Ablazione endovenosa di radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori

Più di 10 anni, l'ablazione con radiofrequenza (RFA) è stata praticata nei paesi occidentali come metodo per il trattamento rapido e affidabile delle vene varicose. Inizialmente, RFA è stato utilizzato in cardiochirurgia per il trattamento delle aritmie. La chirurgia a radiofrequenza è il trattamento più efficace per le vene varicose, che presenta grandi vantaggi rispetto ad altri metodi. L'ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori a Mosca è apparsa relativamente di recente. Tuttavia, 10 anni di pratica hanno dimostrato che questo è il trattamento endovenoso più indolore e sicuro per le vene varicose, che dà un effetto sorprendente.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Ablazione con radiofrequenza (RFA Venefit ™) – che cos'è?

L'ablazione con radiofrequenza è un effetto termico intravascolare sulle pareti delle vene mediante radiazione a radiofrequenza per chiudere il lume della nave danneggiata.

In parole povere, l'ablazione con radiofrequenza (RFA) è una specie di "infusione" di una nave con il flusso spento. Altrimenti, il metodo RFA si chiama Covidien Radio Frequency Obliteration o precedentemente chiamato VNUS Closure.

L'essenza del metodo consiste nella somministrazione di un catetere a radiofrequenza nella vena varicosa e nel trattamento termico graduale dell'area interessata dalle vene varicose.

L'ablazione con radiofrequenza consente di:

  • per correggere un difetto estetico (eliminare l'immagine spiacevole delle gambe chiazzate di vene varicose);
  • eliminare gonfiore, disagio e dolore agli arti inferiori associati alle vene varicose;
  • escludere la possibilità di morte improvvisa da flebotrombosi, tromboflebite e tromboembolia polmonare (embolia polmonare).

Ablazione con radiofrequenza (RFA) – Wikipedia afferma che …

Il metodo RFA è più appropriato per il trattamento di vene piccole e grandi con un diametro del lume superiore a 15 mm. Se il lume della vena non è superiore a 3 mm, è consigliabile utilizzare la cancellazione laser delle vene, poiché la fibra è leggermente più sottile del catetere a radiofrequenza.

L'ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene è tecnicamente difficile da eseguire su navi che presentano una curva pronunciata o una struttura speciale. Tuttavia, nelle vene safeniche piccole e grandi, che sono spesso esposte alla "fermentazione" a radiofrequenza, sono estremamente rare curve gravi che impediscono il passaggio del catetere.

Vantaggi dell'ablazione in radiofrequenza (RFA) rispetto alla chirurgia classica

L'RFA presenta numerosi vantaggi rispetto ad altri metodi radicali per il trattamento delle vene varicose:

  • Massima efficienza attraverso la precisione
  • la possibilità di cure ambulatoriali
  • indolore del metodo e facile tolleranza della procedura
  • effetto cosmetico (senza tagli e cuciture)
  • mancanza della possibilità di errore medico nel determinare le impostazioni dell'esposizione alle radiofrequenze
  • la possibilità di un intervento chirurgico in casi complessi con ulcere trofiche e induzione cutanea
  • breve periodo di recupero senza gravi restrizioni allo stile di vita
  • mancanza di manifestazioni negative dopo la procedura (ematomi, parestesie, neuropatie)
  • la capacità di combinare RFA con altri trattamenti per ottenere il massimo effetto
  • mancanza di complicazioni

Preparazione preoperatoria per RFA. Quali test devono essere inviati prima di RFA.

L'ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori viene eseguita su base ambulatoriale, prima della procedura, è necessario solo condurre una serie di studi. La preparazione preoperatoria standard include:

  1. emocromo completo
  2. koahulohramma
  3. Analisi delle urine
  4. analisi del sangue biochimica
  5. test per sifilide, HIV, epatite "B" e "C"
  6. ECG con la conclusione del terapeuta

Proprio prima della procedura, il medico determina la lunghezza della sezione della vena principale interessata dalle vene varicose, su cui verrà eseguita l'ablazione a radiofrequenza (RFA). Il costo della procedura viene negoziato con il paziente durante la consultazione iniziale, dopo aver deciso l'uso di questa tecnica.

Prima dell'esposizione alla radiofrequenza, il paziente deve radersi i capelli sulle gambe e acquistare una calzetteria a compressione speciale. Il paziente non deve interrompere l'assunzione dei farmaci che gli sono stati prescritti dal corso del trattamento. Non è necessario eseguire una procedura a stomaco vuoto. Non sono prescritti farmaci aggiuntivi prima dell'intervento chirurgico.

Importante: il giorno dell'intervento chirurgico, il paziente non deve guidare un'auto!

Fasi della procedura di ablazione con radiofrequenza

L'intera procedura è controllata mediante ecografia duplex. Il paziente in posizione eretta è etichettato con vena varicosa.

Dopo il trattamento disinfettante, il segmento inferiore della vena danneggiato dalle vene varicose viene perforato e viene inserito un catetere, con l'aiuto del quale verrà eseguita l'ablazione a radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori. Il prezzo per la procedura in connessione con l'uso di un catetere monouso è leggermente aumentato.

Ablazione con radiofrequenza di stadio 1 – guida in una vena varicosa di un catetere a radiofrequenza

Il catetere si sposta attraverso la vena verso il segmento superiore, cioè verso il punto in cui la vena fluisce nel sistema venoso profondo. Alla fine del catetere c'è un elemento a radiofrequenza lungo 7 cm, che trasmetterà onde ad alta frequenza.

Leggi l\'articolo:  Cosa fare se scopro che hai il cancro

Fase 2 Ablazione con radiofrequenza – esecuzione di un'anestesia tumescente

Successivamente, viene eseguita l'anestesia locale. In questo caso, si ottiene un'anestesia quasi completa. La differenziazione delle vene dai tessuti vicini viene effettuata grazie all'anestesia tumescente – "cuscino d'acqua".

Fase 3 Ablazione con radiofrequenza – trattamento con onde a radiofrequenza delle vene varicose

Successivamente, il generatore si avvia, entro 20 secondi viene elaborata un'onda a radiofrequenza di questa sezione. L'ablazione con radiofrequenza (RFA) degli arti inferiori si verifica per gradi. Usando i segni sul catetere a radiofrequenza, uno specialista che conduce un RFA estrae il catetere da 7 cm e riavvia il generatore. Va notato che il dispositivo funziona in modalità automatica, regolando indipendentemente il livello di potenza di esposizione a seconda della temperatura all'interno della vena. Anche la durata dell'esposizione viene determinata automaticamente. Tuttavia, non vi è alcuna possibilità dell'influenza del "fattore umano", poiché il medico monitora solo l'avanzamento del catetere attraverso la vena e non determina le impostazioni. Tutto avviene automaticamente.

Fase 4 Ablazione con radiofrequenza – rimozione del catetere per radiofrequenza

Ecco come viene eseguita l'ablazione a radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori. I video che mostrano l'avanzamento di questa operazione dimostrano la semplicità comparativa di questo metodo. In questo caso, l'intera operazione dura circa 30-40 minuti. Al termine della procedura, il paziente indossa immediatamente calze a compressione. Entro poche settimane, si forma un cordone del tessuto connettivo nel sito della vena problematica.

In quasi tutti i casi, la RFA è integrata dalla miniflebectomia Varadi o dalla scleroterapia delle vene da afflusso (superficiali). La questione dell'uso dell'uno o dell'altro metodo di trattamento aggiuntivo è decisa dallo specialista che condurrà l'ablazione a radiofrequenza (RFA). Il prezzo è in gran parte dovuto al volume di esposizione alle radiofrequenze e alla scelta di un metodo aggiuntivo per raggiungere la massima efficienza. I cambiamenti esterni si verificano immediatamente dopo l'ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori. Le foto prima e dopo la procedura mostrano chiaramente l'efficacia di questa tecnica di trattamento.

Riabilitazione e limitazioni dopo ablazione con radiofrequenza

La riabilitazione dopo RFA è piuttosto breve e dura 1-2 settimane, per consolidare l'effetto durante questo periodo, il paziente deve indossare calze a compressione durante il giorno. Dopo altri metodi, il recupero dura almeno 2 mesi. Il periodo di recupero a breve termine è un altro vantaggio rispetto ad altri trattamenti per le vene varicose.

I primi giorni dopo la procedura, è necessario limitare l'attività fisica sulle gambe. La ginnastica, l'aerobica e una cyclette non sono raccomandate. Tuttavia, anche la passività del paziente non è benvenuta. Sono necessarie passeggiate orarie giornaliere. Il paziente non è consigliabile sedersi per molto tempo, è necessario alzarsi in piedi il più possibile. Per 3 settimane, una persona che ha subito l'ablazione con radiofrequenza non dovrebbe frequentare uno stabilimento balneare e una sauna. In linea di principio, non vi sono altre restrizioni dopo l'esposizione alla radiofrequenza delle vene.

Ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene, controindicazioni

Il metodo di ablazione con radiofrequenza non viene applicato nei seguenti casi:

  • gravidanza e allattamento dopo la nascita di un bambino;
  • segni di trombosi venosa profonda acuta;
  • una storia di trombosi;
  • segni pronunciati di aterosclerosi delle arterie degli arti inferiori;
  • l'incapacità di indossare calze a compressione;
  • una controindicazione relativa è la presenza di focolai infiammati o suppurativi di infezione della pelle nei punti delle forature pianificate.

Solo un medico, basato su studi e anamnesi, decide la scelta del metodo di trattamento. L'assenza di controindicazioni e i vantaggi sufficienti della tecnica portano al fatto che il paziente è stato sottoposto ad ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene. Recensioni di persone a cui è stato prescritto RFA confermano la sicurezza e l'indolore del metodo.

Ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori, complicanze

Il metodo RFA è un processo automatizzato che elimina l'eccessiva esposizione a una vena e attraverso la perforazione. I flebologi americani ed europei ritengono che il metodo più sicuro per il trattamento delle vene varicose al momento sia l'ablazione a radiofrequenza (RFA). Le foto dei pazienti dopo la procedura confermano l'assenza di gonfiore ed ematomi. Non c'è dolore di per sé sia ​​durante l'RFA che dopo.

L'unica complicazione che si è verificata durante lo sviluppo di questa tecnica è stata la trombosi venosa profonda. Tuttavia, una complicazione così grave era estremamente rara. Diverse fonti stimano il rischio di trombosi allo 0,1-2%. Nell'arco dell'intero decennio di utilizzo dell'ablazione con radiofrequenza, in tutto il mondo sono stati registrati solo pochi casi di trombosi o embolia polmonare.

Per prevenire la formazione di coaguli di sangue, il medico curante può prescrivere eparine a basso peso molecolare (clexane o fraxiparina) in dosaggi profilattici dal giorno in cui verrà eseguita la radiofrequenza delle vene degli arti inferiori (RFA). Le recensioni lasciate dai pazienti indicano solo occasionalmente un certo disagio. Le sensazioni spiacevoli vengono espresse debolmente e passano rapidamente.

L'efficacia dell'ablazione con radiofrequenza delle vene

Sebbene l'ablazione a radiofrequenza (RFA) delle vene degli arti inferiori sia riconosciuta come il metodo più efficace e di alta qualità per il trattamento delle vene varicose, non esclude una possibile ricaduta della malattia. Nessuno dei metodi moderni fornirà una cura completa per l'insufficienza venosa cronica. Tuttavia, lo sviluppo della ricaduta dopo la "fermentazione" a radiofrequenza delle vene principali è quasi impossibile oggi.

I pazienti sottoposti a ablazione con radiofrequenza (RFA), le cui recensioni sono pubblicate su Internet e sul nostro sito Web, sono soddisfatti dei risultati dell'operazione. I pazienti notano che il loro stile di vita e regime motorio praticamente non sono cambiati durante il periodo di riabilitazione, e questo è molto importante nel nostro tempo. L'ablazione con radiofrequenza (RFA) delle vene, il cui prezzo è abbastanza conveniente, è il modo più efficace, sicuro e veloce per trattare le vene varicose in tutto il mondo. Il personale altamente qualificato della nostra clinica e le attrezzature di alta qualità per la conduzione di RFA sono garanti di risultati eccellenti.

Feedback sulla procedura RFA eseguita presso il Centro di flebologia dell'innovazione medica

Vasily Tomchuk, 38 anni, Mosca, 11 dicembre 2016.

La mia recensione della chirurgia RFA combinata con la miniflebectomia sulle vene della gamba destra è per le persone che hanno un'operazione simile o per coloro che hanno bisogno di informazioni su ciò che è e con cosa viene mangiato. Sarei felice se la mia recensione aiuta qualcuno a prendere decisioni. Risponderò a qualsiasi domanda. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. Devi aver abilitato JavaScript per vederlo.
Quando avevo le vene varicose, non lo so, perché non mi ha disturbato. Ma circa sei mesi prima dell'operazione, la gamba iniziò a gonfiarsi notevolmente sotto l'osso, apparve una macchia nera. Ho dovuto prendere un appuntamento con il chirurgo in clinica. L'ecografia ha mostrato risultati deludenti, vene varicose di secondo grado. Ho guardato le recensioni su Internet. Ho seguito una procedura simile in diverse cliniche per capire dove eseguire l'operazione. La scelta di dove eseguire l'operazione è stata fatta in base a diversi criteri: attenzione e professionalità del chirurgo, trattamento del cliente nella clinica stessa, prezzo. Sulla base di tutto quanto sopra, ho deciso di fare l'operazione con il flebologo Semenov Artyom Yuryevich. L'operazione doveva essere eseguita abbastanza rapidamente, poiché i cambiamenti trofici erano già iniziati. Ero programmato per un intervento chirurgico a metà maggio.
Prima di questo, è necessario superare i test e ottenere le conclusioni dei medici secondo l'elenco. Dei consigli: non scaldare la gamba, spalmare il lyoton (troxevasin), prendere detralex, indossare biancheria intima a compressione.
Dopo aver ricevuto i risultati dei test, è necessario trasferirli al chirurgo. Dato che stavo facendo i test nella stessa clinica in cui è avvenuta la mia operazione, non ho dovuto trasmettere i risultati. Andarono automaticamente dal dottore. L'unica cosa che voglio menzionare è che le analisi sono valide per un tempo limitato, quindi vengono eseguite poco prima dell'operazione.
Prima dell'operazione, è necessario elaborare l'area operativa – a casa il giorno prima! Ho dovuto radermi la gamba destra e la zona inguinale sulla destra. Le sensazioni peculiari. Ci è voluto molto tempo. È più facile per le donne). È necessario venire all'operazione in abiti larghi e scarpe, quindi la gamba sarà in una benda, che aumenterà notevolmente il suo volume. E dopo l'operazione, devi camminare.
L'operazione ha avuto luogo in anestesia locale ed è durata circa un'ora e mezza. RFA stesso non provoca alcun dolore. Ma durante la seconda parte dell'operazione – miniflebectomia, c'è un certo disagio derivante dalle iniezioni di anestesia e dalla rimozione delle vene stesse. Ma tutto ciò non è così significativo, rispetto al risultato. Immediatamente dopo l'operazione, si alzò in piedi e raggiunse il reparto. Lì mi sono riposato per circa mezz'ora, ho ricevuto un estratto con raccomandazioni per ulteriori trattamenti.
Successivamente ho dovuto camminare per circa 40 minuti. Il giorno dopo si vestirono.
Voglio esprimere la mia gratitudine ai flebologi, i medici Semenov Artyom Yuryevich per l'operazione.
Buona fortuna a tutti coloro che si stanno preparando per l'operazione. Consiglio di non ritardare chi ne ha bisogno.
Vasily, 38 L, Mosca.
Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

Belousov A.A., Michurinsk, Regione di Tambov, 11 dicembre 2016

Molte grazie umane al chirurgo-flebologo Semenov Artyom Yuryevich per l'operazione abilmente eseguita. Nell'aprile 2013, mi è stata fatta un'obliterazione in radiofrequenza con la miniflebectomia Varadi sulla gamba sinistra. Le vene varicose sulle gambe sono apparse a scuola. Ora mi pento solo di una cosa: non sapevo prima di questo medico. L'operazione è durata solo 50 minuti e non ho avuto alcun dolore. Lasciò la clinica da solo e il giorno dopo andò al lavoro. Attualmente, mi sento benissimo, la mia gamba non mi disturba affatto. Ringrazio il dottor Semenov per avermi messo in piedi!

Feedback dei nostri pazienti sulla procedura RFA: Arina, 26 anni, Kashira.

Voglio condividere la mia esperienza riguardo al trattamento delle mie vene varicose con ablazione con radiofrequenza. Evidenti segni di vene varicose sono comparsi in me dall'età di 20 anni. Da parte di mia madre, tutte le donne hanno sofferto di questo flagello. E sebbene le gambe di mia madre sembrassero terribili, non sentiva mai dolore e quindi non andò dal medico. Ma molto presto ho avuto la sensazione che enormi pietre fossero legate alle mie gambe. Il dolore è stato aggiunto alla pesantezza delle gambe. A volte non dormiva di notte, non sapendo come sdraiarsi, in modo che almeno un po 'diventasse più facile. Esprimo la mia gratitudine agli specialisti del Centro MIFTS. Sono stato operato con il metodo della radiofrequenza della vena su entrambe le gambe. L'operazione è stata completamente indolore. Come sono stato felice di vedere le mie gambe immediatamente dopo l'operazione: le enormi vene gonfie di spessore sono letteralmente sparite davanti ai nostri occhi. Nei primi due giorni c'era una sensazione spiacevole nelle gambe, ma difficilmente si può chiamare dolore. Continuo il trattamento di mantenimento con medicinali e verranno mostrati per gli esami di follow-up al mio amato medico Vladimir V. Raskin. Arina, 26 anni.

Feedback dei nostri pazienti sulla procedura RFA: Elena, 45 anni, Mosca.

Ho 45 anni, tutta la mia vita con pause in vacanza e decreto ha lavorato come venditore. Certo, la sera dopo il lavoro, le mie gambe erano molto stanche. A poco a poco, cominciarono ad apparire edema e vene varicose. Non mi sono rivolto ai dottori, speravo stupidamente di avere una possibilità. Ma nel corso degli anni è solo peggiorato. Apparvero terribili strisce blu di vene con nodi spaventosi. Un amico che è stato curato nella tua clinica e soddisfatto del risultato del trattamento mi ha consigliato di contattarti. Dopo aver superato tutti i test e aver esaminato le mie vene, mi è stato prescritto RFA. All'inizio avevo molta paura, perché, come ho capito, avrebbero semplicemente bruciato una vena. Ma il dottor Fedorov Dmitry Anatolyevich mi ha rassicurato e mi ha convinto che questo è il metodo più indolore. Inoltre, ho problemi cardiaci, non volevo davvero fare le operazioni di vene in anestesia generale e con RFA di solito fanno l'anestesia del posto. In generale, tutte le mie paure erano vane, un'ora e mezza dopo che RFA ero già a casa. Non solo il dolore trascinante e la pesantezza delle gambe sono spariti, ora non riesco a nascondere le gambe sotto una gonna lunga e collant attillati. Esprimo gratitudine a tutti i dipendenti della clinica di flebologia. Grazie e un profondo inchino a te dal profondo del mio cuore. Elena, 45 anni.

Lagranmasade Italia