluta di catturare l'uovo.

Trattamento di aderenze negli organi pelvici

Il trattamento della malattia adesiva dipende interamente dalla gravità della malattia; può essere conservativo o chirurgico. Fai immediatamente una riserva che con una forma acuta e intermittente della malattia, il trattamento chirurgico – laparoscopia, è l'unico metodo di trattamento grazie alla sua alta efficienza e al suo rapido effetto. Molto spesso, il trattamento chirurgico è combinato con un trattamento conservativo per un maggiore effetto.

Nella forma cronica di malattia adesiva, è possibile un trattamento esclusivamente conservativo. È necessario identificare la causa dello sviluppo della malattia adesiva. Se viene rilevata un'infezione urogenitale (diciamo, clamidia), prima di tutto il trattamento dovrebbe essere mirato ad eliminare la malattia di base al fine di prevenire l'ulteriore diffusione del processo adesivo. A tal fine, gli antibiotici e i farmaci antinfiammatori (FANS, corticosteroidi) sono i farmaci di scelta. Se la causa della malattia adesiva è l'endometriosi, vengono prescritti trattamento ormonale, farmaci antinfiammatori, terapia desensibilizzante e sintomatica.

La terapia non specifica è molto popolare – terapia enzimatica – farmaci fibrinolitici che dissolvono la fibrina (longidasi, tripsina, chimotripsina), sono farmaci abbastanza efficaci che assorbono piccole aderenze. In assenza di un processo infettivo acuto, viene utilizzata la fisioterapia: terapia laser interna e terapia laser magnetica esterna.

Questo trattamento non è una panacea per la forma cronica di malattia adesiva. Il trattamento conservativo è più efficace nella prima fase della malattia.

Con l'inefficacia di tutti questi metodi e con l'ulteriore diffusione delle aderenze, viene indicata la laparoscopia terapeutica e diagnostica. Di norma, un chirurgo ginecologo diagnostica una malattia adesiva già sul tavolo operatorio e allo stesso tempo esegue un'operazione: seziona e rimuove le aderenze. Esistono 3 opzioni possibili per la laparoscopia:
– picchi sezionati mediante una terapia laser – laser;
– le aderenze vengono sezionate con acqua sotto pressione – aquadissection;
i picchi vengono dissezionati usando un coltello elettrico – elettrochirurgia.

La scelta a favore di un particolare metodo di trattamento è determinata dal medico durante la laparoscopia, a seconda della posizione delle aderenze e della prevalenza del processo. Durante l'operazione, il chirurgo effettua un trattamento conservativo per prevenire le aderenze: vengono introdotti fluidi barriera (destrano, povilina, ecc.), Vengono applicati film assorbibili dai polimeri alle tube di Falloppio e alle ovaie.

Fattori che influenzano il trattamento della malattia adesiva

Quando viene stabilita la diagnosi della malattia di adesione, è necessario aderire a determinati canoni e regole al fine di evitare ripetute ricadute della malattia:

  • visita dal ginecologo una volta ogni sei mesi;
  • dieta razionale – mangiare in piccole porzioni con brevi pause tra i pasti – circa 5 volte al giorno; Evita gli alimenti che causano un'elevata produzione di gas
  • le procedure fisioterapiche sono molto utili per un rapido recupero, quindi si consiglia di visitare regolarmente un fisioterapista – è possibile condurre elettroforesi con farmaci, massaggi terapeutici ed educazione fisica);
  • in caso di attacco di dolore, è possibile utilizzare antispasmodici (no-spa, papaverina) Se gli attacchi non vanno via, è necessario contattare un ginecologo e non auto-medicare da soli.

Dopo il trattamento – dopo un intervento chirurgico o un trattamento conservativo – ai pazienti viene mostrato un riposo fisico per 3-6 mesi, un'osservazione dinamica da un ginecologo. Nei primi 2-3 mesi è necessario attenersi alla dieta razionale sopra descritta e anche la terapia fisica e le procedure fisioterapiche contribuiscono al rapido recupero. Quando si eseguono tutte le misure di riabilitazione, la prognosi è favorevole.

Ricette di medicina tradizionale per il trattamento delle aderenze negli organi pelvici

La medicina tradizionale offre una vasta gamma di farmaci per fermare il processo di adesione e prevenirne le complicazioni. Tuttavia, prima di iniziare l'automedicazione, è indispensabile consultare il proprio medico e ottenere il proprio consenso all'uso di medicinali alternativi.

  • In alcuni casi, con una forma lieve del processo, vale la pena utilizzarlo nel trattamento del douching. È necessario prendere un cucchiaio di fiori di camomilla da farmacia, fiori di sambuco, semi di lino tritati e, versando 4 bicchieri di acqua appena bollita e avvolgendolo strettamente in una coperta, lasciarlo riposare sotto il coperchio per 60 minuti. Successivamente, dopo aver filtrato il farmaco, viene utilizzato per la pulizia, dividendosi in 2 porzioni. La procedura viene eseguita 2 volte al giorno – dopo il risveglio e prima di coricarsi. Continuare il trattamento per 30 giorni;
  • In un altro lavaggio, anche molto efficace nel processo adesivo, viene utilizzato un composto a base di iride. Un cucchiaio di rizomi schiacciati di iris (kasatika) e versare un bicchiere di acqua bollente. Isolato in modo affidabile, il prodotto viene insistito per 120 minuti. Il douching viene effettuato mediante infusione ben filtrata una volta al giorno per un mese e mezzo;
  • La camomilla è un'altra pianta curativa che aiuta con le aderenze. Per preparare la siringa, prendi 2 cucchiai grandi di fiori secchi di camomilla e versa 250 millilitri di acqua appena bollita. Quindi il farmaco viene insistito per 30 minuti. Dopo aver filtrato la composizione attraverso una garza piegata in 4 strati, viene divisa in 2 parti uguali. Il douching viene effettuato 2 volte al giorno per 60 giorni;
  • Per la somministrazione orale, vale la pena usare un decotto di piantaggine. Devi prendere un cucchiaino di semi (con uno scivolo) e combinare con un bicchiere di acqua fredda. Successivamente, i piatti con il farmaco vengono posti sul fuoco e dopo l'ebollizione, far bollire per 10 minuti. Inoltre, insistendo sul fatto che il farmaco non sia completamente raffreddato, viene filtrato e assunto in un cucchiaio 3 volte al giorno. La durata di tale trattamento è di un mese;
  • Il cardo mariano, che è uno strumento eccellente per il trattamento delle malattie del fegato, affronta anche le aderenze negli organi pelvici. Sotto l'influenza della pianta, si verifica il riassorbimento delle aderenze. Per preparare la composizione medicinale dal cardo mariano, prendi un cucchiaio di semi schiacciati della pianta e versa 250 millilitri di acqua appena bollita. Inoltre, mettendo il farmaco su un piccolo fuoco, è languito sotto il coperchio per 15 minuti. Quindi, dopo aver raffreddato un po 'la composizione, viene filtrata e bevuta 1/3 di tazza 3 volte al giorno. La durata di tale terapia è di 30 giorni;
  • Il pesce spada aiuta anche a liberarsi delle aderenze. Per preparare la medicina, un cucchiaio delle foglie più tritate della pianta viene versato con 300 millilitri di vodka e lasciato in infusione per 20 giorni. Dopodiché, dopo aver filtrato il farmaco, viene bevuto su un cucchiaio al mattino e alla sera per 45 giorni;
  • Un tale rimedio viene utilizzato anche per il trattamento: 100 grammi di semi di carota selvatica vengono macinati a uno stato di farina e mescolati con 50 grammi di zucchero a velo. Per sbarazzarsi delle aderenze, è necessario mangiare un cucchiaino di questo medicinale 3 volte al giorno. La durata della terapia è di 6 settimane;
  • La yurta di campo è un'altra cura efficace per le aderenze. È necessario prendere 2 cucchiai grandi (cucchiai) di erba secca tritata della pianta e versare 2 bicchieri pieni di acqua bollente. Successivamente, dopo aver coperto il piatto con la medicina con un coperchio e isolato con una coperta, il prodotto viene insistito in un luogo caldo per 60 minuti. Inoltre, dopo aver filtrato l'infusione, prendo 1/3 di tazza 3 volte al giorno per 60 giorni;
  • Il miele di propoli è un'ottima medicina per far fronte a questo problema. Dovresti prendere un cucchiaino di miele e un cucchiaino di propoli. Se il miele è candito, sciogliilo prima. Mescolando bene miele e propoli l'uno con l'altro, lubrifica generosamente il tampone con una miscela e mettilo per tutta la notte. Tali tamponi vengono posizionati ogni 2 giorni. Il corso del trattamento consiste in 7 procedure e dura 14 giorni;
  • Un rimedio popolare a base di miele e ingredienti a base di erbe può aiutare anche con forti aderenze delle tube di Falloppio. È necessario assumere in uguale quantità lamponi secchi, semi di piantaggine, cinorrodi e assenzio. La composizione viene macinata in un macinacaffè allo stato di polvere e combinata con miele, mescolando fino ad ottenere una massa densa. Sfere da 10 grammi vengono rotolate da esso. Vengono utilizzati prima dei pasti al mattino, al pomeriggio e alla sera, sciogliendosi in 3 pezzi. La durata del trattamento è di 30 giorni;
  • L'erba di San Giovanni è anche una cura per le aderenze nel sistema riproduttivo femminile. Dovresti prendere un cucchiaio di erba tritata della pianta (con uno scivolo) e versare un bicchiere di acqua appena bollita. Su un piccolo fuoco, i piatti con la medicina vengono fatti bollire sotto un coperchio per un quarto d'ora. Dopo il raffreddamento e il filtraggio, il medicinale viene assunto 3 volte al giorno per 1/4 di tazza per 30 giorni.
Leggi l\'articolo:  Cos'è l'ectasia venosa e come trattarla

Prevenzione delle ricadute

Per evitare la ripetizione della comparsa di sintomi di aderenze del bacino, una donna deve aderire ad alcune regole:

  • seguendo una certa dieta (evitando cibi che causano gonfiore);
  • almeno 2 volte l'anno per vedere un ginecologo;
  • rispetto del riposo fisico per 4-6 mesi,
  • eseguire procedure fisioterapiche;
  • lezioni di educazione fisica;
  • con attacchi di dolore, assunzione di antispasmodici (papaverina, no-spa);
  • con attacchi di dolore costanti consultare un medico.

Le aderenze pelviche sono una malattia che tratta molto bene. Ma prevenire una malattia è molto più facile che curarla! Pertanto, presta attenzione alla tua salute un po 'più spesso e tutto andrà bene con te!

Lagranmasade Italia