Ablazione con radiofrequenza delle vene con vene varicose

Le vene varicose sono una malattia abbastanza comune, sia tra le donne che tra gli uomini. Nonostante l'enorme numero di opzioni terapeutiche, ogni anno colpisce un numero crescente di persone.

Allo stesso tempo, ognuno di noi deve capire che è impossibile lasciare questo disturbo insidioso andare per caso. Il fatto è che prima viene rilevato e con quale rapidità vengono prese le misure per trattarlo, meno problemi dovrai affrontare.

Le vene varicose sono trattate piuttosto difficile, ma il trattamento stesso richiede un sacco di lavoro costante da parte del paziente, che include bendaggi alle gambe con una compressione speciale, l'uso costante di medicinali venotonici, l'uso di unguenti anti-varicosi, esercizi che aiutano a ripristinare la normale circolazione sanguigna, una doccia a contrasto, ecc.

Devi ammettere che c'è molto lavoro, così molti di noi nelle fasi iniziali abbandonano il trattamento, dicono che non c'è nulla di cui preoccuparsi, nel tempo, tutto andrà via da solo e nel frattempo la malattia progredisce e può portare a conseguenze terribili. E così, arriva un momento in cui una malattia che potrebbe essere curata con l'aiuto di farmaci è così trascurata che solo la chirurgia può aiutare.

Le vene varicose possono essere facilmente eliminate senza chirurgia! Per questo, molti europei usano Nanovein. Secondo i flebologi, questo è il metodo più rapido ed efficace per eliminare le vene varicose!

La Nanovein è un gel peptidico per il trattamento delle vene varicose. È assolutamente efficace in qualsiasi fase della manifestazione delle vene varicose. La composizione del gel comprende 25 componenti curativi esclusivamente naturali. In soli 30 giorni dall'uso di questo farmaco, puoi eliminare non solo i sintomi delle vene varicose, ma anche eliminare le conseguenze e la causa del suo verificarsi, oltre a prevenire il ri-sviluppo della patologia.

Puoi acquistare Nanovein sul sito Web del produttore.

Il concetto di ablazione con radiofrequenza (cancellazione)

Il tempo non si ferma, ogni anno la scienza offre nuovi metodi di trattamento delle malattie che mirano al minor trauma possibile per il corpo umano.

Anche la flebologia non è molto indietro, che relativamente di recente ha aperto un nuovo metodo per il trattamento delle vene varicose degli arti inferiori. Proveniente da cardiochirurgia, l'ablazione con radiofrequenza ha iniziato a essere utilizzata con successo per il trattamento delle vene.

L'essenza del metodo è che una speciale guida d'onda radio viene introdotta nel lume della vena varicosa attraverso una puntura con un ago, che irradia onde di radiofrequenza sulla parete interna della vena.

A causa di un certo effetto termico, la vena viene sigillata, scollegata dal flusso sanguigno e infine sostituita dal tessuto connettivo. Il metodo dell'obliterazione in radiofrequenza elimina tutti noi i soliti tagli e suture senza disturbare, mentre il sangue scorre nelle vene sane.

Sembrerebbe che a prima vista un metodo semplice di trattamento delle vene varicose possa essere utilizzato da tutti, senza eccezioni, ma qui ci sono molte limitazioni. Fondamentalmente, i medici attribuiscono questa limitazione al diametro dei nodi o alla struttura anatomica del letto venoso stesso, e questo nonostante il fatto che RFA (ablazione a radiofrequenza) permetta di livellare grandi vasi affetti da vene varicose.

Nanovein  Aceto di mele per vene varicose

Un altro problema che proibisce l'uso di RFA è la presenza di alterazioni trofiche nella pelle e nella tromboflebite del paziente. Pertanto, prima di prescrivere la procedura, un flebologo esperto effettuerà un'ecografia delle navi e solo sulla base dei risultati deciderà sull'opportunità di utilizzare l'ablazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori.

Come è la procedura

Il metodo di esposizione alle vene

Venendo alla flebologia con la cardiochirurgia, l'RFA delle vene degli arti inferiori ha combinato i metodi più popolari e pratici di ablazione: bipolare, catetere ed endovenoso.

Apparato per l'ablazione a radiofrequenza delle vene

Il processo stesso viene eseguito in anestesia locale, che garantisce la completa indolore della procedura.

Sotto stretto controllo ultrasonico, un catetere (ablazione catetere) con uno speciale elettrodo bipolare (ablazione bipolare) viene inserito nella vena al terzo della gamba, dopo di che viene allungato nella regione inguinale, dove di solito c'è un problema di disturbo del flusso sanguigno venoso, che provoca vene varicose degli arti inferiori.

Non appena il flebologo si assicura che il conduttore abbia raggiunto il luogo designato, l'anestesia locale e la restrizione delle vene dai tessuti più vicini vengono eseguite introducendo un anestetico attorno alla nave e creando un "letto di piume d'acqua".

Successivamente, viene lanciato l'apparato per l'ablazione a radiofrequenza – un generatore di radiofrequenza, attraverso il quale le onde vengono trasmesse alla superficie di lavoro del catetere. Inoltre, il catetere si muove agevolmente attraverso la vena, dirigendosi verso il ginocchio grazie a uno speciale dispositivo, l'estremità del catetere viene riscaldata e le pareti della vena vengono riscaldate dal calore (ablazione endovenosa).

Per una tale inclusione, vengono elaborati 7 cm del vaso sanguigno interessato. Al termine della procedura, il luogo in cui è stato inserito il catetere viene coperto con una medicazione sterile e bendato con una benda di compressione, dopo di che il paziente può tornare a casa.

L'efficacia della procedura e il suo costo

Sulla base del fatto che l'ablazione a radiofrequenza delle vene degli arti inferiori è una procedura piuttosto nuova, rispettivamente, ci sono anche cliniche dove lo fanno molto poco. Pertanto, se si decide ancora su questa procedura, è necessario contattare i centri di flebologia che praticano l'innovazione, mantenendo la propria immagine, assumono solo professionisti o, se necessario, inviano i propri dipendenti all'estero per acquisire esperienza nel lavoro necessario.

Ma, allo stesso tempo, devi capire quanto costa la procedura, eseguita secondo gli ultimi sviluppi. Il costo della procedura per il trattamento delle vene varicose dell'arto inferiore su una gamba dipende dalla categoria di complessità e, naturalmente, dal numero di vene interessate.

Ma in media, il prezzo è di 50000 rubli. fino a 80000 sfregamenti. per un arto. Devi ammettere che il denaro è considerevole, ma dopo aver analizzato tutti i metodi, possiamo dire con sicurezza che RFA è considerato il meno traumatico e sicuro, perché dopo la procedura, il paziente lascia la clinica da solo dopo 1 ora.

Nanovein  Le vene sul petto escono

Giudizi

Valuta i risultati prima e dopo l'ablazione

Processo di ablazione RF (video)

Flebectomia – un'operazione per rimuovere le vene

La flebologia è un'antica scienza che combatte i problemi alle vene e cerca di trovare un trattamento efficace e semplice. Nel corso dei secoli, la scienza è stata migliorata sempre più ogni anno, si trovano nuovi metodi di trattamento, meno traumatici e dolorosi, ma di nuovo tutto dipende dallo stadio della malattia.

Indipendentemente dall'esperienza del flebologo, affrontare lo stadio avanzato dello sviluppo della malattia è completamente difficile. Tuttavia, è necessario combattere la malattia, perché se non si prendono misure, le vene varicose possono essere fatali.

Uno dei metodi radicali e abbastanza comuni per il trattamento delle vene varicose è la flebectomia, viene utilizzata nei casi in cui i farmaci e gli esercizi non aiutano più e altre opzioni di trattamento sono riconosciute inefficaci dai medici come flebologi.

Una flebectomia è un'operazione in cui le vene varicose vengono rimosse per ripristinare il normale flusso sanguigno nelle vene profonde. Ai nostri tempi, un'operazione del genere non è affatto considerata pericolosa, tuttavia, se necessario, non dovrebbe essere posticipata per evitare la progressione delle vene varicose e l'insorgenza di varie complicanze.

L'efficacia di questo intervento chirurgico dipende dall'età del paziente, dallo stato del suo intero sistema venoso, dal numero di vene interessate, nonché dal corso del periodo di riabilitazione stesso, che è influenzato da molti fattori, che vanno dai tipi di pelle alle sue possibili malattie e pigmentazione.

I flebologi hanno notato che il lato estetico dell'operazione dipenderà principalmente dalla capacità individuale della pelle del paziente di rigenerarsi. Devi anche capire che dopo l'operazione, al paziente non è garantita la completa guarigione e c'è una considerevole probabilità di una ricaduta in futuro.

Rischi di flebectomia e possibili complicanze

La flebectomia è considerata l'operazione più comune nella lotta contro le vene varicose, la sua durata dura circa 2 ore, inoltre, in alcune cliniche moderne, anche senza ricovero in ospedale del paziente, ma nonostante tutto, ci sono minori rischi di complicanze.

Il principale rischio di complicanze dipende dal grado di danno al sistema venoso, dalle condizioni generali del paziente e dalla presenza di varie malattie concomitanti.

Pertanto, con la flebectomia, abbastanza spesso c'è il rischio di complicanze della ferita (sanguinamento, ematomi, suppurazione di ferite o necrosi marginale), a volte c'è una violazione della sensibilità della pelle e, molto raramente, le operazioni portano alla formazione di coaguli di sangue ed embolia.

Ma il rischio principale che è inerente a tutti i proprietari di vene varicose è la possibilità di una ricaduta. Aumenta con l'età, con l'obesità, uno stile di vita sedentario, assumendo contraccettivi ormonali e anche l'ereditarietà svolge un ruolo enorme.

Pertanto, anche dopo l'operazione, non sarà possibile rilassarsi, al fine di evitare ricadute, è necessario monitorare costantemente lo stato delle vene, eseguire procedure preventive e in caso di sintomi fastidiosi contattare immediatamente uno specialista.

Lagranmasade Italia